+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 16 di 16

Discussione: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

  1. #1
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,915

    Exclamation Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    dopo ben 5 anni la Combriccola di Book Machine riapre la stagione della lettura condivisa, PARTECIPATE NUMEROSI
    http://www.***************.it/forum/...-Book-Machine-








    dalla 4a:
    “Ti riassumo la storia prima di raccontartela: un uomo che sa scrivere uccide un arabo che quel giorno non ha neppure un nome – quasi l’avesse lasciato appeso a un chiodo prima di entrare in scena –, e poi comincia a spiegare che è tutta colpa di un Dio che non esiste e di ciò che ha capito sotto il sole e per il fatto che la salsedine lo costringe a chiudere gli occhi.
    Perciò l’omicidio rimane un atto assolutamente impunito e non è un delitto poiché non esiste legge fra mezzogiorno e le due, fra lui e Zoudj, fra Meursault e Moussa. E in seguito, per settant’anni, tutti si sono adoperati a fare sparire in gran fretta il corpo della vittima, a trasformare i luoghi dell’omicidio in un museo immateriale e a discorrere sul significato del nome dell’assassino.
    Che cosa significa Meursault? “Morto solo”? “Morto sciocco”? “Non muore mai”? Per mio fratello, invece, in tutta questa storia non è stata spesa neppure una parola. E tu, come tutti quelli prima di te, hai preso una cantonata.
    L’assurdo lo portiamo sulle spalle o nel ventre delle nostre terre io e mio fratello, non quello là.”
    VINCITORE DEL PRIX GONCOURT DU PREMIER ROMAN 2015

    https://store.kobobooks.com/it-it/eb...caso-meursault






    Parteciperanno alla lettura condivisa (oltre chiunque vorrà aggiungersi in corso d'opera): sava73, Camus (in persona ), Nevade (suo malgrado dato che lo stava già leggendo), bado, Ethan81 ...e MaxDembo fra una ventina di giorni

    Le poche REGOLE del meeting: si postano le aspettative iniziali, si scrive di volta in volta durante la lettura quello che ci passa per la testa e poi si commenta alla fine. Diciamo che il bello è lo spam nel mezzo, quello in cui ognuno di noi si confronta con gli altri estemporaneamente.
    Buon divertimento
    Ultima modifica di sava73; 11-10-15 alle 18:01:09

  2. #2
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,915

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    posto le mie aspettative.


    Approccio il romanzo dopo aver riletto "Lo Straniero" di Camus.
    Non ricordavo granchè della "prima volta" (altrochè non si scorda mai ) .. letto a scuola "obbligato" dalla prof mi lasciò qualcosa e per questo l'ho ripreso volentieri ora che è praticamente necessario per apprezzare appieno l'opera di Daoud. Questa la versione tl;dr.

    Per chi vuole approfondire sotto spoiler commento completo alla rilettura preso dal mio aNobii:
    Spoiler:
    ...rileggo questo romanzo dopo una vita.
    La prima volta l'ho fatto "costretto" dalla mia professoressa alle Medie o forse al Liceo, onestamente non lo ricordo. Non ricordavo nemmeno il romanzo fino a quando non l'ho riletto.. mi era rimasta solo "una buona sensazione", qualcosa del tipo una specie di resistenza passiva all'amore per la lettura che ancora non era sbocciato in me

    Lo riprendo proprio per questo, potrei dire, ma anche perchè mi viene consigliato "Il Caso Meursault" di K. Daoud che riprende le vicende del capolavoro di Camus. La novità mi affascina ma lungi da me affrontarla incompleta... così (piacevolmente convinto) riprendo il mano il classico.

    Fino a metà il nulla. Il romanzo mi affascina, in parte, ma di piu' mi annoia. La mancanza quasi assoluta di dialoghi o di verve narrativa i problemi principali. Poi l'indolenza del protagonosta diventa la mia indolenza. Entro in sintonia con la sua freddezza, anzi ne vengo colpito potentemente: "Se n'è andato di cattivo umore. Avrei voluto trattenerlo, spiegargli che desideravo la sua simpatia, non per essere meglio difeso, ma per sentimento naturale, se così posso dire. Soprattutto mi rendevo conto che lo mettevo a disagio. Lui non mi capiva ed era un po' irritato con me. Desideravo dirgli che ero come tutti gli altri, assolutamente come tutti gli altri. Ma tutto questo, in fondo, non aveva una sua utilità e per pigrizia ho rinunciato". Affiora da qualche parte dentro me il nome di Raskol'nikov. L'accostamento è forte, ma sento che regge. Mi faccio piu' attento alle dinamiche dei pensieri di Meursault piu' che alle vincende di contorno... e quando arrivo alle ultime pagine arriva finalmente l'epifania: l'apologia del francese in due capoversi. Tutto il suo costrutto era destinato solo a questo. Allo sfogo finale, al suo emblema. Alla spiegazione del credo del suo autore. E non serve sapere come si "concluderà" davvero il percorso giuridico del protagonista, la sua maturazione agli occhi del lettore (e del mondo) è conclusa. Non c'è davvero bisogno di altro.

    Per la seconda volta il romanzo mi conquista!
    Probabilmente in maniera piu' profonda. Sicuro piu' "adulta". In effetti l'unica domanda a cui ora non rispondere e che mi tormenta, dopo aver concluso la storia di Messier Meursault, è: ma cosa mi colpì 25 anni fa in questo romanzo? Cosa lo ha reso affascinante ad un ragazzino di 14/15 anni? Chi lo sà


    Mi aspetto un buon romanzo, se lo consiglia Olengard (da qui in avanti il Gatto, per chi non lo conoscesse già) deve esserlo per forza (ah, sì ... lo consiglia pure Nevade che non necessità di completare un opera per farlo ). Spero pero' che non sia il facile espediente per un autore esordiente di farsi pubblicità (qualcosa alla Orgoglio e Pregiudizio Zombie insomma). Non tollererei l'atteggiamento "comodo" di chi osa appoggiarsi ad un classico per il proprio tornaconto ... rischiando poi di restarne schiacciato.

  3. #3
    Nevade
    ospite

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    Ma infatti Nevade legge un cazzo che non ha tempo Ma come ogni persona dal gusto critico ben sviluppato sa benissimo riconoscere una bella opera quando l'incontra

    inviato premendo quadrato per hackerare il Nexus5

  4. #4
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,915

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    Io invece, che ho un orientamento più sportivo, il cavallo vincente lo voglio vedere al traguardo ��

  5. #5
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,915

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    al momento pare che me la canto e me la suono da solo
    sono a pag 45 c.ca


    Il romanzo non mi sta convincendo appieno.
    Le primissime pagine si.. poi l'autore diventa ridondante! E l'ho capito che vuoi riabilitare la figura di tuo fratello! Eccheccaz basta! Vai a avanti!!

    La storia gira tutta su stessa.. anzi manco, gira tutta sull'omicio da parte dello Straniero! E la salma, e il corpo straziato, e le mancanze della polizia (o dell'autore), e il corpo ancora, e il proiettile, e il corpo l'ho già detto? All'eroe tutto il palcoscenico.. e a quel corpo? Non gliela vogliamo dare un po' di attenzione? [Si ok, con 45 pagine credo che ora tu abbiamo messo in pari, dai ]

    Mi piaceva l'idea del racconto partendo dalla fine.. ma PARTIAMO!



    note a favore ce ne sono èh, sia chiaro.
    Il romanzo è scritto bene, forse troppo. L'autore a volte si bea di se stesso con metafore e giri di parole aulici.. si capisce perfettamente che pure lui adora Camus e la lettura che ne dà è di sicuro intrigante. Cerca di caratterizzare la vita del suo protagonista con eventi che esulino il solo omicio, riscrive, anzi completa pure il finale de Lo Straniero ...e promette un mistero finale (!!) questo al momento mi basta per aver voglia di continuare a leggere.
    Ultima modifica di sava73; 12-10-15 alle 09:53:53

  6. #6
    La Borga L'avatar di bado
    Data Registrazione
    11-04-06
    Messaggi
    11,192

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    Inizio dicendo la mia su "Lo straniero".
    Innegabilmente il protagonista (indolente fino all'esasperazione) mi ha avvinto con uno strano insieme di fascino e fastidio.
    Credo di non aver odiato nessun personaggi di libro così tanto (se non forse l'eponimo "Bartleby lo scrivano" di Melville, un altro campione mondiale di assurda impassibilità), ma allo stesso tempo non riuscivo a resistere al controverso disagio angoscioso di chi si scopre nemico di se stesso.

    Su "Il caso Mersault" non prometto niente.
    Ho una decina di libri cartacei ancora intonsi che mi aspettano sul comodino (quelli nell'e-reader non li conto neanche).
    L'idea di spendere 16€ (o 9,90€ per l'ebook) in queste condizioni, non è cattiveria ma un po' mi scoccia.
    Vediamo.

  7. #7
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,915

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    ieri ho letto altri due capitoli.
    Non sono ancora a metà libro.

    Camus

    Qualcosina in piu' ci viene detta.
    Viene riscritto anche il finale de "Lo straniero" ... oddio, riscritto proprio no, ampliato.
    Pero' è esattamente quello che temevo nelle aspettative .. cioè che si appoggiasse troppo sull'originale cambiandolo. Non siamo ancora a questi livelli.. pero' io nei confronti del classico nutro un certo rispetto e non lo toccherei (letterariamente parlando) manco nelle virgole ...

    ..bon vediamo come procede.
    Intanto la sua bella disamina sul corpo l'ha fatta pure in questi due capitoli. EBBASTAH!

  8. #8
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,915

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    due giorni che leggo zero.
    E' anche un po' colpa del romanzo che non mi sta invogliando.. ma mi dico che no, no .. sono io che sono attratto piu' dai regolamenti dei GdT nuovi in arrivo da Essen appena conclusa

    Camus tu a che punto sei?
    Ti sto aspettando in pratica

  9. #9
    Shogun Assoluto L'avatar di Camus
    Data Registrazione
    24-09-01
    Località
    Corte Sconta
    Messaggi
    40,173

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    ottimo punto

    sono a metà dello straniero

  10. #10
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,915

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    finisci prima tu

  11. #11
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,915

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    e invece no.
    Complice una domenica uggiosa e una Lazio inguardabile ho finito prima io.


    Da metà in poi il romanzo acquista "ritmo". Il corpo dell'Arabo ( ) è sempre al centro di ogni discorso ma ormai ci ho fatto il callo. La storia non decolla mai. Ci si aspetta

    Spoiler:
    il morto


    alla metà del romanzo. Anzi, in pratica ce lo anticipa lui stesso all'inizio quandi spoiler di pura cortesia. E poi tutta una disamina e un parallelo (ma solo psicologico) con il capolavoro di Camus. Sono arrivato fino alla fine veocemente .. ma un po' di fatica nella lettura non la nascondo. (Come detto al Gatto: "Sì bel libro, ma non così bello da consigliarlo fra tanti").

    Alcune parti sono quasi auliche. L'autore stesso deve giustificarle in bocca ad un impiegato del catasto. Sono forse le piu' belle, quelle che colpiscono per passione ed evocatività (si potrà dire? ). Pero' purtroppo come da aspettative iniziali Daoud soccombe a Camus (vabbè non c'era sfida fin dall'inizio ). Non ho gradito la ri-scrittura del finale ad esempio (seppur necessaria a giustificare quello che poi potrebbe essere l'unica vera sorpresa in questo romanzo
    Spoiler:
    il fatto che Meursault sia ancora vivo e abbia scritto un romanzo.. e questo romanzo non è "lo Straniero" ma qualcosa che ci somiglia terribilmente
    ) Molto meglio invece la metafora politica. Un po' mèh il finale .. in cui forse l'autore si vergogna un po' di quanto fatto e a suo modo vuole metterci il dubbio su tutto il suo racconto ... espediente ingenuo.

    Nelle ultime pagine il parallelo diventa piu' serrato. Le citazioni piu' importanti. Il senso del tutto viene a scoprirsi. Esattamente come ne "Lo straniero". Apprezzabile.


    Se dovessi giudicare il romanzo adesso, prima di averlo digerito, direi che è uno sproloquio. Il vaneggiamento di un pazzo (il protagonista), ben reso .. coi suoi climax ma pure coi suoi momenti di lentezza, ridondanza, inesperienza narrativa. Un delerio che a volte raggiunge momenti intensi, ma piu' spesso ammorba. Ringrazio in ogni caso Olengard per avermelo consigliato ... letto "attaccato" a Lo Straniero sortisce il suo effetto, soprattutto la citazione dell'ultima pagina coglie particolarmente nel segno. Preso a se invece.... non mi sento proprio di rigirare il consiglio.

    Aspetto ancora un po' per un giudizio definitivo, aspetto Camus (quello ligure ) e le sue riflessioni del caso... pero' diciamo su aNobii sarebbero ***/5
    Ultima modifica di sava73; 19-10-15 alle 14:45:06

  12. #12
    Shogun Assoluto L'avatar di Camus
    Data Registrazione
    24-09-01
    Località
    Corte Sconta
    Messaggi
    40,173

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    Ho finito il libro domenica, ho fatto una fatica incredibile a finirlo, non posso dire che sia brutto però mi ha lasciato perplesso e infatti il commento mi ha richiesto un paio di giorni per digerirlo.

    Premessa sul giudizio: mi scuso con Sava per il ritardo nel post.

    Passiamo al commento: come da istruzioni ho riletto prima lo straniero di Camus, poi il caso e poi ho riletto lo straniero per un veloce controllo su una cosa che mi era venuta in mente.

    Per me il libro di Camus é un libro molto importante, non ho scelto il nick per lui, è stato uno dei primi libri (se non il primo) dove ho scoperto che in un libro i sentimenti scaturiti dalla lettura possono essere più importanti della storia, un libro dove la storia è banale ed anonima ma allo stesso tempo riesce colpire il lettore. (Credo, o forse ha colpito solo me ed io vi ho proiettato le mie turbe sul personaggio.)

    La forza dello straniero per me è questa. A livello narrativo il libro è banale, però è incredibile come una storia così piatta possa assorbire il lettore dentro di sé facendolo sentire isolato ed estraneo da tutto.

    Il problema di questo libro imho è quindi la scelta di legarsi ad un libro così forte.

    È possibile giudicare questo libro senza fare paralleli? È giusto?

    Io ci provo poi vediamo come ne esco.

    Anche se è una traduzione il libro è scritto bene, Daoud riesce a cambiare ritmo nella scrittura e quindi nella lettura, adatta il suo stile allo stato mentale e spirituale del protagonista.

    Alla fine del libro è molto difficile non aver capito i sentimenti del protagonista.

    E qui finiscono i miei sentimenti positivi ed iniziano le grane sia prendendo il libro da solo che in collegamento con lo straniero.

    Se con il personaggio di Camus sono riuscito ad immedesimarmi con quello di Daoud non sono riuscito ad avere nessun transfert emotivo, leggendo lo straniero sono riuscito a sentirmi estraneo a tutti, a dare un nome ad alcune sensazioni che si possono avere dentro, con questo libro invece pur capendo la solitudine del personaggio non sono riuscito a provare alcuna empatia, anzi a tratti ho provato insofferenza verso il protagonista.

    Ultima parte del commento ed è un'opinione del tutto personale, ho trovato assolutamente pretestuoso il collegamento con il romanzo di Camus.

    Artur/Albert nello straniero é indifferente a tutto, a tratti anche a sé stesso, vive, esiste, e solo alla fine capisce il senso della propria esistenza. Fino a quel momento però tutto gli estraneo.

    In questo libro se il finale ed il percorso sono simili, è il come si arrivi che fa tutta la differenza tra i due libri. Qui durante il tragitto il protagonista é insofferente a tutti e a tutto, se nel finale dello straniero il protagonista ha uno scatto d'ira contro il prete ma poi è pronto a ricevere l'odio della folla, qui invece il comportamento del protagonista è quasi nichilista o misantropo nell'odiare tutto e tutti.

    Prova della pretestuositá del collegamento con lo straniero è l'ossessione con cui il protagonista ci ripeta che nel libro di Camus suo fratello é identificato solo come l'arabo e ne faccia quasi un motivo culturale. Nel libro di Camus suo fratello non ha un nome, ma nemmeno il protagonista o sua madre lo hanno. Hanno un cognome e nulla più, del protagonista non ne conosciamo il nome e nonostante questo riesce ad essere un personaggio tridimensionale. Per Camus i nomi non sono importanti, non lo è nemmeno il protagonista ed è lo stesso per il lettore.

    Nel caso Meursalt invece nonostante il protagonista ci urli la sua indifferenza i suoi sentimenti non diventano reali ma riescono solo a descrivere lo stato del personaggio. Lo scrittore mi urla il nome del protagonista e del fratello ma per me sono irrilevanti.

    Entrambi i libri si basano su due morti. La prima è quella di un congiunto, la seconda è quella di un'estraneo che provoca nel protagonista una catarsi, e nel mezzo una storia d'amore, però se a livello strutturale i due romanzi sono simili, il come è diverso e fa tutta la differenza di questo mondo.

    Mi è piaciuto? No. É scritto bene? Sì. Sono contento di averlo letto? Sì. Perché allora non mi è piaciuto? Perché mi ha fatto apprezzare più lo straniero e così facendo mentre ho apprezzato l'universalità della storia di Camus mi ha fatto capire quanto fosse artificiale la storia di Daoud

  13. #13
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,915

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]



    cosa ti messo a cercare riprendendo in mano Lo Straniero?

  14. #14
    Shogun Assoluto L'avatar di Camus
    Data Registrazione
    24-09-01
    Località
    Corte Sconta
    Messaggi
    40,173

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    Citazione Originariamente Scritto da sava73 Visualizza Messaggio


    cosa ti messo a cercare riprendendo in mano Lo Straniero?
    il protagonista del caso è ossessionato dalla mancanza del nome del fratello, come se questa mancanza di identità dell'arabo si traslasse su di lui, ed alla fine su tutto il popolo algerino, e ne fa praticamente una questione sociale, come se l'arabo fosse solo l'arabo, non meritasse un'identità mentre i vari meursalt, cioè i vari francesi fossero tutti perfettamente identificati.

    Dopo il caso volevo capire se nello straniero questo sentimento fosse effettivamente riscontrabile nello straniero di camus o fosse solo una forzatura dello scrittore e per me è così.

    Camus utilizza i personaggi come se fossero delle maschere, ed allo stesso tempo priva quasi la storia di riferimenti spaziotemporali. Il protagonista ha solo un cognome che lo identifica a livello sociale ma non ha un nome che lo rende reale. La bravura di Camus sta proprio nel rendere reale il protagonista non attraverso le sue azioni o la sua caratterizzazione ma attraverso le sue riflessioni. Allo stesso modo la madre non ha un nome, il vicino ha solo un nome, idem la fidanzata.

    Daoud invece dà un nome all'arabo, dà un contesto sociale che però rendono meno universale il suo libro, più sociale ma anche più limitato. Noi sappiamo il nome del protagonista (haroun giusto ?) e quello del fratello, se ne inventa pure uno per Meursault però alla fine è inutile, il suo romanzo colpisce per il contrasto sociale tra algerini e francesi non per l'omicidio di Moussa da parte di un francese. Dovrebbe essere un libro su una possibile vendetta personale o almeno sociale però la scelta del mezzo alla fine finisce per fiaccare tutte e due nel confronto con lo straniero.

    Tu prendi il libro di camus, chiamare i protagonisti tizio, caio, mevio e sempronio ed il valore del libro non cambia di una virgola. Prendi il libro di Daoud, lo sposti dall'algeria e perde di senso, anche se sai come si chiamano i protagonisti
    Ultima modifica di Camus; 02-12-15 alle 16:29:29

  15. #15
    TGM Sparring SPIETATO L'avatar di sava73
    Data Registrazione
    03-02-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    34,915

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    capisco
    hai ragione.

    La tua analisi mi ha fatto ripensare a determinati momenti nella lettura e al momento.. mi sento di apprezzarlo ancora di meno.
    La lettura condivisa colpisce ancora

  16. #16
    Shogun Assoluto L'avatar di Camus
    Data Registrazione
    24-09-01
    Località
    Corte Sconta
    Messaggi
    40,173

    Predefinito Re: Il Caso Meursault passando per Camus... [Meeting Inside]

    Citazione Originariamente Scritto da sava73 Visualizza Messaggio
    capisco
    hai ragione.

    La tua analisi mi ha fatto ripensare a determinati momenti nella lettura e al momento.. mi sento di apprezzarlo ancora di meno.
    La lettura condivisa colpisce ancora
    imho è il solito discorso delle aspettative, per me ormai lo straniero non è un romanzo su un omicidio per Douad invece l'omicidio ha una valenza sociale.

    Ed anche sull'omicidio si può fare un parallelo tra i due romanzi, a Meursault chiedono perchè abbia preso una pausa tra il primo sparo e la raffica successiva, ad Haroun perchè abbia aspettato così tanto ad uccidere un francese.

    Boh, alla fine è evidente che Douad conosca benissimo Camus però mi dà rabbia che si focalizzi sulla cosa meno importante del romanzo, cioè la nazionalità della vittima.

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato