Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Wizball e la vita oltre lo schermo

  1. #1
    NEO-GEO
    ospite

    Predefinito Wizball e la vita oltre lo schermo



    Wizball era installato sull'amstrad di mio padre. Era un pc che leggeva i floppy grossi e pieghevoli. Le possibilità dello schermo erano solo di 4 colori, ma con uno stratagemma di programmazione questo gioco poteva simularne molti di più. Questo aspetto era importante, perchè era proprio sui colori che questo gioco si basava:
    Un mago, a seguito di un esperimento pasticciato, si ritrova rinchiuso in una palla magica (la wizball del titolo), e per tornare se stesso si vede obbligato a recuperare i colori che il mondo il ha perso sempre per causa sua.
    La struttura era molto originale: Una sorta di shooter (sparatutto) dove si controlla una palla in eterno rimbalzo, e si deve esplorare i vari livelli (che possono essere visitati in maniera non linare), alla ricerca dei colori necessari a ripristinare ognuno di questi.
    All'epoca non capivo e non sapevo la trama che faceva da Background a Wizball, la imparai solo in tempi più recenti. Ma daltronde non mi interessava più di tanto, non pensavo che qualcuno creasse una storia aggiuntiva ad un mondo che c'era gia. Da piccolo pensavo che il mondo visto sullo schermo fosse ormai indipendente da chi lo aveva creato, e che stesse a me, il compito di farlo vivere. Infatti non mi imporatava nulla neanche degli scopi da raggiungere. Il mio scopo non era cercare i colori, ma era far vivere Wizball di vita propria! Per me Wizball non era un mago trasformato, ma una creatura a se stante, costretta a vivere in un mondo che la obbligava solo ad rimbalzare e sparare. Quando iniziavo una partita a wizball, il mio obbiettivo era portarla alla scoperta di un mondo nuovo, di qualcosa che non avesse visto, di un posto che potesse chiamare casa.
    La forza che mi spingeva a questo era scaturita da quelle semplici immagini bidimensionali a 4 colori, e dai suoni metallici e bizzarri che emetteva il pc, non c'era il bisogno di avere una grafica fotorealistica, o di un mondo complesso col quale interagire. Era l'immaginazione, che si faceva spazio tra le immagini e raggiungeva lo sfondo nero (sempre presente nei vecchi giochi commodore e Spectrum) per costruire li il quello che i programamtori non avrebbero mai pensato di invetare!


    Scusate, volevo esporre anche a voi questo mio pensiero mattutino, e chiedervi un parere.

  2. #2
    Banned L'avatar di *Vazkor*
    Data Registrazione
    28-04-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,936

    Predefinito Re: Wizball e la vita oltre lo schermo

    Bello

    Non ricordo però come videogiocavo, da piccolo ...

  3. #3
    Andrew B. Spencer
    ospite

    Predefinito Re: Wizball e la vita oltre lo schermo

    Bellissimo post... Mi ha fatto piacere rivedere Wizball, anche se ero abituato alle meraviglie della coloratissima versione C64. Anch'io, specie da piccolo, ero solito usare alcuni giochi in maniera poco orotodossa, ad esempio in Firequest, il mio gioco preferito, avevo trovato una piattaforma insospettata, probabilmente non prevista da Chris Morris (l'autore, che ho sempre cercato di ritrovare, per ringraziarlo), e spesso albergavo lì, pensando magari che fosse un punto di partenza per altre vie, oppure cercavo contatti con personaggi marginali, come la ladra del secondo livello (almeno così la definiva mia sorella), o il cactus, destinato a prendermi dal basso. In un altro gioco, trovato su Program, si esplorava il sottosuolo, e la sua completezza era sorprendente, ma non sono riuscito a caricare spesso quella simulazione incredibilmente affascinante. In tempi più recenti, nell'ambito di GP2 mi ostinavo ad andare contromano, nonostante le raccomandazioni, a posizionarmi in curve strategiche, o comunque a esplorare il contenuto dei campi, alla ricerca di casette.

  4. #4
    Banned L'avatar di Skuth
    Data Registrazione
    16-08-02
    Località
    ♫ ⅞
    Messaggi
    8,901

    Predefinito Re: Wizball e la vita oltre lo schermo

    quando ero piccolo, il background me lo facevo io, fregandomene di quello esistente ^^
    cose che adesso sembrano assurde e mi fanno sentire scemo, ma mi appassionavo veramente. un po come quando da piccoli si gioca con i pupazzetti/soldatini, solo che invece di essere fisici erano composti da pixel.
    quel gioco non l'ho provato, ma fa pensare che i programmatori abbiano trovato uno stratagemma di programmazione per poter utilizzare piu' colori di quanto concesso dalla macchina, e ne abbiano fatto(dei colori) il fulcro del gioco. giu' il cappello a lorsignori.

  5. #5
    Banned L'avatar di *Vazkor*
    Data Registrazione
    28-04-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    30,936

    Predefinito Re: Wizball e la vita oltre lo schermo

    Io non sono mai stato così fantasioso

    Almeno credo.

    Non mi ricordo piùuu!

  6. #6
    Shogun Assoluto L'avatar di Joe Slap
    Data Registrazione
    06-11-01
    Località
    Catania
    Messaggi
    27,691

    Predefinito Re: Wizball e la vita oltre lo schermo

    Questo gioco lo ebbi per C64, purtroppo ricordo solo l'eterno rimbalzo.. Lo devo ritrovare!!

  7. #7
    Il Fantasma L'avatar di dugpuffo
    Data Registrazione
    03-09-06
    Località
    Merano
    Messaggi
    66

    Predefinito Re: Wizball e la vita oltre lo schermo

    questo gioco lo avevo sull'Amiga!! ricordo che ci misi un sacco a capire come selezionare le armi... il seguito, wizkid,era uno dei giochi più malati che abbia mai provato: chissà se oggi un gioco così strampalato troverebbe un editore!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato