+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Storia Amiga nel dopo Commodore

  1. #1
    L'Onesto L'avatar di samo79
    Data Registrazione
    21-11-02
    Località
    Perugia
    Messaggi
    1,433

    Predefinito Storia Amiga nel dopo Commodore

    Questo è un estratto della travagliata storia Amiga, dopo il tracollo della Commodore, se desiderate consultare la storia completa visitate il sito Back For The Future raggiungibile a questo indirizzo.

    http://www.betatesting.it/backforthefutu re

    Parlare di Amiga oggi è come narrare una fiaba, quello che è stato Amiga dopo il tracollo della Commodore somiglia più ad una fiaba che ad una storia informatica, dapprima Amiga rivaleggiò senza confronti sui PC i quali pur disponendo di microprocessori potenti, non avevano chip grafici dedicati in grado di muovere grafica 2D per cui tutto il lavoro di "spostamento" della grafica soppesava sul processore che doveva di conseguenza essere molto più potente rispetto alla controparte Amiga per permetterne le stesse performance! (infatti a livello grafico un'Amiga 1200 con 68020 a 14Mhz era addirittura superiore ad un PC 486 DX2 66Mhz e costava meno della metà) con conseguenza che i giochi per PC non erano neanche un quinto di quelli disponibili per Amiga...

    Tralasciando poi le strordinarie capacità multitasking del Workbench che solo alcuni anni dopo si sarebbero rilevate straordinariamente "fuori da ogni tempo"... Proprio questi anni furono l'età d'oro dell'Amiga.

    Nessuno avrebbe potuto prevedere che nel giro di qualche anno la situazione si potesse ribaltare...

    Nel 1995 Commodore intanto aveva un deficit finanziario di ben 107 milioni di dollari che si trascinava dalla fine del 1993.

    Amiga era ancora una macchina molto popolare.

    Nel 1992, Commodore vendette circa 800.000 Amiga (il 17% in più del 1991) e nel 1993 il 20% rispetto al 1992.

    Nel frattempo la ID Software stava per programmare DOOM per PC, una nuova era ludico-informatica stava per cominciare...

    Anno 1994

    Marzo 1994: Commodore annunciò di avere gravi difficoltà finanziarie che avrebbero potuto portarla alla bancarotta o alla liquidazione. Commodore stava perdendo 8.2 milioni di dollari. Il pacchetto azionario si svalutò da 28 dollari a 0.75 dollari per azione in meno di 24 ore.

    La borsa valori di New York bloccò la trattazione dei titoli Commodore.

    Fino alla metà del mese di Aprile, Commodore stava ancora producendo l'Amiga 4000, Amiga 1200 e l'Amiga CD32; gli ingegneri stavano continuando lo sviluppo del nuovo chip-set AAA

    Il chip-set AAA fu progettato per essere un grande salto tecnologico rispetto all'AGA, (tra le features più interessanti furono introdotti i 24 bit di profondità di colore, risoluzioni superiori alla 1280x1024, 16 bit audio in qualità CD).

    Purtoppo però il progetto AAA non venne mai ultimato, anzi nel 1992 lo sviluppo andò scemando con lo scopo di essere abbandonato definitivamente a favore del progetto "Hombre" che avrebbe dovuto riportare Amiga ai vecchi fasti.

    Già dagli anni '90 la Commodore non navigava in buone acque a causa di una crisi nel settore dei Computer a 8 Bit (Il Commodore 64/12 e ad una sbagliata gestione del Marketing, quest'ultima a sua volta non era altro che una gestione errata del Target (fascia di utenti) di Amiga e sbagliata pubblicità. ai quali si possono aggiungere il lancio di prodotti quali il CDTV prima e il CD32 dopo, che furono solo di peso morto al bilancio. Oltre a questo va detto che la C= nei suoi ultimi anni di vita non strinze alcuna alleanza, di conseguenza si ritrovò sola, sola contro tutti...

    C'è chi dice addirittura che i capi della Commodore siano stati corrotti e che avrebbero ricevuto "un aiuto" a chiudere i battenti da tutte quelle società rivali di Amiga sin dalla sua nascita.

    Alla fine del 1994 Commodore pressata dai creditori andò in bancarotta volontaria!...

    La grande C= se ne andò, lei che aveva segnato la storia degli Home Computer.

    L'unica (sino ad oggi) ad essere stata in grado di competere con hardware e O.S. proprietari, ai monopoli Intel e Microsoft.

    Durante la seconda metà di Aprile la produzione degli Amiga venne fermata.

    La fabbrica nelle Filippine fu chiusa, lasciando disponibile un grosso stock di Amiga invenduti.

    Successivamente anche la fabbrica Scozzese fermò la produzione. Molti impiegati furono licenziati dai dirigenti e indirizzati verso nuovi lavori.

    Il 22 Aprile 1994 15 persone furono liquidate da West Chester (PA), e il CSG (Commodore Semiconductor Group) fu chiuso. Altre 15 persone furono dimesse dalla fabbrica di Norristown.

    Il 26 Aprile 1994 chiuse la divisione ingegneristica. Il sito in West Chester, che una volta occupava 1000 impiegati, ora aveva solo 22 persone incaricate della normale manutenzione.

    Venerdì 29 Aprile 1994 alle 16.04 Commodore International scelse la strada della liquidazione volontaria per cautelarsi dai suoi creditori.

    Il 30 Aprile 1994 il CEI annunciò di essere in grado di fronteggiare le richieste dei modelli Amiga da parte della distribuzione.

    Nel Maggio 1994 si sparse la voce secondo cui Samsung era interessata all'acquisto di Amiga ma poi si ritirò quando si accorse che altre compagnie erano in trattativa con offerte inferiori alla loro.

    Il 20 Giugno 1994 il "creatore" di Amiga Jay Miner morí al El Camino Hospital In Mountain View. La causa del decesso fu per arresto cardiaco come risultato di una lunga serie di complicazioni.

    Luglio 1994: Amiga Convention 94, avviene in Quebec, Canada.

    Il liquidatore finalmente ricevette quattro proposte di acquisto della Commodore da parte di Amstrad, Philips, Samsung e Commodore UK. (divisione inglese) Ma la corte di Bahamian respinse le proposte trasferendo il procedimento nella città di New York.

    Settembre - Novembre 1994: altre voci di compagnie disponibili ad acquistare Commodore quali Nestlè, Atari, Sony e altre. Ulteriori voci corsero il giorno in cui venne fissato il processo di liquidazione.

    Quel giorno venne continuamente spostato di mese in mese.
    CEI sembrò essere la più interessata rispetto a qualsiasi altra compagnia all'acquisto della Commodore ciò fu confermato dalle conferenze on-line tenute da Amiga Report su Portal, BIX, and Delphi.

    CEI finalmente offrí una grossa quantità di denaro affinchè il liquidatore desse subito Commodore ad essi.

    Anno 1995

    Gennaio 1995: voci sulle riviste del Regno Unito riportarono indiscrezioni riguardo al fatto che la divisione UK di Commodore avrebbe posseduto la più alta offerta. CEI fece una nuova offerta al liquidatore.

    Febbraio 1995: CEI annunciò di aver stretto un accordo con IBM per fabbricare per conto della stessa prodotti Commodore in caso di acquisizione di dell'azienda da parte loro. Anche Escom sembrò essere interessata all'acquisto di Commodore.

    Marzo 1995: Techmedia Publishing, terminò la pubblicazione di Amiga World, (la prima rivista pubblicata nel mondo dedicata ad Amiga.) La ragione principale fu che durante gli ultimi 11 mesi di messa in liquidazione di Commodore, la rivista ebbe scarsa diffusione. L'ultimo numero di Amiga World risale ad Aprile 1995. La decisione fu presa dopo la pubblicazione dell' ultimo numero quindi non sono in esso presenti annunci di commiato.

    Escom (un grande produttore tedesco di PC IBM compatibili) ed il liquidatore raggiunsero un accordo facendo un'offerta avente forza contrattuale.

    L'offerta fu di circa 6 milioni di dollari a cui si sommarono altri 1.4 milioni di dollari per ottenere il logo di Commodore dalla divisione Commodore tedesca.

    Altre offerte furono fatte per altre divisioni di Commodore. Finalmente il giorno del giudizio di Amiga (cioè la data della prima audizione) venne fissata. Si tenne il 20 Aprile del 1995. Le compagnie che presenziarono all'audizione furono Commodore UK, CEI ed Escom.

    Escom vinse l'asta di liquidazione !

    Nell'audizione del 20 Aprile, solo Escom e Dell fecero la loro offerta, Escom era un venditore tedesco di computer e Dell una grossa compagnia Americana di computer.
    CEI a lungo ritenuto il miglior offerente strinse un accordo con Dell con il fine di sviluppare insieme Amiga e presentandosi dunque all'asta sotto il nome di Dell.

    L'offerta di partenza di Escom fu di circa 6 milioni di dollari e di 1.4 milioni di dollari per il marchio Commodore.
    Dell fece la sua offerta alle 2 del pomeriggio di entità sconosciuta. Tuttavia l'offerta di Dell fu respinta perchè era comprensiva di alcune clausole, mentre l'offerta di Escom era incondizionata.

    Alla fine dell'audizione così fu accettata l'offerta di Escom, Dell continuò a trattare tentando un'offerta più conveniente arrivando a una seconda offerta di 15 milioni di dollari con la condizione di attendere altri 30 giorni per seguire l'evoluzione di Amiga prima di decidere se trattenerla definitivamente.

    Nel caso avessero deciso di non tenere Amiga dopo il 30esimo giorno avrebbero perso un milione di dollari dati in deposito come cauzione dopo di ciò si sarebbe dovuta tenere una nuova asta.

    All'audizione di venerdi 21 Aprile il Creditor's Commitee volle accettare l'offerta di Dell/CEI. Escom però ritenette ingiusta la decisione perchè l'offerta di Dell fu trattata dopo l'accettazione della loro prima offerta.

    Seguirono molte trattative legali, ma finalmente, il giudice chiese alle parti di trovare un accordo. durante la sospensione dell'audizione dopo circa 3 ore, la corte si riaggregò ed Escom disse di essere disposta ad aumentare la sua offerta da 6.5 milioni di dollari a 12 milioni di dollari. Sebbene tale offerta fosse inferiore a quella di Dell/CEI (circa 15 milioni di dollari), il Creditor's Commitee convenne di validare l'obiezione di Escom fatta quando DELL giocò al rialzo dopo l'accettazione dell'offerta di Escom e per non ricominciare il processo di nuovo convalidà la vittoria di Escom per l'acquisizione di Amiga.

    La divisione Commodore UK non fece alcuna offerta durante l'audizione, apparentemente perchè il loro rappresentante aveva abbondonato. Tuttavia, Colin Proudfoot di Commodore UK ed Escom avevano entrambi stabilito che nel giro di un paio di settimane Commodore UK avrebbe avuto in licenza la tecnologia di Amiga o più probabilmente Commodore UK sarebbe stata acquisita da Escom.

    Escom dichiarò di voler lavorare con gli sviluppatori Amiga, i gruppi di utenti e di voler supportare l'ingresso di Amiga in Internet.

    La base Commodore nelle Filippine e lo stock di macchine ancora ferme non venne incluso nelle trattive dell'asta, ma fu probabilmente venduto ad Escom in seguito per 1 milione di dollari circa, questo perchè sussistevano alcuni problemi legali alla vendita a terzi parti di componenti hardware già esistenti

    Il 30 Maggio del 1995 Escom tenne una conferenza stampa annunciando l'inizio di una nuova era per il marchio Amiga.

    Come prima cosa Escom creò una nuova divisione chiamata Amiga Technologies, la cui priorità consisteva nel riprendere la produzione delle macchine. Escom annunciò in seguito anche la produzione di un Amiga 4000 con CPU Motorola 68060 a 50Mhz; da assemblare in un case tower di nuovo concezione ed anche un Amiga 4000/040 sempre in versione tower.

    In Ottobre Escom produsse anche il modello Amiga 1200s stipulando contratti con Scala in modo che ogni Amiga posto in vendita avesse come software di base incluso Scala MM300 (software per il montaggio audio video).

    La tecnologia RISC avrebbe dovuto essere sviluppata nel 1996.

    Novembre 1995: Gilles Bourdin, annunciò al VTU Expo che lo sviluppo dei futuri Amiga avrebbe preso la strada RISC; dall'ultimo dei processori 68k, il 68060 al potente processore Mororola PowerPC.

    I nuovi Amiga 1200s erano già nei magazzini un pò ovunque in Europa. Praticamente erano identici ai modelli precedenti di Amiga 1200 ma dotati di OS 3.1 ed un pacchetto software ricco di utili programmi denominato "Magic Pack."

    Il Magic Pack incluse Wordworth v4.0SE, Digita Datastore v1.1, Digita Organizer v1.1, Turbo Calc v3.6, Personal Paint v6.4, Photogenics 1.2SE, più due giochi: Whizz e Pinball Mania.

    Il nuovo Amiga 1200 presentò però alcuni problemi di incompatibilità riguardo il floppy disk.

    Il "World Of Amiga show" si tenne a Colonia (Germania) e il Comdex show a Las Vegas (La più grande fiera dell'informatica mondiale). Qui Gilles Bourdin annunciò l'Amiga Surfer Pack ovvero software ed hardware necessari per la navigazione in Internet.

    Il nuovo A4000s venne equipaggiato con la CPU 68060 a 50MHz.

    Le sole differenze rispetto all'Amiga 4000/040 erano di avere un disco fisso SCSI da 1GB invece che IDE ed un lettore floppy disk DD invece che HD.

    Un altro "World Of Amiga show" si tenne a Toronto (8, 9, 10 di Dicembre).

    Anno 1996

    Gennaio 1986: Visual Information Service Corp. (VIScorp), uno sviluppatore di applicazioni interattive per TV con sede principale a Chicago, Illinois sottoscrisse un contratto d'uso internazionale che gli permise di adattare, utilizzare e distribuire la tecnologia Amiga dentro il VISCROP, un apparecchio televisivo interattivo.

    La licenza ottenuta autorizzò la VIScorp ad usare, licenziare a terzi e distribuire il sistema operativo di Amiga e parti di versioni con esso compatibili nelle attuali tecnologie dove i componenti di Amiga vennero usati in parte o del tutto integrati dentro dispositivi televisivi interattivi.

    Marzo 1996 Amiga Technologies annunciò che due nuovi Amiga sarebbero stati presentati al Cebit: l'Amiga Surfer ed un nuovo Amiga con 680EC030/40Mhz.

    Quest'ultimo fu un nuovo prototipo di Amiga denominato Project Walker, si presentò in un tower nero dalla linea pulita e tondeggiante e fu così configurato: Processore Motorola 68030/40Mhz. un socket per FPU, Realtime clock su scheda madre, 1MB CHIP-RAM, 4MB di FAST-RAM, 2 slot di espansione della ram fino ad un massimo di 96MB, lettore CD-ROM 4x interfaccia Midi e tastiera esterna, nuovo slot potenziato CPU/Zorro III (o IV)/PCI e slot video, Workbench 3.2 e un Super chip di IO.

    Il Walker però non fu mai commercializzato ed è rimasto nei magazzini della Escom fino a finire (ed è storia recentissima) nei magazzini della Merlancia...

    Amiga 1200 Surfer Pack consistette invece in un Amiga 1200 classico con 4 Mb di Ram e disco fisso da 260MB assieme ad una completa suite di software dedicato alla navigazione su Internet grazie ad un modem da 14.400bps integrato

    La confezione software incluse: Magic User Interface 3.2 (MUI 3.2), AS225, R2 Voodoo Multimedia, Mailer, AmiFTP, AmIRC, MindWalker, (World Wide Web Browser) e tutti i programmi inclusi nel precendente Magic Pack.

    Il "The World Of Amiga" si tenne nel Novotel Exhibition Centre di Londra il 3 ed il 14 del mese di Aprile 1996. Nel Maggio del 1996 Amiga Technologies annunciò l'arrivo di due monitor nuovi di zecca. L'M1538S, un monitor da 15" capace di mostrare frequenze orizzontali ad 15 a 38khz, e caratteristiche come: 0.28 dot pitch e cuffie stereo.

    L'altro modello fu il 1764, un monitor da 17" in grado di mostrare frequenze (orizzontali) da 15 a 64khz.

    Nel Luglio del 1996 a causa di un crollo verticale nel mercato dei PC compatibili ESCOM AG andò in bancarotta e fu costretta a mettere sul mercato l'Amiga e tutti i suoi brevetti...

    Anni 1997/1998

    Dopo un'offerta di acquisto senza successo da parte della Viscorp nel '97 all'asta fallimentare i nomi Amiga e Commodore furono definitivamente separati, il primo fu venduto alla Gateway 2000 (il secondo produttore di PC al mondo e rifornitore principale della NASA) e l'altro all'olandese Tulip

    Nel frattempo la comunità Amiga e gli sviluppatori continuarono a supportare la piattaforma, in modo particolare dal punto di vista ludico; significative furono le conversioni assolutamente perfette (addirittura superiori) di giochi del calibro di Quake, WipeOut 2097 e Myst.

    Anni 1999/2000/2001

    Il 2000 doveva essere per la comunità Amiga un anno di "rivincita". Infatti guidati dal nuovo presidente di Amiga Jim Collas che aveva portato la parola Amiga sulla bocca di tutti.

    La Gateway 2000 aveva promesso la creazione di un Amiga completamente nuovo e rivoluzionario, l'Amiga NG.

    Alla fine del 1998, venne annunciato che il partner per lo sviluppo del nuovo O.S. sarebbe stata QNX che avrebbe tra l'altro dovuto fornire una versione adattata del rivoluzionario kernel Neutrino.

    Nel Luglio del 1999, venne improvvisamente annunciato che AmigaNG sarebbe stato basato invece sul kernel di linux, questo perchè offriva maggior supporto e compatibilità.

    Nel frattempo dai vertici di Amiga vennero rimosse due grandi personalità, Fleecy Moss e Bill McEwen, a cui seguì a metà Ottobre la clamorosa notizia delle dimissioni del presidente Jim Collas, alcune fonti attendibili affermarono che Collas prese questa decisione sotto costrizione....

    Il nuovo presidente annunciò invece che nè Amiga NG nè nessun tipo di hardware sarebbe stato prodotto.

    Si ricadde cosí nel nulla chiedendosi il perché
    Si disse poi in seguito che siccome Gateway 2000 avrebbe dovuto produrre una console sarebbe stata costretta a cancellare il progetto Amiga perché in competizione con essa, altri pensarono invece che fu tutta una messa in scena per "lavorare in pace" ad Amiga NG, altri ancora pensano (ed è la cosa più probabile) che sia stata colpa dell'influenza di Microsoft, grande partner di Gateway 2000.

    La prova di questa tesi sarebbe avallata dal progetto X-Box di Microsoft che da li a poco sarebbe uscito sul mercato, infatti osservando a fondo il design della console Microsoft, si nota subito la somiglianza con l'AmigaNG

    Dalla Gateway 2000 avremo solo nell'Ottobre 1999 l'AmigaOs 3.5, sviluppato con Haage & Partner ed etichettato come ultima versione dell'O.S. per gli Amiga classici.

    AmigaOs 3.5 venne distribuito solo su CD-ROM e si propose come aggiornamento della versione 3.1. infatti l'aggiornamento era da considerarsi quasi come un service-pack molto ampliato per l'AmigaOs 3.1

    Sino ad oggi l'ultimo Amiga è stato l'Amiga 4000 Tower con processore Motorola 68060 a 50Mhz prodotto da Escom, altre società in questi anni hanno prodotto solo espansioni tra cui schede acceleratrici con i nuovi processori Motorola PowerPC ma nessun nuovo Amiga degno di tale nome à ancora uscito. Nel primi mesi del 1999 uscí anche una specie di clone Amiga chiamato Boxer che altro non era che una nuova scheda madre Amiga con un evoluzione del chipset AGA il quale andava a coprire alcune sue limitazione (tra cui quello della Chip-RAM).

    Alla fine del 1999, precisamente il 31 Dicembre Gateway 2000 vendette il marchio Amiga (ma non i brevetti) ad Amino Development, nuova società fondata dai redivivi Fleecy Moss e Bill McEwen. Amino cambiò nome immediatamente trasformandosi in Amiga Corporation e promise un nuovo Amiga ed un nuovo sistema operativo rivoluzionario.

    A Febbraio Amiga Inc. svelò due dei suoi partner: Hyperion Entertainment che svilupperà l'OS, e Tao Group che darà il motore di Elate. (il suo rivoluzionario ambiente operativo) Arriviamo ad Aprile e si iniziano a intravedere spiragli sulla politica intenzionale di Amiga Inc. All'Amiga2k show -l'annuale fiera dedicata ad Amiga tenuta a St.Louis- vennero svelati tanti particolari e venne presentata una macchina per sviluppatori, un PC AMD K6 II a 500 Mhz, 64 Mb Ram con scheda grafica GeForce3.

    Elate non girava ancora nativo, (ma in maniera hosted sotto Red Hat Linux) ma già dimostrava tutto il suo potenziale L'obbiettivo dell'azienda era quello di assemblare tutte le parti (hardware e sistema operativo) fino a creare il nuovo Amiga denominato AmigaOne

    Gli sviluppatori software promettono centinaia di nuovi titoli o porting per il nuovo AmigaOne.

    Gli attuali partner strategici di Amiga sono SUN, Corel e Red Hat. Altri partner strategici sono Matrox, Sharp e Sendo.

    Amiga Inc. in collaborazione con Hyperion Entertainment svilupperà il sistema operativo mentre darà le specifiche della produzione dell'hardware ad altre ditte specializzate. (l'inglese Eyetech attualmente).

    Nel frattempo intanto lo sviluppo dell'AmigaOs classico continuava, nel marzo del 2001 uscí il tanto atteso aggiornamento della versione 3.5 di AmigaOS; sviluppato ancora da Haage & Partner, AmigaOs 3.9 (cosí era stata chiamata la release) questa versione andava a colmare molte delle mancanze e lacune della versione 3.5, venne cosí integrato uno stack TCP/IP nativo, vennero aggiunti nuovi software in ambito multimediale e venne aggiunto il tanto sospirato multithread.

    Era principalmente una raccolta di software registrato ed integrato di base sopra il sistema operativo arricchita da una serie di miglioramenti drastici in ambito multimediale (il sistema divenne cosí più stabile e veloce).

    A Giugno venne presentato l'Amiga SDK (Software Development Kit), il sistema di sviluppo che permise ai programmatori di sviluppare software per il nuovo ambiente operativo di Amiga.

    L'SDK "gira" su un comune PC e richiede dei requisiti minimi secondo delle specifiche chiamate "ZICO"
    L'SDK è basato su Elate, il quale, presenta principalmente un rivoluzionario e velocissimo Processore Virtuale (VP processor), ovvero una simulazione software di una CPU. in modo da ottenere un sistema operativo in cui le le applicazione saranno indipendenti dall'hardware utilizzato garantendo però totale compatibilità su ogni piattaforma.

    Attualmente l'Amiga SDK gira hosted su Red Hat Linux ma è ormai disponibile anche una versione per sistemi operativi Microsoft Windows.

    Anno 2002

    Nel 2002 venne convertito AmigaOs su piattaforme X86, il lavoro fu affidato alla società Haage & Partner. AmigaOS XL, è la conversione di AmigaOs 3.9 riscritta però in linguaggio C al posto dell'assembler. Bisogna dire che il miglior vantaggio di questa conversione fu data dal fatto di permettere agli utenti Amiga (e agli ex utenti che già disponevano di un PC compatibile) di poter finalmente utilizzare hardware standard a basso costo sotto AmigaOs.

    A fine Novembre 2002 infine fu presentato il nuovo AmigaOne proposto in tre versioni: due modelli con processore Motorola PowerPC G3 700/800Mhz ed uno con processore PowerPC G4 a 800Mhz.

    L'AmigaOne è il primo vero computer Amiga dopo quasi 10 anni a fare la sua comparsa sul mercato dopo la dipartita della Commodore.

    AmigaOS 4.0 è attesa per la fine Settembre 2003, poi via via fino all'uscita della versione 5.0 che sarà basata su un nuovo e rivoluzionario ambiente AmigaDE (Digital Environment) sviluppato originariamente da Tao Group, con il nome di Intent.

    Intent quindi è stato adattato e potenziato da Amiga Inc. in modo da essere inserito in una piattaforma desktop.

    Tao Group è leader mondiale nello sviluppo di applicazioni per sistemi palmari (fra i suoi partner figurano Sun, Sony Capcom e tanti altri) Con l'integrazione finale del motore di Tao Group (prevista appunto con l'introduzione di AmigaOS 5.0) il sistema operativo potrà girare senza problemi su un numero incredibile di processori (fra i quali Intel, Amd e Motorola) e le applicazioni sviluppate su ognuno di questi processori potranno essere portate senza alcun problema di conversione su altre piattaforme grazie al potentissimo VP cioè un processore virtuale software sviluppato da Tao Group.

    Contrariamente ai vecchi computer della serie Amiga, AmigaOne non è composto da una serie di chip custom, ma è assemblato come un comune PC moderno e quindi in grado di sfruttare le più moderne schede ed accessori tipiche del mondo PC.
    L'emulazione degli Amiga classic sarà assicurata da un potente emulatore software presente di default all'interno dell'AmigaOS 4.0.

    Quindi dopo aver letto questa lunga storia, avrete sicuramente capito perché ci chiamano "la fiaccola informatica più resistente del mondo"...

  2. #2
    L'Onesto L'avatar di samo79
    Data Registrazione
    21-11-02
    Località
    Perugia
    Messaggi
    1,433

    Predefinito Lista Giochi Amiga dal 1995

    Lista Giochi Amiga a partire dal 1995:

    Questa è una lista parziale degli ultimi giochi commerciali usciti per Amiga dal 1995 ad oggi, i giochi sono in ordine sparso anche se ordinati più o meno per data di uscita, alcuni di questi giochi richiedono un Amiga 500 base mentre altri sopratutto quelli degli ultimi anni richiedono CPU molto potenti e molta RAM per essere giocati

    Mortal Kombat 2
    Shadow Fighter
    Skidmarks 2
    Ufo Enemy Unknown
    Sensible Golf
    Virocop
    Kingpin
    Guardian
    Ultimate Soccer Manager
    High Seas Trader
    Player Manager 2
    Power Of Soul
    Speedball 2
    Club Football The Manager
    Colonization
    Brutal Paws Of Fury
    Super Street Fighter 2
    Super Street Fighter 2 Turbo
    Gloom
    Alien Breed 3D
    Wheelspin
    Pinball Mania
    Fears
    Virtual Karting
    Cytadel
    Turbo Trax
    Coala
    Worms
    Super Tennis Champ
    Obsession
    Black Viper
    Breathless
    Leading Leap
    Sensible World Of Soccer 95-96
    Skullkeep
    Odyssey
    Tracksuit Manager 2
    Gloom 2
    The Speris Legacy
    XTreme Racing
    Watchtower
    Slam Tilt
    Pinball Prelude
    Pinball Brain Damage
    Zeewolf 2
    Player Manager 2 Extra
    Total Football
    Fightin Spirit
    Primal Rage
    Nemac IV
    Micro Mortal Tennis
    Sensible World Of Soccer 96/97
    Xp 8
    Valhalla
    Alien Breed 3D 2 The Killing Ground
    Trapped
    Capital Punishment
    Tiny Trops
    Brain Killer
    Get Pilot
    Evil's Doom
    Wendetta
    Bograft
    Minskins Furballs
    Burnout
    Legend Of Rome
    Worms The Directors Cut
    Chaos Engine 2
    Wheels On Fire
    Cedric
    The Big Red Adventure
    Quasar Wars
    Castle Kingdom
    Testament
    Flyn'High
    The Strangers
    Trapped 2
    Marblelous
    Kargon
    TFX
    Blitz Bomber
    Blade
    The Speris Legacy 2
    Sword
    Uropa 2
    Master Axe
    GunBee F-99
    Samba World Cup 98
    The Shadow Of The Third Moon
    OloFight
    Final Odyssey
    Mega Blast
    Gloom 3
    Street Racer
    OnEscapee
    Vitual Karting 2
    Gloom 3 (Zombie Massacre)
    Vitual Gran Prix
    Pinbal Brain Damage
    Eat The Whistle
    Abuse
    Napalm
    Ultima VII (Serpent Isle)
    Wolfstein 3D
    Doom
    Doom 2
    Descent
    Heretic
    Hexen
    Phantasmagoria
    Quake
    Genetic Species
    Tales Of Tamar
    Foundation The Undiscovered Land
    Myst
    T-Zero
    Bubble Heroes
    Gilbert Goodmate
    Turbo Racer 3D
    Ultimate Gloom 3
    Worms Armageddon
    Shogo M.A.D.
    Descent Free Space The Great War
    Wipeout 2097
    Heretic II
    Lambda
    Space Station 3000
    Nightlong
    Wested Dreams
    Sixth Sense Investigation
    Whales Voyage 2
    Dafel Bloodline
    Dynabite
    Kabuki Dash Zero
    Scavenger
    Virtual Ball Fighter
    Imparator
    Moonbases
    The Prophet
    Rage Of Mages
    Great Nation
    Exodus The Last War
    Putty Squad
    Goal 2000
    Wested Dreams 2
    Sea Side
    Phoenix Fighter
    Joyride
    Star Fighter
    Payback
    Aqua
    Land Of Genesis
    Earth 2140
    Trapped 3
    Apano Sin
    Enforce
    PuzzleBOBS
    Simon The Sorcerer 2
    Day Of The Tentacle
    Hell Squad
    The Feeble Files
    Alien Nation
    Napalm 2 Eurobarn
    Diablo's Land
    Software Tycoon
    Quake 2
    Z
    666 The Sign Of The Best
    Crossfire 2
    Operation Counterstrike
    Soldier of Fortune
    Knights & Merchants
    SiN
    Divinity Divinity
    Hearth 2150


  3. #3
    Shogun Assoluto L'avatar di Joe Slap
    Data Registrazione
    06-11-01
    Località
    Catania
    Messaggi
    27,691

    Predefinito Re: Storia Amiga nel dopo Commodore

    Up richiesto per salvaguardare i topic da conservare in previsione dell'apocafud.

  4. #4
    Il Fantasma L'avatar di Dark Shade
    Data Registrazione
    03-09-07
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    164

    Predefinito Re: Storia Amiga nel dopo Commodore

    ragazzi che ricordi..io avevo (e ho ancora.a distanza di quasi 20 anni ancora funziona e me lo godo ogni tanto) il mitico Amiga500 Plus!!che ricordi.......e che ricordo il Checksum Error

  5. #5
    La Nebbia L'avatar di danyblu
    Data Registrazione
    02-10-05
    Località
    Valsesia
    Messaggi
    51

    Predefinito Re: Storia Amiga nel dopo Commodore

    Mitico il 500...con i suoi soli 32 colori faceva vergognare i costosissimi pc

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato