Risultati da 1 a 21 di 21

Discussione: Risparmio energetico

  1. #1
    Il Puppies L'avatar di Fabio833
    Data Registrazione
    07-12-01
    Località
    Torino
    Messaggi
    354

    Predefinito Risparmio energetico

    Ciao a tutti! ormai da tempo lavoro nel campo delle lampade e lampadine a basso consumo.
    grazie a questo tipo di lampadine si può risparmiare parecchio in bolletta.
    per fare un esempio una lampadina che consuma 20w rende 100w.
    ne esistono molti modelli, fatemi le domande che volete e chiarirò ogni vostro dubbio..

  2. #2
    Jack Malmostoso
    ospite

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Io nella casa nuova ho solo lampadine a risparmio. Lo ammetto, ho un tubo a fluorescenza in cucina, ma c'era gia', non ce l'ho messo io.

    Fanno una luce piu' che decente e consumano (speriamo) poco come dicono. L'unica cosa che mi urta e' il ronzio che emettono, ma vabbe', basta alzare le casse

  3. #3
    Lo Zio L'avatar di nofaxe
    Data Registrazione
    09-08-05
    Località
    livorno
    Messaggi
    3,728

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    alcune lampadine a risparmio però ci mettono 5 minuti per raggiungere la massima intensità luminosa

  4. #4
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    nofaxe ha scritto ven, 23 settembre 2005 alle 11:12
    alcune lampadine a risparmio però ci mettono 5 minuti per raggiungere la massima intensità luminosa
    beh, non si può avere tutto.



  5. #5
    alternat
    ospite

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    quanto durano?
    quanto costano?

  6. #6
    Shogun Assoluto L'avatar di Balzy
    Data Registrazione
    25-04-03
    Località
    Modena
    Messaggi
    26,988

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    alternat ha scritto ven, 30 settembre 2005 alle 21:20
    quanto durano?
    quanto costano?
    Durano tanto e costano poco (si trovano anche a 4 euro a lampadina).

    Sono molto efficaci, consiglio quelle bianche, perchè il colore bianco non ti fa notare la bassa intensità iniziale (ci mettono parecchio a raggiungere una buona intensità di luce).

    Casa mia è tempestata di luci a risparmio energetico... solo che in camera mia ne ho una solare che da sola consuma 160w

  7. #7
    Lo Zio L'avatar di max81max
    Data Registrazione
    06-11-03
    Località
    Genova
    Messaggi
    3,014

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    In camera mia ho 1 alogena da 200W, in sala 4 alogene da 250 watt
    Però in cucina ne ho 2 a risparmio energetico da 20W solo che ci mettono troppo a raggiungere l'intensità massima, costano troppo e durano poco, dopo non molto tempo l'intensità massima si abbassa notevolmente e la luce assume un colore giallo.
    Per queste ragioni in casa si sta pensando di sostituire anche quelle della cucina visto che tra l'altro casa mia è piuttosto buia!

  8. #8
    Shogun Assoluto L'avatar di Balzy
    Data Registrazione
    25-04-03
    Località
    Modena
    Messaggi
    26,988

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    max81max ha scritto sab, 01 ottobre 2005 alle 02:24
    In camera mia ho 1 alogena da 200W, in sala 4 alogene da 250 watt
    Però in cucina ne ho 2 a risparmio energetico da 20W solo che ci mettono troppo a raggiungere l'intensità massima, costano troppo e durano poco, dopo non molto tempo l'intensità massima si abbassa notevolmente e la luce assume un colore giallo.
    Per queste ragioni in casa si sta pensando di sostituire anche quelle della cucina visto che tra l'altro casa mia è piuttosto buia!
    Minchia il sole a confronto è 'na camera oscura!

  9. #9
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    13-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Ma le alogene non scaldano un po' troppo?

  10. #10
    Lo Zio L'avatar di max81max
    Data Registrazione
    06-11-03
    Località
    Genova
    Messaggi
    3,014

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    StM ha scritto sab, 01 ottobre 2005 alle 18:21
    Ma le alogene non scaldano un po' troppo?
    Scaldano ma non di certo l'aria di un'intera stanza per fortuna
    In camera mia ce n'è solo una, in sala sono 4 ma non rimangono mai accese sempre tutte e 4, al massimo 2 altrimenti la bolletta ne risentirebbe E comunque è una stanza di 60mq quindi ci metterebbero un po' a scaldare l'aria

  11. #11
    Andrew B. Spencer
    ospite

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Le uso quasi dappertutto. Ma l'equivalenza 32W=180W sarà realistica? Mi sa proprio di no (comunque luce ne fa... è la lampadina marca Astrom che ho in camera mia... sconosciutissima direi, ma finora sono soddisfatto, costavano poco e sembrano durare).

  12. #12
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    13-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Andrew B. Spencer ha scritto dom, 02 ottobre 2005 alle 14:01
    Le uso quasi dappertutto. Ma l'equivalenza 32W=180W sarà realistica? Mi sa proprio di no (comunque luce ne fa... è la lampadina marca Astrom che ho in camera mia... sconosciutissima direi, ma finora sono soddisfatto, costavano poco e sembrano durare).
    Be', ovviamente fisicamente non ha senso. Si dovrebbe dire, credo, che a pieno regime le candele generate dalla lampadina da 32W sono equivalenti a quelle generate dalla lampadina da 180W (molti dei quali vanno persi in calore). Certo la differenza è notevole, e può anche essere che l'equivalenza si basi su criteri particolarmente favorevoli alle lampadine a basso consumo... (non so, magari misurare i lux su una superficie che diffonde meglio la loro luce rispetto a quelle ad incandescenza... illuminotecnici, illuminateci )

  13. #13
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    La potenza assorbita non ha nulla a che fare con la quantità di luce irradiata

    L'intensità di luce emessa si misura in candele:

    La candela (simbolo cd) è una delle sette unità di misura base dello Standard Internazionale. Definisce l'intensità luminosa, in una data direzione, di una sorgente emettente una radiazione monocromatica di frequenza pari a 540×10^12 hertz e che ha intensità radiante in quella direzione di 1/683 di watt per steradiante.

    La frequenza scelta è quella della spettro visibile prossimo al verde. L'occhio umano è più sensibile a questa frequenza.

    Storicamente, la candela era una unità fondamentale dell'SI. Venne definita in termini di radiazione del corpo nero emessa da 1 cm^3 di platino al suo punto di fusione. La moderna definizione non è più fondamentale, in quanto si basa su un'altra unità SI (il watt, l'unità della potenza). Tracce della sua storia comunque sopravvivono. Il termine arbitrario 1/683 venne scelto per far si che la nuova definizione coincidesse con la vecchia.

    Lo Standard Ansi prevede un'altra unità di misura, il lumen, in sigla lm, è l'unità di misura del flusso luminoso.

    Equivale al flusso luminoso rilevabile in un angolo solido di 1 steradiante emesso in tutte le direzioni da una sorgente con intensità luminosa di 1 candela.

    Ha senso, nei riguardi dell'illuminazione rapportata alla potenaza, il calcolo di efficienza luminosa:

    L'efficienza luminosa è pari al rapporto fra il flusso luminoso (Lumen, Lm) emesso da una sorgente luminosa e la potenza elettrica assorbita (Watt, W):

    E = F/P.

    L'efficienza luminosa si misura in Lm/W; essa è una funzione variabile con il tipo di lampada, ad esempio per una lampada ad incandescenza è pari a circa 15 Lm/W, per le lampade al mercurio: 40- 60 Lm/W, per le lampade al sodio ad alta pressione: 70 - 150 Lm/W, per le lampade al sodio a bassa pressione: 100 - 180 Lm/W, infine per le lampade agli alogenuri: 60 - 100 Lm/W. Le lampade al sodio a bassa pressione sono le più efficienti, seguite da quelle al sodio, alogenuri e mercurio.

    ed ora che vi ho stracciato i maroni, sono contento




  14. #14
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    13-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Automatic Jack ha scritto dom, 02 ottobre 2005 alle 17:14
    L'efficienza luminosa si misura in Lm/W; essa è una funzione variabile con il tipo di lampada, ad esempio per una lampada ad incandescenza è pari a circa 15 Lm/W, per le lampade al mercurio: 40- 60 Lm/W, per le lampade al sodio ad alta pressione: 70 - 150 Lm/W, per le lampade al sodio a bassa pressione: 100 - 180 Lm/W, infine per le lampade agli alogenuri: 60 - 100 Lm/W. Le lampade al sodio a bassa pressione sono le più efficienti, seguite da quelle al sodio, alogenuri e mercurio.

    ed ora che vi ho stracciato i maroni, sono contento
    Son contento anch'io

    Quindi una lampada al sodio da, mettiamo, 90 Lm/W (la metà dell'efficenza massima che hai riportato), è 6 volte più efficente di una lampada ad incandescenza... acciderbolina

  15. #15
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    StM ha scritto dom, 02 ottobre 2005 alle 18:51
    Automatic Jack ha scritto dom, 02 ottobre 2005 alle 17:14
    L'efficienza luminosa si misura in Lm/W; essa è una funzione variabile con il tipo di lampada, ad esempio per una lampada ad incandescenza è pari a circa 15 Lm/W, per le lampade al mercurio: 40- 60 Lm/W, per le lampade al sodio ad alta pressione: 70 - 150 Lm/W, per le lampade al sodio a bassa pressione: 100 - 180 Lm/W, infine per le lampade agli alogenuri: 60 - 100 Lm/W. Le lampade al sodio a bassa pressione sono le più efficienti, seguite da quelle al sodio, alogenuri e mercurio.

    ed ora che vi ho stracciato i maroni, sono contento
    Son contento anch'io

    Quindi una lampada al sodio da, mettiamo, 90 Lm/W (la metà dell'efficenza massima che hai riportato), è 6 volte più efficente di una lampada ad incandescenza... acciderbolina
    Certamente, questo ne consegue che una usando una lampada 6 volte più efficiente di un'altra, per pareggiare l'efficienza, dovrà consumare 6 volte meno.

    Con i dati di efficienza luminosa, di costo e durata si può facilmente riuscire a individuare il tipo di lampada adatta all'uso che se ne vuol fare, con un effettivo risparmio energetico


    EDIT: chiaramente bisogna anche tener conto di una cosa importante: l'efficienza è un calcolo che ha valore solo ed esclusivamente nello spettro della luce visibile. Le lampadine a incandescenza di Edisoniana memoria non sono inefficienti, solo emettono potenza anche in una grossa fetta dell'infrarosso, che però è poco utile

  16. #16
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di Vox
    Data Registrazione
    26-06-02
    Messaggi
    17,699

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Automatic Jack ha scritto dom, 02 ottobre 2005 alle 19:12
    StM ha scritto dom, 02 ottobre 2005 alle 18:51
    Automatic Jack ha scritto dom, 02 ottobre 2005 alle 17:14
    L'efficienza luminosa si misura in Lm/W; essa è una funzione variabile con il tipo di lampada, ad esempio per una lampada ad incandescenza è pari a circa 15 Lm/W, per le lampade al mercurio: 40- 60 Lm/W, per le lampade al sodio ad alta pressione: 70 - 150 Lm/W, per le lampade al sodio a bassa pressione: 100 - 180 Lm/W, infine per le lampade agli alogenuri: 60 - 100 Lm/W. Le lampade al sodio a bassa pressione sono le più efficienti, seguite da quelle al sodio, alogenuri e mercurio.

    ed ora che vi ho stracciato i maroni, sono contento
    Son contento anch'io

    Quindi una lampada al sodio da, mettiamo, 90 Lm/W (la metà dell'efficenza massima che hai riportato), è 6 volte più efficente di una lampada ad incandescenza... acciderbolina
    Certamente, questo ne consegue che una usando una lampada 6 volte più efficiente di un'altra, per pareggiare l'efficienza, dovrà consumare 6 volte meno.

    Con i dati di efficienza luminosa, di costo e durata si può facilmente riuscire a individuare il tipo di lampada adatta all'uso che se ne vuol fare, con un effettivo risparmio energetico


    EDIT: chiaramente bisogna anche tener conto di una cosa importante: l'efficienza è un calcolo che ha valore solo ed esclusivamente nello spettro della luce visibile. Le lampadine a incandescenza di Edisoniana memoria non sono inefficienti, solo emettono potenza anche in una grossa fetta dell'infrarosso, che però è poco utile
    dovete contare l'utilizzo che ne dovete fare di questi flussi luminosi.

    le lampade a ioduri mettallici, comunemente JM-E o HDI, hanno una grandissima resa luminosa a basso consumo però servono solo per determinate appicazioni per esterni, commerciali (vetrine, espositori...), industriali.
    questo per un motivo semplice, all'accensione e allo spegnimento necessitano di almeno 5min di pausa per il raffreddamento. capirete che in queste condizione un'uso frequente è impossibile.

    il sodio ad alta pressione SAP è usato prevalentemente per esterni e nell'illuminazione pubblica (ve lo dico perchè io ne prescrivo, ordino e monto a centinaia) e presenta la caratteristica luce arancione.

    non sono le uniche variabili.
    di un proiettore si deve valutare la parabola, se riflettente o diffondente, la sua conformazione, se simmetrica o asimettrica e tante altre cose.
    le lampade poi possono essere di tantissimi tipi differenti, sia per le fluorescenti che le dicroiche che quelle ad incandescenza.
    le cose da valutare sono:

    potenza, espressa in Watt
    resa luminosa, espressa in lumen
    attacco, che può essere E27 o RJ etc. etc. (E27 sta per Edison 27, la comune lampadina filettata, le alogene con vetro invece sono bispina...)
    colore della luce, espresso in gradi k. lo stessi tipo di neon ad esempio può montare tubi da 5200k o 8000k, avendo una luce fredda o calda a seconda della gradazione
    tipo di parabola, nel caso di lampade dicroiche abbiano una intera parabola che presenterà un gradi di apertura (in genere da 8° a 30°) per ottenere una luce spot o un fascio diffuso.



  17. #17
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    13-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Visto che il titolo del topic è "Risparmio energetico", posto qui. Non so se siano informazioni davvero utili e applicabili, ma vabbe'

    Da: http://www.beppegrillo.it/archives/2005/ 10/davanzale_e_lav.html

    Davanzale e lavandino

    Da buon genovese so che ogni soldo risparmiato è un soldo guadagnato.

    Il risparmio energetico parte dalle piccole cose, dalla nostra casa, e in questo blog d’ora in poi vi darò qualche suggerimento.
    Oggi vi parlerò del davanzale e del lavandino.

    Davanzale

    Hai messo i doppi vetri, coibentato il sottotetto e installato un cappotto di sughero attorno ai muri della tua casa? Adesso stai al caldo consumando pochissimo riscaldamento e ogni volta che annunciano un aumento del prezzo del petrolio sghignazzi.

    Ma quando apri le finestre per cambiare aria alle stanze il calore se ne va e entra il freddo. Eppure questo si può evitare. Basta cambiare i davanzali delle finestre e mettere al loro posto un «davanzale attrezzato per il risparmio energetico, il condizionamento e la salubrità degli ambienti». Per ora esiste solo sotto forma di prototipo. È una scatola di metallo che si inserisce sotto le finestre. Sui lati il coperchio è più largo del
    contenitore per dare all’aria la possibilità di entrare e uscire sia dall’interno che dall’esterno. Dentro il contenitore due piccole ventole aspirano
    l’aria, una dall’interno, l’altra dall’esterno, la incanalano in due circuiti e la fanno uscire dalla parte opposta. Un condotto aspira
    l’aria viziata dalla stanza e la porta all’esterno, l’altro aspira l’aria dall’esterno e la porta nella stanza, senza aprire le finestre. Nel suo percorso dentro il davanzale attrezzato l’aria in ingresso viene purificata da filtri fonoassorbenti e deodorata con carboni attivi.

    C’è anche il controllo della temperatura dell’aria esterna. Quando d’estate è inferiore e d’inverno superiore a quella interna i ricambi avvengono direttamente. Quando invece la temperatura esterna d’estate è più calda e d’inverno più fredda di quella interna l’aria in ingresso cede il suo calore a quella in uscita o in entrata con un rendimento dell’85%. Con una spesa inferiore a quella per l’acquisto un davanzale normale e un termosifone, si risparmiano 60 metri cubi di metano o gasolio nel solo riscaldamento invernale. Moltiplica per le finestre della tua casa e fai il conto.

    Lavandino

    Nei paesi industriali avanzati il 5% del consumo di fonti fossili è assorbito dal riscaldamento dell’acqua sanitaria, che nella maggior parte dei casi viene utilizzata come acqua corrente e quando finisce nello scarico è ancora calda.

    Perché sprecare
    tutto quel calore, se può essere riutilizzato per riscaldare altra acqua? In base a questo principio una trentina di anni fa è stato realizzato un lavandino termodinamico, che recupera il calore dell’acqua di scarico per riscaldare il flusso dell’acqua calda corrente. Il tutto nasce da un riscaldatore elettrico collegato col rubinetto in modo da evitare le dispersioni termiche nelle tubazioni tra scaldabagno e sanitari. Avviato il processo, uno
    scambiatore di calore collocato nel sifone recupera la potenza termica dell’acqua calda che defluisce nello scarico e la fa confluire nel riscaldatore, che la integra per innalzare alla temperatura voluta l’acqua fredda proveniente dall’acquedotto.

    Così si riscalda soltanto il flusso tra il rubinetto e lo scarico del lavandino. Nei tubi da cui arriva al rubinetto l’acqua è ancora fredda, quando scende nel tubo di deflusso è di nuovo fredda. Questo dispositivo con una potenza elettrica di 1,5 chilowatt eroga un getto d’acqua calda della potenza termica di circa 4,5 chilowatt. L’efficienza di questo lavandino consente di ridurre di 18 volte i consumi energetici per riscaldare l’acqua.

    È conveniente economicamente, ecologicamente e in termini di autosufficienza energetica costruire nuove centrali termoelettriche a cicli combinati alimentati a metano, o sostituire i milioni di scaldabagni elettrici ancora in funzione con milioni di apparecchi che recuperano l’energia termica dell’acqua calda di scarico?


  18. #18
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Uno scambiatore di calore nel sifone?

    Con tutta la schifezza che ci passa, si ottura in un nanosecondo. Non mettete mai scambiatori di calore in circuiti dell'acqua in cui non c'è un addolcitore o c'è solo acqua corrente. Si riempiono di calcare in men che non si dica, e a meno di non trattarli con acido citrico, non si puliscono neanche a morire.

  19. #19
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di Vox
    Data Registrazione
    26-06-02
    Messaggi
    17,699

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Automatic Jack ha scritto lun, 03 ottobre 2005 alle 13:46
    Uno scambiatore di calore nel sifone?

    Con tutta la schifezza che ci passa, si ottura in un nanosecondo. Non mettete mai scambiatori di calore in circuiti dell'acqua in cui non c'è un addolcitore o c'è solo acqua corrente. Si riempiono di calcare in men che non si dica, e a meno di non trattarli con acido citrico, non si puliscono neanche a morire.
    io sinceramente mi chiedo quale sia il tempo di deflusso dell'acqua nel lavandino se deve passare, per caduta, attraverso uno scambiatore. finchè la pompo, ok, ma così non vorrei avere lo stagno putrido ogni mattina in casa.


  20. #20
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Vox ha scritto lun, 03 ottobre 2005 alle 14:39
    Automatic Jack ha scritto lun, 03 ottobre 2005 alle 13:46
    Uno scambiatore di calore nel sifone?

    Con tutta la schifezza che ci passa, si ottura in un nanosecondo. Non mettete mai scambiatori di calore in circuiti dell'acqua in cui non c'è un addolcitore o c'è solo acqua corrente. Si riempiono di calcare in men che non si dica, e a meno di non trattarli con acido citrico, non si puliscono neanche a morire.
    io sinceramente mi chiedo quale sia il tempo di deflusso dell'acqua nel lavandino se deve passare, per caduta, attraverso uno scambiatore. finchè la pompo, ok, ma così non vorrei avere lo stagno putrido ogni mattina in casa.

    eh infatti, con tutto che gli scambiatori acqua-acqua hanno bisogno di una certa bella pressione, mica bruscolini.

  21. #21
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    13-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: Risparmio energetico

    Mmm... topo troppo interessante anche questo

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato