+ Rispondi alla Discussione
Pag 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 51 a 61 di 61

Discussione: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

  1. #51
    Il Nonno L'avatar di cetra
    Data Registrazione
    06-02-02
    Località
    Lapponia
    Messaggi
    6,835

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    Citazione Originariamente Scritto da AlexAm Visualizza Messaggio
    io ho smesso da 2 anni di frequentare il tuo stesso corso (mi manca/mancava un esame per finire)
    sono rimasto deluso
    forse un giorno riprenderò ma per il momento mi sembra inutile....
    e ora che fai?

    per quale motivo sei rimasto deluso?

    scusa per le domande personali, ma ora mi hai messo la pulce nell'orecchio..

  2. #52
    Lo Zio L'avatar di AlexAm
    Data Registrazione
    03-09-02
    Località
    Korova Milk_bar
    Messaggi
    1,866

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    che faccio?
    sono alla ricerca del " lavoro definitivo " i vari part time mi hanno rotto

    rimasto deluso?

    bè, nozionismo ridondante
    poca pratica e solo teoria
    alcuni professori poco stimolanti

    ecc..ecc..
    dopo un po ho avuto la sensazione di sapere molte cose ma allo stesso tempo niente di veramente specifico...non so se mi spiego

    lascio comunque una porta aperta
    non escludo di riprendere, magari mi tappo il naso... faccio uno straccio di tesi e l ultimo esame

  3. #53
    Il Nonno L'avatar di Talenz
    Data Registrazione
    13-12-05
    Località
    Roma
    Messaggi
    7,137

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    Citazione Originariamente Scritto da Dunkan Visualizza Messaggio
    Ma non posso fare il diurno se faccio l'università
    MA se non c'è l'obbligo di frequenza all'università non ci vai
    dai solo gli esami...

  4. #54
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    19-03-04
    Messaggi
    34,408

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    Con la laurea lavori sicuro, con la scuola dei fumetti lavori, forse.

    L'ideale sarebbe riuscire a portare avanti le cose in parallelo, e poi vedere come ti va la vita. Io sono ingegnere, e trovo lavoro nel giro di 1 mesetto, senza mandare troppi curriculum. Però ho la passione della fotografia, magari un giorno chissà..


    edit: ah, letto solo il primo post eh

    edit2: anche design industriale avrei adorato

  5. #55
    Shogun Assoluto L'avatar di Lo Zio
    Data Registrazione
    19-06-02
    Località
    Milano
    Messaggi
    84,523

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    Citazione Originariamente Scritto da Dunkan Visualizza Messaggio
    Ma non posso fare il diurno se faccio l'università
    il Diurno è solo uno




  6. #56
    Moderatore scostumato L'avatar di Dunkan
    Data Registrazione
    13-08-02
    Località
    L'Eterno Ritorno
    Messaggi
    11,986

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    Citazione Originariamente Scritto da Para Noir Visualizza Messaggio
    Con la laurea lavori sicuro, con la scuola dei fumetti lavori, forse.
    Forse è così, ma non è detto che sia quello che voglio io. Anzi, sicuramente non è così.
    Poi bisogna vedere, te hai la passione, ma lo consideri un hobby. O sbaglio?

    MA se non c'è l'obbligo di frequenza all'università non ci vai
    dai solo gli esami...
    Si, ma così dovrei:
    1) Pagare anche le tasse universitarie, e sommate al fumetto viene una cifra esorbitante
    2) Cmq avrò il pensiero dell'università e dello studio

  7. #57
    Il Nonno L'avatar di cetra
    Data Registrazione
    06-02-02
    Località
    Lapponia
    Messaggi
    6,835

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    Citazione Originariamente Scritto da AlexAm Visualizza Messaggio
    che faccio?
    sono alla ricerca del " lavoro definitivo " i vari part time mi hanno rotto

    rimasto deluso?

    bè, nozionismo ridondante
    poca pratica e solo teoria
    alcuni professori poco stimolanti

    ecc..ecc..
    dopo un po ho avuto la sensazione di sapere molte cose ma allo stesso tempo niente di veramente specifico...non so se mi spiego
    beh, ma lo sapevo già prima di iscrivermi ed è proprio per questo che l'ho scelta.
    avere un ventaglio di possiblità, non essere dottore in qualcosa di definito.
    avere nozioni, conoscere storie, teorie. catturarle, farle mie.
    forse tutto deriva dal fatto che precisamente non ho un unico obiettivo da raggiungere e quindi non voglio chiudermi a priori determinate strade.

    avrei potuto fare filosofia (e fino al giorno precedente all'immatricolazione ero sicuro di iscrivermi là), ma questo mi avrebbe chiuso molte, troppe vie.

    poi per carità, sono convinto che dopo la laurea triennale la specializzazione l'andrò a fare in qualche istituto privato che affianca alle conoscenze anche qualcosa di pratico, ma già so che il costo sarà esorbitante e dovrò vedere se posso entrarci.
    poi magari fra tre anni friggerò le patatine al mcdonald.
    ma lo farò con una classe, oooh, una classe..

  8. #58

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    salve a tutti e soprattutto ciao Dunkan spero che tu nn lasci l'uni per qualcos'altro, io sono un ragazzo un pelo più grande di te e sto portando faticosamente (per via di un sistema a mio avviso sbagliato) il terzo anno di scienze geologiche alla federico secondo a Napoli e ti giuro che di tutta la roba che studio probabilmente il 30%è proprio cac.ca un 20%è contorno e solo un 50% forse è veramente utile ai miei scopi ma cmq continuo a pensare che l'uni sia la scelta vincente in quanto
    a) ti permette anche se con sempre più fatica di lavorare
    b) di fare conoscenze che possono rivelarsi importanti specialmente se come nel tuo caso essere designer può risultare utile alla tua passione (sai quante persone che fanno design hanno agganci con case publicitarie e varie
    c) all'uni impari sempre le basi di qualche programma che ti torna utile (pensa che io che sto ad una facolta dove il disegno c'entra pochissimo devo imparare ad usare cad corel drow e photoshop figurati quante cose potrai imparare tu a design industriale!!

    quinid mio caro Dunkan cerca di resistere e persevera nello studio e come second'attività dedicati alla tua passione per il fumetto che diciamoci la verità a meno che tu nn abbia una famiglia ricchissima alle spalle nn può essere la tua scelta primaria

  9. #59

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    Personalmente, penso che l'università italiana sia divisa allegramente in tre parti.

    Una pesantemente legata al costo dei propri corsi, una che cerca di ammodernarsi e una che se ne sbatte allegramente ed è terra di nessuno.

    Penso seriamente che i corsi di laurea siano fondamentali per certe professioni specifiche, come Medicina, Architettura, Ignegneria...

    Ma per tutto il mondo "nuovo" penso che le facoltà siano in qualche modo sopravvalutate.

    Certo, bisogna "sapere" quello che si vuole andare a fare. Per esempio, io faccio parte di una società di abbigliamento.

    Quando cerchiamo nuovi stilisti valutiamo una cosa sola: la capacità di creare. Quando poi però ti trovi a lavorare con questi nuovi soggetti, devi insegnarli molte cose. Sarebbe bello se qualcuno gliele insegnasse. Peccato che non lo fa nessuno. Tantomeno l'università. Una laureata per noi vale tanto quanto una non laureata.

    Del resto, tutti i nuovi meccanismi di selezione del personale servono proprio a capire meglio cosa sappia fare davvero una persona. Piuttosto che legarsi ad un titolo.

    E questo vale per tutti quei lavori dove lo studio è fondamentale anche (ribadisco, anche) all'incamerazione di nozioni (ripeto, medicina, ingegneria, architettura, economia, giurisprudenza....).

    Ma nell'ambito creativo... beh... bastano passione, volontà e approfondimento personale. Quasi tutte le provincie promuovono corsi gratuiti legati al mondo della comunicazione e dell'organizzazione di eventi, ad esempio. Le librerie sono piene di testi che definirei fondamentali.

    Non ci sono verità assolute, ma per alcune professioni l'università è uno step facoltativo.

  10. #60
    Moderatore scostumato L'avatar di Dunkan
    Data Registrazione
    13-08-02
    Località
    L'Eterno Ritorno
    Messaggi
    11,986

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    Citazione Originariamente Scritto da dancing moon Visualizza Messaggio
    Personalmente, penso che l'università italiana sia divisa allegramente in tre parti.

    Una pesantemente legata al costo dei propri corsi, una che cerca di ammodernarsi e una che se ne sbatte allegramente ed è terra di nessuno.

    Penso seriamente che i corsi di laurea siano fondamentali per certe professioni specifiche, come Medicina, Architettura, Ignegneria...

    Ma per tutto il mondo "nuovo" penso che le facoltà siano in qualche modo sopravvalutate.

    Certo, bisogna "sapere" quello che si vuole andare a fare. Per esempio, io faccio parte di una società di abbigliamento.

    Quando cerchiamo nuovi stilisti valutiamo una cosa sola: la capacità di creare. Quando poi però ti trovi a lavorare con questi nuovi soggetti, devi insegnarli molte cose. Sarebbe bello se qualcuno gliele insegnasse. Peccato che non lo fa nessuno. Tantomeno l'università. Una laureata per noi vale tanto quanto una non laureata.

    Del resto, tutti i nuovi meccanismi di selezione del personale servono proprio a capire meglio cosa sappia fare davvero una persona. Piuttosto che legarsi ad un titolo.

    E questo vale per tutti quei lavori dove lo studio è fondamentale anche (ribadisco, anche) all'incamerazione di nozioni (ripeto, medicina, ingegneria, architettura, economia, giurisprudenza....).

    Ma nell'ambito creativo... beh... bastano passione, volontà e approfondimento personale. Quasi tutte le provincie promuovono corsi gratuiti legati al mondo della comunicazione e dell'organizzazione di eventi, ad esempio. Le librerie sono piene di testi che definirei fondamentali.

    Non ci sono verità assolute, ma per alcune professioni l'università è uno step facoltativo.
    Concordo.

    Uriel, non è tanto il fatto che per ora non mi interessino delle materie, ma proprio la questione che il diventare designer non mi interessa.

    Volevo chiedervi una cosa, sperando che ne siate a conoscenza: quanto valgono gli esami, dopo che uno smette di frequentare?

  11. #61
    Moderatore scostumato L'avatar di Dunkan
    Data Registrazione
    13-08-02
    Località
    L'Eterno Ritorno
    Messaggi
    11,986

    Predefinito Re: Il reale valore della laurea [dubbio inside - no spam]

    Riesumo violentemente questo post perché mi è venuto improvvisamente in mente della sua esistenza, praticamente 10 anni dopo.

    Probabilmente non lo leggerà nessuno di quelli che ha commentato, ma mi sembra giusto chiudere il cerchio.

    Com'è finita la storia? Beh...sono diventato fumettista
    Ho lasciato l'università nel 2007, ho fatto 3 anni di corso alla Scuola del Fumetto diplomandomi nel 2010.
    Nel 2011 sono entrato in uno studio con vari professionisti. Sono arrivati i primi piccoli lavori, l'esordio in edicola è stato nel 2014, e da allora lavoro regolarmente.
    In particolare negli ultimi 2 anni mi sto mantenendo solo con questo.

    Pace e amore

+ Rispondi alla Discussione
Pag 3 di 3 PrimaPrima 123

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato