+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 12 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 25 di 294

Discussione: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

  1. #1
    Il Nonno L'avatar di AllKpr
    Data Registrazione
    14-06-04
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,325

    Predefinito Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    Moltissimi film (e almeno un paio molto recenti) ci insegnano che un giorno potremmo svegliarci e accorgersi che il nostro vicino, e molti altri con lui, ahime' non fa piu parte del mondo dei vivi... ciononostante potrebbe continuare a cercare di azzannarci sul collo sospinto da una qualche tipo di energia sconosciuta-virus-possessione di varia natura...

    Ecco alcune regole basilari per cercare di salvare la pellaccia:

    A) Indossare abiti pesanti e resistenti.
    Certamente e' piu facile farsi mordere in pantaloncini e maglietta piuttosto che bardati ed equipaggiati con cappotti di teli resistenti e pantaloni pesanti.
    Inoltre potrebbero far comodo delle piccole protezioni aggiuntive:
    Scarpe anti-infortunio con punta metallica antiurto, per esempio, per proteggere i piedi durante la fuga, guanti da sci, per proteggersi da contatti diretti e parastinchi da mettere si alle gambe ma anche sugli avambracci. Diciamocelo, le parti piu esposte al contagio da morso sono le parti inferiori di gambe e braccia dal ginocchio in giu e dal gomito in giu. Sono quelle con cui, istintivamente, ci proteggiamo da i pericoli.
    Anche un mezzocasco da moto e' utile, fornisce una certa protezione e lascia un buon angolo di visuale.

    B)Procurarsi come armi primarie armi da taglio o contundenti.
    Coltelli da cucina, lunghi e taglienti,mazzuoli da carpentiere, oppure, meglio ancora (anche se piu difficili da procurarsi), Spade, Asce e Mazze da Guerra.
    Come armi secondarie possono far comodo delle armi a proiettili di qualunque tipo, meglio se semi-automatiche.
    Perche' come armi secondarie? Sinceramente, non molti hanno una mira da cecchino, inoltre sparando a caso i proiettili tendono a finire... e nella vita di tutti i giorni non si trovano caricatori sparsi per la citta' o nei bidoni dell'immondizia... inoltre non molti abitano vicino a una caserma o a un'armeria. E anche se fosse non sarebbe facile raggiungerla disarmati... andremmo poco lontano.

    C) Il bisogno primario e' quello di trovare un luogo semplice da difendere e che possieda un gran numero di scorte, cibo, bevande, generi di prima necessita'.
    A questo scopo i grandi centri commerciali possono sembrare appetibili, ma sono fortemente sconsigliati. Il motivo e' semplice, nella maggior parte dei casi possiedono ingressi multipli (per esempio, il centro commerciale "I Gigli", molto vicino a casa mia, possiede ben 8 ingressi differenti) tenerli tutti sotto controllo non sarebbe semplice.
    Inoltre i grandi parcheggi che di solito li circondano non danno nessuna possibilita' in caso si volesse scappare a piedi... non ci sarebbe modo di infrattarsi e si finirebbe irrimediabilmente tra le braccia di decine di morti viventi affamati di voi...
    L'ideale sarebbe un supermercato con un unico ingresso principale e un ingresso sul retro (magari con un bel camion pronto a partire, ma quello sarebbe chiedere troppo). In ogni caso asserragliarsi in un luogo porterebbe a una lotta a oltranza per la sopravvivenza e prima o poi le scorte alimentari finirebbero...
    Riempire il retro di un furgone e darsi a gambe in ricerca di un luogo isolato sembra il metodo piu' efficace per trovare altri fuggiaschi e, si sa, l'unione fa la forza.

    D) Forse la regola piu importante: Bando alle cXXXzate sentimentali. Se uno del gruppo, uno qualunque, babbo, mamma, figlioletto, migliore amico,fidanzata, o voi stessi compresi, se viene morso VA ABBANDONATO!!!
    Troppe volte si vede 'sta scena "Ma poverino!" oppure, "troveremo una soluzione!" o anche "vedrai, ti cureremo!" e se lo portano dietro, poi 5 minuti dopo diventa zombie anche lui e ne muoiono altri 3

    E)MAI, e sottolineo MAI avvicinarsi a qualcuno che è sdraiato a terra inerme per controllare se è ancora vivo... si sa che i morti viventi tendono a simulare la morte per azzannarci a tradimento... meglio prevenirci e tirargli un paio di pedate, tuttalpiu', o meglio ancora un bel colpo in testa che lo elimini comunque in modo definitivo.

    E' un topic inutile, me ne rendo conto ma tant'e' che siamo su Q.I. ZERO

    E voi che ne pensate? Avete altre dritte da aggiungere?

  2. #2
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di kaos
    Data Registrazione
    19-08-03
    Località
    Caserta Messaggi:INFINITO + INFINITO^INFINITO * IL MASSACRO DI UNA NAZIONE INTERA + 1!! SUKA KHELDEN
    Messaggi
    18,635

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    aggiungerei anche...

    F) Se sei membro di una squadra di salvataggio o di qualche corpo speciale evita categoricamente,mettendoti in malattia o mandando qualcun'altro, ogni missione il cui briefing si riferisce a: strane case in collina,basi nell' antartico, isole tropicali,esperimenti andati male e interi gruppi di scienziati scomparsi nel nulla.Ancora di più se è la tua prima missione o l'ultima ,prima della pensione

    G)Per quanto possa essere forte la tempesta ormonale in corso,mai e dico MAI appartarsi con la propria ragazza per fare fiki fiki .In caso contrario è morte certa...(almeno per quello che ci insegnano i film horror)

  3. #3

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    H) Se proprio obbligati ad intervenire in un luogo infestato da non morti, scegliere un mezzo di trasposto adeguato, come ad esempio una mietitrebbia

  4. #4
    Lo Zio L'avatar di bonecollector
    Data Registrazione
    15-06-04
    Località
    Casarza Ligure
    Messaggi
    2,052

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    I) Se si fa parte di una squadra speciale, e si è semplici soldatini, uccidere il capo imbecille (storicamente ha sempre delle idee allucinanti) e prendere il comando della situazione, portando via le balle!!!!!!

  5. #5
    Shogun Assoluto L'avatar di Vez
    Data Registrazione
    12-05-03
    Località
    Genua Caput Mundi
    Messaggi
    26,992

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    AllKpr ha scritto ven, 26 novembre 2004 alle 23:19
    [...]
    B)Procurarsi come armi primarie armi da taglio o contundenti.
    Coltelli da cucina, lunghi e taglienti,mazzuoli da carpentiere, oppure, meglio ancora (anche se piu difficili da procurarsi), Spade, Asce e Mazze da Guerra.
    [...]


    E la motosega dove la metti? Inoltre di benzinai è pieno il mondo!

  6. #6
    Austin Punisher
    ospite

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    recarsi al reparto ferramenta di un ipermercato, se si ha fortuna si può trovare un commesso che ti aiuta

  7. #7
    Il Nonno L'avatar di Kalatheen
    Data Registrazione
    19-11-04
    Località
    Trani (BA)
    Messaggi
    8,578

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    ottime informazioni.. grazie

  8. #8
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    12-08-04
    Località
    Manerba del Garda <Brescia>
    Messaggi
    32,012

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    AllKpr ha scritto ven, 26 novembre 2004 alle 23:19
    (cut)... si sa che i morti viventi tendono a simulare la morte...(cut)


    J) Tenete sempre a disposizione cose come paletti di frassino, pallottole d'argento, acqua santa, ecc. L' OMS non ha ancora scientificamente stabilito che un rimedio valido per un mostro non possa rivelarsi utile anche contro un altro
    K) Portatevi dietro una persona insopportabile da gettare agli zombie in caso siate con le spalle al muro: i simpatici mostriciattoli si distrarranno su di lui/lei creando un breve ma utile diversivo.

  9. #9
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di kaos
    Data Registrazione
    19-08-03
    Località
    Caserta Messaggi:INFINITO + INFINITO^INFINITO * IL MASSACRO DI UNA NAZIONE INTERA + 1!! SUKA KHELDEN
    Messaggi
    18,635

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    L) se fate battute stupide ogni dieci minuti,avete una laurea e un alto Q.I.,siete antipatici acidi e saccenti o avete fatto vedere a una o più persone la foto dei vostri figli,consideratevi già morti..

    M)Non giratevi mai dicendo "finalmente è morto!!" lasciandovi alle spalle il cadavere di un mostro..anzi quando atterrate uno zombie accanitevi sul cadavere finchè non ne resta nulla

  10. #10
    L'Onesto L'avatar di MagnuM
    Data Registrazione
    20-12-03
    Località
    Reggio Emilia
    Messaggi
    1,252

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    io sicuramente non farei quello che fanno in zombi-l'alba dei morti viventi, cioè ignorare inspiegabilmente un convoglio di militari e civili armati per poi andare in un centro commerciale infestato

  11. #11

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    Cavolo sto topic è proprio utile vediamo di inserirlo nel manuale delle giovani marmotte! Queste info vanno promulgate e non custodite gelosamente!

    Lo zombie uccide, Lo zombie se lo conosci lo eviti!!!

  12. #12
    Il Puppies L'avatar di nicola87
    Data Registrazione
    07-06-03
    Località
    Arezzo
    Messaggi
    321

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    secondo me una cosa fondamentale da fa...
    ehi, cos'è sto rumore ?
    un attimo, vado a controllare poi finisco il post...

  13. #13
    Lo Zio L'avatar di Gippo Gip
    Data Registrazione
    09-03-04
    Località
    Culonia
    Messaggi
    1,563

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    I miei vicini di casa sono zombie:la guida si riferisce a tutti i tipi e versioni di zombie,oppure solo a quelli che mordono?

  14. #14
    Il Nonno L'avatar di AllKpr
    Data Registrazione
    14-06-04
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,325

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    Intanto beccatevi 'sto link: www.bethelux.it/zombie.htm

    Inoltre ecco alcune interessanti informazioni (VERE) che ho trovato su gli Zombi:

    Zombi, un argomento complicato che da moltissimi anni, oramai, fa discutere, e per cui la stragrande maggioranza sarebbe disposta ad entrare in azione, magari con armi esplosive e vere e proprie campagne militari. Zombi, per molti soltanto un modo di essere, un modo di fare ed essere filosofia, zombi, un qualcosa per cui vivere ed in cui credere. Ma la domanda vera è questa: chi sono gli zombi? Sono esseri maligni o soltanto il capro espiatorio di una massa di gelosi? La domanda è contorta e potrebbe sembrare senza risposta se non ci mettessimo a tavolino a districare la matassa di questa polemica che da decenni accende ed infervora gli animi più sensibili.

    Ma la realtà è spesso diversa da come appare.

    La realtà è che gli zombi sono una realtà e dovremo prenderne coscienza. Altrimenti morremo.

    Secondo una credenza diffusa nell'isola di Haiti, gli zombi sarebbero persone portate in uno stato di morte apparente per opera di uno stregone bokor del culto vodoo. Dopo la sepoltura, il bokor ne recupererebbe il corpo, riportandolo poi in vita solo per mantenerlo schiavo nelle sue piantagioni. Lo zombi continuerebbe a vivere muovendosi, parlando e pensando con difficoltà.
    Nel 1982 Wade Davis, un antropologo americano, riuscì a procurarsi un campione di una polvere misteriosa che i bokor usano nei riti di zombificazione. Uno degli ingredienti della polvere erano parti del pesce palla, o del pesce istrice, che sono noti contenere la tetrodotossina, un potente veleno che induce paralisi e morte (questi pesci sono considerati una prelibatezza in Giappone, dove ogni anno si producono vari casi di avvelenamento).
    Tutti sanno, grazie alle fantasiose e romanzate pellicole horror di George Romero, cosa sia uno zombi, il morto vivente resuscitato per magia e costretto ad obbedire per sempre al suo mago-padrone.

    La resurrezione dello zombi è praticata solo da quei bokor che conoscono le giuste preghiere rituali ed hanno l’animo saldo quanto basta. Per poter resuscitare un morto, difatti, è indispensabile recarsi di notte in un cimitero ed evocare, davanti alla lapide, un demonio. Proprio quest’ultimo fornisce l’energia che permette al corpo morto di tornare in vita. Ma per poter comandare lo zombi, lo stregone deve possederne l’anima, che viene evocata, catturata ed imprigionata dentro un vaso, una specie di lampada di Aladino il cui possesso permette al bokor di annullare la volontà del resuscitato. Si invoca allora Baron Samedi, il signore dei cimiteri custode delle anime, e lo si addormenta con la formula creola Do' mi pa fumé, Baron Samedi, Dormite bene Baron Samedi. Non appena il signore dei
    cimiteri abbassa la guardia, il bokor può sottrargli l’anima dello zombi, chiamandola a sé con la frase Mortoo tomboo miyi, Morto, dalla tomba, a me!
    A questo punto il cadavere viene disseppellito e resuscitato. Privo della propria anima, e quindi di volontà, lo zombi, mosso dal demonio, è ora pronto ad eseguire, su ordinazione, qualsiasi azione, anche la più efferata. La moderna cinematografia ha inventato moltissimi dettagli finti sugli zombi (si dice, ad esempio, che mangino solo carne umana e che muoiano soltanto se colpiti alla testa); l’unico resoconto fedele alle credenze haitiane è quello dello scrittore William Seabrook, un esploratore che negli anni Venti visse ad Haiti e ne fu in parte introdotto ai misteri. Seabrook, nel volume L’isola magica (1929), racconta: «La luna piena saliva lentamente nel cielo, sbiancando le colline e le piantagioni di cotone, ed io me ne stavo seduto davanti alla porta di casa con Costantino
    Polinice, un fittavolo haitiano, a parlare di demoni, licantropi e vampiri. Il discorso cadde sugli zombi. Avevo sentito dire che lo zombi è un corpo privo di anima, clinicamente morto, che riacquista magicamente un’apparenza di vita puramente meccanica; un cadavere che agisce, si muove, cammina come se fosse vivo, grazie alle arti di uno stregone. Questi sceglie un cadavere sepolto di fresco che nonabbia ancora avuto il tempo di decomporsi e lo sottopone ad una specie di galvanizzazione. Poi lo asservisce sia per fargli commettere qualche delitto, sia per affidargli, come capita più sovente, lavori agricoli o domestici pesanti. Non appena il morto accenna a rilassarsi, questi lo bastona come una bestia da soma. Quando ne parlai a Polinice, il mio scettico amico mi rispose: ’Creda a me, non si tratta di una superstizione. Fa parte purtroppo dei nostri usi e costumi. Sono cose vere ad un punto che voi bianchi non sospettate neppure. Lei non si è mai chiesto perché i contadini più poveri seppelliscono i loro morti sotto massicce torri di muratura? Che altro motivo vuole che ci sia se non quello di difendere i propri morti?». Seabrook prosegue citando il caso di «un vecchio negro, tale Ti-Joseph du Colombier, che un bel mattino arrivò davanti ai campi di Hasco seguito da una banda di nove straccioni dall’espressione inebetita, che avanzavano con passo strascicato. Ti-Joseph li mise tutti in fila e quelli lo lasciarono fare, restandosene con lo sguardo fisso e vuoto». Dopodiché Ti-Joseph mise gli zombi al lavoro nei campi. Quegli strani esseri, tenuti lontani dalla curiosità dei passanti, lavoravano molte ore al giorno, sotto il sole; non parlavano, non mostravano alcuna emozione e si limitavano a zappare la terra. Dormivano pochissimo e mangiavano soltanto banane bollite e scondite. Questa insolita forma di sfruttamento andò avanti molto a lungo sin che, un giorno, mentre Ti-Joseph era assente, una venditrice di pistacchi salati incontrò gli zombi ed offrì loro un po' di cibo. Ora, secondo le tradizioni haitiane, i morti viventi possono mangiare di tutto, fuorché carne e cibo salato, pena la rottura dell’incantesimo che li mantiene in vita. «Bastò che gli zombi avvertissero il gusto del sale - prosegue Seabrook - perché si rendessero conto di essere morti. Con urla spaventose corsero verso il cimitero. Appena vi giunsero si misero a correre in mezzo alle tombe. Ciascuno, trovata la sua, si diede subito a raspare alacremente le pietre e la terra per potervi entrare. Al primo contatto con i loro sepolcri, vi caddero di peso, già carogne in putrefazione...». L’episodio più impressionante citato da Seabrook come autentico è però ilsuo faccia a faccia con uno zombi. «Un pomeriggio, alla luce del sole, io e Polinice percorrevamo il sentiero che porta a Picmy. Rallentando all’improvviso l’andatura del suo cavallo, Polinice mi indicò, sul fianco della montagna, a un centinaio di metri da noi, una terrazza pietrosa ove tre uomini e una donna stavano vangando la terra in mezzo a piante di cotone. La prima impressione sugli zombi fu strana; certo non appartenevano all’ordine naturale delle cose. Lavoravano come bruti, come automi...Polinice toccò la spalla di uno zombi e questi girò docilmente il viso. Quel che vidi, benché fossi preparato, mi colpì profondamente e ne provai un senso di nausea. Non crediate che fossi sotto l’effetto di una suggestione, erano davvero gli occhi di un morto, non di un cieco. Erano fissi, spenti, privi di sguardo. Tanto bastava per rendere orrendo il volto, profondamente vuoto, come se dentro non avesse nulla. Non è sufficiente dire che era senza espressione...In seguito mi convinsi che quegli zombi non dovevano essere altro che dei mentecatti, degli idioti cronici sfruttati per il lavoro nei campi. Era una spiegazione razionale. Ma la storia non doveva concludersi qui. Giorni dopo mi trovai
    a parlarne con il dottor Antoine Villiers, uno spirito scientifico ferreo e pragmatico, che mi disse: ’Non credo affatto che sia possibile
    resuscitare i morti. Non credo alla resurrezione di Lazzaro e nemmeno a quella di Cristo. Tuttavia, non sono sicuro che nella questione degli zombi non ci sia sotto qualcosa di orribile. Penso sia il caso di parlare di stregoneria criminale‘. E così facendo mi mostrò una pagina del codice penale di Haiti che diceva: Articolo 249. Sarà imputato di omicidio chiunque somministri al suo prossimo sostanze che, senza essere letali, siano suscettibili di provocare un sonno letargico più o meno lungo. Chi poi seppellisca la persona che abbia assorbito tale sostanza, verrà imputato di omicidio...»
    E forse il segreto degli zombi è proprio nella somministrazione di «sostanze capaci di causare un sonno letargico». L’antropologo americano Wade Davis, autore del libro Il serpente e l’arcobaleno (da cui è stato tratto anche un film), sostiene di avere scoperto il trucco utilizzato dai bokor per trasformare gli esseri umani in zombi. Questi spruzzano nelle narici delle loro vittime, ben vive, una polvere giallastra capace apparentemente di causare una morte istantanea. Questa polvere, che Davis ha fatto analizzare da una società farmaceutica statunitense, contiene tetrodotossina, un veleno che si estrae dal pesce palla haitiano, capace di paralizzare i centri nervosi. A questa droga i bokor mescolano sostanze tanto inutili quanto folkloristiche, come terra di cimitero e polvere di penne di gallo nero, giusto per creare un po' di scena. Quindi la spruzzano contro la vittima. Questa cade in catalessi e, data per morta, viene sepolta. E, terrorizzata, assiste cosciente al proprio funerale e alla propria inumazione, senza potersi muovere!
    Proprio quest’ultima traumatica esperienza, unita ad una buona dose di superstizione, distrugge la lucidità mentale della vittima, che finisce con il perdere la ragione, cadendo in uno stato di autismo perenne e continuato.
    Quando la notte stessa il bokor disseppellisce il malcapitato e lo rianima somministrandogli un antidoto la cui ricetta non è stata ancora scoperta, questi, ormai muto e semideficiente, si crede effettivamente un morto risorto. E si rassegna a questa nuova esistenza di schiavitù e lavoro. Negli anni Settanta la televisione francese riuscì addirittura ad intervistare un ex-zombi che era riuscito a riconquistare sia la libertà che parte della ragione (il che si verifica assai raramente). L’uomo, un certo Narcisse Clovis, viveva comunque in una clinica psichiatrica, non avendo smaltito del tutto gli effetti deleteri della droga dei bokor.
    Sebbene la medicina occidentale sia riuscita a spiegare in parte il segreto della trasformazione in zombi, Davis ha dichiarato, nel 1987: «La polvere zombi ed il suo ingrediente attivo, al tetrodotossina, sono oggetto di studi negli Stati Uniti ed in Europa; pure, la dinamica con cui la polvere agisce rimane un mistero...».


    E adesso un po' di regole:
    Mai essere scettico, poiché chi non crede è il primo a rimetterci la pelle, portando inevitabilmente i propri amici alla rovina.

    Se vedi un gruppo di zombi che indossa lunghe tuniche celesti oppure marroni, non scappare, poiché altrimenti essi aumenteranno il passo e ti daranno tanti cavolotti. Questo tipo di zombi è solito nascondersi e fare assalti, ma solamente nel caso che il malcapitato tenti di fuggire. Piuttosto che darsela a gambe, di fronte a questi esseri, è preferibile allontanarsi lentamente tremolanti, in modo che questi si muovano lenti e goffi proprio come si addice ad uno zombi.

    Se stai fuggendo in auto, non aver paura di lanciarti in un percorso dissestato: l'auto non si fracasserà. Comincia ad aver paura soltanto quando gli zombi sono stati seminati, poiché proprio in questo momento il radiatore dell'auto si romperà, permettendo agli zombi lontani di raggiungerti in un baleno. Consiglio: porta sempre con te, legate alla cintura, due taniche d'acqua e un carica-batterie nuovo.

    Se in un cimitero incontri un vecchietto simpatico che ti viene incontro, non cadere nella trappola, egli è sicuramente uno zombi. Sopprimilo.

    Non preoccuparti di trovare armi da fuoco come fucili e pistole, esse sono inaffidabili, solitamente nel momento del bisogno si inceppano. Meglio portare sempre attaccati alla cintura oggetti contundenti di uso comune (martelli, cacciaviti, gambe di sedia o di tavolo, marmitte, ecc.).

    Se al momento della colluttazione non hai armi a disposizione, non disperare, poco lontano troverai una vanga, rotola fino ad essa, afferrala e spacca la testa al ritornante.

    Se gli zombi dovessero strapparti la testa dal corpo, continuerai ad urlare e a sentire dolore per alcuni minuti. Dunque opponiti in ogni modo a questo loro selvaggio "passatempo".

    Se incontri una stanza silenziosa ed un poco buia, non ti appartare con la tua ragazza. Gli zombi entreranno in scena all'ultimo momento prima che tu abbia raggiunto il pieno soddisfacimento e ti morderanno.

    Non scherzare mai con gli zombi, non sono dei sornioni. Essi faranno un rapido balzo in avanti (ricorda che gli zombi sono esperti saltatori) e ti morderanno al collo.

    Non usare scarpe con suola di cuoio, rallentano la fuga ed aumentano il rischio di cadute. Preferibili scarpe con suola di gomma o di materiale sintetico.

    Se possiedi un elicottero e sei il solo a saperlo manovrare, non credere di essere salvo. I tuoi compagni sono furbi, impareranno a tua insaputa a comandare il mezzo per poi fuggire in caso tu venga morso. Stai in campana, e tieni legate alla tua cintura sempre il mazzo di chiavi.

    Non credere che gli zombi siano deboli: è una mascherata. Quando essi ti afferrano dimostreranno una temibile forza nello strapparti brandelli di carne o interi arti come braccia o gambe.

    Se fra i tuoi compagni vi è un negro, sii suo amico. Egli sarà l'unico a salvarsi poiché le persone di colore sono più tenaci e caparbie. Consiglio: dimostrati nei suoi confronti un amico fedele e vedrai che ti guiderà alla salvezza.

    Non esistono luoghi sicuri, gli zombi hanno un ottimo olfatto e possono, con questo, rintracciarti ovunque.

    Non dare mai, e sottolineo la parola mai, fuoco ad uno zombi. I vapori che si leveranno nell'aria faranno scatenare un temporale acido che farà risorgere i morti e trasformerà i vivi in zombi.

    Se per strada trovi un barile con un numero telefonico con sovra impresso un numero telefonico della NASA, non aprirlo, e non toccarlo neppure. Fuggi il più lontano possibile poiché se il gas ivi contenuto fuoriesce, tutti nel raggio di dieci chilometri diverranno zombi.

    Se hai una pistola con venti proiettili non usarne quindici per colpire il busto di uno zombi per due motivi: A) Gli zombi muoiono soltanto se colpiti al cervello; B) Se ne usi così tanti per un singolo zombi, come farai ad abbattere gli altri trenta che giungono eccitati? Dai retta, fai parsimonia.

    RICORDA: Non possono salvarsi più di tre persone, è la regola.

    Se in lontananza vedi un gruppo di persone che si avvicina nell'ombra, non illuderti e non corrergli incontro, essi sono zombi.

    Se uno zombi ti morde non credere che il morso di un umano possa farti tornare normale. La funzione non è reversibile.

    DIETRO CHIUNQUE SI NASCONDE UN POTENZIALE ZOMBI.

    Zombi che abbaia morde.




  15. #15
    Lo Zio L'avatar di bonecollector
    Data Registrazione
    15-06-04
    Località
    Casarza Ligure
    Messaggi
    2,052

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    Riassumi, leggo sti topic per non pensare e tu fai un trattato!!!!!!!!


  16. #16
    Il Nonno L'avatar di AllKpr
    Data Registrazione
    14-06-04
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,325

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    Impossibile riassumere
    Leggi leggi che ti fa bene
    Se non altro ti salva la vita

  17. #17
    Banned L'avatar di Uzi Rider
    Data Registrazione
    02-09-03
    Località
    Bari
    Messaggi
    24,171

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    Ecco un ottimo modo per mettere in pratica quello che avete imparato

    Cliccami maschione!

  18. #18
    Il Nonno L'avatar di AllKpr
    Data Registrazione
    14-06-04
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,325

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    uhm... assolutamente inadeguato all'allenamento.
    Le armi da fuoco non servono!!! Anche xche' prima o poi i proiettili li finisci

    Vi siete iniziati a procurare l'attrezzatura necessaria?
    Personalmente possiedo:

    1 Katana
    1 Spada Bastarda
    1 Pugnale da guerra medioevale
    1 Balestra con una 10ina di frecce
    5 coltelli da lancio (che xo' nn so usare... mi rimbalzano sempre indietro )
    un paio di bastoni metallici in alluminio antisommossa

    tutti rigorosamente con la lama smussata (non voglio mica uccidere qualcuno x sbaglio) ma pronti all'uso in 10 minuti con una semplice pietra da affilatore (che ovviamente possiedo )

    Tanto sicuramente se ci sara' mai un'invasione di zombi uno dei miei familiari si svegliera' come tale nel cuore della notte e mi becchera' nel sonno
    MA tant'e'

  19. #19
    L'Onesto
    Data Registrazione
    16-09-01
    Località
    L'allegro paese dei lurker
    Messaggi
    1,042

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    1)Se hai un nome strano o esotico oppure sei figlia di un qualsiasi scienziato,stai tranquillo/a che ti salverai...in compenso inizia a preoccuparti paura se il tuo nome e' Jack,Bob o (peggio)Daisy.

    2)Se il tuo compagno/a ti dice "vai avanti tu,lasciami qui" beh...vai avanti e lascialo/a li.

    3)Ammazzate a vista chiunque proponga di rimanere al pian terreno di una casa e difenderla e rintanatevi nel posto piu' alto che trovate(una soffitta andra' benissimo).
    Una cosa che gli zombi non sanno fare e' volare,in compenso sanno sfondare benissimo qualsiasi tipo di porta.

  20. #20
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di kaos
    Data Registrazione
    19-08-03
    Località
    Caserta Messaggi:INFINITO + INFINITO^INFINITO * IL MASSACRO DI UNA NAZIONE INTERA + 1!! SUKA KHELDEN
    Messaggi
    18,635

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    nuovo consiglio

    se vedete qualcuno di spalle in una stanza e questo non si gira immediatamente ,anche se cercate di attirare la sua attenzione,sparategli direttamente invece di avvicinarvi ,scoprendo che è uno zombie

  21. #21
    La Borga L'avatar di fedeRIX0
    Data Registrazione
    25-10-04
    Località
    Kah-Gliari (Lapponia)
    Messaggi
    11,533

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    altro consiglio: in caso di invasione recuperare una scatola di accendini e appostarsi in un distributore di benzina, quindi arrostire ogni cosa si avvicini...
    l'unico difetto è che spendi una cifra!

  22. #22
    L'Onesto
    Data Registrazione
    16-09-01
    Località
    L'allegro paese dei lurker
    Messaggi
    1,042

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    fedeRIX0 ha scritto mer, 01 dicembre 2004 alle 18:13
    altro consiglio: in caso di invasione recuperare una scatola di accendini e appostarsi in un distributore di benzina, quindi arrostire ogni cosa si avvicini...
    l'unico difetto è che spendi una cifra!


    E mai dico MAI sparare al lucchetto di un distributore di benzina...al massimo spaccatelo con un martello.

  23. #23
    Il Nonno L'avatar di AllKpr
    Data Registrazione
    14-06-04
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,325

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    fedeRIX0 ha scritto mer, 01 dicembre 2004 alle 18:13
    altro consiglio: in caso di invasione recuperare una scatola di accendini e appostarsi in un distributore di benzina, quindi arrostire ogni cosa si avvicini...
    l'unico difetto è che spendi una cifra!
    Non e' pratico dare fuoco a uno zombi... non lo ferma all'istante (DooM3 insegna) e ha tutto il tempo di ragggiungervi e, in alternativa, o mordervi o darvi fuoco a sua volta...
    Stessa cosa per chi dicesse "Ti procuri un Carro Armato e spari"... il carro armato e' lento...hanno tutto il tempo di accechiarlo e arrampicarsi sopra e attendere che tu abbia un qualche bisogno fisiologico e quindi uscendo ti beccano. Inoltre sparare cannonate a destra e a manca prima o poi vi farebbe crollare un palazzo sul Tank... allora si che è dura cavarsela
    Sempre meglio la carovana di militari o la caserma, proiettili in abbondanza e tanta gente che spara e voi sempre pronti con le armi bianche mi raccomando!!!


  24. #24
    Banned
    Data Registrazione
    20-10-04
    Località
    Pasta Ics Office Near Wk station
    Messaggi
    890

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    Io mi farei mordere
    Ho sempre sognato di infestare qualche cimitero
    e sopratutto il fuoco fatuo è gartuito... solo esce ...

    I wanna be a Zombi

  25. #25
    Il Nonno L'avatar di AllKpr
    Data Registrazione
    14-06-04
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,325

    Predefinito Re: Come sopravvvivere in caso di invasione di morti-viventi

    Chinotto ha scritto gio, 02 dicembre 2004 alle 07:37
    Io mi farei mordere
    Ho sempre sognato di infestare qualche cimitero
    e sopratutto il fuoco fatuo è gartuito... solo esce ...

    I wanna be a Zombi

    allora in carica di primo Zombi Hunter ufficiale (la mia attrezzatura e' ormai quasi completa) devo scoprire di dove sei che, nel caso, vengo a cercarti per darti la "pace"...

+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 12 12311 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato