Pag 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 25 di 53

Discussione: Perchè le "crisi di panico"?

  1. #1
    Il Puppies L'avatar di d.d.t.1976
    Data Registrazione
    09-07-04
    Località
    Carugate
    Messaggi
    530

    Predefinito Perchè le "crisi di panico"?

    Perchè questo tipo di moderna "patologia" affligge i giovani di oggi?
    Perchè i suoi sintomi sono così mutevoli da individuo ad individuo?
    Perchè un "nodo" alla gola,perchè la "fame" di aria, perchè il dolore al petto ed alla mano sinistra.
    E'un infarto?No,no,vai dallo PSICOLOGO!!!

  2. #2
    Il Puppies L'avatar di BakIV
    Data Registrazione
    22-02-03
    Località
    Ziano Piacentino
    Messaggi
    669

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    In parte ti rispondi da te: le crisi di panico, in realtà non esitono...

    Per essere meglio compreso, per essere chiaro, ti dirò: perchè prima di Freud si era solo incavolati col mondo ed ora siete depressi??? Perchè la psicologia è l'arte di inventare le malattie che deve curare. Ne più ne meno...

    Ora, prima che (chi è privo di risposte alternative più valide...) mi dicano che ho mal interpretato i problemi di chi voleva giustificare i propri problemi (avere rapporti con la propria madre...), inventandosi questa patologia tuttora inconsistente, dico solo questo: meno pippe mentali e più conoscienza di se stessi. Detto questo, chiudo perchè mi casseranno a vita

    Finchè esisteranno froidiani esisteranno malattie mentali, finchè non dimostreranno perchè (cit quell'uomo sniffava tanta coca da stendere un pony (pronuncia pounii ).

    E questo è quanto.

    Ooops, trascinato dal vero motivo ho tralasciato di rispondere: la malattia in realtà non esiste, indice i sintomi tanto diversi da caso a caso (di solito le malattie si riconoscono dai sintomi, se non sono abbastanza fisiche da lasciare traccie consistenti...), quindi i portatori del male sono solo persone psicologicamente deboli... (contraddizione o triste realtà?)

  3. #3
    Banned L'avatar di *Vazkor*
    Data Registrazione
    28-04-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,936

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Bak non sparare idiozie per favore

    Quando ho tempo rispondo.

  4. #4
    Il Puppies L'avatar di d.d.t.1976
    Data Registrazione
    09-07-04
    Località
    Carugate
    Messaggi
    530

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Da Biologo posso ditri che su tale "patologia"(perchè oramai se ne parla come una malattia) sono stati e tutt'ora sono in corso degli studi approfonditi.
    Sono in linea con il tuo pensiero quando parli di persone dalla "psiche debole".Ma chi di noi non ha dei punti deboli?
    Eppure esistono dei fattori ambientali capaci di scatenare gli eventi,come ambineti chiusi o mal areati,dove il rapporto CO2/O2 è decisamente spostato verso sinistra o situazioni di imbarazzo ed incertezza.
    Non voglio credere che i giovani oggi siano dei pippettari incalliti.
    Credo invece che le loro debolezze rispecchino una paura intrinseca di "morire".Paura di morire che fino a qualche anno fa veniva associata solo a pochi soggetti anziani o malati(si vabbè,non prendetela proprio alla lettera,ma ci siamo capiti).
    Ora la morte entra nelle nostre case giornalmente,ora la morte non ha più età,abbraccia sia il giovane che l'anziano.

    Ora vorrei concludere il mio pensiero con due massime in contraddizione:
    1)Pensa come se non dovessi morire mai.
    2)Se ognuno di noi, si soffermasse 5 minuti al giorno,sul fatto che dobbiamo "morire",il male tra gli uomini non esisterebbe.

  5. #5
    Banned L'avatar di *Vazkor*
    Data Registrazione
    28-04-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,936

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Non obietto la preparazione di biologo di ddt ma come psichiatra può fare di meglio.
    Dunque.

    Gli attacchi di panico fanno parte della categoria dei disturbi d'ansia.
    L'ansia si definisce come una risposta psicosomatica ( cioè che coinvolge sia la sfera emotiva sia quella fisica con tachicardia, sudorazione, salivazione alterata, ecc. ) ad una situazione di pericolo o di stress in cui l'organismo si prepara ad attaccare o a fuggire.
    L'ansia può essere di stato ( in risposta ad un evento contingente ) o di tratto ( cioè caratteriale, un soggetto tende a mettere in atto una risposta stereotipata di tipo ansioso di fronte ad ogni stimolo ).
    Gli attacchi di panico si accompagnano spesso al disturbo d'ansia generalizzato quindi ne condivide i sintomi come riportato dal DSM, si dividono in con e senza agorafobia a seconda se gli attacchi vengono scatenati da una situazione in cui ci si sente persi oppure si può difficilmente ricevere soccorso. La caratteristica peculiare dell'attacco di panico, che lo distingue dal disturbo d'ansia acuto è proprio la sensazione imminente di morire o di impazzire che paralizza il soggetto, situazione che culmina in genere nell'arco di pochi minuti dopo l'inizio della crisi.
    Gli attacchi di panico possono essere legati ad una fobia o una fobia sociale e sono sempre caratterizzati da ansia anticipatoria e condotte di evitamento. Si tratta di un disturbo di tipo nevrotico, non compromette seriamente quindi il rapporto del soggetto con la realtà ma può essere notevolmente invalidante.

    Le considerazioni "da bar" sui 'ggiovani d'oggi sono decisamente fuori luogo, è vero però che ogni epoca storica ha i suoi disturbi e se oggigiorno soprattutto alcune sintomatologie isteriche sono quasi scomparse è anche a causa del rapporto totalmente diverso con le pulsioni sessuali della nostra società.
    Tuttavia bisogna ricordare che stiamo parlando di disturbi psichiatrici e non del semplice "logorio della vita moderna" ... a proposito, per queste patologie non si va dallo psicologo che è un semplice laureato in lettere e filosofia, senza offesa per quest'ultimo chiaro

    Si va un medico.

  6. #6
    Il Nonno L'avatar di Banana Joe
    Data Registrazione
    05-11-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,697

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    d.d.t.1976 ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 00:42
    Perchè questo tipo di moderna "patologia" affligge i giovani di oggi?
    Perchè i suoi sintomi sono così mutevoli da individuo ad individuo?
    Perchè un "nodo" alla gola,perchè la "fame" di aria, perchè il dolore al petto ed alla mano sinistra.
    E'un infarto?No,no,vai dallo PSICOLOGO!!!
    La crisi di panico io non la vedo come una malattia. Più che altro è un'alterazione del comportamento dovuta a fatti negativi successi in passato, il cui ricordo quando riaffiora è in grado di destabilizzare completamente il malcapitato.

  7. #7
    Banned L'avatar di *Vazkor*
    Data Registrazione
    28-04-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,936

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Banana Joe ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 15:22
    La crisi di panico io non la vedo come una malattia.
    Puoi anche vederla come un attaccapanni.

  8. #8
    Il Nonno L'avatar di Banana Joe
    Data Registrazione
    05-11-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,697

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    *Vazkor* ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 14:09
    ... a proposito, per queste patologie non si va dallo psicologo che è un semplice laureato in lettere e filosofia, senza offesa per quest'ultimo chiaro

    Si va un medico.

    Se "per queste patologie" intendi gli attacchi di panico, non sono della tua stessa idea.

    Dal medico ci vai se hai problemi a livello fisico, non se hai qualcosa a livello mentale, di inconscio.

  9. #9
    Il Nonno L'avatar di Banana Joe
    Data Registrazione
    05-11-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,697

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    *Vazkor* ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 15:25
    Banana Joe ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 15:22
    La crisi di panico io non la vedo come una malattia.
    Puoi anche vederla come un attaccapanni.

  10. #10
    Il Puppies L'avatar di d.d.t.1976
    Data Registrazione
    09-07-04
    Località
    Carugate
    Messaggi
    530

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Son sempre il BIOLOGO.
    Guarda,il medico forse non è la persona più appropriata per risolvere questa tipologia di malessere. Il medico potrebbe(uso il condizionale)prescrivere una terapia di tipo farmacologico quando,in realtà,ma non universalmente,basterebbe una "persona" con cui parlare dei problemi noti ed ignoti.
    Il Medico non mi sembra(non per colpa sua)capace di estrapolare da sintomi immaginari una terapia "umana" per le crisi di Ansia.

    Qualcuno mi ha detto che bisogna semplicemente conviverci.
    Di fatto,tali crisi,quando insorgono in momenti inopportuni,possono creare del vero PANICO non solo nel paziente ma anche in tutti i presenti.

    Felice di essere smentito.

  11. #11
    Banned L'avatar di *Vazkor*
    Data Registrazione
    28-04-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,936

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Non scendo nei particolari visto che sarebbe superfluo, è evidente che non avete la più pallida idea di quello di cui stiamo parlando.

    Un minimo di umiltà quando si esce dal proprio campo del sapere sarebbe d'obbligo.

  12. #12
    Il Puppies L'avatar di d.d.t.1976
    Data Registrazione
    09-07-04
    Località
    Carugate
    Messaggi
    530

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Ok Ok,lo so,l'ho detto!!Ho infatti concluso con FELICE DI ESSERE SMENTITO.
    Se Catzo ero un MEDICO,non lo avrei aperto sto topic.

  13. #13
    La Borga
    Data Registrazione
    19-06-02
    Messaggi
    10,549

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    mi sa che alcuni sono vittima di un concetto di medico legato al bisturi (tipo clooney della serie ER, insomma medico chirurgo); considerate che lo psichiatra è un medico (la facoltà è sempre medicina) e immagino sia a questo tipo di medico che Vazkor si riferisce (e anche qui, siete magari vittima di film come "qualcuno volò sul nido del cuculo": non tutti gli psichiatri sono dei semplici prescrittori di psicofarmaci).
    Il che non toglie che in casi "leggeri", un semplice consulto psicologico potrebbe rivelarsi di grande aiuto (parlo per esperienza di persone che conosco)

  14. #14
    Il Nonno L'avatar di Banana Joe
    Data Registrazione
    05-11-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,697

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    *Vazkor* ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 15:58
    Non scendo nei particolari visto che sarebbe superfluo, è evidente che non avete la più pallida idea di quello di cui stiamo parlando.

    Un minimo di umiltà quando si esce dal proprio campo del sapere sarebbe d'obbligo.
    1- parla quello degli attaccapanni;
    2- una mia compagna di classe l'anno scorso (quest'anno molto meno, per fortuna) ne ha sofferto parecchio;
    3- studio psicologia ormai/solo da 7 anni ma credo di saperne più di te, almeno sugli attacchi di panico.

  15. #15
    Il Puppies L'avatar di d.d.t.1976
    Data Registrazione
    09-07-04
    Località
    Carugate
    Messaggi
    530

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Grazie del Signore,sono anch'io certo che tu ne sappia di più.Ma ne hai mai vissuto uno in prima persona?
    Io si(e a volte mi ritornano),e adesso,chi ne sa di più?
    Ne sappiamo entrambi,ma guardiamo la faccenda da due lati differenti.Tu dalla parte della LUCE io guardo dall'Ombra.
    Ho espresso un mio pensiero,lo puoi condividere o contestare...nè una parola di più,nè una di meno.


  16. #16
    Il Nonno L'avatar di Banana Joe
    Data Registrazione
    05-11-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,697

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    d.d.t.1976 ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 16:23
    Grazie del Signore,sono anch'io certo che tu ne sappia di più.Ma ne hai mai vissuto uno in prima persona?
    Io si(e a volte mi ritornano),e adesso,chi ne sa di più?
    Ne sappiamo entrambi,ma guardiamo la faccenda da due lati differenti.Tu dalla parte della LUCE io guardo dall'Ombra.
    Ho espresso un mio pensiero,lo puoi condividere o contestare...nè una parola di più,nè una di meno.

    Ti chiedo assolutamente scusa, pensavo che il Biologo in questione fosse VAZ (infatti tutto il mio post precedente è per lui).




    EDIT1= Comunque mi dispiace che tu ne abbia vissuti, scusa se magari te li ho fatti tornare in mente, scusa ancora se ti sei sentito attaccato.

    EDIT2= Ho editato il post incriminato.

  17. #17
    Il Puppies L'avatar di d.d.t.1976
    Data Registrazione
    09-07-04
    Località
    Carugate
    Messaggi
    530

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Le scuse non sono necessarie.Stiamo solo discutendo,e questo è bene.
    Comunque nel mio caso,le ho superate e le combatto con una forza di volontà che non credevo possedere.Senza l'aiuto di farmaci(niente polemiche,please) e con tante parole(fidanzata,amici...etc).
    Ma la cosa più importante è avere la convinzione di essere più forti.

  18. #18
    Il Nonno L'avatar di Banana Joe
    Data Registrazione
    05-11-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,697

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    d.d.t.1976 ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 16:41
    Ma la cosa più importante è avere la convinzione di essere più forti.

  19. #19
    Banned L'avatar di *Vazkor*
    Data Registrazione
    28-04-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,936

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Banana Joe ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 16:19
    3- studio psicologia ormai/solo da 7 anni ma credo di saperne più di te, almeno sugli attacchi di panico.
    Questo è indubbiamente grave.

  20. #20
    alternat
    ospite

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    d.d.t.1976 ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 16:05
    Se Catzo ero un MEDICO,non lo avrei aperto sto topic.
    dai, lo dico io:

    se FOSSI STATO un medico, forse non avresti sbagliato il congiuntivo!

    p.s.
    con quel tuo insistere sul biologo mi ricordavi troppo Leo Ortolani...

  21. #21
    Il Nonno L'avatar di Banana Joe
    Data Registrazione
    05-11-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,697

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    *Vazkor* ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 17:11
    Banana Joe ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 16:19
    3- studio psicologia ormai/solo da 7 anni ma credo di saperne più di te, almeno sugli attacchi di panico.
    Questo è indubbiamente grave.







  22. #22
    Banned L'avatar di *Vazkor*
    Data Registrazione
    28-04-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,936

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Guarda che non ho voluto essere offensivo perchè è vietato dal regolamento.

  23. #23
    Il Nonno L'avatar di Banana Joe
    Data Registrazione
    05-11-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,697

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    *Vazkor* ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 21:31
    Guarda che non ho voluto essere offensivo perchè è vietato dal regolamento.





    :pauradelregolamento,eh?:

  24. #24
    Banned L'avatar di *Vazkor*
    Data Registrazione
    28-04-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,936

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    Vedo che hai un disperato bisogno di averla vinta quindi mi ritiro dalla discussione anche se non capisco cosa tu voglia dimostrare ...

  25. #25
    Il Nonno L'avatar di Banana Joe
    Data Registrazione
    05-11-03
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,697

    Predefinito Re: Perchè le "crisi di panico"?

    *Vazkor* ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 21:59
    Vedo che hai un disperato bisogno di averla vinta quindi mi ritiro dalla discussione anche se non capisco cosa tu voglia dimostrare ...


    Io non voglio dimostrare assolutamente nulla, caro mio, rispondevo soltanto alle tue provocazioni, seppur velate che fossero:
    Quote:
    *Vazkor* ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 15:25
    Banana Joe ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 15:22
    La crisi di panico io non la vedo come una malattia.
    Puoi anche vederla come un attaccapanni.

    *Vazkor* ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 15:58
    Non scendo nei particolari visto che sarebbe superfluo, è evidente che non avete la più pallida idea di quello di cui stiamo parlando.

    Un minimo di umiltà quando si esce dal proprio campo del sapere sarebbe d'obbligo.

    *Vazkor* ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 17:11
    Banana Joe ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 16:19
    3- studio psicologia ormai/solo da 7 anni ma credo di saperne più di te, almeno sugli attacchi di panico.
    Questo è indubbiamente grave.

    *Vazkor* ha scritto lun, 14 novembre 2005 alle 21:31
    Guarda che non ho voluto essere offensivo perchè è vietato dal regolamento.

Pag 1 di 3 123 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato