+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 6 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 25 di 146
  1. #1
    darkeden82
    ospite

    Predefinito quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    riflessione..ho un sacco di amici disoccupati ( ma che per fortuna vivono ancora in casa coi genitori )che passano ORE
    a lagnarsi di come loro a differenza mia (lavoro)non possano fare x,y o z ; oppure a chiedere se conosci qualcuno che li possa far lavorare ...in pratica esprimono il bisogno di lavorare.

    Poi gli dai delle chance ( ok ,non i lavori della vita ,tipo lavori impiegatizi con contratto di tre mesi ) e rifiutano con le peggiori scuse
    1) non fa per me
    2) non mi piace
    3) ma io sono laureato

    ora..non capisco ..
    se uno HA BISOGNO di lavoro...non dovrebbe soddisfare coem prima cosa il bisogno,e poi pensare al come lo fa..?
    ma qui ..ok scemi loro..ma come cazzo stanno i genitori a mantenere ragazzi di 22-28 anni che
    1) non studiano
    2) non lavorano
    3) rifiutano i lavori?

    bah...
    sono perplesso.
    la cosa grave è che conosco sempre più gente così che persone che si fanno il culo con quel che c'è nell'attesa di trovare qualcosa di meglio.

  2. #2
    PinHead81
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Da me, sento lamentarsi raccomandati 22enni indeterminati che prendono 1500/mese, vedi te e fuori dall'ufficio, ieri, un signore sui 45-50 facente parte della coop di pulizie padre di famiglia era quasi in lacrime perchè aveva preso una busta paga di 822 euro e continuava ad accumulare debiti. Ovviamente ho dato della merda al giovine di cui sopra, mi sono preso un richiamo verbale dal suo capo e spiegatagli la situazione gli ha dato della merda anche lui

  3. #3
    Il Puppies L'avatar di il conte
    Data Registrazione
    27-12-01
    Località
    Somewhere in Lombardia...
    Messaggi
    422

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Io della "generezione di oggi" penso male, che più male non si può.
    Con questa premessa, per me non è colpa loro: sono il prodotto di varie generazioni precedenti in cui il nepotismo ha sostituito la meritocrazia (sempre che ci sia mai stata) mentre la stupidità e l'ipocrisia hanno fatto fuori il buon senso.
    Nella mia esperienza, a livello politico e dirigenziale il 95% delle persone sono sicuramente false ed incapaci, messe lì perchè "conoscono": cancri che avvelenano e distruggono.
    In queste condizioni, questa merda quando fa famiglia che valori vuoi che trasmetta? Il vero problema e che come tutti i cancri si sono riprodotti a dismisura, ed ormai sono la maggioranza... Non possiamo più tornare in dietro, lo dico a malincuore... mi viene quasi da piangere.
    Ormai...: "Escono dalle fottute pareti!"
    Saluto.

  4. #4
    darkeden82
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    l'unica è sperare che si arrivi al punto di non ritorno in fretta..in modo che si aprano gli occhi...forse.

  5. #5
    La Borga L'avatar di Pozz
    Data Registrazione
    02-06-02
    Località
    Bollate (MI)
    Messaggi
    12,471

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    devi conoscere gente con troppi soldi, perchè io qua conosco principalmente gente che si bacia i gomiti per contratti più lunghi di tre mesi

    poi non è che mi interessi particolarmente difendere la "mia" generazione, quindi chissene

  6. #6
    darkeden82
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da Pozz Visualizza Messaggio
    devi conoscere gente con troppi soldi, perchè io qua conosco principalmente gente che si bacia i gomiti per contratti più lunghi di tre mesi

    poi non è che mi interessi particolarmente difendere la "mia" generazione, quindi chissene
    boh
    secondo me conosco persone stupide.
    un' "amica" che si lamenta che non ha soldi di qui e soldi di là
    e che cerca lavoro ( a suo dire )
    rimbalza un'offerta di 3 mesi per aiutare le società raccogliendo dati da cud etc per le detrazioni a 1150 euro al mese con un "non fa per me".

    ora se uno ha bisogno si adatta anche a scrostare le griglie da un kebabbaro.
    il che non vuol dire che debba rimanere lì a vita.ma che se ha un bisogno deve prima "soddisfarlo" ,poi pensare al come farlo.

    no?

    E cmq non hanno i soldi..hanno tutto...tramite debito il che è diverso.

  7. #7
    La Borga L'avatar di Pozz
    Data Registrazione
    02-06-02
    Località
    Bollate (MI)
    Messaggi
    12,471

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    eh se non hai soldi davvero stare a casa anzichè fare un qualsiasi lavoro non è un'opzione,
    che poi la gente che preferisce grattarsi piuttosto che lavorare c'è sempre stata e sempre ci sarà, solo che oggi è più facile

  8. #8
    Il Nonno L'avatar di Dinofly
    Data Registrazione
    20-05-02
    Località
    Milano, Italia
    Messaggi
    4,555

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Beh che un laureato rifiuti un lavoro da 3 mesi che non centra un cazzo con le sue competenze è sacrosanto, questa possibilità è uno dei punti forti dei sistemi di flexsecurity.
    Secondo voi un ingegnere crea più valore per se stesso, l'impresa e la società facendo il segretario o progettando quello che ha studiato per 5 anni?
    Ovviamente dipende anche in cosa è laureato eh, un laureato in filosofia non è neanche da considerarsi laureato nel senso di "preparato per essere più produttivo", è un'appassionato di filosofia, come ci sono gli appassionati di videogiochi o di cinema.
    Aggiungerei una cosa.
    Noi siamo una generazione che ha sulle spalle molti oneri lasciati dai nostri genitori, i nostri genitori avevano lasciato un mondo migliore e prospettive migliori, i nostri lasciano il contrario.
    Molto reddito che hanno goduto l'hanno goduto scaricandolo sulle spalle nostre e dei nostri figli.
    No teniamolo presente perchè alcuni frasi suonano parecchio anacronistiche.
    Ultima modifica di Dinofly; 26-02-13 alle 22:10:31

  9. #9
    darkeden82
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da Dinofly Visualizza Messaggio
    Beh che un laureato rifiuti un lavoro da 3 mesi che non centra un cazzo con le sue competenze è sacrosanto
    parliamone.
    se ha BISOGNO di soldi uno non si permette di rifiutare nulla.
    accetta quel che trova e POI pensa a migliorare.discorso ben diverso se uno non DEVE lavorare ma ha la fortuna di "voler solo" lavorare.
    Se il rifiuto arriva da un padre di famiglia disoccupato da mesi è ben diverso che se arrivasse dal figlio di papà che vuol lavorare per pagarsi le vacanze ( imho fanno schifo entrambe le situazioni,ma almeno il secondo non ha la responsabilità di altre bocche sulle spalle ....)
    Se poi il laureato è un neolaureato senza esperienza solitamente nel mondo del lavoro è utile come un preservativo bucato,indipendentemente dalla facoltà.

  10. #10
    Il Nonno L'avatar di Dinofly
    Data Registrazione
    20-05-02
    Località
    Milano, Italia
    Messaggi
    4,555

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Nella posizione soggettiva forse.
    Di certo a livello macroeconomico sarebbe più opportuno che lo stato desse un sussidio di disoccupazione tale da dare la possibilità di trovare un lavoro confacente alle competenze.
    Se poi il laureato è un neolaureato senza esperienza solitamente nel mondo del lavoro è utile come un preservativo bucato,indipendentemente dalla facoltà.
    Questo è un pessimo pregiudizio.
    Il laureato ha quella conoscenza di base che gli permette di sviluppare un intuizione superiore nei riguardi dell'unexpected relativo alla sua competenza.
    Per questo a parità di esperienza lavorativo il laureato avrà una marcia in più del self made man.

    Se io sono un impresa e devo instaurare un rapporto lavorativo con un individuo in un orizzonte temporale di una certa durata, a parità di tutte le altre variabili, devo preferire di sicuro il laureato.
    E imho in ottica di rapporto indeterminato il laureato è sempre meglio dell'esperienza.
    Ultima modifica di Dinofly; 28-02-13 alle 05:40:13

  11. #11
    darkeden82
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da Dinofly Visualizza Messaggio
    Nella posizione soggettiva forse.
    Di certo a livello macroeconomico sarebbe più opportuno che lo stato desse un sussidio di disoccupazione tale da dare la possibilità di trovare un lavoro confacente alle competenze.

    Questo è un pessimo pregiudizio.
    Il laureato ha quella conoscenza di base che gli permette di sviluppare un intuizione superiore nei riguardi dell'unexpected relativo alla sua competenza.
    Per questo a parità di esperienza lavorativo il laureato avrà una marcia in più del self made man.
    per come dovrebbe essere l'università ok.
    per com'è l'università no.
    e te lo dico essendo stato in entrambi i lati.
    il laureato "perfetto" è comunque un potenziale,che potrebbe esprimersi o meno e pagarlo a priori su quello che """"potrebbe""" dare è sbagliato.
    un laureato generico che si scontra col mondo del lavoro all'uscita è inutile.è giusto che faccia gavetta,anche economica.
    poi sono d'accordo che potrebbe uscire il laureato "x" che in poco tempo sviluppa il potenziale ,ma lì sarebbe dominante la qualità di "x" non certo la base data,visto che per affrontare in modo migliore l'unexpected serve metodo e curiosità ,ma soprattutto interesse attivo verso il proprio ramo,cosa che purtroppo l'università non offre.
    Si limita a fornire formazione sull'argomento "Y" ,fatta e finita su "Y" senza guardarne nemmeno sfumature e contorni ,e purtroppo per avere una formazione di questo tipo non serve l'università,basta una biblioteca.

    Se io sono un impresa e devo instaurare un rapporto lavorativo con un individuo in un orizzonte temporale di una certa durata, a parità di tutte le altre variabili, devo preferire di sicuro il laureato.
    E imho in ottica di rapporto indeterminato il laureato è sempre meglio dell'esperienza.
    mi sembra che tu ragioni in un'ottica troppo utopistico o non abbia presente che cani faccia laureare l'università italiana.
    la laurea non è sinonimo di maggior preparazione di base,dovrebbe ma cosi non è ,almeno in italia.
    L'uni imho dovrebbe scremare ben più di quel che fa ,ma ovviamente se bocciassero tutti quelli che se lo meritano le iscrizioni calerebbero ,quindi meno soldi,quindi ...meglio semplificare ( eccetto situazioni dove comunque la fama dell'istituto li fa campare ,vedi il politecnico di Milano ad es. )

    Tieni presente che tutti i discorsi fatti io li vedo dal punto di vista del mio ramo,l'informatica appunto,ma spero che in altri rami la situazione sia ben diversa
    Ultima modifica di darkeden82; 28-02-13 alle 06:07:51

  12. #12
    PinHead81
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Dinofly tu sei laureato/lavori? Se sì, in cosa?

  13. #13
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di Kraven VanHelsing
    Data Registrazione
    29-04-04
    Messaggi
    15,664

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da PinHead81 Visualizza Messaggio
    Dinofly tu sei laureato/lavori? Se sì, in cosa?
    Studia economia da 8/10 anni. Ora in Bocconi.

  14. #14
    PinHead81
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Non ho capito se sei ironico o meno se sei sincero allora forget it, tutto è più comprensibile. Senza volermene a male, probabilmente hai una concezione aulica del laureato e del lavoro che mal si sposa all'attuale situazione: e te lo possono confermare tutte le persone nel mondo del lavoro, specialmente in ambito industriale. La versione di darkeden si attiene abbastanza bene alla realtà, poi esistono anche i casi specifici ma che un'azienda prende un neolaureato per i motivi che tu dici allo stato attuale è purtroppo un'utopia, dammi il perito tecnico con 10 anni di esperienza lo pago di meno, sa lavorare e il tempo di "pareggio" tra il livello dei due è più lungo di quanto si pensi.
    Ultima modifica di PinHead81; 28-02-13 alle 09:12:30

  15. #15
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di Kraven VanHelsing
    Data Registrazione
    29-04-04
    Messaggi
    15,664

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da PinHead81 Visualizza Messaggio
    Non ho capito se sei ironico o meno
    Ti ho riassunto quel che ho dedotto dal leggerlo per anni in varie sezioni del forum. Mi sono permesso di farlo in prima persona perché a una domanda del genere rivoltagli qualche settimana fa non ricordo più in quale thread, non rispose.

    Oggi sono in versione stalker

  16. #16
    darkeden82
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da PinHead81 Visualizza Messaggio
    dammi il perito tecnico con 10 anni di esperienza lo pago di meno, sa lavorare e il tempo di "pareggio" tra il livello dei due è più lungo di quanto si pensi.
    parliamone..
    la mia RAL per mia fortuna è più alta di ogni amico laureato che ho
    e anche per le nuove proposte,che io ricevo..e molti elementi citati prima no,la cifre sono alte.opi i contratti fanno ridere,ma questo è per via del momento attuale

  17. #17
    Il Puppies L'avatar di il conte
    Data Registrazione
    27-12-01
    Località
    Somewhere in Lombardia...
    Messaggi
    422

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da Dinofly Visualizza Messaggio
    E imho in ottica di rapporto indeterminato il laureato è sempre meglio dell'esperienza.
    No. Dio mi è testimone e mi possa fulminare qui ed ora: la tua è un opinione personale che rispetto, ma fidati che fa accapponare la pelle.
    Se vuoi dire che forse l'1% dei laureati sono persone eccezionali e sveglie che riescono a essere un plus come e più di tutti gli altri non laureati? Ci sta.
    Ma NON generalizzare, per l'amor di Dio: il restante 99% è ben diverso e una persona in gamba con esperienza in quel lavoro, per quel lavoro è quasi sempre preferibile.
    Poi non dico quello che vedo fare ai "dottori" con cui mi confronto quotidianamente, viene persino il dubbio che abbiano la terza media o deficit cognitivi (tranne un paio, che sono veramente in gamba e degni del massimo rispetto).
    Saluto.

  18. #18
    darkeden82
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da Kraven VanHelsing Visualizza Messaggio
    Studia economia da 8/10 anni. Ora in Bocconi.
    beh se è davvero cosi è triste uno studente "full time" che impiega 8 anni per laurearsi è un bel pò fail

  19. #19
    Il Nonno L'avatar di puppen
    Data Registrazione
    05-02-13
    Località
    Londra
    Messaggi
    5,582

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Conosco una persona che a 35 anni non ha mai, sottolineo mai laovorato. Quando la madre cerca di trovargli lavoro, si incazza pure dicendo che vuole essere lui a trovarselo

    Ovviamente veste solo lacoste e vive in casa con mamma e papà

  20. #20
    darkeden82
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da puppen Visualizza Messaggio
    Conosco una persona che a 35 anni non ha mai, sottolineo mai laovorato. Quando la madre cerca di trovargli lavoro, si incazza pure dicendo che vuole essere lui a trovarselo

    Ovviamente veste solo lacoste e vive in casa con mamma e papà
    colpa dei genitori.
    tutta al 100%.
    cominciassero a
    1)zero budget per vestiti firmati
    2)zero budget per uscite
    3)zero budget per la benzina
    e si limitassero a dargli vitto e alloggio vedresti il "giovine" parassita correre a far qualcosa.
    Io ho un amico simile ..28 anni non ha mai fatto un cazzo ed è davvero una persona da "get a life" ..
    ipocondriaco finto ,24/7 online a vari giochi on line,sovrappeso,zero cura per se stesso,MAI fatto un lavoro ,ha avuto una sola ragazza che lo ha lasciato per via della "non vita " che conduceva...
    posso dire che è colpa sua?
    genitori che non si accorgono di aver in casa un 'ameba al posto di un figlio.....sono il male.

  21. #21
    Il Nonno L'avatar di puppen
    Data Registrazione
    05-02-13
    Località
    Londra
    Messaggi
    5,582

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da darkeden82 Visualizza Messaggio
    colpa dei genitori.
    tutta al 100%.
    cominciassero a
    1)zero budget per vestiti firmati
    2)zero budget per uscite
    3)zero budget per la benzina
    e si limitassero a dargli vitto e alloggio vedresti il "giovine" parassita correre a far qualcosa.
    Io ho un amico simile ..28 anni non ha mai fatto un cazzo ed è davvero una persona da "get a life" ..
    ipocondriaco finto ,24/7 online a vari giochi on line,sovrappeso,zero cura per se stesso,MAI fatto un lavoro ,ha avuto una sola ragazza che lo ha lasciato per via della "non vita " che conduceva...
    posso dire che è colpa sua?
    genitori che non si accorgono di aver in casa un 'ameba al posto di un figlio.....sono il male.
    ah, ovviamente il 35enne di cui parlavo è anche vergine, mi ha raccontato il fratello

    i genitori davvero non li capisco, come si fa ad essere così rincoglioniti. è anche gente che ha lavorato in ambasciata santo dio, e guadagnava fior di quattrini..

  22. #22
    Il Fantasma L'avatar di Rhye
    Data Registrazione
    18-09-01
    Località
    Tokyo / Karlsruhe / Pittsburgh / Eindhoven / Londra / San Paolo
    Messaggi
    118

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Un neolaureato è più che giusto che abbia delle aspettative e che rifiuti lavoretti non adeguati. Puoi fare lavori part-time mentre studi, ma a un certo punto si suppone che tu metta sul campo quello per cui hai faticato per tanti anni. Purtroppo il mercato del lavoro ha altre esigenze e non gliene frega niente a nessuno delle nostre aspettative.
    Quelli come me che si son laureati pochi anni fa (pre-2008 ) sono stati tutti ingannati. Il meritato bel lavoro che troverai una volta laureato è tutta una bufala. Quantomeno, quelli che adesso sono studenti (post-2008 ) hanno occhi per vedere la realtà e sanno già da prima che non devono credere alle favole.

  23. #23
    darkeden82
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Citazione Originariamente Scritto da Rhye Visualizza Messaggio
    ma a un certo punto si suppone che tu metta sul campo quello per cui hai faticato per tanti anni.
    esatto peccato che ,in molti ambiti,ciò che si impara è utile come un cotton-fioc in caso di diarrea.

    Il meritato bel lavoro che troverai una volta laureato è tutta una bufala. Quantomeno, quelli che adesso sono studenti (post-2008 ) hanno occhi per vedere la realtà e sanno già da prima che non devono credere alle favole.
    meritato in base a cosa?
    la laurea ti da cultura ( dovrebbe... )
    la laurea ti da un titolo ( spesso non corrispondente a qualità/capacità effettiva..basta vedere come si sono abbassati i livelli di moltissimi corsi )
    la laurea non ti da esperienza e capacità ( se uno è bravo/capace lo è anche senza titolo,e in questo caso ovviamente il titolo è la ciliegina sulla torta )

    ergo al lavoro non serve a nulla,specialmente all'inizio.che poi non debba essere cosi...possiamo parlarne ,ma è cosi.

    ( p.s. parlo sempre del mondo IT/TLC ).

  24. #24
    Il Fantasma L'avatar di Rhye
    Data Registrazione
    18-09-01
    Località
    Tokyo / Karlsruhe / Pittsburgh / Eindhoven / Londra / San Paolo
    Messaggi
    118

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Infatti, non dovrebbe essere così.

    In Giappone ad esempio, nell'ultimo anno della laurea entri a far parte di un laboratorio e fai qualcosa di pratico che è molto vicino a quello su cui le aziende sono interessate. Il risultato è che i neolaureati trovano il lavoro già un anno prima di laurearsi, e sono già sistemati a 24 anni.

    In Italia invece:
    - Da un lato l'università, in certe facoltà ti prepara su materie inutili cercando di inculcarti nozioni che poi non userai mai. In altri settori magari prepara anche bene, ma produce un numero eccessivo di laureati dove il mercato è saturo. Servirebbero una maggiore collaborazione con le aziende, e delle selezioni in ingresso. Invece no, gli studenti sono tutti ammessi e parcheggiati per 10 anni, e più ci stanno meglio è, perché così pagano più tasse.

    - Dall'altra, le aziende danno un valore infimo agli anni di studio. Già è vergognoso che ai laureati vengano offerti lavori da diplomati, ma addirittura conosco persone in possesso del titolo di dottorato (PhD), che curriculum alla mano, gli è stato detto "Beh tutti questi anni sei stato uno studente, non hai esperienza". Ma stiamo scherzando?
    Purtroppo questa mentalità miope è molto diffusa e ci sono anche utenti di questo forum che la condividono. Cito qualche passaggio da un vecchio thread:

    http://www.***************.it/forum/...=1#post8833524
    http://www.***************.it/forum/...=1#post8836288

    Citazione Originariamente Scritto da Recidivo Visual Visualizza Messaggio
    Facile he?
    Gli anni di lavoro, quello vero, in cambio degli anni di universita'.
    Citazione Originariamente Scritto da Recidivo Visual Visualizza Messaggio
    Il lavoro e' una cosa, l'universita' un'altra.
    Non conosci la differenza. Prova ad andare a lavorare e la vedi subito.
    gli esami ...
    Purtroppo, finché c'è questa mentalità, l'Italia andrà sempre peggio.
    L'altro giorno ero a un workshop congiunto di Italia e Giappone, e quelli dal ministero giapponese dicevano che proprio perché c'è crisi, investono sull'istruzione e sulla ricerca, e non tagliano le borse.
    Da noi diamo la colpa alla generazione viziata...

  25. #25
    PinHead81
    ospite

    Predefinito Re: quanto la generazione di oggi è "viziata"?

    Anche io assumerei una persona con esperienza piuttosto che un phd. Ah, io ho un phd.

+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 6 123 ... UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato