+ Rispondi alla Discussione
Pag 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 26 a 40 di 40

Discussione: University of the People - Ne parliamo un attimo?

  1. #26

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Citazione Originariamente Scritto da Svartborg Visualizza Messaggio
    Rispondendo in ordine:
    Perchè non usarlo? Perchè me ne frega un pazzo di iscrivermi, e mi pareva una domanda semplice e legittima
    Sei su di giri? Guarda che io ti avevo dato un consiglio rispondendoti in maniera educata, e se avessi saputo che in realtà "non te ne frega un pazzo" non ti avrei risposto affatto (ora che lo so, dopo questo messaggio ti ignorerò).

    Uno laureato ad Harvard ha valore in italia? No, così come uno laureato in ingegneria informatica al politecnico non conta un cazzo negli us, è già un miracolo che le laureee siano riconosciute all'interno dell'UE
    E adesso cosa c'entra ingegneria informatica? Nessuno l'ha mai nominata. Qui si parlava di informatica, dove non devi iscriverti a nessun ordine professionale. Non esiste nessuna legge italiana che dice quello che ti stai inventando tu. Anzi, il sito del Ministero (vattelo a leggere) dice che il riconoscimento è automatico chiedendo un certificato al consolato ("dichiarazione di valore") che tra l'altro si può anche auto-certificare in virtù della legge sulle autocertificazioni.

    Tra l'altro, dato che citi il Politecnico (non si capisce se di Milano o di Torino, ma poco male), una marea di professori si sono andati a predere il dottorato o una seconda laurea negli USA. Secondo il tuo ragionamento, avrebbero fatto meglio a prendersene una italiana al CEPU

  2. #27
    PinHead81
    ospite

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Il riconoscimento automatico mi mancava, non mi risulta che sia così; con quella laurea puoi partecipare a un concorso pubblico nella quale è richiesta una laurea di una certa classe oppure no?

  3. #28

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Citazione Originariamente Scritto da PinHead81 Visualizza Messaggio
    Il riconoscimento automatico mi mancava, non mi risulta che sia così; con quella laurea puoi partecipare a un concorso pubblico nella quale è richiesta una laurea di una certa classe oppure no?
    A che mi risulti assolutamente no. In Italia (purtroppo direi) le laure straniere sono carta straccia (e a meno di cambi recenti e' ancora cosi')
    http://www.miur.it/0002Univer/0052Co...Equipo_cf2.htm


    Mi spiego meglio. Nessuno vieta un privato di considerare un laureato in USA perfettamente in grado di fare il lavoro per cui si e' laureato ed assumerlo con una paga/posizione equivalente al laureato italiano. Ma il tizio in questione non puo' fregiarsi del titolo di Dr. ed accedere a nessuna posizione PUBBLICA che richiede la laurea. A meno di non aver ottenuto l'equipollenza rilasciata da un rettore italiano (AUGURI!).

    All'estero le cose sono ovviamente diverse e le laureee italiane sono generalmente accettate perche' i titoli non valgono una cippa (in realta' e la gente guarda se sei capace o meno di fare il tuo lavoro). Fermo restando che ovviamente le regole cambiano da paese a paese.

    Detto questo e meglio avere un dottorato italiano od il PhD di Harvard? Io non avrei dubbi su cosa sia piu' spendibile nel mercato lavorativo mondiale. Ma non provate ad iscrivervi ad un concorso pubblico italiano che richiede il dottorato.

  4. #29

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Citazione Originariamente Scritto da Kraven VanHelsing Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio per la disponibilità nel rispondere.
    Volevo chiederti una cosa riguardo agli esami: si segue in stile MOOC? Video sul sito e testi che ti procuri da te? Hai dei compiti da consegnare?
    Gli esami come si fanno? in una sede (come per le certificazioni informatiche)? Sono orali o scritti?
    Hai provato a chiedere all'Afins? È un ente non-profit che si occupa proprio di questo: http://www.afins.ngo/informazioni-contatti.html
    Sicuramente sapranno risponderti.

  5. #30
    Il Nonno L'avatar di Dinofly
    Data Registrazione
    20-05-02
    Località
    Milano, Italia
    Messaggi
    4,555

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    E di coursera che dite?

  6. #31
    Lo Zio L'avatar di kaaio
    Data Registrazione
    13-12-01
    Località
    Povegliano - TV
    Messaggi
    3,000

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Io sto usando Coursera, dopo averne letto su questo topic. Per ora ho seguito un corso completo (Learning how to learn) in modalità gratuita, mentre da qualche settimana ho iniziato Initiating and Planning Projects, stavolta ho provato la modalità a pagamento per avere il riconoscimento finale. Sono a poco più di 1/3 del corso attuale.

    I due corsi sono ben fatti, per quanto visto fin'ora. Entrambi sono dell'University of California (San Diego e Irvine rispettivamente).

    A fine di questo corso sto pensando, se ne varrà la pena, di procedere con gli altri per la specializzazione Introduction to Project Management Principles and Practices.
    Non so dire molto su quanto siano attualmente considerati a livello lavorativo, penso in Italia sia tendente a 0, ma sono convinto che in futuro avranno un loro peso. Pochi giorni fa ho visto che Linkedin ha acquisito un'azienda, Lynda, simile a coursera.

  7. #32

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Silvano mi potresti spiegare come funziona ti iscrivi ad un esame paghi 100 $ se non passi l'esame devi ripagare oppure no? Negli Usa non esiste il fuori corso quindi quanto si devi pagare a trimestre se ogni esame sono 100 dollari? Chi non ha un livello di inglese alto, ma lavora nell'informatica riesce a fare lo stesso gli esami?

  8. #33
    Il Fantasma
    Data Registrazione
    15-01-08
    Messaggi
    73

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    no

  9. #34
    La Nebbia
    Data Registrazione
    21-07-16
    Messaggi
    1

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Ciao! vorrei delle info per quanto riguarda questa università! potresti aiutarmi?

  10. #35
    Il Fantasma
    Data Registrazione
    15-01-08
    Messaggi
    73

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    si

  11. #36

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Citazione Originariamente Scritto da mattiacre Visualizza Messaggio
    A che mi risulti assolutamente no. In Italia (purtroppo direi) le laure straniere sono carta straccia (e a meno di cambi recenti e' ancora cosi')
    http://www.miur.it/0002Univer/0052Co...Equipo_cf2.htm


    Mi spiego meglio. Nessuno vieta un privato di considerare un laureato in USA perfettamente in grado di fare il lavoro per cui si e' laureato ed assumerlo con una paga/posizione equivalente al laureato italiano. Ma il tizio in questione non puo' fregiarsi del titolo di Dr. ed accedere a nessuna posizione PUBBLICA che richiede la laurea. A meno di non aver ottenuto l'equipollenza rilasciata da un rettore italiano (AUGURI!).
    Guarda che la pagina da te citata dice esattamente il contrario di quello che hai capito tu! Non a caso ci sono sempre stati una marea di medici, giusto per fare un esempio, che sono laureati all'estero e possono legalmente esercitare in Italia, con regolare iscrizione all'albo professionale. E sono anche dirigenti sanitari, a seguito di concorso pubblico. Proprio quella pagina descrive la procedura per avere il riconoscimento legale che è obbligatorio per iscriversi agli ordini professionali italiani, mentre non serve a un tubo in tutti gli altri casi. L'equipollenza legale del "rettore" (a cui tu aggiungi "AUGURI" probabilmente credendo che il rettore perda davvero il suo tempo a occuparsi della pratica, mentre invece mette solo una firma su una pratica già preparata) non è affatto difficile da ottenere, specialmente considerando che puoi richiederla presso qualunque università (anche privata) e puoi ripetere la richiesta quante volte vuoi, perché la legge non specifica un limite.

    Ribadisco, tra l'altro, che l'equipollenza legale è obbligatoria solo per l'iscrizione ad albi professionali; in tutti gli altri casi non è richiesta dalla legge.

    Da ciò che scrivi si nota che non sei affatto pratico della questione.

    Ma il tizio in questione non puo' fregiarsi del titolo di Dr. ed accedere a nessuna posizione PUBBLICA che richiede la laurea.
    Falso!
    Non esiste alcuna legge che dice quello che hai appena inventato.

  12. #37

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Citazione Originariamente Scritto da Dinofly Visualizza Messaggio
    E di coursera che dite?
    State facendo confusione, Coursera non è un'università e non rilascia lauree: è semplicemente un sito dove si seguono corsi per cultura personale.
    È vero che i corsi sono preparati dalle università, ma non hanno valore "universitario" (Coursera lo dice chiaramente): per farli valere ai fini del conseguimento di una laurea dovresti seguire quegli stessi corsi presso l'università che li ha preparati, e non tramite il sito di Coursera.

  13. #38

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Citazione Originariamente Scritto da giordan Visualizza Messaggio
    Ribadisco, tra l'altro, che l'equipollenza legale è obbligatoria solo per l'iscrizione ad albi professionali; in tutti gli altri casi non è richiesta dalla legge.
    e aggiungo: solo per gli albi che lo prevedono!
    Ad esempio per l'albo dei giornalisti non è neppure obbligatorio (una marea di iscritti non ha nemmeno la laurea).

  14. #39
    Il Fantasma
    Data Registrazione
    15-01-08
    Messaggi
    73

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    ancora con sta mania di laurearsi

  15. #40
    La Nebbia
    Data Registrazione
    16-04-17
    Messaggi
    1

    Predefinito Re: University of the People - Ne parliamo un attimo?

    Come dice il titolo, quella pagina si riferisce alla procedura di EQUIPOLLENZA, introdotta da Benito Mussolini nel 1933 per "proteggere" le lauree emesse in Italia (secondo Mussolini, infatti, le lauree italiane erano superiori a quelle estere). Con l'EQUIPOLLENZA vai a chiedere una vera e propria seconda laurea a un'università italiana, che quindi ti abbuonerà tutti e gli esami e rilascerà una nuova pergamena con scritto "Repubblica italiana" ecc.

    Ma tutto ciò serve solo se te lo chiede l'ordine professionale a cui vuoi iscriverti (per esempio quello dei medici e odontoiatri nel caso di lauree prese in Albania). Negli altri casi, puoi tranquillamente fregartene, perché nessuna legge dice che devi farlo per forza. Se sei un top manager italiano che si è laureato a Harvard, nessuno ti dirà mai di andare a chiedere l'equipollenza con l'università di Macerata o di Teramo (sigh), semplicemente perché non gliene importa niente a nessuno e non è richiesto dalla legge. Anzi, sarebbe ridicolo.

    Tra l'altro se ti serviva una pergamena italiana, facevi prima a iscriverti in Italia Che senso ha laurearti all'estero se invece vuoi il pezzo di carta italiano? Capisco quelli che non passano il test d'ingresso a medicina ecc. e quindi cercano scappatoie varie per evitare il numero chiuso, ma nell'informatica non ha nessun senso. Se vuoi laurearti all'estero, devi farlo solo se ti piace (e se capisci la lingua).

    certi link sono vecchi, non funzionano
    boh prova a chiedere info qui: https://it-it.facebook.com/Prof.Gius....of.the.People

+ Rispondi alla Discussione
Pag 2 di 2 PrimaPrima 12

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato