+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 19 di 19

Discussione: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

  1. #1
    keiser
    ospite

    Predefinito [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    Forse è solo un'impressione mia, correggetemi se sbaglio, ma ultimamente nei giochi si tende a morire molto meno. E non parlo di difficoltà del gioco, ma proprio di morte fisica del nostro alter ego digitale.
    Tolta la quasi totalità degli sparatutto in soggettiva, ovviamente, dove se si va in giro a sparare alla gente è lecito attendersi di ricevere il medesimo trattamento... Nelle avventure, nei giochi di ruolo, persino nei giochi di guida, i game designer sembrano aver optato per un approccio meno drastico per il giocatore, che non finisce più al cimitero, ma "arrestato", "addormentato", "messo in quarantena", oppure si ritrova semplicemente catapultato all'ultimo savegame disponibile.
    Ricordo vecchie AG dove un errore ti poteva costare caro, un dialogo condotto frettolosamente poteva indurre l'interlocutore ad ucciderti, o comunque a farti arrivare ad un binario morto (c'è differenza tra le due cose, in termini di gameplay?), costringendoti a tornare sui tuoi passi, e a muoverti con più attenzione. Oggi se proprio va male, si ripete la conversazione da capo e bon.
    Ci sono comunque delle interessanti variazioni sul tema: mi vengono in mente FlatOut e Scooter War3z, che fanno "scempio" del cadavere del guidatore con effetti spassosi, trasformando una semplice intuizione in uno dei punti forti del gioco. Oppure ancora Xpand Rally della Techland, che con una scelta forse un po' troppo drastica costringeva a ricominciare da capo la carriera in caso di incidente mortale...

  2. #2
    Il Nonno L'avatar di Hellfire
    Data Registrazione
    19-11-01
    Località
    napoli
    Messaggi
    5,265

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    anche per questo sto adorando eve online: se la nave viene distrutta viene distrutta, e se si è fortunati parte dell'equipaggiamento rimane lì a fluttuare per un po', almeno finchè non se lo frega qualcuno, e se si viene proprio ammazzati, venendo abbattuti nella scialuppa di salvataggio si perdono tutte le abilità accumulate dall'inizio a lì
    c'è modo di ovviare, pagando un'assicurazione nel primo caso e comprando un clone nel secondo, ma rimangono le forti penalità potenziali

    io lo amo

  3. #3
    La Nebbia
    Data Registrazione
    24-10-04
    Messaggi
    6

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    keiser ha scritto mar, 20 dicembre 2005 alle 11:12

    Ricordo vecchie AG dove un errore ti poteva costare caro, un dialogo condotto frettolosamente poteva indurre l'interlocutore ad ucciderti, o comunque a farti arrivare ad un binario morto (c'è differenza tra le due cose, in termini di gameplay?), costringendoti a tornare sui tuoi passi, e a muoverti con più attenzione.
    Era la cosa che odiavo di più delle avventure della Sierra. Molte volte era impossibile prevedere quello che sarebbe successo. Mi ricordo un King Quest in cui si incontrava una locanda nel bosco. Non c'era nulla che facesse sospettare cosa ci fosse dentro, ma se uno si azzardava ad entrare, non c'era modo di uscirne vivi... Mi ha fatto imbestialire (e smettere di giocarci).

    La morte ha un senso quando il giocatore può ragionevolmente prevedere che un'azione è rischiosa. Ucciderlo senza un buon motivo provoca solo frustrazione.

    Preferivo di gran lunga le avventure Lucas, dove non si poteva morire e non si poteva arrivare a un binario morto (ma si poteva rimanere bloccati per ore nel tentativo di superare un puzzle).

  4. #4

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    Sicuro keiser?

    In tutti gli RPG che ho giocato ultimamente si muore, al contrario degli Ultima, dove se si moriva "KAL LOR" e si ricomincia (mi riferisco al 5° e al 6°)
    Nei giochi di guida non si è mai morti: al massimo si distruggeva la macchina.
    Nelle avventure grafiche che hanno fatto storia (Monkey island, Simon the sorcerer, Sam e Max) non si poteva morire, anzi, si poteva rimanere solo bloccati, niente errori irreversibili.

    L'unico gioco recente, che ricordo dove, non si può morire è GTA.
    Altri non me ne vengono.

    Il discorso MMORPG è diverso: la morte lì c'è, ma non è definitiva (perdere tutti gli oggetti e abilità potrebbe risultare un tantino frustrante, un po' come ad Ogame quando ti arano le tue 700 navi da guerra, a quel punto dici "Bene, ho finito di giocare a questo gioco")

  5. #5
    Il Fantasma L'avatar di topastro89
    Data Registrazione
    21-06-04
    Località
    Napoli
    Messaggi
    87

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    Bhe ma scusate perchè tutta questa malsana voglia di vedere il cadavere del proprio alterego digitale maltrattato e scempiato?
    Credo che tale problema i gamedesigner nn se lo siano proprio posto poichè non tutti (almeno spero ) hanno bisogno di vedere in che modo si sfasciano la testa. Reo soprattutto il sovrautilizzo del savegame non si ci sofferma piu a vedere in che modo si muore, ma si passa direttamente a rifare quel passaggio. Boh sarà cosi solo per me

  6. #6
    Il Nonno L'avatar di Hellfire
    Data Registrazione
    19-11-01
    Località
    napoli
    Messaggi
    5,265

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    non è voglia di vederlo soffrire, è desiderio di un minimo di rischio, di sfida, di non avere tra le mani un qualcosa che ci faccia chiedere "quanto ci metterò a finirlo?" ma "chissà se sono capace di finirlo?"

  7. #7
    Il Puppies L'avatar di ghost80
    Data Registrazione
    28-01-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    558

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    Semplicemente si è passati ad una molteplicità di soluzioni potenziali in cui nel 90% dei casi morire sarebbe quasi ridicolo...Non è che è scomparsa questa possibilità, sono solo diventate più variegate le strade percorribili nei giochi, grazie alla tecnologia e ad uno studio più accurato delle trame di gioco. Per cui se prima si moriva e basta, adesso si viene arrestati, ci si addormenta perdendo il treno e quindi il filo della trama (esempio inesistente ma calzante) e bisogna ricaricare da capo.

  8. #8
    Il Nonno L'avatar di Konton
    Data Registrazione
    25-04-02
    Messaggi
    8,020

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    Chi è vecchiotto come me si ricorda la bellezza ( e la frustrazione) delle avventure grafiche della Sierra? Sbagliavi qualcosa e pum! Morto!


  9. #9

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    Konton ha scritto mar, 20 dicembre 2005 alle 12:18
    Chi è vecchiotto come me si ricorda la bellezza ( e la frustrazione) delle avventure grafiche della Sierra? Sbagliavi qualcosa e pum! Morto!

    Ah, a quelle si riferiva...
    Beh, non ci ho mai giocato.

  10. #10
    La Borga
    Data Registrazione
    19-06-02
    Messaggi
    10,549

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    vbato ha scritto mar, 20 dicembre 2005 alle 11:42
    Era la cosa che odiavo di più delle avventure della Sierra.
    il bello delle avventure grafiche della Sierra (e in particolare della serie Space Quest) era proprio che il numero pazzesco di maniere in cui il personaggio poteva lasciarci le penne rendeva l'abbandono della valle di lacrime PARTE del gioco.
    Faceva cioè parte del divertimento restarci secchi ogni tanto, in maniere strampalate; chi ci ha giocato non può non ricordarne qualcuna, ognuno ha le sue preferite; io ho in mente la trappola di space quest 2, che se gli dicevi "look trap" (erano i tempi in cui si scriveva...) rispondeva "trap? which trap? anyone sees any trap? I DON'T see any trap" però se ci camminavi sopra ci cascavi dentro eccome... oppure il mitico "don't touch button" (!) che se lo premevi ti faceva schiantare contro una montagna dopo averti teletrasportato nel medioevo...

    Un modo intelligente di sfruttare anche parti altrimenti morte (assai meno noioso che restare bloccati); bastava salvare ogni tanto e il divertimento era assicurato, tanto da far nascere siti come questo (con tutti i modi per morire documentati, e addirittura il conteggio del totale di maniere possibili!):
    http://tmd.alienharmony.com/rw/index.htm


  11. #11
    Lo Zio L'avatar di TigroPigro
    Data Registrazione
    10-09-03
    Località
    Speravo tanto che i Maya avessero ragione
    Messaggi
    1,524

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    la morte (definitiva)del proprio alter ego darebbe pepe (e tanto) all'insipido "modo carriera"!
    STEEL BATTALION vi dice nulla?
    (a parte quel cavolo di joy dedicato)
    le battaglie durano un tot di giorni (mi pare 30)e se muori NE SEI FUORI!!!
    altro che, questo da il senso della vera PAURA!!

    IMHO



  12. #12
    lello_panzieri
    ospite

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    Io ho smesso di giocare a WOW principalmente perché non esiste il concetto di morte. Insomma, il tutto si riduce ad andare dal cimitero al proprio cadavere. Questo modifica il gameplay in modo sostanziale. Ricordo ancora le sessioni passate online a NWN... ce la si faceva addosso per paura di perdere equipaggiamento e abilità...

    Andiamo verso un mondo di casual gamers

  13. #13
    Il MA rulla veramente di brutto L'avatar di MA
    Data Registrazione
    14-09-01
    Località
    here & now
    Messaggi
    2,869

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    ricordo ai più disattenti che al tempo delle meravigliose avventure sierra dove scrivevi la cosa sbagliata ed eri morto TUTTI e dico TUTTI trattavano quel genere di evenienza come madornali errori di game design. tant'è che nei giochi considerabili come "ben più belli" quali zak mckracken la morte dovevi davvero andartela a cercare (levarsi l'elmetto su marte e aspettare, per esempio) e non ti piombava tra capo e collo solo perché avevi osato camminare in una zona dove appariva un budino viola senza che peraltro ci fosse la possibilità di anticiparlo (hero's quest). per cui, "ah che bello, king's quest era brutale" è un amarcord perverso e fuorviante. è come dire "minchia che ridere quando da piccolo a scuola mi picchiavano tutti i giorni".

    per quanto riguarda la mia esperienza videoludica attuale, posso dire che si continua a morire come prima. le conseguenze della morte sono marcatamente meno gravi (del resto una volta un nemico ti toccava e dovevi fare tutto da capo per un massimo di due volte, e poi finiva la partita), ma questo non significa che ci siano meno possibilità di fare una fine violenta. si fa meno strada per tornare dove si era prima ma questa è un'evoluzione netta, non è un qualcosa che abbiamo tragicamente perso per strada e che purtroppo non tornerà più.

  14. #14

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto


    Che sia morte, che sia addormentarsi, che sia finire in prigione, ha tutto poco significato se si ha il tasto "SAVE GAME" e anche il più ligio giocatore, se sa di avere questo bel PULSANTONE ogni tanto pensa "ma si mi butto, al messimo ricarico".

    Io sposterei il discorso interamente appilcato ai giochi ON-LINE dove NON SI SALVA LA PARTITA. Qui ha senso la morte? è giusta? secondo me SI.

    Certo non dico ad ogni morte "INSERT COIN" (vecchie e care salegiochi) ma come in NWN: danni sostanziale e svantaggi tali da metterti l'ansia se devi affrontare un pericolo e non esagerati da smettere di giocare se qualcosa va storto, magari solo per un colpo di LAG.

    fa-fa-fabio

  15. #15
    Il Fantasma
    Data Registrazione
    28-07-05
    Messaggi
    129

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    fa-fa-fabio ha scritto mar, 20 dicembre 2005 alle 16:52

    Che sia morte, che sia addormentarsi, che sia finire in prigione, ha tutto poco significato se si ha il tasto "SAVE GAME" e anche il più ligio giocatore, se sa di avere questo bel PULSANTONE ogni tanto pensa "ma si mi butto, al messimo ricarico".

    Io sposterei il discorso interamente appilcato ai giochi ON-LINE dove NON SI SALVA LA PARTITA. Qui ha senso la morte? è giusta? secondo me SI.

    Certo non dico ad ogni morte "INSERT COIN" (vecchie e care salegiochi) ma come in NWN: danni sostanziale e svantaggi tali da metterti l'ansia se devi affrontare un pericolo e non esagerati da smettere di giocare se qualcosa va storto, magari solo per un colpo di LAG.

    fa-fa-fabio
    quoto al 100%

  16. #16
    La Borga
    Data Registrazione
    19-06-02
    Messaggi
    10,549

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    MA ha scritto mar, 20 dicembre 2005 alle 14:59
    ricordo ai più disattenti che ... TUTTI e dico TUTTI ... è un amarcord perverso e fuorviante.
    io c'ero, e ci giocavo, e la pensavo così come la penso ora (non per niente salvavo ogni 2 location, proprio per poter morire in modo idiota ogni volta che volevo...); ed evidentemente non solo io, come testimonia il sito che ho riportato.
    Sarai anche un maestro del giornalismo, ma un po' più di rispetto per le altrui opinioni (e capacità mentali) non ti farebbe così male come credi.

  17. #17
    Il MA rulla veramente di brutto L'avatar di MA
    Data Registrazione
    14-09-01
    Località
    here & now
    Messaggi
    2,869

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    maestro del giornalismo è un po' un insulto, per me e per i giornalisti veri. comunque la sierra all'epoca era subissata di proteste per questo stile e non appena è stata intravista l'alternativa (la sierra faceva così e stop e non aveva mai nemmeno pensato a un altro genere di soluzione) lo stile "schiaccia il tasto sbagliato e muori" è crollato come un castello di carte. inoltre alcune volte era divertente (come nella serie di space quest) altre era semplicemente stupido (il suddetto esempio dell'antwerp vagante). se la parola "tutti" è eccessiva, è chiaro come il sole che l'usanza di uccidere il giocatore semplicemente "perchè faceva bello" è stata dismessa perché alla stragrande maggioranza della gente non piaceva. anche se tutto questo in fondo è ot con il post originale...

  18. #18
    Shogun Assoluto L'avatar di manuè
    Data Registrazione
    24-08-03
    Località
    roma
    Messaggi
    79,039

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    chi si ricorda di resident evil 2 dove, se morivi, si vedevano ancora, per qualche tempo, gli zombi banchettare con l'alter ego?

  19. #19
    Il Nonno L'avatar di Fear
    Data Registrazione
    24-05-04
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,011

    Predefinito Re: [20/12/2005] La morte ti fa brutto

    fa-fa-fabio ha scritto mar, 20 dicembre 2005 alle 16:52
    Io sposterei il discorso interamente appilcato ai giochi ON-LINE dove NON SI SALVA LA PARTITA. Qui ha senso la morte? è giusta? secondo me SI.
    il problema della morte e relative conseguenze nei MMOG è particolare: devi fare in modo che le classi siano bilanciate alla perfezione, che siano relativamente gear-independent, che gli scontri durino più di 1 minuto.

    allora sono d'accordo che puoi mettere penalità serie in seguito al decesso. altrimenti il gioco farebbe la fine delle avventure Sierra: muori senza sapere neanche il perchè, visto che l'uber-player con la classe più potente del game ti ha oneshottato mentre passava di lì per caso.

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato