Visualizza Risultati Sondaggio: Samuel o Chivu?

Partecipanti
15. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Chivu

    6 40.00%
  • Samuel

    9 60.00%
+ Discussione Chiusa
Pag 1 di 21 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 25 di 501

Discussione: [20] [CLUB] Inter

  1. #1
    La Borga L'avatar di Rex
    Data Registrazione
    19-09-01
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,583

    Predefinito [20] [CLUB] Inter

    Per vedere la parte precedente di questo thread clicca qui: http://www.***************.it/forum/...ad.php?t=34157

  2. #2
    La Borga L'avatar di Rex
    Data Registrazione
    19-09-01
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,583

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    No ci stà picchiando i denti


    Cmq ho una grandissima news!

    Figo frena l'Inter "Voglio giocare in Inghilterra"

    http://www.calciomercato.com/modules.php ?name=News&file=article&sid=9122 5


  3. #3
    Shogun Assoluto L'avatar di uccio
    Data Registrazione
    24-07-04
    Località
    Appiano Gentile
    Messaggi
    29,725

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Meglio così, io Figo non lo voglio proprio.

  4. #4
    Il Puppies L'avatar di Futebol D. Juan
    Data Registrazione
    27-04-05
    Località
    Prov. di Caserta
    Messaggi
    563

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Blood ha scritto ven, 17 giugno 2005 alle 20:00
    è un montaggio o sta bevendo dalla coppa?
    A me sembra che qualche giocatore abbia messo della colla sui bordi della coppa per fare lo scherzone

    Del tipo: "ecco cosa ti succede quando vinci qualcosa"

  5. #5
    Lo SPAM in BS sono io L'avatar di Angelo
    Data Registrazione
    20-04-02
    Località
    Bisignano (Per ora...)
    Messaggi
    63,299

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Futebol D. Juan ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 01:04
    Blood ha scritto ven, 17 giugno 2005 alle 20:00
    è un montaggio o sta bevendo dalla coppa?
    A me sembra che qualche giocatore abbia messo della colla sui bordi della coppa per fare lo scherzone

    Del tipo: "ecco cosa ti succede quando vinci qualcosa"

  6. #6
    Shogun Assoluto L'avatar di ilfuso
    Data Registrazione
    08-10-03
    Località
    Pisa
    Messaggi
    28,728

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Pr3dator ha scritto ven, 17 giugno 2005 alle 19:38



    Edit: non ho mai capito perche sta faccina vuol dire amarezza
    A me sembra uno che spalanca gli occhi e se la ridacchia
    è uno che ride, si guarda intorno, vede che non ride nessun altro e, ghiacciato, si ferma

    utile se usata insieme a

  7. #7
    La Borga L'avatar di Rex
    Data Registrazione
    19-09-01
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,583

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Andate a vedere i filmati che ci sono su inter show di rossoalice... mi chiedo cosa farebbero se vincessimo lo scudo o la champions

  8. #8
    La Borga L'avatar di Rex
    Data Registrazione
    19-09-01
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,583

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    MANCINI: "VINCERE ALL'INTER È PIÙ BELLO"

    Sabato, 18 Giugno 2005 09:00:01
    MILANO – Le verità di fine stagione firmate Roberto Mancini. Il giorno dopo la vittoria della Coppa Italia Tim ’04-’05 e prima di lasciare Milano per un periodo di vacanze con la famiglia, il tecnico nerazzurro ha concesso una lunga intervista a Inter Channel . Il canale tematico nerazzurro ha trasmesso in anteprima il servizio ieri sera e lo riproporrà, in diversi orari, durante tutto il weekend. Inter.it, offre ai suoi utenti la possibilità di leggere la versione integrale dell’intervista di Mancini. Questa la prima parte dell'intervista realizzata da Roberto Scarpini.

    La stagione è finita con la vittoria della Coppa Italia Tim. Qualcuno ha detto e scritto che è stato il primo successo dell'era-Mancini: sicuramente una dichiarazione importante. Che cosa ne pensa?

    "La speranza è proprio questa: spero che la mia esperienza all'Inter duri a lungo e mi auguro che sia piena di vittorie come quella di mercoledì sera. Serate di felicità , culmine di un lavoro svolto da tutti".

    Guardiamo un po' dentro questo successo. Qualcuno ha affermato che, vincendo la Coppa Italia, è come se si fosse stappata una bottiglia: che cosa esce da questa bottiglia?

    "Per la squadra era importante riuscire a chiudere la stagione con una vittoria. Infatti, a livello di gioco e di personalità, abbiamo dimostrato tanto sin da inizio anno, nonostante i tanti, troppi pareggi. Chiudere con una vittoria era importante per far capire ai giocatori che la storia recente si poteva cambiare. Era importante soprattutto per quei calciatori che erano all'Inter da tempo e che avevano perso partite importanti, come quella del 5 maggio, per esempio. Riuscire a chiudere con un successo è importante anche perché ci permette di iniziare subito la prossima stagione con un'altra finale, quella della Supercoppa Tim, e quindi veramente cercare di aprire una pagina nuova della storia dell'Inter".

    Secondo Mancini questa vittoria ha veramente tolto dalla testa di molti quelle esperienze negative che hanno prodotto a delusioni pesanti?

    "Quando si gioca a calcio giornate come il 5 maggio possono capitare. L'importante è dimenticarle in fretta anche se mi rendo conto che non è semplice. Ma nel calcio bisogna far voltare pagina. Come si deve dimenticare, tra qualche giorno, anche la vittoria della Coppa Italia. Ormai è passata e non conta più nulla. Dobbiamo pensare ai successi che verranno nei prossimi mesi e nei prossimi anni. L'Inter è una grande società e una grande squadra con milioni di tifosi in tutto mondo: non si riusciva a vincere da anni, serviva un momento di felicità che per far scattare quella molla che, forse, in questi anni, non era riuscita a scattare nonostante il traguardo fosse stato vicino in più occasioni".

    Arrivare all’Inter voleva dire anche accettare una sfida con una motivazione in più: portare al successo una squadra che non vinceva da tempo. Alla fine è arrivata la Coppa Italia: la sfida è cominciata bene.

    "È un grande onore essere l'allenatore dell'Inter, anche se uno all'inizio non se ne rende conto. Poi uno si ferma a riflettere un attimo e si rende conto che allenare l’Inter è davvero tutta un’altra storia. C’è un filo conduttore nella mia carriera di calciatore prima e tecnico poi: vincere qualcosa e regalare soddisfazioni a tifosi che non ne avevano da un po’. E’ successo alla Sampdoria e alla Lazio. Spero si possa ripetere anche all'Inter. Se un tecnico, negli ultimi dieci anni, va allenare la Juventus e il Milan resta uno dei tanti. Allenare una squadra che non vince da un po' di tempo e riportarla alla vittoria è una soddisfazione in più".

    Tra Inter, Juventus e Milan chi esce meglio da questa stagione e in vista della prossima?

    "Tutte e tre le squadre escono rinforzate da questa stagione. Al di là della sconfitta nella finale di Champions, il Milan ha disputato una stagione positiva. La Juventus ha conquistato lo scudetto, noi la Coppa Italia. Ripartiremo alla pari".

    Che Inter si aspetta di trovare il 14 luglio a Riscone di Brunico quando partirà, ufficialmente, la nuova stagione? Ha già accennato una volta all’idea di avere una “rosa” numericamente più ridotta.

    "Sì, all'inizio della passata stagione avevamo il problema di essere in tanti, più di trenta, ed era difficile, trenta persone insieme non si possono nemmeno allenare tutte su un campo. Quindi mi aspetto di avere una “rosa” un po' ridotta e di avere quattro-cinque giocatori nuovi in quei ruoli nei quali ora siamo un po’ scoperti. L’idea è di fare innesti precisi in un gruppo già collaudato".

    Ogni riferimento alle corsie laterali è voluto?

    "Credo di sì, anche se bisogna valutare bene certe situazioni, partendo da quello che si ha oggi. Ci sono giocatori bravi che non è giusto stiano in panchina, che hanno bisogno o voglia di giocare: li capisco, è giusto che loro vadano a giocare dove sanno di poter trovare più continuità. Dopo tanti anni trascorsi in una squadra dove si gioca poco o non si gioca passa la voglia e bisogna trovare nuovi stimoli. Comprendo benissimo certe esigenze, per un calciatore è importante giocare con continuità e quando si gioca poco diventa tutto più difficile".

    Tatticamente sarà possibile vedere dei cambiamenti o continuerà con il 4-4-2 seppur proponibile in diverse versioni?

    "Per me la linea ‘a quattro’ è migliore sia per la fase difensiva che per quella offensiva. Poi, a seconda dei giocatori e della situazione specifica, le condizioni di gioco si possono cambiare. Abbiamo trovato una base e ripartiremo da questa base. Poi le varie situazioni tattiche si possono sempre cambiare, l’abbiamo già fatto e continueremo a farlo".

    Per Mancini il centrocampo ideale è formato da un mediano, un centrale di costruzione e due ali?.

    "Idealmente, sì. Rivedendo la stagione devo però dire che siamo andati bene anche con un centrocampo con due mediani, due che sanno comunque giocare al calcio, anche se possono non avere la qualità costruttiva di Veron. Con Cristiano Zanetti e Cambiasso in mezzo siamo andati molto bene, anzi dal momento che sono stati schierati loro a centrocampo la squadra ha smesso di pareggiare e ha cominciato a vincere. Ci sono situazioni nelle quali si può adottare una soluzione e altre nelle quali si può e si deve cambiare, anche se avere due ali forti, con un mediano e un costruttore di gioco come base di partenza è sicuramente meglio".

    Quindi sul mercato intendete lavorare in questa direzione?

    "Sì, anche se il mercato non è così semplice come si legge suoi giornali. A volte si vogliono fare delle cose e non si riesce. L’obiettivo di tutti è fare quello che è utile alla squadra".

    In generale, che calciomercato si aspetta? Circolano tanti nomi, però alla fine chi si muoverà veramente?

    "Come sempre sarà la prima mossa che farà scattare le altre".

    Mancini è, insieme a Fabio Capello e a Carlo Ancelotti, uno dei pochi allenatori che in Italia ha conservato la panchina…

    (ndr.: sorride) "Ma in Italia, a volte, si pensa che cambiando si possa fare meglio, invece poi non è proprio così".

    Mancini: è la prima difficoltà trovata all’Inter è stata quella di cambiare la mentalità della squadra nella gestione del pallone? Giocarlo invece di calciarlo lungo per gli attaccanti?

    "In passato l'Inter a volte aveva la palla in difesa e la prima soluzione era lanciarla verso gli attaccanti, ma questo può essere anche un metodo di gioco. Ci sono alcuni allenatori che hanno attaccanti forti, che sanno fare la differenza, è vogliono che vengano serviti il prima possibile e l’Inter ha sempre avuto attaccanti straordinari, capaci di risolvere le partite da soli. Però credo che tenere la palla a terra e farla girare sia molto utile alla squadra, a volte si può fare possesso palla anche per affrontare momenti nei quali la squadra non sta benissimo fisicamente. Giocare la palla e avere un organizzazione di gioco è molto utile per affrontare situazioni di difficoltà: se si lancia la palla lunga, questa poi torna indietro… Ripeto: è importante avere un'organizzazione di gioco. Poi, come sempre, sono le qualità dei singoli a fare la differenza".

    Le ha fatto piacere leggere di essere riuscito a dare un gioco all’Inter?

    "Mi ha fatto piacere perché, per arrivare ai risultati, bisogna partire da questa base. Però pensavo e penso che attraverso il gioco bisogna riuscire a vincere e che se si fanno le cose per bene alla fine si vince. Lavorando con impegno, anche passando attraverso momenti difficili, si può arrivare alle vittorie".

    Quest'anno non sono mancati i momenti difficili e le scelte difficili. Rivediamo, per esempio, quella di cambiare il portiere titolare per un certo periodo. Perché?

    "Anche questo fa parte di una costruzione di una squadra. A volte , quando ci sono giocatori che pensano di avere il posto assicurato, questi non riescono a esprimere al massimo il loro reale valore. Io conoscevo benissimo Toldo, avendolo allenato anche a Firenze. Magari, pensando di avere il posto assicurato, involontariamente non riusciva a fare di più e a fare le grandi cose delle quali è capace. A volte, anche attraverso un umiliazione, e stare fuori per un calciatore è un umiliazione tremenda, si ci esprime meglio. Francesco, dopo quelle 4-5 partite nelle quali non ha giocato titolare, è rientrato e ha fatto molto meglio, molto bene".

    Tra le note positive della stagione c’è Esteban Cambiasso: forse neppure lei se lo aspettava così forte?

    " Cambiasso era partito benissimo in ritiro. Poi ha avuto un calo e nelle prime gare di Campionato non ha giocato. Quindi, da Bruxelles, quando è stato richiamato in campo, si è rivelato un giocatore fondamentale. Ha dato equilibrio alla squadra ed è stato molto bravo. E’ stato sicuramente una bella sorpresa. È stato così bravo da riconquistare la nazionale argentina, infatti ce lo hanno portato via per la seconda finale di Coppa Italia e nella prima gara della Confederation Cup non lo hanno fatto neppure giocare… " (ndr.: il sorriso è amaro).

    C'era una scommessa da vincere: Sinisa Mihajlovic. Ha giocato tanto, ha fatto gol pesanti e, quando è stato disponibile, ha guidato alla grande la difesa.

    "Quando arriva un giocatore con la classe, le qualità e la personalità di Mihajlovic è chiaro che qualche scossone in squadra ci può essere. Le critiche a volte vengono senza logica e per partito preso, quindi lasciano il tempo che trovano. Mihajlovic non è un giocatore normale. E’ stato ed è un grande campione. In carriera ha vinto tutto, non c'è nulla che non abbia alzato. Lo conosco bene e da tempo, lo avevo fatto prendere già ai tempi della Sampdoria. Sapevo quello che poteva darmi. Sapevo anche che non era in grado di giocare sessanta partite, ma ho pensato che potesse esserci utile ugualmente e poi, aspetto importante per la società, è arrivato a parametro zero. Sì, anche quest'anno Sinisa è stato un giocatore importante".

    Ci ha sempre creduto e lo ha ripetuto mille volte: ma in verità quando ha capito che l'Inter non avrebbe vinto il Campionato ?

    "Ci ho creduto sino al derby di ritorno che abbiamo perso 1-0, e non so ancora come abbiamo fatto a perdere quella partita... Peccato. Sapevo che, vincendo il derby, poteva cambiare tutto. Quella sconfitta ci ha un po' tagliato le gambe. Ma tutto serve. I ragazzi però devono capire che, quando tutto sembra impossibile, se restano 25 partite da giocare bisogna sempre crederci perché nel calcio nulla è impossibile. Se avessimo vinto a Reggio Calabria e con il Chievo a Milano avremmo accorciato molto la classifica ed magari la storia sarebbe finita diversamente".

    Quattro gare con il Milan, zero gol all’attivo: è stato solo un caso?

    "A parte la gara di Champions sospesa, abbiamo giocato tre gare praticamente uguali. E in queste tre gare abbiamo trovato sulla strada un Dida straordinario. Contro di noi ha fatto parate incredibili, poi è tornato un po' alla normalità. Per quello che si è visto in campo, i quattro derby sarebbero dovuti finire in parità. E’ andata diversamente e allora speriamo di aver tenute le vittorie e i gol per la prossima stagione… ".

    Mancini, tra i ricordi di questa sua prima stagione all’Inter c’è l'incredibile rimonta in meno di sei minuti alla Sampdoria: da 0-2 a 3-2. Si può dimenticare?

    "No, non si dimentica. Lì è venuta fuori tutta la classe dei nostri calciatori, perché normalmente in sei minuti non si può ribaltare una partita così. A quel punto non conta più la tattica, contano la classe dei calciatori e la voglia di ribaltare il risultato. Noi abbiamo classe e voglia, lo abbiamo dimostrato anche in altre occasioni".

    Contro la Sampdoria a Milano è stato decisivo Alvaro Recoba che, nel corso della stagione, ha giocato poco, ha avuto tanti infortuni. Forse da lui ci si aspettava qualcosa di più?

    " Recoba deve capire che non ha ancora molti anni davanti a sè per giocare ad altissimi livelli, come merita. È arrivato a un'età nella quale deve fare il cosiddetto salto. Lui lo sa, ne abbiamo parlato tante volte: dipende solo da lui e non più dagli altri. A Recoba non manca nulla, deve solo avere la voglia e la continuità di mettersi tutti i giorni in discussione. Deve farlo tutte le mattine quando si alza e si prepara per venire all'allenamento. Secondo me è giusto aspettarsi da lui questo atteggiamento perché fa parte di una società che lo ama, con un proprietario che stravede per lui".

    Altro tema, Mancini e i giovani: ne ha lanciati tanti. Lo considera un aspetto importante del suo lavoro?

    "In una società è bello vincere il Campionato Primavera, ma il lavoro del Settore Giovanile diventa importante quando i ragazzi arrivano a giocare in prima squadra. All'Inter ci sono dei ragazzi di qualità perché il Settore Giovanile ha lavorato bene in questi anni, quindi ai ragazzi va data la possibilità di arrivare sino alla vetta della montagna. Io ho debuttato in Serie A a sedici anni e ci sono rimasto per venti. Se uno è bravo le possibilità le conquista e gli vengono date. Un esempio: porteremo con noi in ritiro quasi tutta la Primavera, così per conoscere a fondo i ragazzi e capire ancora meglio quelli che potranno essere utili alla prima squadra. A un ragazzo, a volte, è più utile lavorare un anno con i grandi campioni piuttosto che andare a fare esperienza in serie C".

    Questione di spazi: più volte ha sottolineato di essere dispiaciuto nel non poterne dare di più a Giorgos Karagounis. E poi deve una spiegazione alla questione- Davids.

    " Karagounis è un ragazzo straordinario, tutti i giocatori dovrebbero avere il suo carattere per il lavoro che fa anche quando non gioca. S’impegna sempre al massimo in allenamento e alla fine ha avuto la possibilità di giocare con continuità sino alla finale di Coppa Italia. Poi, nel doppio confronto con la Roma, non ha giocato all’andata per un problema fisico e al ritorno perché ce lo ha portato via la Grecia. Comunque è straordinario e come lui anche Gamarra: sono giocatori e uomini che hanno molto da dare e sono un aiuto per l'allenatore e un esempio per i compagni".

    Passiamo a Edgar Davids.

    "Sì, è un discorso che merita una spiegazione. Per me è un po' una mezza sconfitta: ho cercato, all’inizio dell’anno, di farlo giocare con continuità. Ma in quel momento, e non per colpa di Davids, la squadra non girava. Quando le cose non vanno si cerca sempre di cambiare qualcosa, lui è stato quello che ha pagato più di tutti e di questo sono dispiaciuto".

    Capitolo Adriano. Secondo alcuni organi d’informazione Mancini avrebbe trascorso la seconda parte della stagione a litigare con il brasiliano. Diritto di replica.

    (ndr.: ride) "Se quelle con Adriano fossero state liti, le mie da giocatore sarebbero state guerre. Non ho mai litigato con Adriano. A volte con i calciatori si hanno scontri verbali, a volte anche duri, ma questo non vuol dire litigare. I punti di vista si possono esprimere anche duramente e da questi confronti possono uscire cose positive. Ma io e lui non abbiamo mai litigato, questo lo ripeterò sino alla noia. Adriano è un giocatore giovane con grandi potenzialità e deve ancora migliorare molto. Ma non sotto l'aspetto dei gol segnati, quelli li sa fare e li farà sempre. Deve migliorare sotto l'aspetto del gioco di squadra, questo può essere d'aiuto soprattutto a lui quando non è al meglio della condizione".

    Le ha fatto piacere che abbia giocato la prima finale di Coppa Italia segnando due gol?

    "Eccome. Mi ha fatto piacere perché Adriano ci teneva a esserci e ci tenevamo tutti ad averlo".

    Mancini, per concludere: vogliamo ringraziare il suo staff?

    "Certamente. Il mio staff è composto da ragazzi per bene e questo è molto importante. Hanno lavorato bene e mi sono stati tutti d'aiuto. Orsi, Salsano, Nuciari. Gaudino e Bisciotti che ho trovato qui all’Inter e anche loro sono stati importanti. E non dimentico Sergio Viganò, per me lui è importante, è vent'anni che lavora con me, conosco il suo valore. Mi sono stati di grande aiuto, soprattutto nei momenti più duri. Ma voglio fare un ringraziamento ai calciatori, per come si sono comportati sin dal primo giorno e per come hanno chiuso la stagione, e a tutta la Società, partendo dal dottor Moratti e dal presidente Facchetti, poi Marco Branca, Lele Oriali e tutti i dirigenti che hanno lavorato insieme con me per l'Inter. La speranza è di avere, anche nella prossima stagione, altre serate come quella di mercoledì, belle serate tra amici contenti. Come è stato per tutti i tifosi dell’Inter".

    inter.it

  9. #9
    La Borga L'avatar di Rex
    Data Registrazione
    19-09-01
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,583

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Ha speso belle parole per chiunque tranne che per Andy... che balle non voglio che vada via ma ormai è inevitabile

    Voci di oggi: Samuel sembra davvero vicino (incredibile ) mentre rispunta il nome di Fabio Simplicio(svincolato). In pratica verrebbe a fare l'Emre della situazione. Secondo me Mancini vuole tenersi pure Kily dopo il buon finale di stagione per avere sulla sinistra 2 alternative (Kily e Solari). Sulla destra invece si piglia Mancini della Roma o qualcun altro e stop dato che c'è sempre Ze Maria anche lui autore di un ottimo finale. L'unico dubbio che mi permane è quello sul terzino sinistro.

    Formazione 2005/06
    Toldo
    JULIO CESAR

    J.Zanetti
    Cordoba
    Mihajlovic
    SAMUEL
    Favalli
    Ze Maria
    ? (centrale)
    ? (terz sx)

    Cambiasso
    Stankovic
    Veron
    C.Zanetti
    Kily
    SOLARI
    MANCINI
    DALMAT (o SIMPLICIO)

    Adriano
    Martins
    Vieri
    MAKINWA
    Recoba


    Rosa di 23 giocatori con 4/5 innesti
    Per me Recoba rimane ancora

  10. #10
    Shogun Assoluto L'avatar di nemesis69
    Data Registrazione
    10-07-03
    Località
    Cassano Magnago(VA)
    Messaggi
    53,007

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Ma a che vi serve il terzino sx?c'è il mitico favalli,che il suo lavoro lo fa. E poi c'è coco

  11. #11
    La Borga L'avatar di Rex
    Data Registrazione
    19-09-01
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,583

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    nemesis69 ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 14:59
    Ma a che vi serve il terzino sx?c'è il mitico favalli,che il suo lavoro lo fa. E poi c'è coco
    Coco

  12. #12
    Shogun Assoluto L'avatar di nemesis69
    Data Registrazione
    10-07-03
    Località
    Cassano Magnago(VA)
    Messaggi
    53,007

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Rex ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 15:04
    nemesis69 ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 14:59
    Ma a che vi serve il terzino sx?c'è il mitico favalli,che il suo lavoro lo fa. E poi c'è coco
    Coco

    E' una garanzia

    Nessuno scalda come lui la poltroncina in tribuna

  13. #13
    La Borga L'avatar di Rex
    Data Registrazione
    19-09-01
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,583

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    nemesis69 ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 15:07
    Rex ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 15:04
    nemesis69 ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 14:59
    Ma a che vi serve il terzino sx?c'è il mitico favalli,che il suo lavoro lo fa. E poi c'è coco
    Coco

    E' una garanzia

    Nessuno scalda come lui la poltroncina in tribuna
    Non ha più neanche l'Arcuri, che lo teniamo a fare?

  14. #14
    Shogun Assoluto L'avatar di uccio
    Data Registrazione
    24-07-04
    Località
    Appiano Gentile
    Messaggi
    29,725

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    La smetti di mettere Dalmat in rosa?!?!?

  15. #15
    La Borga L'avatar di Rex
    Data Registrazione
    19-09-01
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,583

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    uccio ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 15:21
    La smetti di mettere Dalmat in rosa?!?!?
    Secondo me con Mancini farebbe buone cose... è una testa di cavolo ma ha un piede d'oro

  16. #16
    Shogun Assoluto L'avatar di uccio
    Data Registrazione
    24-07-04
    Località
    Appiano Gentile
    Messaggi
    29,725

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Rex ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 15:30
    uccio ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 15:21
    La smetti di mettere Dalmat in rosa?!?!?
    Secondo me con Mancini farebbe buone cose... è una testa di cavolo ma ha un piede d'oro
    Ma dai Rex...è ultrafinito, anche al Tolosa ha fatto pena, o al Tottenham dove cacchio era...

  17. #17
    Il Nonno L'avatar di Crazy Diamond
    Data Registrazione
    04-11-01
    Località
    Morio Cho
    Messaggi
    9,194

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    io Simplicio lo prenderei a mani basse a quel prezzo. a mani alte vista la statura fai un pò fatica
    domani o lunedì, con Parma a giochi fatti, si saprà qualcosa. Gilardino al Milan docet...
    preferirei comunque Chivu a Samuel. o comunque un difensore di costruzione generico, di randellatori ce ne sono a sufficienza...

  18. #18
    Lo SPAM in BS sono io L'avatar di Angelo
    Data Registrazione
    20-04-02
    Località
    Bisignano (Per ora...)
    Messaggi
    63,299

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Crazy Diamond ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 17:29
    io Simplicio lo prenderei a mani basse a quel prezzo. a mani alte vista la statura fai un pò fatica
    domani o lunedì, con Parma a giochi fatti, si saprà qualcosa. Gilardino al Milan docet...
    preferirei comunque Chivu a Samuel. o comunque un difensore di costruzione generico, di randellatori ce ne sono a sufficienza...
    Io Simplicio lo prenderei anche pagandolo...è un ottimo centrocampista

  19. #19
    Shogun Assoluto L'avatar di Manu
    Data Registrazione
    20-12-03
    Località
    Edimburgo
    Messaggi
    45,095

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Crazy Diamond ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 17:29
    io Simplicio lo prenderei a mani basse a quel prezzo. a mani alte vista la statura fai un pò fatica
    domani o lunedì, con Parma a giochi fatti, si saprà qualcosa. Gilardino al Milan docet...
    preferirei comunque Chivu a Samuel. o comunque un difensore di costruzione generico, di randellatori ce ne sono a sufficienza...
    Eh ma se va via materazzi...

  20. #20
    Shogun Assoluto L'avatar di Manu
    Data Registrazione
    20-12-03
    Località
    Edimburgo
    Messaggi
    45,095

    Predefinito Re: Inter

    uccio ha scritto gio, 07 ottobre 2004 alle 23:22
    Io cmq penso che il buon Coco abbia le carte in regola per far bene e per dimostrare l'ottimo terzino che è.
    Cmq sia ha dato una grande dimostrazione di abnegazione e di spirito di sacrificio.Probabilmente ben aiutato dalla Arcuri...
    Scusa uccio, non lo faccio più

  21. #21
    Shogun Assoluto L'avatar di uccio
    Data Registrazione
    24-07-04
    Località
    Appiano Gentile
    Messaggi
    29,725

    Predefinito Re: Inter

    Manu1986 ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 18:12
    uccio ha scritto gio, 07 ottobre 2004 alle 23:22
    Io cmq penso che il buon Coco abbia le carte in regola per far bene e per dimostrare l'ottimo terzino che è.
    Cmq sia ha dato una grande dimostrazione di abnegazione e di spirito di sacrificio.Probabilmente ben aiutato dalla Arcuri...
    Scusa uccio, non lo faccio più
    1) era un post ironico

    2) cosa c'entra?

    3)se devo anche spiegare che era ironico siamo all'ammazzacaffè

    4)ah già, mancavano le faccine

  22. #22
    Shogun Assoluto L'avatar di Manu
    Data Registrazione
    20-12-03
    Località
    Edimburgo
    Messaggi
    45,095

    Predefinito Re: Inter

    uccio ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 18:53
    Manu1986 ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 18:12
    uccio ha scritto gio, 07 ottobre 2004 alle 23:22
    Io cmq penso che il buon Coco abbia le carte in regola per far bene e per dimostrare l'ottimo terzino che è.
    Cmq sia ha dato una grande dimostrazione di abnegazione e di spirito di sacrificio.Probabilmente ben aiutato dalla Arcuri...
    Scusa uccio, non lo faccio più
    1) era un post ironico

    2) cosa c'entra?

    3)se devo anche spiegare che era ironico siamo all'ammazzacaffè

    4)ah già, mancavano le faccine
    Mi spiace, stavolta non casco nel tentativo di flame





  23. #23
    Shogun Assoluto L'avatar di ilfuso
    Data Registrazione
    08-10-03
    Località
    Pisa
    Messaggi
    28,728

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    10000 post!!!!






    ok ho finito

  24. #24
    La Borga L'avatar di Rex
    Data Registrazione
    19-09-01
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,583

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    uccio ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 17:19
    Rex ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 15:30
    uccio ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 15:21
    La smetti di mettere Dalmat in rosa?!?!?
    Secondo me con Mancini farebbe buone cose... è una testa di cavolo ma ha un piede d'oro
    Ma dai Rex...è ultrafinito, anche al Tolosa ha fatto pena, o al Tottenham dove cacchio era...
    Veramente giocava bene e poi litigava con i compagni e si faceva cacciare... poi come fai a dire che un giocatore di 26 anni è finito? Quando uno ha la classe può esplodere anche a 30 anni...

  25. #25
    Lo SPAM in BS sono io L'avatar di Angelo
    Data Registrazione
    20-04-02
    Località
    Bisignano (Per ora...)
    Messaggi
    63,299

    Predefinito Re: [CLUB] Inter

    Rex ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 20:29
    uccio ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 17:19
    Rex ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 15:30
    uccio ha scritto sab, 18 giugno 2005 alle 15:21
    La smetti di mettere Dalmat in rosa?!?!?
    Secondo me con Mancini farebbe buone cose... è una testa di cavolo ma ha un piede d'oro
    Ma dai Rex...è ultrafinito, anche al Tolosa ha fatto pena, o al Tottenham dove cacchio era...
    Veramente giocava bene e poi litigava con i compagni e si faceva cacciare... poi come fai a dire che un giocatore di 26 anni è finito? Quando uno ha la classe può esplodere anche a 30 anni...
    Sono almeno 5-6 anni che dite ciò di del piero

+ Discussione Chiusa
Pag 1 di 21 12311 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato