+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 17 di 17

Discussione: [08/07/2005] Informazione dal basso

  1. #1
    keiser
    ospite

    Predefinito [08/07/2005] Informazione dal basso

    Ieri, come credo molti di voi, sono rimasto per quasi tutta la giornata sintonizzato su CNN, BBC e altri canali per seguire gli avvenimenti da Londra, e tenermi informato su quello che accadeva (tra l'altro, mia cugina e suo marito lavorano lì, l'apprensione era acuita anche da questo).
    E come in occasione del devastante tsunami di qualche mese fa, la rete ha soppiantato per rapidità di aggiornamento i tradizionali mezzi di comunicazione, che infatti hanno volentieri rinunciato alle proprie telecamere sul posto per utilizzare - quando fosse stato possibile - le riprese fatte con webcam e/o telefoni cellulari.
    Per non parlare dei blog e della posta elettronica (il cui traffico in Europa ieri è raddoppiato), che si sono rivelati preziose fonti di informazione sullo stato delle persone e dei luoghi degli attentati. Personalmente non mi sono messo a spulciare le pagine personali dei cittadini londinesi, accontentandomi della televisione e dei siti di informazione "generica", ma immagino che per parenti e conoscenti siano stati determinanti.
    Si va delineando sempre più - anche se non vorremmo che fosse per motivi come questi - un modo di fare informazione "parallelo", definito giustamente da alcuni "informazione dal basso", dove testimonianze e cronache arrivano non più (o non solo) dai giornalisti, ma da chi si trova sul posto, che grazie alla tecnologia può aggiornare in due minuti una pagina web o mandare fotografie più utili di mille commenti in studio.

  2. #2
    Shogun Assoluto L'avatar di Sticky©
    Data Registrazione
    09-08-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    36,874

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    Secondo me la la caratteristica piu' importante di questo tipo di informazione e' il fatto che non viene filtrata.

    Ieri, leggendo le notizie sulla BBC ed in contemporanea su Skynews e Ansa/Repubblica, ho notato come la prima fonte di informazione del Regno Unito evitasse di menzionare notizie fondamentali ed ormai venute allo scoperto.

    Gia' da diversi minuti si sapeva che erano state bombe a provocare quelle esplosioni, mentre la BBC continuava imperterrita a parlare di possibile guasto all' impianto elettrico.

    Idem per le esplosioni sui bus.

    A che pro? Non far spaventare la popolazione?

    Le "bugie" hanno le gambe corte, soprattutto nel mondo dei nuovi media dove le fonti di informazione sono molteplici.


  3. #3
    Shogun Assoluto L'avatar di golem101
    Data Registrazione
    15-12-01
    Località
    Hamilton, Ontario
    Messaggi
    35,926

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    Già.

    Io che sono un po' talebano per certe cose, ho finalmente identificato un uso decente per i telefonini che fanno foto e filmati.

    Ne parlavo ieri sera con un amico, e siamo giunti alla conclusione che per quanto questo nuovo canale di informazioni sia caotico e poco immediato nell'accesso (per la relativa mancanza di struttura organizzata), la sua condizione di "senza filtro" presenta indubbi vantaggi.

  4. #4
    La Borga
    Data Registrazione
    19-06-02
    Messaggi
    10,549

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    "soppiantato" non credo sia la parola giusta; mi pare più ragionevole il concetto di "parallelo": fare informazione (da giornalisti) non include solamente l'aspetto cronachistico, ma anche altri aspetti.

    Nessuno dei blog/video/foto "autoprodotti" spiega le ragioni di questi gesti, nè il modo in cui sono avvenuti, nè come e perchè le misure di sicurezza non hanno funzionato e così via.
    Si tratta semplicemente di momenti di cronaca "immortalati", che hanno certo rilevanza personale per chi vi è coinvolto (di persona o perchè conosce altri), ma nessun tipo di rilevanza a livello "globale".
    Vedere la fotografia dell'autobus sventrato, cioè, non aumenta per nulla le informazioni in nostro possesso, nè ci aiuta a capire quel che sta succedendo (nè del come nè del perchè accade: cioè, ci fa vedere che c'è un autobus sventrato, ma non dice nulla riguardo come e perchè è successo: senza l'informazione "tradizionale" che ci conferma che è un attentato, potrebbe essere anche un semplice incidente).

    Sul potere informativo delle immagini, senza il supporto della credibilità della fonte, avrei poi i miei seri dubbi: non è certo questo il caso, ma numerose altre volte siti web hanno mostrato fotografie di presunti "eventi", che poi si sono rivelate completamente false (un esempio: la famosa bufala dei cacciatori di donne nude).

    Quindi in questo senso direi che questa cosiddetta "informazione dal basso" in realtà non fa concorrenza al giornalismo, che non è solo cronaca, ma semmai diventa una delle fonti a cui attingere (oltre alle agenzie di stampa ufficiali).

    PS: il motivo per cui la BBC non dice da subito che si tratta di un attentato è semplicemente che, diversamente dalle fonti "autonome" ha una credibilità da difendere, e pertanto non può permettersi di "sparare" un attacco terroristico senza prima verificare che sia esattamente così. Pensate allo scenario contrario:se si fosse trattato di incidente e la BBC avesse parlato da subito di attentato, i danni di immagine e le accuse di inutile allarmismo l'avrebbero sommersa

  5. #5
    Il Fantasma
    Data Registrazione
    13-05-04
    Località
    Padova
    Messaggi
    64

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    E la cosa interessante è che la gente si arrangia a fare tutto: riprendere filmati, fare foto, commenti e inviarli in giro.
    La tv che fa la cronaca è (per noi giovani) una cosa noiosa, che ripete quanto già sappiamo.

    Probabilmente la TV si dovrà adeguare ad altre esigenze: posto che la gente è già al corrente dei fatti, i giornalisti dovranno approfondire aspetti che non si conoscono.

    Ad ogni modo corriere.it e repubblica.it si sono dimostrati decisamente avanti rispetto agli altri media: nel pomeriggio erano già pubblicati commenti che escono oggi cartaceamente! Incredibile: a momenti nn occorre più comprare il giornale.

    Nico

  6. #6
    L'Onesto L'avatar di fanta
    Data Registrazione
    18-09-02
    Località
    Firenze
    Messaggi
    938

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    Di sicuro internet e blog sono più efficaci ed "intelligenti" degli inuti Porta a Porta e dei TG pieni di "esperti" che ti propinano le solite cose.

    Almeno su internet la cronaca degli eventi è essenziale e sintetica, svolge la sua funzione e basta, non ti devi vedere quello in ospedale tutto insanguinato col microfono che dice di aver sentito un boato e poi non ricorda più nulla!!

    Se quella è informazione allora siamo messi male.

  7. #7
    keiser
    ospite

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    Ronin ha scritto ven, 08 luglio 2005 alle 12:44
    se si fosse trattato di incidente e la BBC avesse parlato da subito di attentato, i danni di immagine e le accuse di inutile allarmismo l'avrebbero sommersa
    vedi la figuraccia del governo spagnolo l'anno scorso...

  8. #8
    Il Puppies L'avatar di xam
    Data Registrazione
    31-10-01
    Messaggi
    309

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    io credo si debba parlare di strumenti di informazione paralleli. è chiaro che l'esperienza e la cultura di un giornalista non sono quelle dell'uomo di strada. costui può metterci la freschezza, la sua testimonianza.
    poi la legge dei grandi numeri crea l'attendibilità. cioé se ci sono 30 foto amatoriali di un'esplosione e la BBC parla di guasto, la prima ipotesi diventa la più credibile.

    c'è però un altro fattore da tenere in considerazione, in ambito terroristico. mostrare immagini ad alto contenuto di sangue e terrore equivale a fare il gioco di quelli che hanno architettato tutto questo.
    lasciare che l'informazione viaggi attraverso canali paralleli di questo genere può tradursi - in questi casi - in una mossa a favore del polo sbagliato.
    a differenza di quanto accaduto a New York, i media sono stati più attenti a contenere l'orrore di quello che è accaduto (anche perché era difficile nascondere alla vista due torri enormi che crollavano al centro di una cittadina, con tutto quello che succedeva attorno).
    la totale mancanza di controllo dell'informazione dal basso potrebbe provocare anche questo genere di danni. i terroristi vogliono provocare terrore e non ci devono riuscire.

  9. #9
    La Borga
    Data Registrazione
    19-06-02
    Messaggi
    10,549

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    xam ha scritto ven, 08 luglio 2005 alle 13:07
    se ci sono 30 foto amatoriali di un'esplosione e la BBC parla di guasto, la prima ipotesi diventa la più credibile.
    Proprio qui sta il punto: 30 (o 300) foto di esplosione NON DICONO NULLA sui motivi dell'esplosione: ci vuole una fonte giornalistica "tradizionale" per spiegare che è stata una bomba, e non una fuga di gas o un incidente automobilistico


    Quanto al fare il gioco dei terroristi, mi pare che sia un pericolo del tutto secondario: tali fonti, proprio per la loro frammentarietà e mancanza di organizzazione, richiedono un certo sforzo per essere raggiunte, dunque ipotizzare una loro diffusione di massa così grande e così rapida da suscitare il panico mi pare eccessivo.
    Se anche 100.000 persone vengono a conoscenza e tentano di accedere ad un sito personale su geocities per vedere le foto-che-fanno-andare-giù-di-testa, semplicemente il sito va down per DoS...

    In ogni caso, la paura nasce più dalla mancanza di informazioni, che dalla loro diffusione (purchè questa sia corretta, ovvio che se la TV comincia a dire che sta arrivando la grande onda tutti si mettono a correre...).

  10. #10
    Shogun Assoluto L'avatar di Sticky©
    Data Registrazione
    09-08-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    36,874

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    Ronin ha scritto ven, 08 luglio 2005 alle 12:44


    PS: il motivo per cui la BBC non dice da subito che si tratta di un attentato è semplicemente che, diversamente dalle fonti "autonome" ha una credibilità da difendere, e pertanto non può permettersi di "sparare" un attacco terroristico senza prima verificare che sia esattamente così. Pensate allo scenario contrario:se si fosse trattato di incidente e la BBC avesse parlato da subito di attentato, i danni di immagine e le accuse di inutile allarmismo l'avrebbero sommersa
    Veramente nel mio post ho specificato che le altre fonti a cui mi sono rivolto erano tutt' altro che "autonome", vedi Skynews, Ansa e Repubblica.

    Semplicemente la BBC ha parlato di attentato molto tempo dopo rispetto alle suddette, che non hanno certo meno peso mediatico della BBC.

    Il perche' si puo' spiegare con il post di xam, cercare di contenere l' orrore e il terrore che ne deriva.


  11. #11
    Il Puppies L'avatar di ghost80
    Data Registrazione
    28-01-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    558

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    Il problema dei media pubblici come la BBC è che sono legati per definizione al concetto di fonte d'informazione. Nel loro caso ieri ogni informazione era di tipo istituzionale riguardo la faccenda, per cui a scanso di equivoci non si buttano mai su un'interpretazione dei fatti,nemmeno quando è palese ed evidentente. Un blogger non ha un ruolo,è cronista occasionale, ed in quanto tale è libero di dire quello che pensa. Paga questa sua libertà con un difetto di credibilità che si attenua di molto solo se le cose che lui dice vengono ripetute anche dagli altri.

    In ogni caso ieri gli inglesi sono stati incredibili....erano esplose le bombe e non ho visto una sola immagine di caos e disorganizzazione,i punti notevoli erano tutti chiusi e accessibili solo al personale competente, da manuale dello stato di crisi....

  12. #12
    Lo Zio L'avatar di ilgrillo
    Data Registrazione
    30-10-01
    Località
    la bassa bolognese
    Messaggi
    1,709

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    xam ha scritto ven, 08 luglio 2005 alle 13:07
    io credo si debba parlare di strumenti di informazione paralleli. è chiaro che l'esperienza e la cultura di un giornalista non sono quelle dell'uomo di strada. costui può metterci la freschezza, la sua testimonianza.
    poi la legge dei grandi numeri crea l'attendibilità. cioé se ci sono 30 foto amatoriali di un'esplosione e la BBC parla di guasto, la prima ipotesi diventa la più credibile.

    c'è però un altro fattore da tenere in considerazione, in ambito terroristico. mostrare immagini ad alto contenuto di sangue e terrore equivale a fare il gioco di quelli che hanno architettato tutto questo.
    lasciare che l'informazione viaggi attraverso canali paralleli di questo genere può tradursi - in questi casi - in una mossa a favore del polo sbagliato.
    a differenza di quanto accaduto a New York, i media sono stati più attenti a contenere l'orrore di quello che è accaduto (anche perché era difficile nascondere alla vista due torri enormi che crollavano al centro di una cittadina, con tutto quello che succedeva attorno).
    la totale mancanza di controllo dell'informazione dal basso potrebbe provocare anche questo genere di danni. i terroristi vogliono provocare terrore e non ci devono riuscire.
    Io ti devo costruire una statua nella piazza del paese!
    (poi mi dici se la vuoi col cavallo o meno )

    Ecco un estratto. Vera Schiavazzi di Repubblica.it

    Citazione:
    "L'atteggiamento dei media inglesi, come quello della polizia e delle altre istituzioni, è diverso dal nostro e, senza addentraci in giudizi di merito, sicuramente molto più rigido - conferma il console italiano Davide Morante - Anche in passato, in occasione di gravi incidenti, la polizia ha rifiutato per molte ore di fornire dati o indicazioni di massima sul numero presunto dei morti e dei feriti e sulla loro identità fino a quando ogni singolo dato non fosse stato comunicato ufficialmente e portato a conoscenza di ogni famiglia".


    Ci scrivono degli articoli perché sembra strano.
    Già... Che c'è di strano nello sparare morti a caso, fare vedere morti a caso all'ora di pranzo, spargere altro terrore a caso, e ingrassare il terrorista di turno?
    Questo giornalismo è stupido.
    Sì al controllo delle fonti. No alla spettacolarizzazione.

    Non smetterò mai di combattere contro un giornalismo che, nel nome del dovere di informazione, pasteggia quotidianamente al tavolo della morbosità e dello scandalo senza farsi carico dell'importanza sociale che investe il proprio lavoro.

    Ciao (arrabbiato).

  13. #13
    Shogun Assoluto L'avatar di nukemall
    Data Registrazione
    17-07-02
    Località
    Zena
    Messaggi
    25,266

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    Non ho capito perché questo genere di informazione non sarebbe filtrata. Tutto ciò che è raccontato è filtrato dall'intervento di chi racconta.

  14. #14
    Lo Zio L'avatar di ilgrillo
    Data Registrazione
    30-10-01
    Località
    la bassa bolognese
    Messaggi
    1,709

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    nukemall ha scritto ven, 08 luglio 2005 alle 15:38
    Non ho capito perché questo genere di informazione non sarebbe filtrata. Tutto ciò che è raccontato è filtrato dall'intervento di chi racconta.
    Filtra eccome!
    Ieri al TG5, in quel filmato del videofonino, il cronista vedeva addirittura la gente sotto shock che si accasciava...

    MA DOVE? MA QUANDO?

    Che schifo!

  15. #15
    Lo Zio L'avatar di MarcRemillard
    Data Registrazione
    21-09-01
    Località
    Bergamo
    Messaggi
    1,961

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    Perchè non hai visto studio aperto...

    Ripresa col telefonino
    "Ecco l'inquadratura il video è buono ma l'audio è scarso... luce... buio... poi ancora luce... di nuovo buio"

    Avanti così per un bel pezzo con quella voce simil-agghiacciante che dovrebbe far capire chissàche... ebbasta!

  16. #16

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    ilgrillo ha scritto ven, 08 luglio 2005 alle 15:51
    nukemall ha scritto ven, 08 luglio 2005 alle 15:38
    Non ho capito perché questo genere di informazione non sarebbe filtrata. Tutto ciò che è raccontato è filtrato dall'intervento di chi racconta.
    Filtra eccome!
    Ieri al TG5, in quel filmato del videofonino, il cronista vedeva addirittura la gente sotto shock che si accasciava...

    MA DOVE? MA QUANDO?

    Che schifo!
    Ennesima dimostrazione della diversità di funzionamento tra le fonti tradizionali e quelle "dal basso".

    L'altra sera, sempre al TG5, in un servizio sulle proteste in Scozia si vedevano manifestanti inermi e poliziotti in tenuta antisommossa, mentre il cronista parlava di manifestanti armati e con caschi da motociclista che assalivano i poliziotti. Ora, con un minimo di pianificazione si sarebbe potuto mettere quel particolare passo in un momento diverso del servizio, oppure prima del servizio stesso, se proprio, ma il commento alle immagini dovrebbe essere poco più che una semplice descrizione delle immagini stesse, il che non si vede quasi più, specialmente nei TG di ispirazione americana come il TG5 che puntano molto alla spettacolarità e all'iperbole. Immagino che sia uno dei motivi per cui alcune persone cominciano ad affidarsi più volentieri a fonti d'informazione "alternative".

  17. #17
    Il Puppies L'avatar di alexbilly
    Data Registrazione
    29-08-04
    Località
    Napoli
    Messaggi
    540

    Predefinito Re: [08/07/2005] Informazione dal basso

    Tutti i TG in cerca dello scoop, dell'immagine/video sconvolgente che non esiste perchè in quel video non si vede niente.
    Ieri tutti i TG a chiedersi quando avrebbero messo su Internet il video dell'ambasciatore egiziano a quel tempo ancora "presunto" ammazzato.
    "Lo dobbiamo far vedere perche la gente deve vedere l'atrocità bla bla bla..." e ancora non si sapeva se era morto davvero o no!

    Rivolto ai giornalisti che hanno detto ciò:
    "Per fortuna che tra i morti non ci sono italiani..."
    Non parlare di fortuna... si può essere sollevati ma abbi un minimo di rispetto per quelli che a un paio di metri si stanno piangendo i parenti... e poi lo dici come se un italiano valesse piu di un inglese. E daaaai...

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato