+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Spirali - Jeffery Deaver

  1. #1
    Gif Maker pVo L'avatar di Wualla
    Data Registrazione
    20-08-02
    Località
    Brescia
    Messaggi
    6,939

    Predefinito Spirali - Jeffery Deaver

    Uno dei libri più appassionanti che mi sia capitato di leggere, dopo tanto tempo.

    Sintesi: Racconti come proprio non ti aspetteresti.

    Mi raccomando, voglio tanti commenti, tra qualche giorno capirete perchè

  2. #2
    Gif Maker pVo L'avatar di Wualla
    Data Registrazione
    20-08-02
    Località
    Brescia
    Messaggi
    6,939

    Predefinito Re: Spirali - Jeffery Deaver

    Azz, mi sa che son l'unico ad averlo letto

  3. #3
    david
    ospite

    Predefinito Re: Spirali - Jeffery Deaver

    No, non sei l'unico! Io l'ho comprato da un mese ma non l'ho ancora letto (causa vecchi libri in arretrato)! Comunque appena lo leggo posto qualche commento sui racconti. Tra l'altro sono molto curioso di vedere come è la fantomatica indagine netalizia di Rhyme (mi sembra che il racconto si chiami il regalo di Natale)

  4. #4
    Lo Zio
    Data Registrazione
    11-05-02
    Località
    Mestre
    Messaggi
    1,717

    Predefinito Re: Spirali - Jeffery Deaver

    io ho letto i primi 3 di Deaver su Lincoln Rhyme, ora ho preso il quarto "La scimmia di pietra"
    Ho letto anche "La lacrima del diavolo", sempre di Deaver ma senza Rhyme.
    Peccato che ormai i suoi colpi di scena prima del finale stiano diventando un abitudine, non che non mi piacciano, ma ormai e' scontato che prima dell'ultimo capitolo accade qualcosa che rovescia completamente le carte in tavola.

  5. #5
    Il Puppies L'avatar di arivale
    Data Registrazione
    26-09-01
    Località
    Torre del Greco (NA)
    Messaggi
    647

    Predefinito Re: Spirali - Jeffery Deaver

    "La lacrima del diavolo" l'ho letto anche io...carino...è stato il primo che ho letto..ora in lista d'attesa ho "La scimmia di pietra"...com'è?

  6. #6
    Lo Zio
    Data Registrazione
    11-05-02
    Località
    Mestre
    Messaggi
    1,717

    Predefinito Re: Spirali - Jeffery Deaver

    devo ancora iniziare a leggerlo, ho appena finito Preda di Chricton...ora vedo se leggere la Scimmia di Pietra, oppure dedicarmi ad altro (in fin dei conti, degli ultimi 5 libri che ho letto, 4 erano di Deaver)

  7. #7
    david
    ospite

    Predefinito Re: Spirali - Jeffery Deaver

    arivale ha scritto ven, 25 febbraio 2005 alle 23:01
    "La lacrima del diavolo" l'ho letto anche io...carino...è stato il primo che ho letto..ora in lista d'attesa ho "La scimmia di pietra"...com'è?
    Vai sul sicuro! E' il classico libro di Deaver che ti prende dalla prima all'ultima pagina! Personalmente, se non l'hai già letto, ritengo che il migliore con Rhyme sia però la Sedia Vuota!

  8. #8
    Gif Maker pVo L'avatar di Wualla
    Data Registrazione
    20-08-02
    Località
    Brescia
    Messaggi
    6,939

    Predefinito Re: Spirali - Jeffery Deaver

    Avevo aperto questo topic per sapere dei giudizi, visto che questo mese su IoTgm http://www.tgmonline.it/forum/index.php? t=msg&th=214162&start=0&rid= 2332 c'è la mia recensione.

  9. #9
    david
    ospite

    Predefinito Re: Spirali - Jeffery Deaver

    Avevo promesso che avrei postato i miei giudizi relativi ai racconti brevi che fanno parte di questo
    libro. Visto che i racconti sono in totale sedici, posterò quattro puntate di quattro storie ciascuna.
    Ho deciso di dare un piccolo commento con votazione finale(mi sono "permesso" sarebbe più corretto dire)
    da un minimo di una stella ad un massimo di quattro stelle più il "pallino" per le delusioni
    (stile Mereghetti per intenderci). Prima di passare quindi ai commenti raccomando vivamente a chi non ha
    ancora cominciato a leggere il libro di INTERROMPERE QUI IMMEDIATAMENTE LA LETTURA, poichè svelerò
    alcuni particolari legati alle trame delle storie. Ora largo ai commenti:

    LA VITA SENZA JONATHAN:il primo racconto in assoluto del libro mi ha colpito per l'inizio
    Hitchcockiano, con la protagonista Marissa Cooper che, durante il suo viaggio in macchina verso
    l'appuntamento al buio con un uomo, ripensa alla sua vita passata e alle aspettative future
    (personalmente mi ha ricordato un altro viaggio in macchina molto famoso di Hitchcock sotto la pioggia
    ...non c'è bisogno che vi dica di quale film sto parlando...). Comunque l'idea per introdurre il personaggio è
    veramente suggestiva. Poi arriva il classico serial-killer Joseph Bingham e immediatamente ho pensato al
    tipico appuntamento con omicidio annesso. Tutto verrà ribaltato alla fine con un tocco da
    maestro di Deaver che mi ha lasciato così sbalordito da dover andare a rileggermi tutta la storia
    alla ricerca di incongruenze di qualche tipo! Come esordio devo dire che non è niente male. Personaggi
    ben caratterizzati(soprattutto Marissa) e il colpo di scena finale che sorprende parecchio. VOTO:***1/2

    PER I SERVIZI RESI:nel secondo racconto si è catalputati nello studio psichiatrico del dottor Bernstein
    per seguire da vicino la pazzia di Patsy Randolph, convinta che suo marito voglia farle perdere il
    lume della ragione imitando la voce del padre scomparso. Questa seconda storia presenta un approccio diverso
    rispetto alla precedente. In questo caso si è condotti alla ricerca delle cause del comportamento di Patsy
    attraverso la descrizione delle sue condizione mentali che degenerano seduta dopo seduta. Ci saranno numerosi dubbi che
    attanaglieranno il lettore: Patsy è varamente matta? Suo marito Peter è varamente responsabile del suo stato emotivo? Cosa
    nasconde lo strano psichiatra Bernstein? Tutto sembra finire con l'omicidio del marito Peter Randolph
    da parte della moglie ormai fuori completamente di senno...però rimane ancora in sospeso la posizione dello
    psichiatra...Come al solito tutto verrà chiarito con il colpo di scena finale che metterà luce anche sul
    motivo legato al titolo del racconto. Una classica storia che risulterebbe una buona base per un thriller
    di successo; ancora una volta un centro per Mr. Deaver. VOTO:***

    BELLISSIMA:Karin Swanson è una modella splendida e per di più una ragazza intelligente. La sua bellezza
    le ha creato però molti problemi, tanto da ricevere le attenzioni ossessive di un ammiratore fin troppo
    accanito. David Dale, questo il suo nome, è riuscito a trovarla con il suo pick up persino dopo che lei
    ha cambiato città dalla disperazione. Il terzo racconto si apre dunque con la modella in preda al panico, visto
    che è appena stata rintracciata dal presunto maniaco. Deaver in questo caso sfrutta il tema attuale delle
    grandi celebrità ossessionate da fan troppo invadenti. Egli però enfatizza questa situazione creando una
    tensione, tipica delle sue storie, che porta il lettore ad aspettarsi che succeda qualcosa in qualsiasi
    momento del racconto. Il lettore è portato a credere che la ragazza si farà giustizia da sola, ma lei deciderà
    invece di deturparsi il viso causando un trauma all'ammiratore. Devo dire che la terza storia risulta un
    gradino sotto rispetto alle precedenti due. Il colpo di scena finale è un pò banale(io personalmente ero
    convinto sin dall'inizio che la modella non avrebbe mai ucciso l'ammiratore).
    Inoltre il chirurgo plastico/sicario desta più di un sospetto visto che, a mio parere, doveva essere caratterizzato
    un pò meglio. Rimane comunque l'abilità di Deaver di creare uno schema narrativo che tien incollato il
    lettore fino all'ultima pagina. Un'altra storia da film giallo. VOTO:**1/2

    MONDI DIVERSI:finalmente il quarto racconto si apre con il tema poliziesco che ha tanto appassionato i lettori di
    Deaver(me compreso). Inoltre uno dei protagonisti del racconto, tale Nate Spoda, è il tipico ragazzo chiuso in sè stesso
    che trascorre le giornate a spiare le ragazze e ad ascoltare musica satanica; anche se tutto ciò si rivelerà poi una bufala
    (ma questo è un altro discorso). Questa storia è infarcita con tutti i temi del classico giallo:la rapina, l'interrogatorio,
    la refurtiva nascosta. Tutto viene espresso però in modo da far risaltare la stupidità e l'avidità dei due poliziotti
    allocchi Ed e Boz che, una volta davanti ad un milione di dollari, si lasciano ingolosire e cadono nella trappola. Personalmente
    ho riconosciuto nella goffaggine di Nate Spoda tutti i tratti caratteristici di cui parla
    Deaver(riferendosi a sè stesso) nell'introduzione. Il finale è poi veramente geniale e mi ha lasciato sbigottito proprio
    come i visi dei due agenti. In questo senso l'abilità del ragazzo è stata magistrale e mi sembra di intravedere tra le righe che
    Deaver in questo modo abbia un poco voluto riabilitare la figura di questo personaggio. Mai fidarsi di un ragazzino... soprattutto
    se si viene a sapere che questo non è il suo primo colpo. Ottima anche la caratterizzazione dei due polizziotti con dei dialoghi
    divertenti e alcune battute che mi hanno fatto veramente ridere e che contribuiscono a rintuzzare la baldanza dei due, smontata
    nel finale dallo scherzetto della refurtiva. VOTO:***



  10. #10
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,917

    Predefinito Re: Spirali - Jeffery Deaver

    UP pro CERCA in TBM

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato