+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 25 di 33

Discussione: [13/11/2003] Giornataccia

  1. #1
    keiser
    ospite

    Predefinito [13/11/2003] Giornataccia

    Quest'oggi, ve lo devo confessare con tutto il cuore, ho davvero grosse difficoltà a scrivere l'editoriale. Il problema, lo potete facilmente intuire, non sta nella mancanza di notizie o di argomenti (anzi, a dire il vero ho parecchi "arretrati" che non riuscirò mai e poi mai a smaltire), ma nella difficoltà - da me più volte espressa, anche in altre sedi - di parlare di argomenti "leggeri" come i videogiochi in giornate come questa, dopo la notizia dell'attentato in Iraq. Tanti pensieri contrastanti si accavallano nella mia mente.
    Perchè questo senso di disagio emerge con maggiore forza quando a morire sono dei nostri connazionali, e non altri? Questo non me lo so davvero spiegare. La morte rende tutti uguali, e ogni vita che si spegne dovrebbe avere pari dignità e recare con sè la medesima sofferenza. Però non è così. E non credo neanche che possa essere così, per un sacco di motivi.
    Rimane il fatto che il mio lavoro, questo sito, tutto ruota attorno al divertimento (o meglio all'intrattenimento, come si diceva qualche giorno fa), che è esattamente quello che voi venite a cercare quando vi collegate a TGM Online e non al sito della CNN, e che continueremo a darvi. Volevo solo dirvi che oggi mi costa più fatica del solito. Tutto qui.
    Scusate lo sfogo.

  2. #2
    Il Nonno L'avatar di Dadox
    Data Registrazione
    19-07-03
    Messaggi
    5,558

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Onore ai Caduti

  3. #3
    x3n0n
    ospite

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    la cosa davvero triste in questa storia è vedere lo sciacallaggio di alcuni loschi figuri (vedo lettere al fronte sul sito del corriere della sera) che approfittano di questo momento di ... bhò non mi viene la parola... per fare del qualunquismo...

    Quote:

    ritiriamo i nostri ragazzi
    la colpa è di bush



    assurdo....


    non volendo entrare in polemiche che non mi toccano mi sento di dire che la guerra e lo stillicidio di vite umane che fino a ieri vedevamo un po' così al telgiornale , talmente quotidiano da risultare niente d+ che una notizia di cronaca adesso è entrato prepotentemente nelle nostre vite.

    adesso , forse, ci rendiamo conto che la guerra ce l'abbiamo in casa.

    non importa se casa è lontana 10000 kilometri.

    dico solo che l'unica cosa da fare è fare fronte comune e porre fine una volta per tutte alla follia umana.

    la guerra continuerà, deve continuare.

    se c'è una soluzione pacifica io ora sono troppo arrabbiato per vederla.

    i nostri carabinieri non avvevno compiti offensivi, erano una "forza di pace", contribuivano a tenere l'ordine in città eppure li hanno uccisi lo stesso coinvolgendo bambini civili e loro stessi compatrioti.


    che pace ci può essere con chi è animato da una simile follia?

  4. #4
    x3n0n
    ospite

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Quote:
    Onore ai Caduti

  5. #5
    Il Fantasma L'avatar di Whisky
    Data Registrazione
    28-10-03
    Località
    Trieste
    Messaggi
    73

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    x3n0n la colpa non è solo di Bush, avete dimenticato la prima persona (e forse anche l'unica) che voleva "andare" in Irak, il nostro presidente operaio Silvio Berlusconi.
    Avete dimenticato che SB disse a Bush l'Italia è con te???
    Eppure ci hanno avvertito per tre volte che ci avrebbero attaccati. Non vi fa pensare questo???
    C'è l'hanno detto di stare attenti!!!
    Da parte mia non avrei mai mandato i nostri ragazzi laggiù, che se la sbrighino gli Yankees con il popolo di Allah.
    Forza di Pace o no, abbiamo a che fare con Terroristi, più vittime fanno e meglio stanno. Per loro siamo invasori.
    E infondo infondo la colpa è anche un pò nostra, se ci pensate ci siamo immischiati in un conflitto che non era nostro, solo perché un nano con manie di grandezza (SB) voleva fare "il Bullo".
    "Americani, il popolo italiano è con voi" Che parli per lui!
    Secondo me chiunque voglia la guerra dovrebbe essere rinchiuso nel CIM (Centro Igiene Mentale)!!!

  6. #6
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di maxpay
    Data Registrazione
    13-10-01
    Località
    Sud Italia
    Messaggi
    24,673

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    quando succede un episodio cosi tragico, solitamente l'opinione pubblica si divide in due fazioni. la prima piange i propri caduti. la seconda si domanda per quale motivo è successo.
    [fra questi ultimi purtroppo rientrano anche cinici scellerati che esordiscono con frasi tipo "se la sono cercata", motivazioni politiche e quant'altro....senza capire che esiste un momento per le lacrime e un momento per le spiegazioni]


    Quote:
    Perchè questo senso di disagio emerge con maggiore forza quando a morire sono dei nostri connazionali, e non altri? Questo non me lo so davvero spiegare
    io spero che succeda perchè in noi è ancora presente un briciolo di patriottismo, di amore verso la nostra nazione.
    forse ci sentiamo ancora parte di un qualcosa e vorrei tanto che fosse così.
    senza nulla togliere agli altri morti, per carità...i morti sono sempre morti ed è giusto che sia così...

    Quote:
    Rimane il fatto che il mio lavoro, questo sito, tutto ruota attorno al divertimento (o meglio all'intrattenimento, come si diceva qualche giorno fa), che è esattamente quello che voi venite a cercare quando vi collegate a TGM Online e non al sito della CNN, e che continueremo a darvi. Volevo solo dirvi che oggi mi costa più fatica del solito. Tutto qui.
    a me, come ho già scritto in un post nel forum delle forze armate, è successo ieri. ci sono rimasto davvero male e ho passato la giornata come un rimbambito, passeggiando con la testa fissa sul marciapiede.
    la sera ovviamente ho continuato a rimbalzare da un canale all'altro della tv, evitando accuratamente le domande stupide e inadatte di vespa o la falsa emozione di costanzo e cercando qualsiasi briciola di buona notizia che riguardasse i carabinieri ancora vivi.
    sono fatti che ti feriscono molto ed è normale che tu abbia deciso di scrivere questo editoriale(mi sarei meravigliato del contrario) così come è normale che la sensibilità di tutti noi ci abbia spinto ad una giornata di riflessione.

  7. #7
    La Nebbia
    Data Registrazione
    24-04-03
    Messaggi
    35

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Dadox ha scritto gio, 13 novembre 2003 alle 11:05
    Onore ai Caduti

  8. #8
    x3n0n
    ospite

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Quote:


    E infondo infondo la colpa è anche un pò nostra, se ci pensate ci siamo immischiati in un conflitto che non era nostro, solo perché un nano con manie di grandezza (SB) voleva fare "il Bullo".
    "Americani, il popolo italiano è con voi" Che parli per lui!
    Secondo me chiunque voglia la guerra dovrebbe essere rinchiuso nel CIM (Centro Igiene
    ma che stai dicendo?


    guarda che questa non è la guerra di bush o degli americani e riguardo all'affermazione è colpa di bush io dicevo che è una idiozia.


    ci saranno anche motivazioni economiche dietro(eccome se ce ne sono) ma questo non toglie che

    [QUOTE]si vis pacem para bellum[QUOTE]

    e questo non lo dice il povero silvio che avrà le sue magagne ma in questo caso non c'entra.

    se fosse stata l'ooposizione al governo cosa avrebbe fatto?

    è una guerra "mondiale" che sia paelse o no.

    la 4 visto che la 3 è stata la guerra fredda.

    cambiano i modi, cambiano i mezzi e le facce ma la guerra è sempre la stessa.

    fare una guerra non è da folli se serve ad opporsi ad una cosa sbagliata.

    non siamo struzzi non nascondiamo la testa

  9. #9
    keiser
    ospite

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    ragazzi vi prego, evitiamo di litigare come al solito, di flammare o di avviare discussioni urlate. non è proprio la giornata migliore per farlo.
    ve lo chiedo per favore.

    grazie.

    claudio

  10. #10
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di maxpay
    Data Registrazione
    13-10-01
    Località
    Sud Italia
    Messaggi
    24,673

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    ragazzi...cercate di non trascendere nella politica...

  11. #11

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    ...le polemiche lascimole ai soliti noti...almeno per oggi!!
    grazie claudio per l'editoriale.

  12. #12
    x3n0n
    ospite

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    chiedo scusa .... non volevo entrare in sterili polemiche.


    oggi non è proprio il caso.


    rispondevo solo che oggi non è il caso di dire tiriamoci indietro.

    per rispetto ai caduti .

    che altrimenti sarebbero caduti invano.


    ...

  13. #13

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Gloria eterna ai caduti italiani e iracheni
    L'oblio per i kamikaze

  14. #14
    Il Fantasma L'avatar di Kelan
    Data Registrazione
    30-03-02
    Località
    provincia di Padova
    Messaggi
    73

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    L'editoriale e la risposta di maxpay riportano praticamente i miei stessi pensieri.


  15. #15

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia



    "USI OBBEDIR TACENDO E TACENDO MORIR"

    God Bless You my BROTHERS......


  16. #16
    L'Onesto L'avatar di ilonand
    Data Registrazione
    29-11-01
    Località
    Firenze
    Messaggi
    1,377

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Whisky ha scritto gio, 13 novembre 2003 alle 11:25
    x3n0n la colpa non è solo di Bush, avete dimenticato la prima persona (e forse anche l'unica) che voleva "andare" in Irak, il nostro presidente operaio Silvio Berlusconi.
    Avete dimenticato che SB disse a Bush l'Italia è con te???
    Eppure ci hanno avvertito per tre volte che ci avrebbero attaccati. Non vi fa pensare questo???
    C'è l'hanno detto di stare attenti!!!
    Da parte mia non avrei mai mandato i nostri ragazzi laggiù, che se la sbrighino gli Yankees con il popolo di Allah.
    Forza di Pace o no, abbiamo a che fare con Terroristi, più vittime fanno e meglio stanno. Per loro siamo invasori.
    E infondo infondo la colpa è anche un pò nostra, se ci pensate ci siamo immischiati in un conflitto che non era nostro, solo perché un nano con manie di grandezza (SB) voleva fare "il Bullo".
    "Americani, il popolo italiano è con voi" Che parli per lui!
    Secondo me chiunque voglia la guerra dovrebbe essere rinchiuso nel CIM (Centro Igiene Mentale)!!!
    Quoto in pieno. Quello che mi fa'piu' rabbia e' la sensazione che quei ragazzi siano morti invano, perche' la strada intrapresa in Iraq non e' quella giusta.
    Onore ai fratelli caduti.

  17. #17
    Shogun Assoluto L'avatar di Mithrandir
    Data Registrazione
    28-04-03
    Località
    Reginasirarefà
    Messaggi
    26,019

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    un altro topic dove si fa politica, uffa...l'editoriale non sembrava parlare di questo però...


  18. #18
    La Nebbia
    Data Registrazione
    12-11-03
    Messaggi
    5

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Se oggi siamo qui a scrivere i nostri pensieri liberamente è perchè qualcuno è morto per darci un futuro migliore e libero da ogni restrizione. Ci siamo scordati troppo velocemente di come abbimo ottenuto la nostra libertà.

    Troppo comodo fare finta di niente...

    Un giorno i giovani Irakeni ci ringrazieranno per avergli dato la possibilà di avere un futuro senza catene, come il nostro.

  19. #19
    La Nebbia L'avatar di vladd
    Data Registrazione
    07-08-02
    Messaggi
    57

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Hawk ha scritto gio, 13 novembre 2003 alle 10:29
    Dadox ha scritto gio, 13 novembre 2003 alle 11:05
    Onore ai Caduti
    Il problema è che viviamo in un mondo senza onore, dove le persone si uccidono per sentirsi vive o potenti oppure, e forse è la cosa peggiore libere.
    Ma.... silenzio

  20. #20
    Shogun Assoluto L'avatar di nukemall
    Data Registrazione
    17-07-02
    Località
    Zena
    Messaggi
    25,266

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Premetto che comprendo lo sconforto di Claudio, che peraltro ha dimostrato altre volte particolare sensibilità (ad esempio, proprio pochi giorni fa, parlando di simulazione belliche), e di chi come lui è stato colpito dall'attentato in Iraq.

    Senza ipocrisia, devo però ammettere che, per evitare espressioni più irrispettose, quella vicenda non ha cambiato di una virgola la mia giornata di oggi. Non conoscevo i morti, mi è dispiaciuto umanamente ma non più di quanto mi capita quando sento di un kamikaze che ha fatto saltare un bus in Israele o di un bambino del Gaslini, qui vicino a casa mia, che cede alla malattia dopo qualche anno di agonia.

    Lo schermo che protegge noi tutti, e che ci impedisce di farci carico delle quotidiane tragedie del mondo, filtrandole e lasciando trapelare solo quelle che ci sfiorano da vicino, con me ha funzionato anche oggi.

  21. #21
    Il Puppies L'avatar di Inishmore
    Data Registrazione
    20-10-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    429

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Anche se politicamente penso di aver le idee ben chiare, non credo che sia questo il momento per tirarle fuori. Davanti a dei ragazzi morti ogni parola è solo retorica.

    "Che la terra vi sia lieve,buon viaggio."

  22. #22
    Moderatore nikonista L'avatar di Bobo
    Data Registrazione
    13-11-01
    Località
    Ravenholm
    Messaggi
    40,528

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    keiser ha scritto gio, 13 novembre 2003 alle 10:39
    Perchè questo senso di disagio emerge con maggiore forza quando a morire sono dei nostri connazionali, e non altri? Questo non me lo so davvero spiegare. La morte rende tutti uguali, e ogni vita che si spegne dovrebbe avere pari dignità e recare con sè la medesima sofferenza. Però non è così. E non credo neanche che possa essere così, per un sacco di motivi.
    Mi sono fatto la stessa domanda.

    A mente fredda e' vero: la vita di un italiano non vale piu' di quella di nessun altro. Tutti gli uomini hanno i loro sogni, le loro aspirazioni. Gli orfani e le vedove vivono tutti lo stesso dolore, indipendentemente dalla loro bandiera. Come e' uguale il dolore che proveranno i genitori nel pardere un figlio in questo modo.

    Eppure l'episodio di ieri ha colpito tutti molto di piu' di qualsiasi attentato che ci sia stato in iraq fino ad oggi. Persino di piu' dello scempio della croce rossa, che e' stata un'azione veramente barbara.

    Probabilmente e' perche' le cose ci colpiscono inevitabilmente di piu', quando ci toccano da vicino.
    Io non conoscevo nessuna delle vittime, cosi' come non conoscevo nessuno degli americani e degli iracheeni che muoiono con regolarita' giornaliera da quando e' "finita" la guerra.
    Teoricamente dovrei reagire nello stesso modo, ma non e' cosi'.
    La verita' e' che finche' muoiono persone che vengono da paesi lontati migliaia di km, in un paese altrettanto distante, ci sembra tutto piu' "lontano". Certo, c'e' cmq il dispiacere nel sentire di gente che muore, ma si tratta di "notizie del tg", di qualcosa che non ci tocca direttamente (frase molto brutta, ma che purtroppo e' vera per la maggior parte delle persone, me compreso).


  23. #23
    Shogun Assoluto L'avatar di Mithrandir
    Data Registrazione
    28-04-03
    Località
    Reginasirarefà
    Messaggi
    26,019

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    nukemall ha scritto gio, 13 novembre 2003 alle 18:09
    Premetto che comprendo lo sconforto di Claudio, che peraltro ha dimostrato altre volte particolare sensibilità (ad esempio, proprio pochi giorni fa, parlando di simulazione belliche), e di chi come lui è stato colpito dall'attentato in Iraq.

    Senza ipocrisia, devo però ammettere che, per evitare espressioni più irrispettose, quella vicenda non ha cambiato di una virgola la mia giornata di oggi. Non conoscevo i morti, mi è dispiaciuto umanamente ma non più di quanto mi capita quando sento di un kamikaze che ha fatto saltare un bus in Israele o di un bambino del Gaslini, qui vicino a casa mia, che cede alla malattia dopo qualche anno di agonia.

    Lo schermo che protegge noi tutti, e che ci impedisce di farci carico delle quotidiane tragedie del mondo, filtrandole e lasciando trapelare solo quelle che ci sfiorano da vicino, con me ha funzionato anche oggi.
    meno, male pensavo di essere il solo "insensibile" del forum...

  24. #24
    Il Fantasma
    Data Registrazione
    02-06-03
    Località
    Firenze
    Messaggi
    132

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    nukemall ha scritto gio, 13 novembre 2003 alle 18:09
    Premetto che comprendo lo sconforto di Claudio, che peraltro ha dimostrato altre volte particolare sensibilità (ad esempio, proprio pochi giorni fa, parlando di simulazione belliche), e di chi come lui è stato colpito dall'attentato in Iraq.

    Senza ipocrisia, devo però ammettere che, per evitare espressioni più irrispettose, quella vicenda non ha cambiato di una virgola la mia giornata di oggi. Non conoscevo i morti, mi è dispiaciuto umanamente ma non più di quanto mi capita quando sento di un kamikaze che ha fatto saltare un bus in Israele o di un bambino del Gaslini, qui vicino a casa mia, che cede alla malattia dopo qualche anno di agonia.

    Lo schermo che protegge noi tutti, e che ci impedisce di farci carico delle quotidiane tragedie del mondo, filtrandole e lasciando trapelare solo quelle che ci sfiorano da vicino, con me ha funzionato anche oggi.
    Prima di scrivere penso solo a quanto sono fortunato.
    E poi,mentre scrivo,penso solo a quanto posso essere "cinico" nel condividere il pensiero di Nukemall ma soprattutto nel non far nulla per cercare di rendere,nel mio possibile,meno dolorosa la vita di altri meno fortunati di me.
    Ma come affermato sopra credo (e dico credo almeno fino ad oggi) che solo le tragedie che mi sfiorano da vicino(o che possa toccare con mano) mi scuotano profondamente dentro per farmene carico.

    Onore ai caduti ma anche a chi sta lottando per la vita,per una vita migliore e per il bene degli altri.


  25. #25

    Predefinito Re: [13/11/2003] Giornataccia

    Tutti dicono che la guerra non è giusta, la pace si.
    Ma ci sono anche casi in cui la pace non è necessariamente un valore e la guerra non è necessariamente un disvalore.

    Se dobbiamo combattere per evitare un mondo dominato dalla paura e dal terrore, il tutto causato da un popolo accecato da una religione mal'interpretata, se dobbiamo combattere per la libertà del nostro pianeta e per il futuro dell'umanità, allora questa guerra non è giusta, ma DIECI volte giusta.

    Gli islamici "pericolosi" hanno dimostrato di non aver rispetto per la vita; i civili islamici, dall'altra sponda, hanno dimostrato di non avere fegato per insorgere per la Pace dei popoli.
    Abbiamo perso nostri compatrioti per un popolo deludente, e colpevolizzare il nostro capo del governo o Bush è solo una dimostrazione di ignoranza, un ricercare del famoso "capro espiatorio"...

    Ora minacciano anche di far saltare per aria Roma, con le persone che ci vivono, che la amano, con gli antichi monumenti che ci fanno ricordare la grandezza dei nostri Avi.

    E' una guerra santa, e se sarà necessario combatterò.

    E pensare che qualche settimana fa le comunità islamiche sono insorte contro i crocifissi nelle classi delle nostre scuole... Ci hanno chiesto di togliere il simbolo del nostro signore per rispetto della loro presenza sul nostro territorio.

    Affanculo brutti b.astardi

+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato