+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 25 di 50

Discussione: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

  1. #1
    keiser
    ospite

    Predefinito [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Sabato mattina sono stato intervistato, con mio grande stupore, dal GR2 Rai delle 12.30 sull'argomento videogiochi e Cecenia (la trovate qui, in formato RealAudio, poco prima del settimo minuto - se qualcuno ha voglia di rippare solo il mio intervento, lo ringrazio fin da ora), relativamente ad un presunto videogioco intitolato "Battaglia per il Caucaso" (sic) che "circola da due anni su internet" (circola? manco fosse droga...) e che anticipa in qualche modo gli eventi di questi giorni. «E dove sarebbe la notizia, ammesso che sia vero»? chiedo alla giornalista nel corso della prima telefonata con la redazione; «ci sono migliaia di videogiochi ad ambientazione bellica, ciascuno costituito da decine di missioni diverse, e poi centinaia di libri, di film; Tom Clancy sulla fantapolitica ha costruito un impero economico; è inevitabile che prima o poi finiscano col prenderci, purtroppo». Non importa; dal momento che i principali quotidiani hanno dato risalto a questa importantissima notizia, a quanto pare non si può fare a meno di parlarne anche al giornale radio. Tre domande secche, tagliuzzate qua e là, mandate in onda a ridosso del servizio sulla strage in Ossezia, con un cinismo da far venire i brividi. La giornalista non mi ha detto nè dove e nè quando il mio intervento sarebbe andato in onda, e in quale contesto: il link l'ho trovato successivamente quasi per caso, ci credereste? Non vi nascondo di sentirmi un po' "sfruttato". Ma davvero non hanno nient'altro di cui parlare?

  2. #2
    La Nebbia L'avatar di ikki_83
    Data Registrazione
    12-08-02
    Località
    Taranto/Bari
    Messaggi
    32

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Sono giornalisti. E' il loro lavoro... dire ciò ke vogliono far credere. Se tra un po' mettessero allo stadio di Washington una bomba nucleare in una macchinetta delle sigarette come in Al vertice della tensione, direbbero ke Tom Clancy è la mente dell'attentato. Lasciamoli dire. Ki ha un po' di sale in zucca nn ci crederà mai.
    Ps: non sentrti sfruttato, piuttosto è RadioDue a doversi sentire sfruttatta come mezzo di comunicazione per diffondere cavolate...

  3. #3
    La Borga L'avatar di Tyreal
    Data Registrazione
    20-06-03
    Località
    Ristorante al termine dell'universo
    Messaggi
    14,327

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Quello che comunque non manca mai di infastidirmi è il fatto che si trovi sempre il modo per demonizzare in qualche maniera i videogiochi. Non che siano gli unici mezzi ad essere colpevolizzati: poteva essere internet, i fumetti o Marilyn Manson, ma la salsa è sempre la stessa...

  4. #4
    Lo Zio L'avatar di Denis
    Data Registrazione
    28-10-02
    Località
    Bologna
    Messaggi
    2,131

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    ikki_83 ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 09:08
    Sono giornalisti. E' il loro lavoro... dire ciò ke vogliono far credere. Se tra un po' mettessero allo stadio di Washington una bomba nucleare in una macchinetta delle sigarette come in Al vertice della tensione, direbbero ke Tom Clancy è la mente dell'attentato. Lasciamoli dire.
    Tom Clancy è uno scrittore affermato, figurati se lo prenderebbero mai di mezzo.. andrebbero a polemizzare su un gioco senza dubbio anche in quel caso..


    Quote:
    Ki ha un po' di sale in zucca nn ci crederà mai.
    Quindi 9/10 dell'Italia vi crederà.

  5. #5
    L'Onesto L'avatar di Harmless
    Data Registrazione
    05-05-04
    Messaggi
    1,165

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    ikki_83 ha scritto lun, 06 settembre 2004 09:08

    Ps: non sentrti sfruttato, piuttosto è RadioDue a doversi sentire sfruttatta come mezzo di comunicazione per diffondere cavolate...
    lol posso metterla in firma?

    io diffido dei giornalisti più che di avvocati e assicuratori... ho assitito a diffamazioni, invenzioni e porcherie a non finire e di solito evito i microfoni (mi rovino già scrivendo...)

    evidentemente non avevano altro da fare e mettere in cattiva luce o demonizzare il mondo dei videogiochi è una buona uscita, tanto non si lamenta nessuno (di importante)

    inoltre... nel servizio apparso su un importante telegiornale a proposito dell'NGIlan si è detto anche "... ci sono anche discutibili giochi di guerra ..." :
    a parte i campionati di fifa 20xx credo che tutto il resto fosse in un modo o nell'altro riconducibile a guerre o combattimenti...

  6. #6
    La Nebbia L'avatar di ikki_83
    Data Registrazione
    12-08-02
    Località
    Taranto/Bari
    Messaggi
    32

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    demonizzano qualsiasi cosa di cui nn sanno o non capiscono... Se la prendono con Marilyn Manson (ndr: a me nn piace!) quando dovrebbero prendersela coi fanatici di Satana ke lo seguono, se la prendono con i fumetti perchè nn capiscono ke sia l'ottava arte, se la prendono con SuperMario x' violento, con sailor moon (versione depurata) perkè devia i bambini e se la sono presa coi power rangers perchè istigano alla violenza...
    Io Ho seguito tutte queste cose da piccolo e altre ancora oggi.. ma non penso di essere un folle terrorista maniaco... mah...

  7. #7
    La Nebbia L'avatar di ikki_83
    Data Registrazione
    12-08-02
    Località
    Taranto/Bari
    Messaggi
    32

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Harmless ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 09:47
    ikki_83 ha scritto lun, 06 settembre 2004 09:08

    Ps: non sentrti sfruttato, piuttosto è RadioDue a doversi sentire sfruttatta come mezzo di comunicazione per diffondere cavolate...
    lol posso metterla in firma?
    Certo fai pure!

    Harmless ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 09:47
    inoltre... nel servizio apparso su un importante telegiornale a proposito dell'NGIlan si è detto anche "... ci sono anche discutibili giochi di guerra ..." :
    a parte i campionati di fifa 20xx credo che tutto il resto fosse in un modo o nell'altro riconducibile a guerre o combattimenti...
    Questo però lo metto io in firma..

  8. #8
    Lo Zio L'avatar di mattoxo
    Data Registrazione
    12-09-02
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,159

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    il giornalista non cerca la verità,bensì cerca di vendere la sua come la più plausibile

    per quanto riguarga i vari giudizi che tutti loro esprimono senza avere mai provato qualcosa, io credo sia solo il corso della storia, che demonizzava anche il cinema, il ballo, (Dungeons & Dragons (chi si ricorda i matricidi in cerca di punti esperienza?)) la musica heavvy metal,ed ora i videogiochi.

    pazientiamo, prima o poi potremo dire di aver lottato contro di loro e di averne avuto ragione

    ps
    non darti pena, mi ricordo di quando a play it prendevano per il culo skulz (redattore di una rivista concorrente) e lui (da imbecille o da persona intelligente) si lasciava prendere in giro. mi sembra che a te sia andata di lusso


  9. #9
    keiser
    ospite

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Denis ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 09:38

    Tom Clancy è uno scrittore affermato, figurati se lo prenderebbero mai di mezzo.. andrebbero a polemizzare su un gioco senza dubbio anche in quel caso..
    non a caso, in effetti, avevo anche citato clancy in una risposta, però il suo nome è misteriosamente "sparito" dal nastro andato in onda

    PS grazie a denis per aver provveduto a tempo di record a tagliuzzare il file e a mandarmi un mp3 con la sola intervista, che trovate qui (sono 719 kb)

  10. #10
    Il Nonno L'avatar di Sylar
    Data Registrazione
    01-11-03
    Località
    Como
    Messaggi
    5,066

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Che palle sti "giornalisti"

  11. #11
    Il Nonno L'avatar di TeknoDragooN
    Data Registrazione
    27-07-02
    Località
    The longest yard
    Messaggi
    5,645

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    sentito..La mia impressione è che il taglia e incolla radiofonico non attacchi i videogiochi.E solo una constatazione dell'esistenza di soggetti ambientati in aree "calde". Da li a supporre che i terroristi avessero una playstation/pc nella loro tana ce ne passa(inoltre ha detto che il gioco è ambientato a Beslan, non che la missione è prendere in ostaggio una scuola).Per una volta non me la sento di criticare i giornalisti, anche se ritengo abbastanza inutile questa parentesi bizzarra inserita nel constesto della cronaca di un avvenimento tristemente serio.

    p.s. e se a tom clancy aggiungessimo anche "trappola di cristallo" con bruce willis?

  12. #12
    Il Puppies L'avatar di Inishmore
    Data Registrazione
    20-10-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    429

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Ho appena ascoltato l'intervista e devo dire che si notano due cose:innanzitutto un giornalista dovrebbe informarsi un minimo di quello di cui si occupa mentre l'intervistatrice sembrava che non sapesse nulla di videogiochi,secondo sarebbe interessante allargare il campo della discussione a tutti quei libri,film che trattano di fantapolitica.
    Avete parlato di Clancy,io citerei anche Mc Nabb che è stato addirittura intervistato al tg1 e che sulla sua esperienza da agente speciale ci ha costruito una discreta fortuna.
    Vorrei anche farvi una domanda:in questi giorni nessuno ha pensato a Rainbow siil libro)?
    Io si e ho tremato.

  13. #13
    Il Nonno L'avatar di Fear
    Data Registrazione
    24-05-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,011

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Inishmore ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 10:46
    ...secondo sarebbe interessante allargare il campo della discussione a tutti quei libri,film che trattano di fantapolitica...
    dopo una strage come quella dell'Ossezia i giornalisti dovrebbero avere la coscienza di NON (<- EDIT) tirare in ballo stro**ate come la coincidenza dei fatti tra realtà e finzione (videoludica o letteraria che sia).

    il problema è che i giornalisti devono creare il "CASO", devono cercare la notizia sensazionale:
    (attivare sarcasmo) ma come??? gli spetznaz si sono addestrati su quel gioco che riporta "fedelmente" i fatti (orribili) di questi giorni???? uno scrittore ha predetto tale situazione??? Nostradamus l'ha previsto??? e il governo non ha fatto nulla???? MA COME?!?!?!?! (disattivare sarcasmo)

    tutta qua il problema!!! devono cercare le stupidaggini che non sono ancora state dette!!!

    excursus: resta il fatto che se gli spetznaz sono addestrati da schifo rispetto all'HRT (dell'fbi): entrare in una scuola con mitragliatori pesanti è da imbecilli!!!

  14. #14
    Lo Zio L'avatar di ilgrillo
    Data Registrazione
    30-10-01
    Località
    la bassa bolognese
    Messaggi
    1,709

    Predefinito Ma... guardiamo le immagini

    Io odio i giornalisti e ciò che oggi rappresentano. Orson Welles ce l'ha raccontato con "Quarto potere".

    Se vi fermate a riflettere per un istante, il mondo lo conosciamo così per come ci viene raccontato. Guardate le principali notizie e capirete da cosa è spinto il pesante pessimismo che ci consuma.

    Per quanto riguarda i vg dico solo (come scrissi qualche numero fa sulla tgmmail) che in presenza di linee di codice libere si prefersice riprodurre un'arma piuttosto che una mucchina da platform.
    Ciò non crea maniaci, ovvio, ma è deprimente pensare che l'uomo non abbia voglia di simulare altro.

    Avere la guerra in costante simulazione aiuta alla sua assuefazione. Non ci si rende conto, ma è così. E' un peccato.

    Ascolterò l'intervista.

  15. #15
    Il Puppies L'avatar di Inishmore
    Data Registrazione
    20-10-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    429

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Fear ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 10:55
    Inishmore ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 10:46
    ...secondo sarebbe interessante allargare il campo della discussione a tutti quei libri,film che trattano di fantapolitica...
    dopo una strage come quella dell'Ossezia i giornalisti dovrebbero avere la coscienza di NON (<- EDIT) tirare in ballo stro**ate come la coincidenza dei fatti tra realtà e finzione (videoludica o letteraria che sia).

    il problema è che i giornalisti devono creare il "CASO", devono cercare la notizia sensazionale:
    (attivare sarcasmo) ma come??? gli spetznaz si sono addestrati su quel gioco che riporta "fedelmente" i fatti (orribili) di questi giorni???? uno scrittore ha predetto tale situazione??? Nostradamus l'ha previsto??? e il governo non ha fatto nulla???? MA COME?!?!?!?! (disattivare sarcasmo)

    tutta qua il problema!!! devono cercare le stupidaggini che non sono ancora state dette!!!

    excursus: resta il fatto che se gli spetznaz sono addestrati da schifo rispetto all'HRT (dell'fbi): entrare in una scuola con mitragliatori pesanti è da imbecilli!!!
    Pienamente d'accordo con te,quello che mi fa rodere è che trovo assurdo accusare i videogiochi di speculare su questi eventi quando (ed è veramente triste sta cosa) sulle crisi internazionali si è creato un intero mercato.

  16. #16
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di maxpay
    Data Registrazione
    13-10-01
    Località
    Sud Italia
    Messaggi
    24,673

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    non avevo mai sentito la voce del keiser
    ha la voce da ciccio pasticcio


    quanto all'intervista personalmente non ci ho trovato nulla di particolarmente "accusante". sono parole tutto sommato "neutrali", il vero problema (come sempre) è chi interpreta e come interpreta.
    una persona scettica nei confronti dei vg non potrà che arrivare alle conclusioni da tutti noi temute...

    piuttosto grave il fatto che certe parole siano state tagliate, caratteristica predominante dei gr di radio rai in cui le interviste ti lasciano senza fiato (visto che tolgono anche i più piccoli momenti di pausa). purtroppo i giornalisti li si conosce bene no?

  17. #17
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di maxpay
    Data Registrazione
    13-10-01
    Località
    Sud Italia
    Messaggi
    24,673

    Predefinito Re: Ma... guardiamo le immagini

    ilgrillo ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 10:58
    Io odio i giornalisti e ciò che oggi rappresentano. Orson Welles ce l'ha raccontato con "Quarto potere".

    Se vi fermate a riflettere per un istante, il mondo lo conosciamo così per come ci viene raccontato. Guardate le principali notizie e capirete da cosa è spinto il pesante pessimismo che ci consuma.

    Per quanto riguarda i vg dico solo (come scrissi qualche numero fa sulla tgmmail) che in presenza di linee di codice libere si prefersice riprodurre un'arma piuttosto che una mucchina da platform.
    Ciò non crea maniaci, ovvio, ma è deprimente pensare che l'uomo non abbia voglia di simulare altro.

    Avere la guerra in costante simulazione aiuta alla sua assuefazione. Non ci si rende conto, ma è così. E' un peccato.

    Ascolterò l'intervista.
    era da tanto che non ti leggevo
    pienamente d'accordo e ti dirò di più. questa estate ho avuto modo di parlare con un'amica di mia sorella, una giornalista di una testata che non nominerò ovviamente.
    ebbene lei stessa mi confermò che spesso loro CREANO le notizie, di conseguenza non mi stupisco più di niente...

  18. #18
    Shogun Assoluto L'avatar di hansolo
    Data Registrazione
    17-11-03
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    25,076

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    I giornalisti molte volte dimostrano di essere più idioti dei terroristi...
    Ce li vedo i terroristi a pianificare un assalto ad una scuola con centinaia di bambini usando Counter Strike oppure Ghost Recon.
    Certo, bisogna considerare che questi poveri terroristi non hanno molti soldi da spendere, per cui devono accontentarsi di un discreto PC per poter pianificare fin nei minimi dettagli tutte le operazioni più pericolose.
    Poi si dimenticano il fatto che gli stessi terroristi sono andati mesi addietro nella scuola in Ossezia travestiti da muratori e hanno piazzato esplosivi e mine antiuomo.

    Ma dove cavolo siamo arrivati???
    Sembra che ormai tutto si riduca a demonizzare il videogioco.
    Cade un aereo?? Sicuramente un passeggero, spinto da Prince of Persia, ha messo una bomba nel pugnale del tempo che aveva con se.
    Un pazzo si è messo a sparare sulla folla in mezzo ad una piazza???
    Certamente il buon uomo è stato spinto a fare questa follia da Myst 4.
    Ma non mi fate ridere.....

  19. #19
    L'Onesto L'avatar di tidus89
    Data Registrazione
    09-06-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    963

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Ma che emeriti Baluardi (censura numero 1 bytidus)...

    Più che sfruttato io mi riterrei offeso... Ma caspio (censura numero 2 bytidus) dall'intervista tagliata sembra che hai tutta un'altra idea della situazione, io mi incavolerei di brutto praticamente hanno bloccato la tua libertà di parola e ancora peggio l'hanno pure modificata al contrario... Da quello che hai detto te si capiva che quello che stava dicendo la giornalista era una caspiolata(censura numero 3 bytidus)(anzi aggiungo sarà pure vero, ma non si capisce dove voglia arrivare...), ma poi dall'intervista tagliata sembra invece che tu hai tutta un'altra idea...

    Spero si capisca il post perchè l'ho scritto in un italiano corregiuto al massimo.

    Per chi ha giocato a Metal Gear Solid 2: I Patriot esistono, infatti sono i media...

  20. #20
    Lo Zio L'avatar di ilgrillo
    Data Registrazione
    30-10-01
    Località
    la bassa bolognese
    Messaggi
    1,709

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    maxpay ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 11:07
    non avevo mai sentito la voce del keiser
    ha la voce da ciccio pasticcio


    quanto all'intervista personalmente non ci ho trovato nulla di particolarmente "accusante". sono parole tutto sommato "neutrali", il vero problema (come sempre) è chi interpreta e come interpreta.
    una persona scettica nei confronti dei vg non potrà che arrivare alle conclusioni da tutti noi temute...

    piuttosto grave il fatto che certe parole siano state tagliate, caratteristica predominante dei gr di radio rai in cui le interviste ti lasciano senza fiato (visto che tolgono anche i più piccoli momenti di pausa). purtroppo i giornalisti li si conosce bene no?
    Olà max! E' un piacere rileggerti.

    Ho ascoltato l'intervista. Concordo con te nel dire che il pezzo in sé non ha nulla di morboso, ma è il contesto nel quale è stato inserito che fa capire qual era lo scopo editoriale di tale manovra.

    Questo si chiama "fare terrorismo psicologico".

    E non mi sento di scrivere un'esagerazione. E' un'intervista nata per creare sensazionalismo. I motivi li ha elencati il keiser e qualcun altro parlando di Clancy et similia (per non parlare dei tagli)

    Il brutto è che ciò si ripete costantemente in tutte le notizie che ascoltiamo.

    Finisco OT parlando delle candele alle finestre per i bambini dell'Ossezia. Volete sapere come sono stati generati i servizi ai TG? Per me è andata così:
    Arriva la troupe girnalistica e comincia a filmare davanzali e balconi. Mimì se ne accorge e dice a sua moglie: "Rosì! Stanno a filmà li balconi! Metti 'a candela che cosi ce riprendono..."

  21. #21
    Lo Zio L'avatar di ilgrillo
    Data Registrazione
    30-10-01
    Località
    la bassa bolognese
    Messaggi
    1,709

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Concludo dicendo (e poi mi autocensurerò dal topic) di immaginare per un attimo e per assurdo un mondo senza notizie sul terrorismo.

    Il terrorismo cesserebbe dopo qualche mese, non avendo più a disposizione l'unico terreno fertile sul quale gli è concesso crescere come gramigna.

    Ma l'umanità è troppo stupida per capirlo.

    Ah... io ovviamente faccio parte dell'umanità...

  22. #22
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di maxpay
    Data Registrazione
    13-10-01
    Località
    Sud Italia
    Messaggi
    24,673

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    ilgrillo ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 11:27


    E non mi sento di scrivere un'esagerazione. E' un'intervista nata per creare sensazionalismo. I motivi li ha elencati il keiser e qualcun altro parlando di Clancy et similia (per non parlare dei tagli)

    Il brutto è che ciò si ripete costantemente in tutte le notizie che ascoltiamo.

    Finisco OT parlando delle candele alle finestre per i bambini dell'Ossezia. Volete sapere come sono stati generati i servizi ai TG? Per me è andata così:
    Arriva la troupe girnalistica e comincia a filmare davanzali e balconi. Mimì se ne accorge e dice a sua moglie: "Rosì! Stanno a filmà li balconi! Metti 'a candela che cosi ce riprendono..."
    Clancy? e non è nulla! quest'estate ho letto un libro di Forsyth, il Simulatore, non hai idea di quante informazioni ci sono in quei libri...

    quanto alle candele, posso assicurare che in molti hanno ricevuto questo sms e tutto sommato non ci vedo nulla di male. non che morti "adulti" non abbiano bisogno di una candela accesa per carità....il fatto è che la carneficina che è stata fatta in quella scuola ha un che di...bestiale? no bestiale no, perchè le bestie a volte mostrano più raziocinio degli uomini.
    preferisco non continuare il discorso perchè mi rendo conto che causerei un flame di proporzioni bibliche, ma alla fine accendere quella candela mi ha fatto pensare molto...

  23. #23
    L'Onesto L'avatar di Parmenides
    Data Registrazione
    20-09-01
    Località
    Elea (Magna Grecia)
    Messaggi
    1,040

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Non sarei così severo con l'intervista. Il sensazionalismo era dato dal fatto che esiste un videogioco in cui la missione si svolge nella stessa identica località dell'attentato. Tra i milioni di luoghi in cui è possibile ambientare una missione è in effetti curioso che sia stata scelta proprio la piccola e anonima Beslan. Non stiamo parlando di Bagdad, di New York,di Kabul o di Mosca. E' anche vero però che in generale il Caucaso con le sue tensioni politiche è un area di grande interesse per diverse tipologie di videogiochi basta pensare al simulatore di volo Flanker 2.5.

  24. #24
    Il Niubbi L'avatar di nicolax
    Data Registrazione
    01-07-03
    Località
    verona
    Messaggi
    232

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Mi sento solo di dire che coinvolgere ambienti più frivoli (il VG è puro intrattenimento) in contesti così assurdi come l'attentato (diciamo carneficina che gli assomiglia di più) alla scuola di Beslan, può solo essere il segno di un cinismo e un'indifferenza che quasi fa più paura dell'idiozia che sempre maggiormente ci circonda.

  25. #25
    Il Puppies L'avatar di xam
    Data Registrazione
    31-10-01
    Messaggi
    309

    Predefinito Re: [06/09/2004] Videogiochi alla radio

    Parmenides ha scritto lun, 06 settembre 2004 alle 13:07
    Non sarei così severo con l'intervista. Il sensazionalismo era dato dal fatto che esiste un videogioco in cui la missione si svolge nella stessa identica località dell'attentato. Tra i milioni di luoghi in cui è possibile ambientare una missione è in effetti curioso che sia stata scelta proprio la piccola e anonima Beslan. Non stiamo parlando di Bagdad, di New York,di Kabul o di Mosca. E' anche vero però che in generale il Caucaso con le sue tensioni politiche è un area di grande interesse per diverse tipologie di videogiochi basta pensare al simulatore di volo Flanker 2.5.
    si ma quello che per i giornalisti in questione era rilevante fare notare è la connessione/connivenza tra vg e terrorismo. una riflessione sul tema (al di là del fatto che lo si possa spiegare con le parole di un esperto di settore - il keiser - o che da altri appassionati queta tesi possa essere confutata) ci sta anche bene, per carità. fa bene per prima cosa a tutti i videogiocatori.
    il problema sta piuttosto nel fatto che per chi videogiocatore non è questa non si presenta come una riflessione ma come un attestato di colpa. allo stesso modo di quando ci capita di leggere sui giornali nome e cognome di un indagato: automaticamente colpevole! [salvo che poi la notizia del suo scagionamento sarà ben lungi dal trovare lo stesso risalto]

+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato