Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: [Fucili d'assalto] FN Herstal / US SOCOM FN-SCAR ( -L 5,56NATO / -H 7,62NATO)

  1. #1
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito [Fucili d'assalto] FN Herstal / US SOCOM FN-SCAR ( -L 5,56NATO / -H 7,62NATO)

    Articolo di: Automatic Jack. Foto: Sito ufficiale FN Herstal, Modern Firearms (world.guns.ru).


    Quando il comando americano per le operazioni speciali (US Special Operations COMmand) decide di fare veramente sul serio, beh, i risultati non si fanno attendere. Evidentissimo crossover che integra parti della meccanica AR15 con soluzioni native HK e l'esperienza Herstal, il fucile SCAR nelle due versioni camerate per i due più diffusi calibri occidentali possono veramente definire lo standard per i fucili d'assalto per truppe speciali.




    I fucili per le SOF (Special Operation Forces) sono sempre stati un punto cruciale per definire la forza e l'efficienza dei corpi d'elite, sin da quando le armi da fuoco hanno cominciato a contare in modo preponderante nei conflitti. In special modo si è sempre puntato a fornire a questi corpi d'elite il meglio che l'industria armiera potesse offrire, e spesso si assiste a delle vere e proprie palesi contraddizioni, quando, di fronte alle esigenze più importanti, anche i nazionalismi produttivi, frequentissimi nelle forze armate di ogni paese, cessano di esistere.
    Ecco quindi che l'USSOCOM, come già altre volte prima, nell'ottobre 2003 lancia il suo "procurement" per un fucile SOF con precise caratteristiche: Un fucile d'assalto pensato secondo le necessità delle forze speciali americane, cioè con elevata flessibilità, possibilità di adattarsi a ruoli e calibri diveri a seconda delle situazioni, disporre di elevata efficienza e sopratutto, in grado di accettare i più disparati dispositivi, indispensabili ormai nelle "covert ops" o più semplicemente nei più complessi teatri di combattimento.

    UN ABITO TAGLIATO SU MISURA

    Nel 2004 USSOCOM annuncia che il vincitore del procurement per i contratti iniziali per i fucili SCAR (Special Combat Automatic Rifle) è FN USA, sussidiaria americana della belga Fabrique Nationale Herstal. A metà del 2005 ecco che, dopo i primi prototipi, le versioni definitive si fanno concrete: SCAR-L (light), camerato per il classico .223Remington (5,56x45NATO), SCAR-H (Heavy), camerato per il .308Winchester (7,62NATO) ma con possibilità di venire velocemente adattato sul campo per il 7,62x39 M43 tipico dell'AK47 Kalashnikov, con anche un adattatore per utilizzarne direttamente i caricatori. E' prevista anche una versione sniper dello SCAR H, denominata SV (Sniper Variant) presumibilmente con canna allungata e appesantita, e ottiche all'altezza. La razionalizzazione e l'omogeneizzazione dei sistemi, simile al concetto alla base dell'HK G36 (che con il nome di XM8 è destinato a diventare il nuovo fucile standard delle forze armate USA), porterà lo FN SCAR a sostituire con gradualità tutta quella selva di armi che attualmente è in carico a USSOCOM, come carabine M4, fucili M16 più o meno modificati, i vecchi ma validissimi tutt'oggi M14 (tant'è vero che lo SCAR-H ne mutua i caricatori) e alcuni fucili semiauto da cecchino. Oltre a questo, è possibile che vengano adottati anche kit di conversione di calibro che permettano l'uso della munizione 6.8x43 Remington SPC, specificatamente sviluppata per le forze speciali. Sia lo SCAR-L che lo SCAR-H saranno disponibili in versioni standard (S) che Close Quarter Combat (CQC) con canne più corte e ingombro ridotto.


    IO CE L'HO CORTO

    l'USSOCOM, come anche le forze armate americane in genere, hanno un amore incondizionato per i sistemi con presa di gas ravvicinata e pistone a corsa corta, sistema che però, in questo caso particolare, è stato disegnato apposta, per massimizzare la sua maggior resistenza alla sabbia e alle polveri in genere. L'otturatore sembra comunque mutuato dalla meccanica della FN Minimi (M249 SAW). L'upper receiver è di alluminio estruso (Ergal) ed è collegato al lower receiver con due innesti a spina, ed il lower receiver è di polimero, con integrato il bocchettone d'alimentazione. Notevolissima la comunanza di parti fra L e H: praticamente il 90% delle parti sono in comune tra le due versioni principali. L'upper receiver differisce in sostanza solo per la forma e dimensione della finestratura d'espulsione, mentre le canne sono a sgancio e riaggancio rapido, operazione fattibile sul campo in pochi minuti.
    La sicura è ovviamente ambidestra, così come il selettore di fuoco che ha due sole posizioni: colpo singolo e raffica. La leva d'armamento è intercambiabile da un lato all'altro.


    Essendo poi un fucile speciale, ovviamente esplode di guide tipo picatinny (MIL-STD 1913) praticamente dappertutto, sull'upper receiver come anche sui quattro lati dell'astina. Il calciolo è regolabile e ribaltabile, ed è evidente la sua parentela con quello dell'XM8, con la sola aggiunta di un cheek-rest regolabile. Inutile e fastidioso (e infatti rimovibile ) il mirino a diottra, che c'è per far presenza ma che ha poche speranze di rivelarsi in alcun modo utile. Per quanto riguarda gli accessori, tutto quello che ha un attacco picatinny è naturalmente adatto. Notevolissimo il lanciagranate coassiale da 40mm di marcata derivazione FN Herstal, con il grilletto ergonomico che, dribblando il caricatore, si porta sotto il ponticello per una migliore fruibilità. I caricatori utilizzabili sono ovviamente tutti STANAG, sia per il .223 che per il .308, più l'adattatore per i caricatori russi 7,62x39 M43 Russian. La pulizia del progetto è encomiabile, e la sua vittoria contro il Robinson Arms XCR che era il suo diretto concorrente nel concorso USSOCOM è meritata ampiamente, anche perchè il concorrente non era francamente all'altezza sebbene si trattasse di un'arma di tutto rispetto.


    Robinson Arm XCR

    Unica nota di colore: mentre noi in italia evochiamo gli Dei dei coltelli ( la Extrema Ratio di mantova ) per una nuova innovativa superbaionetta per i reparti speciali, lo SCAR non ne prevede il montaggio e non lo prevederà mai, probabilmente.


    SCHEDA TECNICA:

    SCAR-L

    Calibro: 5.56x45 NATO
    Lunghezza totale versione standard: 850 mm (max) / 620 mm (min)
    Peso: 3.5 kg a vuoto
    Rateo di fuoco: 600 colpi al minuto
    Capacità serbatoio: 30 colpi, standard STANAG


    SCAR-H

    Calibro: 7.62x51 NATO (S) 7.62x39 M43; 6.8x43 Remington SPC, più altri addizionali.
    Lunghezza totale versione standard: 997 mm (max) / 770 mm (min)
    Peso: 3.86 kg a vuoto
    Rateo di fuoco: 600 colpi al minuto
    Capacità serbatoio: 20 colpi (7.62x51 NATO); 30 colpi (7.62x39 M43)

    __________________________________


    L'avevo promesso no?

    Leggero e versatile, come si fa a chiedere di più?




  2. #2
    Il Nonno L'avatar di Gil-galad, Re degli Elfi
    Data Registrazione
    11-03-02
    Località
    Bruxelles
    Messaggi
    8,173

    Predefinito Re: [Fucili d'assalto] FN Herstal / US SOCOM FN-SCAR ( -L 5,56NATO / -H 7,62NATO)

    Quote:

    Leggero e versatile, come si fa a chiedere di più?
    Che magari fosse anche carino, io lo trovo proprio brutto
    La domanda che mi pongo è: essendo anche lui un progetto su base modulare con tanto di cambio rapido della canna, che problemi aveva l'M-8 ad essere adattato secondo la filosofia SCAR? questo avrebbe permesso una standardizzazione delle armi da fuoco sul campo...

  3. #3
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: [Fucili d'assalto] FN Herstal / US SOCOM FN-SCAR ( -L 5,56NATO / -H 7,62NATO)

    Gil-galad, Re degli Elfi ha scritto gio, 23 febbraio 2006 alle 11:48
    Quote:

    Leggero e versatile, come si fa a chiedere di più?
    Che magari fosse anche carino, io lo trovo proprio brutto
    La domanda che mi pongo è: essendo anche lui un progetto su base modulare con tanto di cambio rapido della canna, che problemi aveva l'M-8 ad essere adattato secondo la filosofia SCAR? questo avrebbe permesso una standardizzazione delle armi da fuoco sul campo...
    Cambiano le meccaniche interne, che sono mutuate dalla M249SAW e non dal G36. Hanno una maggior resistenza agli agenti atmosferici. Pistone a corsa corta per l'otturatore e soprattutto una valvola di afflusso dei gas che permetta un uso dei più disparati munizionamenti. Sostanzialmente è una versione estremizzata del concetto XM8, che è più costosa, e quindi adottata solo da USSOCOM. In questo modo si hanno due famiglie di armi che seguono il medesimo principio: XM8 per la fanteria/arma generica e SCAR per le SOF. Almeno si mette la parola fine alla selva di armi diverse e riadattate che affligge USSOCOM.


    EDIT: a me invece piace parecchio, è grezzo e gnurante, proprio come dev'essere un fucile per le SOF


  4. #4
    Banned L'avatar di Elf
    Data Registrazione
    14-03-02
    Località
    Piazza San Pietro
    Messaggi
    2,701

    Predefinito Re: [Fucili d'assalto] FN Herstal / US SOCOM FN-SCAR ( -L 5,56NATO / -H 7,62NATO)

    mah, più che "brutto" lo trovo senza personalità estetica, ma resta il fatto che quello che conta è il lato pratico: io trovo l'AK e tutti i suoi derivati orribili esteticamente, forse le più brutte armi che abbia mai visto... ma intanto si sono fatti vedere in ogni conflitto successivo alla WW2...

    comunque AJ non mi sembra così leggero: un M4A1 scarico pesa 3480 grammi, e ha una cadenza di fuoco maggiore, con tutti i pro e contro che essa comporta!

    mah... sono scettico, ma se è usato e adottato sicuramente varrà quel che costa!

  5. #5
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: [Fucili d'assalto] FN Herstal / US SOCOM FN-SCAR ( -L 5,56NATO / -H 7,62NATO)

    Elf ha scritto gio, 23 febbraio 2006 alle 13:30
    mah, più che "brutto" lo trovo senza personalità estetica, ma resta il fatto che quello che conta è il lato pratico: io trovo l'AK e tutti i suoi derivati orribili esteticamente, forse le più brutte armi che abbia mai visto... ma intanto si sono fatti vedere in ogni conflitto successivo alla WW2...

    comunque AJ non mi sembra così leggero: un M4A1 scarico pesa 3480 grammi, e ha una cadenza di fuoco maggiore, con tutti i pro e contro che essa comporta!

    mah... sono scettico, ma se è usato e adottato sicuramente varrà quel che costa!
    Beh, il peso è relativo, considerando che è fatto con componenti "tough" provienienti in qualche caso pure da mitragliatgrici di squadra. E' leggero per il ruolo che ricopre, oltre al fatto che deve essere molto più resistente all'usura del normale.

  6. #6
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: [Fucili d'assalto] FN Herstal / US SOCOM FN-SCAR ( -L 5,56NATO / -H 7,62NATO)

    salvataggio antiapocafud

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato