+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 11 di 11

Discussione: [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

  1. #1
    keiser
    ospite

    Predefinito [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

    Faccio questo lavoro (ma quale? ^__^) da parecchio tempo, e negli ultimi anni, ve ne sarete accorti anche voi, le software house e i publisher hano cominciato a puntare sempre più sull'hype, su quel perverso meccanismo di creazione dell'attesa di un gioco per cui le informazioni vengono centellinate un po' alla volta, le immagini rilasciate con il contagocce, generando nei giocatori impazienti un forte desiderio di mettere quanto prima le mani sul gioco. A volte si tende un po' ad esagerare, soprattutto con i titoli più "importanti" e attesi, dei quali - se sei fortunato - vedi tre o quattro screenshot in sei mesi.
    In quei casi viene da chiedersi se non abbiano di meglio da proporre... Non vi nascondo però che - in fondo in fondo - questo meccanismo non mi dispiace, a parte quando si esagera (come ho già detto). Perchè sono convinto che spesso l'attesa di una cosa sia molto più divertente e piacevole della cosa stessa, e il discorso potrebbe ampliarsi a molti altri ambiti. Rimanendo in quello videoludico, poter "fantasticare" su quello che potrebbe riservare un videogame, le emozioni che può farti provare, è in molti casi molto meglio che giocarlo. Nel momento in cui un titolo esce sugli scaffali, arriva nelle case dei giocatori, tutto quello che si era detto/visto nei mesi passati smette di avere senso, si perde, diventa carta straccia, e tutto quello che rimane è "solamente" il gioco... Buon inizio di settimana a tutti!

  2. #2
    Il Nonno L'avatar di Konton
    Data Registrazione
    24-04-02
    Messaggi
    8,020

    Predefinito Re: [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

    Le frontiere della pubblicità...

    ... "cucina il tuo pollo a fuoco lento..."

    Questo sistema di ritardare l'uscita e di lasciare informazioni con il contagocce è ottimo anche per potenziali flop.

    Non esiste pubblicità migliore della fantasia di un potenziale acquirente ( poi deluso della schifezza appena acquistata ).

    A proposito... L'immagine di Duke Nukem non è casuale, vero?




  3. #3
    Il Nonno L'avatar di Zerg
    Data Registrazione
    15-11-02
    Località
    Tradate
    Messaggi
    4,646

    Predefinito Re: [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

    Giusto,se l'Hype è "ben fatto" è anche piacevole.

  4. #4
    Il Nonno L'avatar di Hellfire
    Data Registrazione
    19-11-01
    Località
    napoli
    Messaggi
    5,265

    Predefinito Re: [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

    Quote:
    e tutto quello che rimane è "solamente" il gioco
    anche prima che uscisse, avere dei dubbi su metal gear solid 2 era pura eresia
    quanti mesi c'ha messo la gente per iniziare a dubitare di quella serie di dialoghi e filmati? parecchi
    la pubblicità a questi livelli letteralmente ipnotizza il pubblico, impedendogli di capire davvero cosa abbia sotto il naso
    aip? no grazie
    bei giochi? magari!

  5. #5
    Olpus Bonzo
    ospite

    Predefinito Re: [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

    Comunque l'immaginetta di Duke Nukem non è molto indicata: forse agli inizi, ma adesso non si tratta più di "hype", semmai del fatto che alla 3DRealms non sanno tirare i remi in barca e si sono impantanati...

  6. #6
    Il Puppies L'avatar di Allanon il druido
    Data Registrazione
    20-11-01
    Località
    In the shadows
    Messaggi
    372

    Predefinito Re: [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

    Anche per me l'hype è piacevole, ma non deve divenire un fattore troppo commerciale. Pubblicizzare un gioco, un film o qualsiasi altra cosa nel giusto modo lascia le persone libere di fantasticare e di usare la propria immaginazione, ma creare un hype verso un prodotto che verrà rilasciato dopo molto tempo secondo me diventa un'operazione troppo commerciale ed anche, a mio parere, stancante. Molte volte ci si ritrova fra le mani un prodotto che non rispecchia le nostre aspettative, e secondo me troppo hype potrebbe portare (e sottolineo potrebbe) le persone a criticare un prodotto solo perchè è stato sopravvalutato durante l'attesa.
    Per cui viva l'hype ma quello sano.
    Ciao

  7. #7
    La Nebbia
    Data Registrazione
    28-10-02
    Messaggi
    8

    Predefinito Re: [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

    Già, hai perfettamente ragione.
    Praticamente in quasi tutti i campi della vita l'attesa da più piacere della cosa attesa una volta arrivata, come espresso nel "sabato del villaggio" del buon Leopardi.
    Un buon hype ci deve essere, non portato all'eccesso (tipo telenovela che nel momento cruciale ti lasciano a bocca asciutta rinviando la fine alla prossima puntata...), andrebbe usato sapientemente...


    Ivangt

  8. #8
    Il Puppies L'avatar di debug71
    Data Registrazione
    21-11-02
    Località
    Gotham City
    Messaggi
    316

    Predefinito Re: [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

    Allora è per questo che non comunicate mai il gioco allegato alla rivista....

    VI PIACE CREARE HYPE!!!!!!!

    Scherzo, comunque oramai con il mio vetusto cassettone che ancora mi ostino a chiamere PC, l'unico hype che ho è quello sui requisiti di sistema che diventano sempre più insostenibili!!!!

  9. #9
    Il Niubbi L'avatar di frengo
    Data Registrazione
    08-11-01
    Località
    Usg Ishimura
    Messaggi
    212

    Predefinito Re: [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

    Credo che l' hype eccessivo possa anche essere controproducente, a molte persone (me compreso, a volte) un gioco troppo strombazzato finisce per stare sulle scatole a priori, magari poi è un giocone, ma la diffidenza iniziale rimane...

  10. #10
    La Nebbia L'avatar di @l@
    Data Registrazione
    26-01-02
    Località
    Più di là che di qua
    Messaggi
    71

    Predefinito Re: [01/03/2004] Perchè un po' di hype non guasta

    Mmmmh... Questa storia del piacere generato più dall'attesa della cosa che non dalla cosa stessa non m'è nuova...
    nel 1820 Giacomo Leopardi scrisse:
    Se tu desideri un [videogioco], ti pare di desiderarlo come [videogioco] e come un tal piacere, ma in fatti lo desideri come piacere astratto e illimitato. Quando giungi a possedere il [videogioco], trovi un piacere necessariamente circoscritto e senti un vuoto nell'anima, perché quel desiderio che tu avevi effettivamente non resta pago. Se anche fosse possibile che restasse pago per estensione, non potrebbe per durata, perché la natura delle cose porta ancora che niente sia eterno.
    E c'è chi sostiene che Leopardi non sia attuale.

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato