+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Vogatore a trazione “scandinava/latina”: tecnica corretta

  1. #1
    Moderatore nikonista L'avatar di Bobo
    Data Registrazione
    13-11-01
    Località
    Ravenholm
    Messaggi
    40,528

    Predefinito Vogatore a trazione “scandinava/latina”: tecnica corretta

    Ciao a tutti

    Non potendo, per varie ragioni, dedicarmi a palestra/piscina e volendo fare comunque qualcosa per perdere peso e tenere tonificato il corpo, ho preso ad inizio dicembre un vogatore.... anche un po in ottica del mantenermi un minimo allenato in vista della ripresa dell'attività in kayak tra qualche mese.

    E' un modello basico a pistone... questo qui per intenderci

    Un paio di anni fa ho avuto un piccolo infortunio al menisco destro... niente di eccessivo (è un po malconcio... l'ortopedico ha parlato di una "pizzicata") e la mia scelta è caduta sul vogatore anche perchè avevo letto che sollecita poco le articolazioni, a patto di usarlo correttamente (e qui casca l'asino, probabilmente).

    Ho cominciato a fare attività due/tre volte a settimana... diciamo una mezzoretta a botta, per un totale di 400-600 ripetizioni quasi al minimo livello di resistenza (2 su 12).

    La prima volta, dopo la seduta, ho cominciato a sentire fastidio al ginocchio destro... quello manconcio.
    Dalla volta successiva ho usato una ginocchiera a fascia che avevo, e non ho più avuto problemi.
    Tuttavia dopo qualche settimana ho cominciato a sentire un fastidio al ginocchio sinistro... mi son fatto segnare una visita di controllo, ma il sospetto è di una infiammazione al menisco interno.
    Ho approfittato delle feste per tenerlo a riposo, e dopo qualche giorno di antinfiammatori credo (spero) di essere sulla via della guarigione...

    Tutto questo per dire che probabilmente sto sbagliando qualcosa a livello di postura ed utilizzo.

    Prima di cominciare avevo cercato un po... il problema è che si trovano molti consigli sui vogatori a trazione centrale... molto meno per quelli con i bracci separati come il mio.
    All'epoca mi sono fatto guirare da questo video qui... in cui si usa un vogatore molto simile al mio.

    Cercando ora ho trovato una guida che sembra interessante... in cui si legge, tra i consigli generali:

    Tieni le ginocchia in linea con le caviglie. Se si allargano, potresti avere problemi a queste articolazioni.
    Forse ho sbagliato qui.

    Mi rendo conto della difficoltà di dare consigli di questo tipo da remoto, senza vedersi... ma avete qualche dritta in proposito?
    Tanto per evitare di ripetere gli stessi errori.

    Grazie mille

  2. #2
    Il Nonno L'avatar di -jolly-
    Data Registrazione
    19-04-10
    Messaggi
    5,787

    Predefinito Re: Vogatore a trazione “scandinava/latina”: tecnica corretta

    la posizione dei piedi e' regolabile?
    cioe' mi spiego ,puoi posizionare le punte in una posizione tipo orologio che segna le 11:05?
    se le punte dei piedi sono fisse e tendi a divaricare le ginocchia verso l'esterno durante il movimento hai una torsione innaturale di quest'ultime rispetto all'asse ideale, col tempo puo' portare ad una infiammazione se non peggio,la soluzione e' appunto poter divaricare le punte dei piedi in una posizione che segua la linea di divaricazione delle ginocchia, in caso contrario e la pedana non e' regolabile devi allora evitare la divaricazione delle ginocchia, punte dei piedi e rotule devono essere sempre allineate a costo di eseguire un movimento piu breve, se la macchina lo consente(dalla foto non riesco a capirlo,mavedo una specie di perno laterale che potrebbe consentirlo)allontana il max che puoi le pedane, per un piegamento ottimale delle ginocchia infatti l'ampiezza della posizione dei piedi dovrebbe essere il piu' possibile simile alla larghezza delle spalle o poco meno

  3. #3
    Moderatore nikonista L'avatar di Bobo
    Data Registrazione
    13-11-01
    Località
    Ravenholm
    Messaggi
    40,528

    Predefinito Re: Vogatore a trazione “scandinava/latina”: tecnica corretta

    Citazione Originariamente Scritto da -jolly- Visualizza Messaggio
    la posizione dei piedi e' regolabile?
    cioe' mi spiego ,puoi posizionare le punte in una posizione tipo orologio che segna le 11:05?
    se le punte dei piedi sono fisse e tendi a divaricare le ginocchia verso l'esterno durante il movimento hai una torsione innaturale di quest'ultime rispetto all'asse ideale, col tempo puo' portare ad una infiammazione se non peggio,la soluzione e' appunto poter divaricare le punte dei piedi in una posizione che segua la linea di divaricazione delle ginocchia, in caso contrario e la pedana non e' regolabile devi allora evitare la divaricazione delle ginocchia, punte dei piedi e rotule devono essere sempre allineate a costo di eseguire un movimento piu breve, se la macchina lo consente(dalla foto non riesco a capirlo,mavedo una specie di perno laterale che potrebbe consentirlo)allontana il max che puoi le pedane, per un piegamento ottimale delle ginocchia infatti l'ampiezza della posizione dei piedi dovrebbe essere il piu' possibile simile alla larghezza delle spalle o poco meno
    Allora... no, non è regolabile nè in larghezza (o meglio... giusto un minimo che ci sono dei distanziatori: l'ho già messo più largo che posso) nè in direzione.
    Le pedane sono abbastanza larghe che forse potrei mettere io il piede un po divaricato... ma dovrei provare e forse a quel punto non avrei una bella presa sui piedi.

    A questo punto direi che il problema è sicuramente questo... infatti credo di essermi beccato una bella infiammazione al ginocchio sinistro (che sta andando via... ma ancora non è tornato pienamente in forma).
    Quando tornerà a posto, vedo di ripetere gli esercizi piano piano e facendo molta più attenzione alla posizione delle ginocchia


    Grazie mille

  4. #4

    Lightbulb Re: Vogatore a trazione “scandinava/latina”: tecnica corretta

    Citazione Originariamente Scritto da Bobo Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti

    Non potendo, per varie ragioni, dedicarmi a palestra/piscina e volendo fare comunque qualcosa per perdere peso e tenere tonificato il corpo, ho qui xenical 120 mg prezzo preso ad inizio dicembre un vogatore.... anche un po in ottica del mantenermi un minimo allenato in vista della ripresa dell'attività in kayak tra qualche mese.

    E' un modello basico a pistone... questo qui per intenderci

    Un paio di anni fa ho avuto un piccolo infortunio al menisco destro... niente di eccessivo (è un po malconcio... l'ortopedico ha parlato di una "pizzicata") e la mia scelta è caduta sul vogatore anche perchè avevo letto che sollecita poco le articolazioni, a patto di usarlo correttamente (e qui casca l'asino, probabilmente).

    Ho cominciato a fare attività due/tre volte a settimana... diciamo una mezzoretta a botta, per un totale di 400-600 ripetizioni quasi al minimo livello di resistenza (2 su 12).

    La prima volta, dopo la seduta, ho cominciato a sentire fastidio al ginocchio destro... quello manconcio.
    Dalla volta successiva ho usato una ginocchiera a fascia che avevo, e non ho più avuto problemi.
    Tuttavia dopo qualche settimana ho cominciato a sentire un fastidio al ginocchio sinistro... mi son fatto segnare una visita di controllo, ma il sospetto è di una infiammazione al menisco interno.
    Ho approfittato delle feste per tenerlo a riposo, e dopo qualche giorno di antinfiammatori credo (spero) di essere sulla via della guarigione...

    Tutto questo per dire che probabilmente sto sbagliando qualcosa a livello di postura ed utilizzo.

    Prima di cominciare avevo cercato un po... il problema è che si trovano molti consigli sui vogatori a trazione centrale... molto meno per quelli con i bracci separati come il mio.
    All'epoca mi sono fatto guirare da questo video qui... in cui si usa un vogatore molto simile al mio.

    Cercando ora ho trovato una guida che sembra interessante... in cui si legge, tra i consigli generali:



    Forse ho sbagliato qui.

    Mi rendo conto della difficoltà di dare consigli di questo tipo da remoto, senza vedersi... ma avete qualche dritta in proposito?
    Tanto per evitare di ripetere gli stessi errori.

    Grazie mille
    Informazioni ripide, ma non ancora così chiaramente

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato