Risultati da 1 a 17 di 17
  1. #1
    Il Nonno
    Data Registrazione
    26-10-10
    Messaggi
    8,909

    Predefinito [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del capi

    http://bagniproeliator.blogspot.it/2...-scaffali.html





    Venticinque anni, aria da brava ragazza, bionda. Arriva al bancone della farmacia in un pomeriggio qualunque e chiede un test di gravidanza. La dottoressa espone la gamma di possibilità. Visto che entrambe sono donne e ben educate si crea una certa complicità, la donna sceglie e si avvia alla cassa. La dottoressa batte lo scontrino, a quel punto la ragazza aggiunge due scatole di preservativi.




    -Se posso - sorride la dottoressa - con questi è difficile che resti incinta -

    -Brava - replica candida la cliente - poi come faccio a sapere di chi è? -




    Alle sue spalle una confezione di arkocapsule si schianta sullo scaffale degli omogeneizzati inseguita da una mano. La spalla urta il perno che si sgancia facendo franare addosso al ragazzo un centinaio di ALOE VERA, MENTA DILUITA, CARBONE VEGETALE, OMEOLIFE, che lo schiacciano sulla mensola delle creme di bellezza in esposizione e terminando la corsa con le mani sulla pubblicità 100x60 dei solari Bilboa, spaccandolo all'altezza delle tette. Tutta la gente si gira.


    -Sto bene, sto bene - dico, riemergendo dalla montagna di farmaci.















    Farmacia. Un luogo di perdizione dove anime dannate si presentano in pellegrinaggio per cercare sollievo e raccontare i fatti propri ad una categoria di professionisti che odiano. E' una cosa che mi ha sempre affascinato: fuori, i farmacisti sono tutti stronzi. Dentro, li tieni ore a chiacchierare dei cazzi tuoi come se fossero il tuo migliore amico.



    Nel 1995 faccio un lavoretto estivo e nessuno fa caso a me. Metto i prezzi, spolvero scaffali, sistemo cose, scarico casse, butto l'occhio che la gente non gratti roba (lo fanno di continuo), addobbo le vetrine e soprattutto mi dedico alle mie attività predilette: guardo, ascolto e mi rendo ridicolo.



    La gente va dal farmacista perché è l'anticamera del medico. Nel debilitato intelletto di molti c'è differenza se uno dice "sono andato in farmacia" e "sono andato dal medico" perché la prima suona vaccata, la seconda suona come una lapide gelida nel triste autunno di una vita spezzata. Quindi se tu hai un problema non vai dal medico di base, vai in farmacia dove ti dicono di andare dal medico di base e finisce con te che non ci vai ma compri un rimedio omeopatico per i crampi allo stomaco.


    Mangi due pastiglie di niente, muori e i parenti denunciano il farmacista.




    Non sempre però le cose finiscono così bene. Spesso le persone che Darwin avrebbe flagellato di meteoriti qui vengono ricollocate sulla strada evolutiva.


    C'è l'esercito di vecchi che partono dalla cartella clinica di loro nonno nel 1906 e ci mettono dentro malattie veneree di nipoti promiscue e parentele omosessuali. I subumani provenienti dalle più remote province di Mordor che hanno il vocabolario di una zebra, tirano fuori un biglietto scarabocchiato dalla morosa con su scritto POMATA PAA MONA e pretendono la dottoressa ne deduca "Vagisil", nome che si ottiene perché l'uomo scoppia a ridere dicendo "AHAHA SI SI XE EA! MEO RICORDO PARCHE' NA VOLTA ME SO CONFUSO E ME SO LAVA I DENTI CO QUEA".


    Lavarsi i denti col Vagisil, capite?
    Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del capitano.




    Poi la donna che confessa di aver preso il Viagra del marito "per vedere che effetto le faceva" e ora vede Avatar in 3D da almeno 24 ore. La badante rumena che compra clisteri modello Typhoon per la vecchia che supplica per l'eutanasia, l'indiano che pretende ricette miracolose tipo "denti di tigre, lacrime di elefante e rose tritate" e per guarire il figlio dalla febbre lo sopprime con una bomba batteriologica. Il tossico che chiede le siringhe per il cane col diabete. Quello che vuole a tutti i costi mostrare il cazzo alla dottoressa perché "se lo vede troppo grosso".


    I turni di notte. Voi non avete idea della gente che alle tre di mattina, mentre tenti di dormire, ti chiama per dirti che il suo pappagallo ha la tosse e il pronto soccorso non sa cosa farci. I tossici che vogliono le siringhe per il cane che ha il diabete.


    Thum.

    Mi giro. A terra c'è un uomo sulla quarantina, immobile. La gente attorno fa cerchio. Una delle dottoresse schizza fuori dal banco gridando a me di chiamare il pronto soccorso. Siamo in orario di chiusura, non c'è nessun altro in grado di farlo perché tanti se ne sono già andati. Tutti sappiamo il numero del pronto soccorso, no? Uno, uno...


    -Polizia-
    -SALVE C'E' UN UOMO MORTO NELLA FARMACIA DOVE LAVORO E NON SO BENE CHI CHIAMARE COSI CHIAMO QUI CHE POI VOI CHIAMATE IL PRONTO SOCCORSO PERCHE' IO SONO AGITATINO E NON MI RICORDO IL NUMERO E-
    -No, no, no, piano. Tu come ti chiami? -
    -NEBO -
    -Dove sei? -
    -FARMACIA SPARAFLASH WOW SPLATTER A MESTRE -
    -Va bene, resta lì -


    Oh, è una frase importante.
    Io sto davanti al telefono sporgendo la testa dal bancone. L'uomo non è morto, si contorce e si lamenta, cosa che mi fa sprofondare in un baratro d'orrore anche peggiore perché sono un ragazzino di 15 anni che ha mentito alla polizia. Mi uccideranno. Potrei andarmene, cercare rifugio all'estero che al tempo per me significava la periferia di Noale, ma questo trasgredirebbe l'ordine perentorio di mantenere la posizione. Che faccio? L'omino mugola. Quando la gente si accorge che non è morto gli si fa più vicino, lo tocca, cercano di consolarlo perché, tutto sommato, pare arzillo.


    Fuori una volante con le sirene arriva, si ferma a metà sopra il marciapiede e lascia entrare tre agenti dall'aria preoccupata. Si fanno largo, guardano e uno sbotta.


    -Ciò, anca qua?! -
    La stanza si congela.


    -Dai, Samuele, no ti pol farne perdar tempo, eh? - dice il più vecchio con le mani sui fianchi.
    -Shtommaleee... -
    -See, e come ti sei fatto male, 'sto giro? -
    -La saracinesca non era adeguatamente segnalata nella procedura di discesa ed io ho subito un trauma, ci sono gli estremi per... -
    -PERMESSO - grida un infermiere, entrando. Come lo vede espira e sbotta un vaffanculo, poi si china, lo guarda con malavoglia.
    -Dai, Samuele, non hai niente -
    -Ma la saracinesca non è segnalata come da apposito modulo, pertanto io sporgo denuncia per-
    -DAI, DAI, ARIA - fa l'infermiere, dopodiché lo solleva di peso. Il tipo frigna qualcosa mentre lo portano via.


    -Non si preoccupi, signora - dice l'agente rivolgendosi alla farmacista - è uno di Marghera, fa sempre così. Un po' è matto, un po' prova a truffare la gente, ma è inoffensivo -


    La gente se ne va, delusa. Dopo pochi secondi da fuori partono urla belluine e Samuele si ripresenta in farmacia sano come un pesce, viola in viso, urlando.


    -CHI MI HA RUBATO IL PORTAFOGLI?! -


    E capisco che quella è la prima cosa vera che dice da molto tempo.

  2. #2
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    29-08-09
    Località
    Trasferito a Borgo Panigale
    Messaggi
    61,762

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    POMATA PAA MONA e pretendono la dottoressa ne deduca "Vagisil", nome che si ottiene perché l'uomo scoppia a ridere dicendo "AHAHA SI SI XE EA! MEO RICORDO PARCHE' NA VOLTA ME SO CONFUSO E ME SO LAVA I DENTI CO QUEA".


    Lavarsi i denti col Vagisil, capite?
    Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del capitano.

  3. #3
    Il Nonno L'avatar di Mr_Tibbs
    Data Registrazione
    17-12-03
    Località
    Milano
    Messaggi
    4,019

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    Moar.

  4. #4
    La Borga L'avatar di defmaka
    Data Registrazione
    27-02-04
    Messaggi
    13,629

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    C'è della verità, mia moglie lavora in farmacia e nel corso degli anni ne ha viste un po' di cotte e di crude.

  5. #5
    Il Nonno L'avatar di Mr_Tibbs
    Data Registrazione
    17-12-03
    Località
    Milano
    Messaggi
    4,019

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    Non ho capito bene la dinamica dell'abbattimento degli scaffali: chi cacchio è che parla in prima persona emergendo dalla pila di flaconi?

  6. #6
    Moderatore BI BI DA L'avatar di Jaqen
    Data Registrazione
    13-03-04
    Località
    Bologna
    Messaggi
    21,591

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    Ma quel blog è bellissimo

    http://bagniproeliator.blogspot.it/2...ginazione.html

    Treno per Trieste.


    Caschetto nero, occhiale hipster, rossetto rosso, tacchi "moderni", abbigliamento tipico della mac user. E' difficile dire quale di queste cose mi ammosci di più.

    Prendiamo il rossetto rosso: in natura il rosso è il segnale di pericolo. Rane, serpenti e funghi velenosi hanno sempre colori accesi. Qualunque idiota sa che una donna con il rossetto rosso è mentalmente instabile e potenzialmente cacacazzi. Del resto chi lo usa? Quelle che fanno burlesque, le egopatiche e nonna Abelarda. Tre categorie di donne dove non infilerei mai il pene. Il lucidalabbra fa sesso. Il rossetto rosa fa sesso. Il rosso no. C'è un motivo se nel racconto di Poe "La maschera della morte rossa" la peste è rappresentata vestita di rosso.


    "ma adesso va di moda".
    Io invece lo odio da tutta la vita.


    Segue il caschetto, pettinatura che nella mente debilitata di queste Donna Moderna soldiers fa "vintage". E' vero, fa 1930, ossia l'anno del fascismo e della crisi economica; due dei periodi peggiori della storia dell'Umanità. Il capoccia di Casapound in un'intervista a La Zanzara ha dichiarato che il fascismo è stato un periodo "di grande eleganza". Tutto torna, tranne la mia voglia di scopare. Subito sotto ci sono occhiali modello montatura ferroviaria, esteticamente più pesanti di un treno merci. Lo scopo sarebbe nascondere le rughe degli -enta, in realtà evidenziano con prorompente mestizia una donna che è stata svezzata dal sito del Fatto Quotidiano.


    E ora che ritorna Berlusconi è una donna felice.




    Le scarpe. Dio, quante cose ci dicono di una donna le scarpe che indossa. Sono la cravatta delle donne. Ci sono i tacchi da suora, i tacchi da signora, i tacchi da padrona e i tacchi da puttana. I tacchi a spillo, i plateau a squillo, quelli audaci e quelli atroci. Se gli occhi sono coperti dagli occhiali, i tacchi fanno la sinossi. Come le portano, quando le portano, dove le portano e quanto le portano. Le scarpe di questa donna dicono "su Polyvore e Pinterest so abbinare tutto tranne il carisma". Quelle che vestono così di solito vogliono trasmettere che hanno un mac, guardano tumblr erotici e sono sarcastiche.


    In realtà il risultato è "mia madre è la mia migliore amica e faccio pompini disgustosi".


    La aiuta a mettere su la valigia un ragazzo sulla ventina. E' caruccio, somiglia vagamente a Fedez. Piercing, occhio azzurro, pieno di capelli, un po' rapper e un po' truzzo. A me 'ste nuove generazioni piacciono. Si sono svegliati presto, non sono stati svezzati a bugie e sogni di grandezza e ora affrontano la vita con un bel mix di autoironia, leggerezza, ingenuità, voglia di fare e curiosità. Dopo averla aiutata si siede di fianco a me.


    Tu tun tu tun, fa il treno sotto di noi.
    Tu tun tu tun.


    -Ehi, scusa, io comunque sono Sandro - porge la mano il ragazzino.
    Lei alza gli occhi, sbuffa e si rimette a leggere.


    Tu tum tu tum.
    Tu tum tu tum.




    -Cosa... che leggi di bello? - domanda lui.


    Lei lo guarda con commiserazione, sporge la testa e guarda platealmente la copertina di Donna Moderna. Comincio a sentirmi di troppo. Guardo nelle poltrone dall'altra parte. C'è un uomo distinto sulla quarantina che osserva la scena di sottecchi. Sul sedile di fianco a lui c'è un altro ragazzo sui trenta. Gioca con l'iPad.


    -Intendevo dentro - corregge il nostro.
    Lei rimane in silenzio.


    -Dico perché magari lo compro... anch'io - termina, inorridito dalla frase che ha appena detto.








    Guardo fuori dal finestrino. Devo fare finta di niente. Sono un sedile. Sono un candido, morbido e grigio sedile delle FS. Che panorama bellissimo, c'è fuori. La neve, gli alberi, la neve, gli alberi, la neve. Gli alberi con la neve. Dal riflesso noto che il quarantenne sta sorridendo guardando verso il basso. Trentenne invece si copre la bocca con la mano.


    -Potresti, sì - sogghigna lei con un sopracciglio alzato.
    -Non nel senso che... era per dire che mi sembri una che legge - diventa viola -
    legge... tanto. Bene. Cioè, che sei intelligente - abbassa la testa.


    Lei chiude Donna Moderna.


    -Mi lasci in pace, per favore? -
    -Era per conoscerti. Ti vedo sempre che scendi a Portogruaro, l'ultima volta avevi la valigia pesante e volevo aiutarti ma si è bloccata la porta dello scompartimento -
    -Cioè mi segui? -
    -No! Ti... ti... vedo -
    -Ma solo io becco il treno dei maniaci, cazzo - sbotta.


    Lui è color vinaccia e non sa più cosa dire. Lei ha finalmente assunto la posizione che più le compete, ossia la rompicoglioni ansiosa di rovinare giornate. Io vorrei gettarmi dal finestrino. A quel punto, dall'altro sedile, proviene un


    -Ma chi te caga -


    Ci giriamo tutti e tre.
    Dalla voce credo sia stato quarantina.


    -PREGO? - fa lei.


    Quarantina chiude il libro. La guarda da sopra gli occhiali.


    -L'approccio non era male, via. Immaturo, magari, ma la sostanza c'era - prosegue quarantina guardando trentina - è vero o no? -


    Trentina ci pensa, poi chiude l'iPad e sorride.


    -La parte della porta che si blocca era buona -
    -Poi comunque l'atteggiamento impacciato ma timido paga, a quell'età -


    Donna Moderna si gira a guardare me.


    -Gli dici qualcosa, per piacere? -


    Ora devo scegliere se essere un cavaliere e difendere una pulzella in difficoltà, astenermi da qualunque commento per evitare d'immischiarmi o seguire il flusso di spermatozoi come ho fatto 32 anni fa.


    -Bè - sospiro - io avrei da ridire sui gusti. Ho capito che c'avrai vent'anni, Sandro, ma su 'sto treno c'è di meglio. Hai visto la moretta nell'altro scompartimento? -
    -O la negretta che sale a San Donà - annuisce trentina.
    -Vero -


    Donna Moderna si alza di scatto e fa per tirare giù la valigia.
    Si blocca.



    Tu tun tu tun.
    Tu tun tu tun.






    Tu tun tu tun.
    Tu tun tu tun.











    Si gira lentamente a guardare Sandro. Lui tentenna, si alza, la tira giù e gliela porge. Lei se ne va nell'altro scompartimento. Nessuno di noi quattro si rivolge la parola e io capisco che, tra commilitoni, le parole non servono. Uno dopo l'altro scendiamo alle nostre fermate.





    Moloch per te: http://bagniproeliator.blogspot.it/2...dicappati.html

  7. #7
    Il Nonno
    Data Registrazione
    02-08-12
    Messaggi
    8,873

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del


  8. #8
    Chiwaz
    ospite

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    Jaqen cerca la storia del capitano e degli austriaci.

  9. #9
    Shogun Assoluto L'avatar di NoNickName
    Data Registrazione
    30-09-03
    Località
    Caput Immundis
    Messaggi
    25,538

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del


  10. #10
    Moloch
    ospite

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    Citazione Originariamente Scritto da Jaqen Visualizza Messaggio
    già letto e riproposto qui

  11. #11
    Don Zauker
    ospite

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    ROTFL

    Fantastco...

    http://bagniproeliator.blogspot.it/2...legittimi.html

    "Tony Fassina pigia TROMPETE. Nel silenzio absidale di Venezia, sotto lo sguardo di milioni di persone, risuona un garrulo "pè!"."
    Ultima modifica di Don Zauker; 23-02-13 alle 17:01:42

  12. #12
    Don Zauker
    ospite

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del


  13. #13
    Lo Zio
    Data Registrazione
    22-04-12
    Località
    Brianza
    Messaggi
    2,795

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    -Ehi, scusa, io comunque sono Sandro - porge la mano il ragazzino.
    Lei alza gli occhi, sbuffa e si rimette a leggere.
    wild Sandro appeared!

  14. #14
    Suprema Borga Imperiale
    Data Registrazione
    07-07-10
    Località
    Nel legale Nord
    Messaggi
    15,165

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    Bellissima quella di Sandro

  15. #15
    FRIGG
    ospite

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    A questo giro non ho riso molto, però è sempre un piacere leggerlo

  16. #16
    Il Nonno
    Data Registrazione
    23-08-12
    Località
    never buy car from the grandsons of Hitler & Hirohito (H&H)
    Messaggi
    4,078

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del


  17. #17
    Shogun Assoluto L'avatar di manuè
    Data Registrazione
    24-08-03
    Località
    roma
    Messaggi
    78,973

    Predefinito Re: [NEBO] Figuratevi l'altra che s'è sparata in berta mezza confezione di pasta del

    la donna che confessa di aver preso il Viagra del marito "per vedere che effetto le faceva" e ora vede Avatar in 3D da almeno 24 ore

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato