+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 25 di 29

Discussione: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

  1. #1
    keiser
    ospite

    Predefinito [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Ci sono invenzioni che, pur essendo utili, intelligenti e comode, semplicemente non funzionano. Spesso è difficile capire perchè non hanno avuto il successo che sulla carta tutti si aspettavano. Quello degli eBook è uno dei casi più lampanti: un paio di anni fa o giù di lì venivano descritti come il futuro dell'editoria, qualcosa destinato a soppiantare definitivamente la carta stampata: gli editori sono corsi ai ripari offrendo versioni elettroniche di (parte dei) loro cataloghi a prezzi abbordabili, qualche scrittore più o meno famoso, attratto dal miraggio di un successo planetario, ha firmato romanzi in formato esclusivamente elettronico (cito giusto Stephen King e il suo Riding the Bullet - anche se in questo caso, di ulteriore successo non ne aveva proprio bisogno), e molti produttori hanno sfornato piccoli pseudo-palmari che permettevano di leggere i libri elettronici. Io stesso ne possiedo uno, comprato negli Stati Uniti, sull'onda dell'entusiasmo, e che ora giace piuttosto impolverato sulla mia scrivania per mancanza di supporto software.
    Cosa è successo? È successo che l'eBook, tanto per essere chiari, non se l'è filato quasi nessuno. Ci si è accorti che, alla fine, la gente preferisce ancora andare in libreria, annusare l'odore della carta, sfogliare le pagine con le dita, tenere in mano un oggetto più pesante ma più "tradizionale". Le cifre, almeno negli Stati Uniti, parlano chiaro: mezzo milione di eBook venduti contro un miliardo e mezzo di libri normali (stime della Ipsos-Insight, società di ricerca di Chicago), dal 1995 al 2002.
    E così succede che la Barnes & Noble, una delle maggiori case editrici del mondo, ha chiuso i battenti del suo eBook store; che Palm, Microsoft, Adobe e Amazon.com, pur continuando a supportare il formato, non hanno pianificato - nel breve periodo - grossi investimenti nel settore. E che Stephen King ha deciso di far stampare su carta il suo racconto elettronico.

  2. #2
    Lo Zio L'avatar di j0k3r1976
    Data Registrazione
    09-11-02
    Località
    Dentro Jessica Biel
    Messaggi
    2,708

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Azz, sono il primo a replicare

    Questo della lettura è un problema che spesso ho avuto, perchè fino a poco tempo fa per studio, ed ora per lavoro / diletto, spesso mi trovo a consultare manuali; altrettanto spesso mi capita di riflettere su come sia affascinante nonchè problematico il supporto cartaceo (sono laureato in informatic e quando devo mettere le mani su qualcosa sono quasi sempre manualoni di n*1000 pagine, con n intero a piacere ).

    Ma c'è un altro contesto nel quale letteralmente rimpiango l'e-book: la lettura a letto !!!

    Cacchio è roba da circo: facciata destra letta su fianco destro, facciata sinistra su fianco sinistro, paio di pagine pancia all'aria e intervallo pancia in giù, un manicomio.


    Per concludere, in realtà non mi aspettavo un particolare successo degli e-book, ma ho sempre pensato che il miglior modo per diffonderli sarebbe stato vendere accanto ad OGNI pubblicazione cartacea la controparte elettronica, questo avrebbe suscitato curiosità.....che è quella che poi uccise il gatto no ?

  3. #3
    Shogun Assoluto L'avatar di Mithrandir
    Data Registrazione
    28-04-03
    Località
    Reginasirarefà
    Messaggi
    26,019

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Sono un informatico anche io, ho anche io a che fare spesso con libri di n*1000 pagine, e ovviamente in questi casi quando dispongo di una versione elettronica del testo ne sono molto felice.
    In qualsiasi altro caso, però, quando la lettura deve essere un diletto, considero un delitto (non mi è venuta di proposito) utilizzare un eBook.
    Innanzitutto per quanto si dica il contrario non sono pratici...bisognerebbe avere un supporto per la lettura destinato a questo scopo particolare, che di solito tende ad assomigliare cmq ad un normale libro, proprio per riprenderne la praticità.
    A questo aggiungiamo le batterie, il fatto che non lo si può portare ovunque, visto che comunque è un apparecchio delicato e costoso, e non mi sognerei mai, ad esempio di portarmelo in spiaggia d'estate...

    Inoltre, anche se qui io credo di essere un estremista, quando leggo un libro devo sentire l'odore fresco di stampa, quel tipico odore da libreria, senza il quale non mi sentirei a mio agio. Io riesco difficilmente a leggere un libro se non è nuovo...o comunque tenuto in perfette condizioni...

    Riguardo alla famigerata lettura a letto, anche nel caso dell'eBook è necessario trovare una posizione comoda, gli eBook risolvono i problemi di spazio, con la possibilità di portare con se anche decine di libri in tasca...non sono certo più comodi. Personalmente ho risolto il problema dopo anni di esperienza, e ho trovato una posizione stranissima ma che mi stanca il meno possibile (non pensate chissà cosa)

    Gli eBook se vogliono, possono prendersi il loro successo, ma se mi eliminano la carta stampata, io faccio una strage, so' fondamentalista.

  4. #4
    dekuius
    ospite

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Un altro fatto e'che IMHO la carta e'"creativa" cioe'se devo meditare su un testo, analizzarlo, ridurlo od ampliarlo non riesco a fare a meno della carta e degli appunti a margine ma forse e'un'impressione soggettiva...

  5. #5

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Questo scarso successo degli e-book secondo me non è una nota positiva. Purtroppo non ho mai avuto la possibilità di provarli. Però credo che, per loro natura, la praticità di portarsi dietro un numero potenzialmente enorme di libri in pochissimo spazio compensi lo svantaggio delle batterie (si possono sempre avere una scorata di pile ricaricabili o magari si potrebbe idearne una versione con celle fotovoltaiche, similmente a quelle delle calcolatrici). Inoltre la mia impressione, ma potrei anche sbagliarmi, è che il formato leggero e compatto sia anche piuttosto comodo da utilizzare per leggere in tutte le condizioni (a parte vicino ad acqua o altro che possa rovinare lo strumento).
    L'unico vero limite che mi viene in mente è la qualità del video per le immagini. Finchè si tratta di testo non ci sono problemi, ma quando si tratta di visualizzare schemi, immagini complesse e particolareggiate, o perchè no, delle belle illustrazioni che accompagnano diversi libri (romanzi, ma anche libri dedicati espressamente ad immagini tipo quelli sugli aerei, tanto per fare un esempio), il dubbio mi resta.
    Spero comunque che si tratti solo di una questione di tempo, di alfabetizzazione informatica e di abitudine al supporto. Mi auguro un futuro decisamente più roseo per l'e-book.

    PS: anch'io per studi e lavoro posso essere classificato come "informatico"

  6. #6

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Io sono un ingegnere elettronico con la passione per la programmazione e l'informatica, ma per quanto apprezzi i contenuti multimediali, neanche io ho mai creduto negli eBook.

    Spesso addirittura, pur possedendo un libro in formato elettronico, me lo vado a comprare in forma cartacea perchè mi sento più a mio agio.

    Similmente, quando mi vengono spediti documenti in formato elettronico (di modeste dimensioni s'intende) non ci penso due volte a stamparlo per leggerlo comodamente su carta.

    La nostra cultura è talmente fondata sul concetto di libro in forma cartacea, che è praticamente impossibile farci abituare ad un altro mezzo.

    In effetti gli eBook non sono un'invenzione totalmente inutile (ad esempio per i manualoni di 1000 pagine), ma mi sembra totalmente assurdo pretendere di fruire di un romanzo attraverso il display di un computer.

  7. #7
    La Borga L'avatar di Kyo Kusanagi
    Data Registrazione
    21-02-02
    Località
    Firenze Lampredotto City
    Messaggi
    14,806

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Nonostante anche io lavori nel campo dell informatica non ho mai avuto un Ebook Reader solo un palm di cui riconosciuta l inutilità per me mi sono sbarazzato.
    Non leggerei mai un Ebook nemmeno per scherzo, sono uno di quelli che scava in fondo per cercare la copia tenuta meglio in libreria a volte penso che sarei anche in grado di comprare un libro solo per la copertina.
    In questo caso è chiaro che il Marketing è stato fallimentare e forse qualcuno ha voluto vendere la pelle dell' orso prima di catturarlo.
    Un pò come il frigo High Tech o la Cucina super tecnologica che tutti gli anni ad eventi come Smau e simili ci vengono fatti vedere e ci viene assicurato che il prossimo anno sarà nella casa di tutti

  8. #8
    Il Fantasma L'avatar di ste
    Data Registrazione
    25-06-01
    Località
    Milano
    Messaggi
    128

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Utilizzo spesso il Palm per leggere dei libri, soprattutto in inglese. Il formato elettronico hai i suoi pro (ricercabilità, assenza di ingombro e peso, economicità) e i suoi contro (mancanza di fisicità del libro, abitudine alla carta, scomodità del reader). Non sono un feticista, ma ammetto che vedere gli scaffali pieni di libri già letti, poterne prenderli in mano, sfogliarli... ha il suo fascino; d'altra parte avere a disposizione la traduzione di una parola tramite un doppio click non è affatto male.

    Secondo me le case editrici non si sono mosse nella maniera giusta per la promozione dell'ebook. Avessero messo in vendita nelle librerie un lettore entry-level di ebook a bassissimo prezzo (magari a prezzo di costo) abbinato a qualche best-seller, molta gente si sarebbe incuriosita e vi si sarebbe avvicinata.
    La successiva disponibilità di titoli in formato elettronico più economici della controparte cartacea avrebbe potuto fare il resto: una volta che molta gente avesse posseduto il lettore e ci si fosse già impratichita, il più sarebbe stato fatto. Le spese per la diffusione dei lettori si sarebbero recuperate con la ben più elevata redditività dei libri elettronici (niente stampa, niente distribuzione). Non dico che per l'ebook sarebbe stato un successo assicurato, anzi, la strategia sarebbe stata rischiosa, ma almeno avrebbe avuto una chance.

    La situazione attuale invece presenta lettori costosissimi e probabilmente senza futuro, una babele di formati proprietari differenti e incompatibili, scarsità di titoli... chi me lo fa fare di buttarci soldi? Meglio un bel libro di carta.

  9. #9
    Shogun Assoluto L'avatar di Mithrandir
    Data Registrazione
    28-04-03
    Località
    Reginasirarefà
    Messaggi
    26,019

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    mi fa piacere vedere che noi del settore rimaniamo legati ai bravi vecchi libri stampati...è bello leggere questi post!!

  10. #10

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Non vorrei sembra quella che detta le leggi universali, ma ci voleva poi tanto a capire che gli e-book commercialmente non funzionano? Che è impossibile soppiantare l'uso di un oggetto immutato da più di mille anni?
    Qualsiasi persona con un'infarinatura di sociologia riuscirebbe a capirlo.
    Scusate ma non riesco proprio a concepire come delle aziende anche grandi, con esperti di marketing e pubblicitari interni, possano prendere fregature simili...
    Ciao e a presto!!

    :>Nime

  11. #11
    Il Fantasma L'avatar di ste
    Data Registrazione
    25-06-01
    Località
    Milano
    Messaggi
    128

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Nime ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 13:49
    ma ci voleva poi tanto a capire che gli e-book commercialmente non funzionano? Che è impossibile soppiantare l'uso di un oggetto immutato da più di mille anni?
    Anche il cavallo era usato da più di mille anni come mezzo di locomozione, eppure è stato soppiantato.

  12. #12
    keiser
    ospite

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Lone Wolf MHIML ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 11:56
    la praticità di portarsi dietro un numero potenzialmente enorme di libri in pochissimo spazio compensi lo svantaggio delle batterie
    purtroppo questo è uno dei più diffusi luoghi comuni sull'eBook (te lo perdono solo perchè hai ammesso di non averne mai usato uno ), spacciato per uno dei suoi innumerevoli vantaggi, ma che alla fine non "paga" più di tanto rispetto alla carta. quanti libri leggete contemporaneamente? io solo uno...

  13. #13
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    12-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    ge-hunter ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 12:07
    Spesso addirittura, pur possedendo un libro in formato elettronico, me lo vado a comprare in forma cartacea perchè mi sento più a mio agio.
    Io avevo Thinking in Java in formato elettronico, e l'ho stampato perché costava un pacco... 500 pagine circa, un malloppone impressionante. Poi a rilegarlo mi hanno fatto storie con la faccenda dei diritti d'autore, erano sordi alle spiegazioni che si tratta di un libro non solo cartaceo, ma anche consultabile interamente in internet...

    Però adesso ho il portatile nuovo, con 4 ore di autonomia e finalmente nessuna lentezza a consultare .pdf... fosse adesso non lo ristamperei e lo leggerei direttamente qui. E a dirla tutta la mia camera sta traboccando di riviste e libri, se potessi piazzarli tutti in un paio di dvd sarei la persona più felice del mondo.
    TGM mi piace leggerlo cartaceo la prima volta, ma mi farebbe comodo averlo digitale per le consultazioni successive (Disclaimer: questa è un'imbeccata per la redazione )... tanto stanno tutti lì a riempirmi la libreria di casa inutilmente, visto che a casa ci sto poco.

  14. #14
    Il Fantasma L'avatar di ste
    Data Registrazione
    25-06-01
    Località
    Milano
    Messaggi
    128

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    keiser ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 13:58
    quanti libri leggete contemporaneamente? io solo uno...
    Però magari mentre va in treno uno studente può avere contemporaneamente con sè un romanzo, un dizionario, un paio di quotidiani, 4 libri di testo... tutto allo stesso peso. Comunque concordo, non è un vantaggio così fondamentale.

  15. #15

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    x il Niubbi:
    Scusa ma il tuo paragone non sta in piedi, per tutta una serie di fattori sociali e culturali.
    La gente associa automaticamente e fin dall'infanzia il libro con una serie di stimoli fisici e di valenze simboliche, cosa che l'e-book non ha.
    L'esempio che fai tu, cavallo vs automobile, è un avanzamento tecnologico che non lascia scelte: o così o non sei competitivo sul mercato. Inoltre devi contare che il principio su cui si basa l'automobile ha rivoluzionato molti altri settori della tecnologia, mentre l'e-book è solo un derivato di una tecnologia già in uso e che si evolve verso tutt'altri obbiettivi.
    Spero che ora il concetto che volevo esprimere sia + chiaro.

    :>Nime

  16. #16
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    12-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    keiser ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 13:58
    Lone Wolf MHIML ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 11:56
    la praticità di portarsi dietro un numero potenzialmente enorme di libri in pochissimo spazio compensi lo svantaggio delle batterie
    purtroppo questo è uno dei più diffusi luoghi comuni sull'eBook (te lo perdono solo perchè hai ammesso di non averne mai usato uno ), spacciato per uno dei suoi innumerevoli vantaggi, ma che alla fine non "paga" più di tanto rispetto alla carta. quanti libri leggete contemporaneamente? io solo uno...
    Io anche 2, se uno è "leggero" e l'altro "impegnato". Il fatto è che è abbastanza stupido limitarsi ai libri, non vi pare? Se esistessero riviste e giornali disponibili in quel formato non sareste già più interessati? Uno alla mattina si scarica il giornale nel suo e.book e se lo legge in autobus. Se non lo finisce un giorno (magari l'inserto "cultura") può portarselo dietro quello successivo senza fare la figura dello strillone.
    Per non parlare del fatto che sarebbe comodo avere sempre dietro un vocabolario e un dizionario, agenda eccetera. Insomma, gli e.book devono essere soppiantati dai palmari?

  17. #17
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    12-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    ste ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 14:05
    keiser ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 13:58
    quanti libri leggete contemporaneamente? io solo uno...
    Però magari mentre va in treno uno studente può avere contemporaneamente con sè un romanzo, un dizionario, un paio di quotidiani, 4 libri di testo... tutto allo stesso peso. Comunque concordo, non è un vantaggio così fondamentale.
    Va detto che nel mio caso un e.book non mi servirebbe a nulla, visto che in genere mi serve avere dietro il portatile.
    Per la parte hardware sono scettico (se non fanno le veci anche dei palmari), ma per quella software sono speranzoso.

  18. #18
    La Borga L'avatar di Kyo Kusanagi
    Data Registrazione
    21-02-02
    Località
    Firenze Lampredotto City
    Messaggi
    14,806

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    ste ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 13:52
    Nime ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 13:49
    ma ci voleva poi tanto a capire che gli e-book commercialmente non funzionano? Che è impossibile soppiantare l'uso di un oggetto immutato da più di mille anni?
    Anche il cavallo era usato da più di mille anni come mezzo di locomozione, eppure è stato soppiantato.
    E poi sai che aroma tutte le volte che entravo nel parcheggio aziendale

  19. #19
    Il Fantasma L'avatar di ste
    Data Registrazione
    25-06-01
    Località
    Milano
    Messaggi
    128

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Nime ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 14:07
    x il Niubbi:
    Oh, niubbi a chi??
    Quote:

    Scusa ma il tuo paragone non sta in piedi, per tutta una serie di fattori sociali e culturali.
    La gente associa automaticamente e fin dall'infanzia il libro con una serie di stimoli fisici e di valenze simboliche, cosa che l'e-book non ha.
    Beh, certo, questo è perché l'ebook non se lo fila nessuno. Per un bambino che nascesse in un futuro dove l'ebook è di casa questa considerazione non varrebbe.
    Quote:


    L'esempio che fai tu, cavallo vs automobile, è un avanzamento tecnologico che non lascia scelte: o così o non sei competitivo sul mercato. Inoltre devi contare che il principio su cui si basa l'automobile ha rivoluzionato molti altri settori della tecnologia, mentre l'e-book è solo un derivato di una tecnologia già in uso e che si evolve verso tutt'altri obbiettivi.
    Spero che ora il concetto che volevo esprimere sia + chiaro.

    :>Nime
    Boh. Io penso che ora come ora non ci siano le condizioni sufficienti per cavalcare l'ebook sperando in un successo commerciale, ma non lo escludo nei prossimi anni. Prova solo a pensare quante possibilità ti darebbe un ebook collegato ad internet - chessò - in UMTS, tramite il quale puoi navigare, leggere la posta ovunque tu sia, comprare e leggere il tuo quotidiano preferito, leggere i tuoi libri, fare ricerche su quello che stai leggendo... Uno strumento del genere ha molto potenziale.
    Se questo aggeggio costasse come un cellulare di fascia bassa e la disponibilità di contenuti fosse sufficientemente ampia e a buon mercato, secondo me avrebbe successo. Ovvio che oggi non è così, ma chissà.

  20. #20

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    ste ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 11:52
    Nime ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 13:49
    ma ci voleva poi tanto a capire che gli e-book commercialmente non funzionano? Che è impossibile soppiantare l'uso di un oggetto immutato da più di mille anni?
    Anche il cavallo era usato da più di mille anni come mezzo di locomozione, eppure è stato soppiantato.
    In effetti, hai forse ragione anche tu. Il problema è che non è stato ancora introdotto un degno sostituto del libro. Chissà se introducesserò una tecnologia all'altezza, forse sarei disposto a rinunciare a certi testi in formato cartaceo. Libri di testo, manuali e simili sarebbero i primi a sparire (o diminuire al limite) in tal caso.

    Leggere per diletto però è un altro discorso. Infatti i fantini esistono ancora...

  21. #21

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    ste ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 13:15
    Secondo me le case editrici non si sono mosse nella maniera giusta per la promozione dell'ebook. Avessero messo in vendita nelle librerie un lettore entry-level di ebook a bassissimo prezzo (magari a prezzo di costo) abbinato a qualche best-seller, molta gente si sarebbe incuriosita e vi si sarebbe avvicinata.
    La successiva disponibilità di titoli in formato elettronico più economici della controparte cartacea avrebbe potuto fare il resto: una volta che molta gente avesse posseduto il lettore e ci si fosse già impratichita, il più sarebbe stato fatto. Le spese per la diffusione dei lettori si sarebbero recuperate con la ben più elevata redditività dei libri elettronici (niente stampa, niente distribuzione). Non dico che per l'ebook sarebbe stato un successo assicurato, anzi, la strategia sarebbe stata rischiosa, ma almeno avrebbe avuto una chance.
    Concordo.

  22. #22

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    keiser ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 13:58
    Lone Wolf MHIML ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 11:56
    la praticità di portarsi dietro un numero potenzialmente enorme di libri in pochissimo spazio compensi lo svantaggio delle batterie
    purtroppo questo è uno dei più diffusi luoghi comuni sull'eBook (te lo perdono solo perchè hai ammesso di non averne mai usato uno ), spacciato per uno dei suoi innumerevoli vantaggi, ma che alla fine non "paga" più di tanto rispetto alla carta. quanti libri leggete contemporaneamente? io solo uno...
    Se si tratta di libri di narrativa ovviamente soltanto uno (o un paio al massimo). Mi riferivo alla possibilità di portarsi dietro un po' tutto quello che può essere utilizzabile: un romanzo, vari manuali, opere saggistiche e di consultazione, insomma molti libri che non vanno letti dall'inizio alla fine, ma consultati nel momento del bisogno e che tutti insieme ti occuperebbero una mezza valigia, o anche una intera

  23. #23

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    StM ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 14:02
    ge-hunter ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 12:07
    Spesso addirittura, pur possedendo un libro in formato elettronico, me lo vado a comprare in forma cartacea perchè mi sento più a mio agio.
    Io avevo Thinking in Java in formato elettronico, e l'ho stampato perché costava un pacco... 500 pagine circa, un malloppone impressionante. Poi a rilegarlo mi hanno fatto storie con la faccenda dei diritti d'autore, erano sordi alle spiegazioni che si tratta di un libro non solo cartaceo, ma anche consultabile interamente in internet...

    Però adesso ho il portatile nuovo, con 4 ore di autonomia e finalmente nessuna lentezza a consultare .pdf... fosse adesso non lo ristamperei e lo leggerei direttamente qui. E a dirla tutta la mia camera sta traboccando di riviste e libri, se potessi piazzarli tutti in un paio di dvd sarei la persona più felice del mondo.
    TGM mi piace leggerlo cartaceo la prima volta, ma mi farebbe comodo averlo digitale per le consultazioni successive (Disclaimer: questa è un'imbeccata per la redazione )... tanto stanno tutti lì a riempirmi la libreria di casa inutilmente, visto che a casa ci sto poco.
    Concordo su tutto.
    PS OT: Bella idea la tua sign sull'esorcista su Italia1

  24. #24

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    StM ha scritto mer, 17 settembre 2003 alle 14:10

    Io anche 2, se uno è "leggero" e l'altro "impegnato". Il fatto è che è abbastanza stupido limitarsi ai libri, non vi pare? Se esistessero riviste e giornali disponibili in quel formato non sareste già più interessati? Uno alla mattina si scarica il giornale nel suo e.book e se lo legge in autobus. Se non lo finisce un giorno (magari l'inserto "cultura") può portarselo dietro quello successivo senza fare la figura dello strillone.
    Per non parlare del fatto che sarebbe comodo avere sempre dietro un vocabolario e un dizionario, agenda eccetera. Insomma, gli e.book devono essere soppiantati dai palmari?
    Concordo anche qui.

  25. #25
    Il Puppies L'avatar di Mech
    Data Registrazione
    19-06-03
    Località
    Sesto
    Messaggi
    503

    Predefinito Re: [17/09/2003] Ascesa e declino degli eBook

    Ho letto qualcosa a riguardo, un pò di tempo fa.
    Sembra che il problema non sia dipeso, tanto, dagli acquirenti, ma dai produttori di E-Book.
    Mi spiego : come tutte le cose, tanto più si può mangiare nello stesso piatto, tanto meglio.
    L'hardware ha il suo costo, in più il costo dei libri era quasi pari all'equivalente cartaceo; in quanto, tra licenze per il software, diritti agli autori, soldi alle case editrici, sistemi antipirateria( si avete capito bene, la filosofia era quella che l'E-Book acquiatato poteva essere installato e letto da un solo autore), era un magna magna.

    Chi doveva comprare un libro era ovvio che comprasse una versione cartacea, anche perchè, volendo, era prestabile se non rivendibile.

    Ciao

+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato