+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 10 di 10

Discussione: Magia e religione

  1. #1

    Predefinito Magia e religione

    Nella dinamica
    sociale del fenomeno religioso, magia e religione non solo sono figlie l'una
    dell'altra, ma sono anche profondamente interdipendenti, tanto che non si
    puo' ipotizzare l'esistenza di Magia senza quella di Religione e quella di
    Celebrazione senza quella di Rito.

    Il tutto puo' essere fatto risalire ai bui anni del Paleolitico, ben prima
    che un qualsiasi clero si appropriasse del concetto di Sacro, che in realta'
    non appartiene affatto al contesto clericale... Se qualcuno vuole dire la sua...

  2. #2
    Il Nonno L'avatar di Ph@ntom
    Data Registrazione
    03-11-01
    Località
    Milano
    Messaggi
    4,534

    Predefinito Re: Magia e religione

    Anni bui del paleolitico? Ma che stai a di'...

  3. #3

    Predefinito Re: Magia e religione

    [email protected] ha scritto sab, 19 marzo 2005 alle 22:11
    Anni bui del paleolitico? Ma che stai a di'...
    bell'intervento.

  4. #4
    Il Nonno L'avatar di Ph@ntom
    Data Registrazione
    03-11-01
    Località
    Milano
    Messaggi
    4,534

    Predefinito Re: Magia e religione

    cavallo goloso ha scritto dom, 20 marzo 2005 alle 13:20
    [email
    [email protected][/email] ha scritto sab, 19 marzo 2005 alle 22:11]Anni bui del paleolitico? Ma che stai a di'...
    bell'intervento.
    Grazie. Pensavo fosse stupido...

  5. #5

    Predefinito Re: Magia e religione

    Opinione Personale:

    Dato che Magia e Religione derivano entrambe dalla superstizione, la loro somiglianza è ovvia.

    Mosè che divide il Mar Rosso, Gesù che resuscita Lazzaro, o che cammina sulle acque: se non sono magie queste...

    Come le chiamano i Cristiani? Miracoli? Cioè Magie di matrice divina?
    Il concetto stesso di Dio ha un non so che di Magico...

  6. #6
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: Magia e religione

    BloodMoney ha scritto dom, 20 marzo 2005 alle 21:09
    Opinione Personale:

    Dato che Magia e Religione derivano entrambe dalla superstizione, la loro somiglianza è ovvia.

    Mosè che divide il Mar Rosso, Gesù che resuscita Lazzaro, o che cammina sulle acque: se non sono magie queste...

    Come le chiamano i Cristiani? Miracoli? Cioè Magie di matrice divina?
    Il concetto stesso di Dio ha un non so che di Magico...
    Beh, magari dopo essere andati un po' a Catechismo si capisce la differenza...

    D'altronde parli di opinione personale, quindi mi sembra che tu abbia affrontato il discorso con la dovuta umilta'...

    Mentre con Magia ci si riferisce a tante cose, con Religione ci si riferisce alla filosofia, alle tradizioni, al credo, che riguarda le domande che gli uomini si pongono sul senso della vita. E' la storia di un popolo, quello in cui crede, e non la superstizione, il suo fondamento. Altrimenti credo faticheresti a spiegarti perche' tanti scienziati sono credenti, e non rinnegano ne' la fede, ne' la ragione.

    Michele

  7. #7

    Predefinito Re: Magia e religione

    michy79 ha scritto lun, 21 marzo 2005 alle 12:12
    Beh, magari dopo essere andati un po' a Catechismo si capisce la differenza...
    Ho fatto 5 anni di elementari dalle suore, almeno 1 anno di catechismo, e almeno 1 anno da chierichetto.
    Poi vari ragionamenti e considerazioni personali mi hanno allontanato dalla religione cristiana cattolica.

    Quote:
    D'altronde parli di opinione personale, quindi mi sembra che tu abbia affrontato il discorso con la dovuta umilta'...
    Sono contento che questo si sia capito

    Quote:
    Mentre con Magia ci si riferisce a tante cose, con Religione ci si riferisce alla filosofia, alle tradizioni, al credo, che riguarda le domande che gli uomini si pongono sul senso della vita. E' la storia di un popolo, quello in cui crede, e non la superstizione, il suo fondamento. Altrimenti credo faticheresti a spiegarti perche' tanti scienziati sono credenti, e non rinnegano ne' la fede, ne' la ragione.

    Michele
    Mi sono spiegato male.
    Questa è sempre un'opinione personale.
    L'aspetto della religione che paragono alla magia sono i miracoli.
    I miracoli, esattamente come la magia (se quest'ultima esistesse), sono qualcosa di non spiegabile scientificamente.
    La resurrezione di Lazzaro è un miracolo, così come la divisione dei pani e dei pesci, le piaghe d'Egitto, la Sacra Sindone, la Pentecoste.
    La differenza fondamentale tra miracolo e magia è che per il primo l'autore è Dio, per il secondo l'uomo; ecco perchè la magia viene demonizzata dalla chiesa: in essa viene visto lo stesso peccato che fu sia di Lucifero che di Adamo, voler essere come Dio.

    Che la religione sia anche filosofia lo so: dopotutto comprendo rispetto e condivido la filosofia cristiana ("Ama il prossimo tuo come te stesso"), non ne condivido la caratterizzazione divina.

    Il rapporto tra religione e superstizione era già stato trattato in un altro topic, magari scrivo la mia opinione in quello (ma un'altra volta, ora ho un po' sonno )

  8. #8
    Shogun Assoluto L'avatar di skywolf
    Data Registrazione
    22-12-03
    Località
    ROMA CAPODIMONTE
    Messaggi
    46,077

    Predefinito Re: Magia e religione

    [email protected] ha scritto sab, 19 marzo 2005 alle 22:11
    Anni bui del paleolitico? Ma che stai a di'...
    ha ragione lui phantom, mica c'era la corrente nel Paleolitico...

  9. #9
    Shogun Assoluto L'avatar di skywolf
    Data Registrazione
    22-12-03
    Località
    ROMA CAPODIMONTE
    Messaggi
    46,077

    Predefinito Re: Magia e religione

    A me pare -ateisticamente- ovvio che la differenza fra magia e miracolo e' che il miracolo e' la magia di dio.

    Razionalmente, si puo' pensare che la magia sia nata per la "confusione di un legame ideale con uno reale" (Frazer, se nn erro), che ha portato l'uomo primitivo (ma non solo ) ad ideare dei riti coi quali propiziarsi le forze della natura.

    Probabilmente ben presto i + svegli devono essersi accorti che la cosa nn funzionava poi sempre... il che e' grave per la MAGIA appunto, xke' fra essa e la "risposta" della natura deve sussistere una logica relazione di causa-effetto. Una o due volte ci si puo' scusare che il rito nn e' stato eseguito nel modo corretto, ma poi...

    ...poi, grossi guai per i gran sacerdoti

    Ad un certo punto pero' l'uomo invento' dio: e questo tolse i grandi sacerdoti dall'imbarazzo in cui dovevano trovarsi: la magia diventava nn + un modo per ingraziarsi le forze della natura, ma un modo x ingraziarsi le divinita' le quali a loro volta controllavano le forze della natura.
    Vantaggio palese: le divinita' hanno una personalita' dunque le si puo' si' pregare, ma nn si puo' pretendere nulla da loro, hanno una volonta' propria, dunque se il rito nn funziona... ci si possono inventare mille scuse, prima fra tutte la presenza di empi peccatori fra il popolo. Carestia, siccita', pestilenze... acquisivano cosi' un significato pieno. Grossa soddisfazione anche teologica...


  10. #10
    L'Onesto L'avatar di -Kshatriya-
    Data Registrazione
    14-06-06
    Località
    Nel Tutto
    Messaggi
    1,288

    Predefinito Re: Magia e religione

    Cito da un libro
    Quote:
    A parte gli indirizzi operativi, riferentisi sempre all'Alta Magia, non a quella deteriore, superstiziosa e popolaresca, viene tratteggiata anche la concezione magica dell'uomo e del mondo. Per magia intedendosi essenzialmente un atteggiamento attivo e affermativo nel campo spirituale[...]
    Cito ancora un'altro
    Quote:
    I tre oppressi mi guardarono come un uccello di forme stra*ne. Capivano e aspettavano che continuassi. Ma l'ospite, il meno sapiente, soggiunse:
    — E tu finora non hai fatto propaganda di magìa?
    — Sì, ma esplicandola come concezione antica in rapporto alle conoscenze modernamente diffuse, e anche perché non pote*vo battezzare con un nome diverso, un nome che non esiste, una scienza o un gruppo di scienze che mirano alla integrazione dei grandi poteri umani nell'età moderna.[...]
    E sempre da questo
    Quote:
    Magia, che sarebbe prettamente classica, suona male a molti orecchi che aborrono l'antico, specie perché della parola se ne è abusato. Sostituiamola con due parole che la spiegano, chiamia*mola scienza integrale.
    Integrare significa rendere intiera o perfetta.
    Integrazione è il metodo complementare per rendere la scien*za, che officialmente si insegna nelle università, completa con lo studio e la conoscenza delle forze latenti nella natura e nel*l'uomo.
    Quindi scienza integrale della natura obiettiva, magia natu*rale, e scienza integrale umana, che è la magia divina, perché ri*sveglia ed esercita e sviluppa in noi gli attributi che l'ignoranza ha finora attribuito agli dii.

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato