+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 25 di 63

Discussione: Topic Ufficiale sull'8 per mille

  1. #1
    Sbonk
    ospite

    Predefinito Topic Ufficiale sull'8 per mille

    avete visto "report" su rai3 di ieri sera? la parte sull' 8 per mille è stata scioccante... mi ha fatto rabbrividire vedere craxi con un prelato qualsiasi e la ripartizione dell' 8 per mille. Sempre più mafia e chiesa...

    EDIT: ho editato il titolo per facilitare la lettura (Michele)

  2. #2
    Shogun Assoluto L'avatar di skywolf
    Data Registrazione
    22-12-03
    Località
    ROMA CAPODIMONTE
    Messaggi
    46,077

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    Sbonk ha scritto lun, 16 maggio 2005 alle 15:31
    avete visto "report" su rai3 di ieri sera? la parte sull' 8 per mille è stata scioccante...

    tutte cose arcinote


    Quote:

    mi ha fatto rabbrividire vedere craxi con un prelato qualsiasi e la ripartizione dell' 8 per mille. Sempre più mafia e chiesa...

    veramente e' roba vecchia....
    e' del 1984...


    (...ehi ma... Orwell )

  3. #3
    Il Nonno L'avatar di Ergo The Elf
    Data Registrazione
    07-12-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    7,828

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    skywolf ha scritto lun, 16 maggio 2005 alle 15:33

    Quote:

    mi ha fatto rabbrividire vedere craxi con un prelato qualsiasi e la ripartizione dell' 8 per mille. Sempre più mafia e chiesa...

    veramente e' roba vecchia....
    e' del 1984...
    Eh sì, le cose son cambiate profondamente da allora








  4. #4
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    19-03-04
    Messaggi
    34,409

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    Mi raccomando, non lasciate MAI in bianco la casellina dell'8 per mille, col sistema di distribuzione dei soldi in pratica in questo modo arrivano centinaia di miliardi alla Chiesa, che poi, in barba alle pubblicità, ne destina meno del 20% per i poveri. Invece tutti quei soldi che con l'8 per mille vanno allo Stato vengono investiti in beneficenza.

  5. #5
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    Caro Para Noir,

    ti invito motivare la tua posizione (magari citando delle fonti) perche' reputo poco leale citare dei numeri che non hanno fondamento (imho).

    Credi che se paghi uno stipendio ad una suora che cura i poveri tu non stai spendendo per i poveri?
    O se costruisci una casa dove ospitare i senza tetto non stai spendendo per i poveri?

    Michele

  6. #6
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    19-03-04
    Messaggi
    34,409

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    michy79 ha scritto lun, 16 maggio 2005 alle 19:43
    Caro Para Noir,

    ti invito motivare la tua posizione (magari citando delle fonti) perche' reputo poco leale citare dei numeri che non hanno fondamento (imho).

    Credi che se paghi uno stipendio ad una suora che cura i poveri tu non stai spendendo per i poveri?
    O se costruisci una casa dove ospitare i senza tetto non stai spendendo per i poveri?

    Michele
    http://www.uaar.it/documenti/laicita/12. html

    A suo tempo, dato che non mi piace postare a pappagallo link a siti di parte (anche se è una parte che condivido), avevo approfondito seguendo vari link ufficiali della Chiesa. A quanto ne so quello che c'è scritto è vero. Naturalmente se sbaglio sbugiardatemi pure.

    La cosa che non tollero è che dalle pubblicità della Chiesa sembra che tutti i soldi dell'8 per mille vadano ai poveri, quando invece in (gran?) parte servono a mandare avanti l'infrastruttura della Chiesa, con tutti gli annessi ed i connessi, e naturalmente la preghiera, le chiese ecc. non sono funzionali al bene dei poveri. Volendo davvero fare del bene, se tutti quei soldi fossero concentrati su una nuova comunità laica con il *solo* scopo di aiutare i bisognosi, penso che i risultati che si potrebbero ottenere sarebbero maggiori. Tutto qua.

  7. #7
    La Borga L'avatar di lostguardian
    Data Registrazione
    04-08-04
    Località
    DeeP SpaM
    Messaggi
    10,940

    Predefinito Re: ieri sera alla tv... (discorso sull'8 per mille)

    cito un comico...

    "date l'8 per mille alla chiesa cattolica, che er papa se deve rifare la papamobile..."

    e con questa citazione dico tutto

  8. #8
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv... (discorso sull'8 per mille)

    lostguardian ha scritto mar, 17 maggio 2005 alle 11:20
    cito un comico...

    "date l'8 per mille alla chiesa cattolica, che er papa se deve rifare la papamobile..."

    e con questa citazione dico tutto
    Purtroppo "comico" non e' sempre sinonimo di "intelligenza".

  9. #9
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    Para Noir ha scritto lun, 16 maggio 2005 alle 21:35

    http://www.uaar.it/documenti/laicita/12. html

    A suo tempo, dato che non mi piace postare a pappagallo link a siti di parte (anche se è una parte che condivido), avevo approfondito seguendo vari link ufficiali della Chiesa. A quanto ne so quello che c'è scritto è vero. Naturalmente se sbaglio sbugiardatemi pure.

    La cosa che non tollero è che dalle pubblicità della Chiesa sembra che tutti i soldi dell'8 per mille vadano ai poveri, quando invece in (gran?) parte servono a mandare avanti l'infrastruttura della Chiesa, con tutti gli annessi ed i connessi, e naturalmente la preghiera, le chiese ecc. non sono funzionali al bene dei poveri. Volendo davvero fare del bene, se tutti quei soldi fossero concentrati su una nuova comunità laica con il *solo* scopo di aiutare i bisognosi, penso che i risultati che si potrebbero ottenere sarebbero maggiori. Tutto qua.
    Ma li hai letti veramente i siti che segnali?
    Bene, l'informazione ufficiale e' fornita dal sito

    http://www.sovvenire.it/

    che presenta un piano dettagliato dell'utilizzo dei fondi della Chiesa Cattolica.

    Qualche osservazione:

    1) La Chiesa usa questi fondi per il sostentamento del clero e la manutenzione delle proprie strutture.

    E' ovvio che sia cosi', perche' la Chiesa Cattolica non raccoglie fondi tramite tassazione, ma solo tramite offerte e questo contributo semipubblico volontariamente elargito dai cittadini!
    Come postavo sopra, non si puo' poi escludere che il sostentamento del clero e la manutenzione delle strutture non siano attivita' complementari all'aiuto dei poveri?
    Quali persone agiscono sulle strade e nelle strutture? Dove si allestiscono i centri e le attivita'?

    2) La ripartizione dei fondi

    Qui l'intervento di Para Noir mi lascia seriamente perplesso.
    Commento solo i dati del 2003. La Chiesa Cattolica destina il 34% della raccolta al sostentamento del clero (considerate che questo era il motivo originale per raccogliere l'8 per mille); destina piu' del 20% alle attivita' caritative (non capisco perche' si parla solo dell'attivita' nel terzo mondo: i bisognosi esistono anche in Italia, e questi fondi sono raccolti nel nostro paese); destina il residuo 46% alle esigenze di culto.
    Mi pare che il punto critico sia quest'ultimo "esigenze di culto": bene, vi sembra che le persone che decidono di elargire il proprio denaro alla Chiesa Cattolica non usufruiscano di servizi quali la catechesi per i piu' piccoli, il doposcuola, i centri estivi, e tutto il resto? Non vi sembra che il mantenimento del piu' grande patrimonio artistico nazionale meriti un po' di manutenzione?

    3) Le radici dell'8 per mille

    Lo Stato raccoglie i fondi per le proprie attivita' secondo i canali che ben conosciamo (tasse, imposte, contributi). Da quando ha deciso di dedicare l'8 per mille alle attivita' sociali ha deciso di permettere ai cittadini di scegliere il soggetto che si fa carico di quest'attivita', che puo' essere pubblico (lo Stato stesso) o privato (un'organizzazione convenzionata con lo Stato).

    4) Perche' questa fiducia?

    Oggi giorno la Chiesa Cattolica riceve circa l'87% delle elargizioni: da dove questa fiducia? A me lascia davvero sorpreso che una nazione dove il 20% delle persone e' osservante, quasi il 90% destini il proprio 8 per mille alla Chiesa?
    Io mi do una spiegazione "da economista", perche' credo che la Chiesa si sia guadagnata una grande fiducia da parte degli italiani. Sapete, quando frequento le Caritas locali (non luoghi di santi, tante sono le imperfezioni umane!) io mi accorgo che la "moltiplicazione dei pani e dei pesci" avviene tutti i giorni, ancora oggi, in silenzio.

    Michele

  10. #10
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    19-03-04
    Messaggi
    34,409

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    1) La gente che *decide* è poca, gran parte dei soldi arrivano alla Chiesa grazie al sistema. Moltissime persone la casellina la lascia vuota, ma il sistema è fatto in modo che se per ipotesi un solo italiano su tutti mette 1 crocetta su Chiesa Cattolica allora esso rappresenta il 100% degli italiani e tutti i soldi vanno alla Chiesa Cattolica. Ma andiamo oltre. La mia critica, o chiamala ipotesi, è che sarebbe da istituire una struttura nuova, più snella della Chiesa, di modo che si possa fare del bene senza dover pagare troppi costi fissi.

    2) Tutto quello che dici è vero, ma quando dico alle persone come vengono ripartiti effettivamente i soldi dell'8 per mille, 9 su 10 rimangono *basiti* dalle percentuali. Nessuno dice che la Chiesa non debba mantenersi, ma A) Sembra che i costi di mantenimento siano "altini" e B) Dalle pubblicità sembra che quasi tutti i soldi vadano in beneficenza. Ti ripeto io non faccio altro che documentarti la faccia che fanno le persone quando vedono la pubblicità e quando leggono le percentuali, molti non ci credono o dicono che li prendo in giro (e sono tutti cattolici).

    3) Ok.

    4) Quell'87% percento arriva da crocette messe o da crocette o-messe? Ed in ogni caso, quanto peso hanno le pubblicità che per alcuni sembrano ingannevoli nell'ottenere questa fiducia? La Chiesa non fa solo del bene, la Chiesa si fa anche i propri interessi. Diffondersi, modificare la società. Magari lo fa in buona fede, ma non sempre le cose che fa sono buone per la società ed identificare la Chiesa con il "bene" è un'errore che molti italiani non dovrebbero fare.

  11. #11
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    Ma che problema e' quello delle crocette?
    Vi sembra che esista un metodo piu' corretto?

    Tu mi dici che chi mette la crocetta e' una minoranza, ma non mi sembra che documenti la cosa. E credo che qualunque altro metodo di ripartizione sarebbe meno democratico della ripartizione in base alle crocette effettivamente messe!

    Michele

  12. #12
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    19-03-04
    Messaggi
    34,409

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    michy79 ha scritto mar, 17 maggio 2005 alle 16:27
    Ma che problema e' quello delle crocette?
    Vi sembra che esista un metodo piu' corretto?

    Tu mi dici che chi mette la crocetta e' una minoranza, ma non mi sembra che documenti la cosa. E credo che qualunque altro metodo di ripartizione sarebbe meno democratico della ripartizione in base alle crocette effettivamente messe!

    Michele
    Su quante persone mettano la crocetta, avevo letto una statistica tempo fa. Non ce l'ho sottomano e non ho tempo/voglia di cercarla. Facciamo pure finta che fosse una balla, non è un problema. A maggior ragione allora aboliamo il sistema usato, in fondo l'Italia è (dovrebbe essere) uno stato laico, mi pare assolutamente normale che i soldi di chi si dimentica/non ha voglia di mettere la crocetta su una religione che preferisce (tra l'altro solo se ha la fortuna di poterlo fare, dato che le religioni riconosciute sono pochissime) debbano andare allo Stato. In fondo anch'io pago le tasse, e tutti i soldi che lo Stato prende in meno poi li chiede anche a me..

  13. #13
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    Para Noir ha scritto mar, 17 maggio 2005 alle 17:02

    Su quante persone mettano la crocetta, avevo letto una statistica tempo fa. Non ce l'ho sottomano e non ho tempo/voglia di cercarla. Facciamo pure finta che fosse una balla, non è un problema. A maggior ragione allora aboliamo il sistema usato, in fondo l'Italia è (dovrebbe essere) uno stato laico, mi pare assolutamente normale che i soldi di chi si dimentica/non ha voglia di mettere la crocetta su una religione che preferisce (tra l'altro solo se ha la fortuna di poterlo fare, dato che le religioni riconosciute sono pochissime) debbano andare allo Stato. In fondo anch'io pago le tasse, e tutti i soldi che lo Stato prende in meno poi li chiede anche a me..
    La tua posizione non mi sembra per niente imparziale: forse sarebbe la soluzione adottabile in uno stato di dittatura. Lo Stato e la Chiesa Cattolica sono competitor nella ripartizione dei fondi dell'8 per mille... che senso ha che lo Stato si prenda tutti le schede non crocettate? E' come se tutte le schede bianche di una votazione andassero alla maggioranza!

    Michele

  14. #14
    Shogun Assoluto L'avatar di skywolf
    Data Registrazione
    22-12-03
    Località
    ROMA CAPODIMONTE
    Messaggi
    46,077

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    In effetti le schede nulle non vengono contate, ma le bianche vanno alla maggioranza o no?

    Cmq x come la vedo io il problema nn e' tanto l'esistenza dell'8x1000, ne' il discorso della ripartizione delle % non espresse (e si', e' vero che il 20% firma x la Chiesa ma essa si becca + dell'80% proprio a causa di questo meccanismo. ma basta saperlo no? direbbero Chiw e memex ).

    I problemi VERI e GRAVI sono sostanzialmente 2:

    -la difficolta' di entrare nell'Intesa e quindi nella spartizione, checche' ne dicano memex e gli altri di BS che conoscono bene la legge ma a volte mi danno l'impressione di barricarvisi dentro od usarla come una clava o uno scudo ...

    Perche' al di la' della "carta", i *fatti* sono che le chiese non cattoliche che ora sono presenti nella scelta hanno avuto bisogno della Corte Costituzionale x entrarci; i Testimoni di Geova, nonostante abbiano gia' sottoscritto DA ANNI l'intesa (!!!), x le ostruzioni parlamentari non sono ancora finiti con la loro casellina sul modulo dell'8x1000; e i musulmani sono in alto mare, e' da 15 anni che aspettano. X non parlare della mancanza di una intesa con le associazioni di atei, come se avere fede fosse X LO STATO ITALIANO meglio che non averla o come se le associazioni atee non avessero delle spese, non dovessero fare promozione...

    -il fatto che dei soldi che vengono ESPLICITAMENTE DESTINATI ALLO STATO (il che e' un modo esplicito x dire che NON si e' DISINTERESSATI e NON si vuole darli alle Chiese: altrimenti non si firmerebbe, o si firmerebbe x la Chiesa!) vengano X LA STRAGRANDE MAGGIORANZA (70%) dati alla Chiesa (Cattolica, ovviamente ).

    Se questo e' un sistema laico e giusto....

  15. #15
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    In Italia nessuna religione e' privilegiata: il nostro stato in questo senso si e' dato come principio nel 46 di non fare differenze.

    Chiaramente restano nel nostro sistema delle differenze storiche. Io capisco che in via di principio questo sia sbagliato, ma occorre essere pragmatici: la Chiesa Cattolica ha una struttura territoriale (dovuta alla numerosita' ed alla distribuzione dei fedeli) che e' per nulla paragonabile a quella delle altre religioni sul nostro territorio. E' ovvio quindi che sia meglio preparata a lavorare in ambito sociale.
    Ora che il numero di credenti di altre fedi sta aumentano nascono le associazioni, e queste diventano interlocutori dello Stato, acquisiscono diritti in precedenza limitati alla Chiesa Cattolica. Il processo e' lungo, ma non e' che la Chiesa Cattolica sia stata privilegiata a suo tempo (dal 1870 al 1929 i rapporti fra il Regno d'Italia e la Chiesa sono stati tutt'altro che amichevoli)!

  16. #16
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    skywolf ha scritto mar, 17 maggio 2005 alle 17:43
    In effetti le schede nulle non vengono contate, ma le bianche vanno alla maggioranza o no?
    OT: Le schede bianche NON vanno alla maggioranza.

  17. #17
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    19-03-04
    Messaggi
    34,409

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    michy79 ha scritto mar, 17 maggio 2005 alle 17:07

    La tua posizione non mi sembra per niente imparziale: forse sarebbe la soluzione adottabile in uno stato di dittatura. Lo Stato e la Chiesa Cattolica sono competitor nella ripartizione dei fondi dell'8 per mille... che senso ha che lo Stato si prenda tutti le schede non crocettate? E' come se tutte le schede bianche di una votazione andassero alla maggioranza!

    Michele
    Perchè a quanto ne so il meccanismo non è così limpido come pare

    http://www.uaar.it/documenti/controinfor mazione/16.html

    http://www.uaar.it/chi/ateo/2001_2_art3. html

    In attesa di essere sbugiardato, mi pare che quello che viene descritto sia piuttosto plausibile, e cioè che alla base di tutto ci fosse la solita volontà da parte della Chiesa Cattolica di avere soldi dallo Stato.

    Inoltre faccio notare che altre chiese (Valdesi ecc.) rinunciano al denaro che non deriva dalle crocette, e la parte di denaro "proporzionale", anche se potrebbero tenersela, la danno allo Stato

    Per finire, nel 1996 gli italiani a mettere la crocetta alla Chiesa sono stati il 37,56%

  18. #18
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    Il meccanismo secondo me e' perfettamente limpido!

    Vengono contati tutti i voti, mentre tutti i contributi non destinati (nessuna casella barrata) vengono ripartiti secondo la stessa percentuale (e' come se chi non barrasse dicesse: datene a tutte le religioni in proporzione ai praticanti).

    L'alternativa sarebbe stata che lo Stato non indicasse la propria casella, e raccogliesse tutti gli "8 per mille" senza casella barrata a proprio vantaggio.

    Il fatto che questa strada non sia stata seguita non va a vantaggio della sola religione cattolica, ma di tutte le religioni, secondo la percentuale di caselle: lo Stato si e' cioe' comportato "generosamente" verso tutte le religioni, grazie ad un trattato inizialmente stipulato verso la sola Chiesa Cattolica (modifica del Concordato, 1984).

    Michele

  19. #19
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    19-03-04
    Messaggi
    34,409

    Predefinito Re: ieri sera alla tv... (discorso sull'8 per mille)

    No no, certo, mi sono spiegato male. Io ora mi riferivo proprio all'origine dell'8 per mille, di cui si parla nel primo link che ho postato. Io toglierei direttamente l'8 per mille per lasciare le religioni totalmente autofinanziate.

  20. #20
    Sbonk
    ospite

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    michy79 ha scritto mar, 17 maggio 2005 alle 17:07
    Para Noir ha scritto mar, 17 maggio 2005 alle 17:02

    Su quante persone mettano la crocetta, avevo letto una statistica tempo fa. Non ce l'ho sottomano e non ho tempo/voglia di cercarla. Facciamo pure finta che fosse una balla, non è un problema. A maggior ragione allora aboliamo il sistema usato, in fondo l'Italia è (dovrebbe essere) uno stato laico, mi pare assolutamente normale che i soldi di chi si dimentica/non ha voglia di mettere la crocetta su una religione che preferisce (tra l'altro solo se ha la fortuna di poterlo fare, dato che le religioni riconosciute sono pochissime) debbano andare allo Stato. In fondo anch'io pago le tasse, e tutti i soldi che lo Stato prende in meno poi li chiede anche a me..
    La tua posizione non mi sembra per niente imparziale: forse sarebbe la soluzione adottabile in uno stato di dittatura. Lo Stato e la Chiesa Cattolica sono competitor nella ripartizione dei fondi dell'8 per mille... che senso ha che lo Stato si prenda tutti le schede non crocettate? E' come se tutte le schede bianche di una votazione andassero alla maggioranza!

    Michele
    Più che altro le schede non crocettate vengono ripartite in proporzione fra le religioni, qundi a chi vanno più soldi?... Secondo punto: i soldi che lo stato prende dall'8 per mille vengono utilizzati al 70% per la ristrutturazione di beni ecclesiastici,in quanto patrimonio artistico, quindi i soldi che la chiesa dovrebbe spendere per la conservazione delle sue chiese dorate li spende lo stato.
    Terzo punto: se io sono islamico o buddhista o scintoista o qualsiasi altra cavolo di religione, perchè non posso destinare sto c.azzo di 8 per 1000 alla mia religione e devo darlo ad una religione in cui non credo?
    quarto punto per michi: ammetterai che i valdesi e gli evangelici sono più corretti nel destinare VERAMENTE a progetti sociali l'INTERO ricavato dell'8 per mille e a lasciare alla bontà dei fedeli il pagamento delle esigenze di culto?(poi il punto non è tanto che ci siano a bilancio ste benedette esigenze di culto, ma è il sapere cosa cippa siano!! Tu michi che difendi l'operato della chiesa lo sai? e se si, me lo spieghi?).
    quinto punto: perchè la chiesa ha visto negli ultimi anni crescere a dismisura gli introiti dell'8 per 1000? ma naturalmente per le sensazionalistiche pubblicità con immagini di strazianti bambini uccisi dalla fame a cui poi la chiesa, la casa dei poveri, destina addirittura il 20% del ricavato... e come fa a pagare la massiccia campagna pubblicitaria? forse con le stracitate esigenze di culto?
    sesto punto: le caselle bianche non vengono distribuite in base ai praticanti, ma in base ai battezzati(fra gli italiani il 98%) che ammetterete essere ben diverso, contando anche quanto la chiesa ostacoli chi vuole fare apostasia...

  21. #21
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    Sbonk ha scritto mar, 17 maggio 2005 alle 23:46

    Più che altro le schede non crocettate vengono ripartite in proporzione fra le religioni, qundi a chi vanno più soldi?...
    Beh, ma non ho gia' scritto sopra queste cose?
    I soldi sono ripartiti non in proporzione alle religioni piu' praticate, ma in base alle crocette effettivamente contrassegnate.
    Se conoscete un criterio piu' equo scrivete un articolo su una rivista di matematica o di diritto tributario.

    Quote:

    Secondo punto: i soldi che lo stato prende dall'8 per mille vengono utilizzati al 70% per la ristrutturazione di beni ecclesiastici,in quanto patrimonio artistico, quindi i soldi che la chiesa dovrebbe spendere per la conservazione delle sue chiese dorate li spende lo stato.
    Per quanto riguarda le percentuali sparate a caso basta leggere sopra. Per quanto riguarda il fatto di usare dei soldi raccolti tramite tassazione basta ricordare:
    a) che la destinazione di questa tassazione dipende da un accordo bilaterale fra Stato e Chiesa (e poi altre religioni) attraverso il quale lo Stato riconosce la funzione importante esercitata dalle istituzioni di culto nel paese;
    b) che un cittadino e' libero di crocettare "stato" o altro.

    Quote:

    Terzo punto: se io sono islamico o buddhista o scintoista o qualsiasi altra cavolo di religione, perchè non posso destinare sto c.azzo di 8 per 1000 alla mia religione e devo darlo ad una religione in cui non credo?
    a) gia' ora puoi crocettare "stato";
    b) quando ci saranno abbastanza scintoisti/musulmani da creare un'organizzazione adeguata, questa potra' richiedere allo Stato di convenzionarsi... strada spianata, essendo gia' stata percorsa da cosi' tante istituzioni!

    Quote:

    quarto punto per michi: ammetterai che i valdesi e gli evangelici sono più corretti nel destinare VERAMENTE a progetti sociali l'INTERO ricavato dell'8 per mille e a lasciare alla bontà dei fedeli il pagamento delle esigenze di culto?(poi il punto non è tanto che ci siano a bilancio ste benedette esigenze di culto, ma è il sapere cosa cippa siano!! Tu michi che difendi l'operato della chiesa lo sai? e se si, me lo spieghi?).
    La quota dell'8 per mille e' destinata al sostentamento delle religioni. Se queste decidono di destinare tutto il ricavato alle opere sociali secondo me fanno benissimo, anche perche' non hanno in gestione un patrimonio immenso da mantenere.
    Permettimi di fare l'"economista", e di ricordarti che un terzo abbondante degli introiti da turismo dello Stato italiano derivano dal turismo d'arte, in gran parte diretto verso destinazioni la cui manutenzione e' a carico della Chiesa (sapete cosa hanno scritto le riviste internazionali di economia dopo il fiume di persone arrivate a Roma per i funerali del papa?)

    I soldi ricavati dall'8 per mille sono destinati dalla Chiesa Cattolica a spese di culto/sostentamento clero/opere di carita'. Tutto e' regolarmente documentato e pubblicizzato (vedi link sopra). Non conoscendo bene il tipo di pubblicita' delle altre organizzazioni religiose non posso comparare.

    Buona giornata,
    Michele
    quinto punto: perchè la chiesa ha visto negli ultimi anni crescere a dismisura gli introiti dell'8 per 1000? ma naturalmente per le sensazionalistiche pubblicità con immagini di strazianti bambini uccisi dalla fame a cui poi la chiesa, la casa dei poveri, destina addirittura il 20% del ricavato... e come fa a pagare la massiccia campagna pubblicitaria? forse con le stracitate esigenze di culto?
    sesto punto: le caselle bianche non vengono distribuite in base ai praticanti, ma in base ai battezzati(fra gli italiani il 98%) che ammetterete essere ben diverso, contando anche quanto la chiesa ostacoli chi vuole fare apostasia...[/quote]

  22. #22
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    Sbonk ha scritto mar, 17 maggio 2005 alle 23:46

    sesto punto: le caselle bianche non vengono distribuite in base ai praticanti, ma in base ai battezzati
    Me l'ero persa.
    Questa e' una bugia bella e buona.
    Invito gli interessati a visitare il link ufficiale e fare due conti.

    Michele

  23. #23
    Shogun Assoluto L'avatar di skywolf
    Data Registrazione
    22-12-03
    Località
    ROMA CAPODIMONTE
    Messaggi
    46,077

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    michy79 ha scritto mar, 17 maggio 2005 alle 19:03
    In Italia nessuna religione e' privilegiata: il nostro stato in questo senso si e' dato come principio nel 46 di non fare differenze.

    eccone un altro. Perche citate le leggi per coprire i fatti?

    Il 70% dei soldi dell'8x1000 DESTINATI ALLO STATO viene comunque girato alla CCAR. Ma nessuna religione e' privilegiata.




    Quote:

    Chiaramente restano nel nostro sistema delle differenze storiche.

    l'esempio di sopra e' una differenza storica?

    l'esclusione di alcune religioni dall'8x1000 nonostante ci sia gia' stata una sentenza favorevole (della serie: parlare al muro) e' una differenza storica?

    Quote:

    Io capisco che in via di principio questo sia sbagliato, ma occorre essere pragmatici: la Chiesa Cattolica ha una struttura territoriale (dovuta alla numerosita' ed alla distribuzione dei fedeli) che e' per nulla paragonabile a quella delle altre religioni sul nostro territorio.

    cioe' ha molti mezzi. E' x questo che bisogna ulteriormente finanziarla e favorirla? Per aumentare la differenza con le altre religioni?


    Quote:

    Ora che il numero di credenti di altre fedi sta aumentano nascono le associazioni, e queste diventano interlocutori dello Stato, acquisiscono diritti in precedenza limitati alla Chiesa Cattolica.

    ah si'? Li acquisiscono? Proprio tutti? A me non sembrava.


    E perche' per acquisire dei diritti che -stando a te, e a quelli come te- essi avrebbero gia', devono aspettare anni, fare denuncie allo Stato, talvolta senza che foglia si muova?


    Quote:

    Il processo e' lungo, ma non e' che la Chiesa Cattolica sia stata privilegiata a suo tempo (dal 1870 al 1929 i rapporti fra il Regno d'Italia e la Chiesa sono stati tutt'altro che amichevoli)!

    bel discorso. Ricordiamci anche che fino a qualche decennio prima dell'editto di Costantino la situazione era ancora + nera.


    ciao

  24. #24
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    skywolf ha scritto mer, 18 maggio 2005 alle 12:39

    eccone un altro. Perche citate le leggi per coprire i fatti?

    Il 70% dei soldi dell'8x1000 DESTINATI ALLO STATO viene comunque girato alla CCAR. Ma nessuna religione e' privilegiata.

    Scusa un attimo, e' da venti post che parliamo di queste percentuali (87% a dire il vero) e tu mi salti fuori con un post cosi'? Ma leggere tutto il thread prima?
    Se e' una decisione degli italiani con chi vuoi prendertela?

    E visto che ci troviamo in un paese dove si prova a fare giustizia con la legge, nonostante non sempre funzioni, cominciamo a rispettare il fatto che la legge preveda eguaglianza.
    Ovviamente esiste una maggioranza in questo paese di persone cattoliche, non ti sembra di pretendere troppo negando anche a questi di crocettare la casella che preferiscono?
    O dobbiamo auspicare uno stato di "privilegio" delle minoranze?

  25. #25
    Shogun Assoluto L'avatar di skywolf
    Data Registrazione
    22-12-03
    Località
    ROMA CAPODIMONTE
    Messaggi
    46,077

    Predefinito Re: ieri sera alla tv...

    michy79 ha scritto mer, 18 maggio 2005 alle 12:17

    Quote:

    Secondo punto: i soldi che lo stato prende dall'8 per mille vengono utilizzati al 70% per la ristrutturazione di beni ecclesiastici,in quanto patrimonio artistico, quindi i soldi che la chiesa dovrebbe spendere per la conservazione delle sue chiese dorate li spende lo stato.
    Per quanto riguarda le percentuali sparate a caso basta leggere sopra.

    Mich parlava delle % che incassa lo stato e di come le gira alla Chiesa. Nn delle % dell'8x1000 alla Chiesa.

    Aggiungo che mi risulta che non vengono contati tutti i voti, ma c'e' una sorta di sorteggio su tot voti esaminati.

+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato