+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 14 di 14

Discussione: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

  1. #1
    keiser
    ospite

    Predefinito [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    Non passa giorno che qualche telegiornale o quotidiano si scagli contro i videogiochi, citando ricerche e studi, se non addirittura sondaggi, che rivelano la natura pericolosa e deviante del nostro passatempo preferito; più sporadicamente, appaiono articoli che portano avanti la tesi opposta, quella secondo cui i vg aiutano a stare meglio, a socializzare, a vivere più sani e più belli. Il risultato, a cercare di guardare con occhio imparziale (non che sia facile) questo continuo altalenare di opinioni tra il bello e il brutto dei videogiochi, è di un gran casino generalizzato, in cui si finisce per non sapere che pesci pigliare.
    Mi metto nei panni di un genitore apprensivo che non lavora per una rivista di videogiochi o non legge TGM (^__^) , e si trova bombardato da informazioni sempre discordanti, che un giorno dicono una cosa e il giorno dopo la negano. Che fare? Stare sulla difensiva e bandire i vg dalla propria casa? Fregarsene e lasciare che il figlio di tre anni sviluppi tendenze omicide giocando a GTA? Nessuna delle due cose, ovviamente. Al solito - evviva la banalità - la verità sta nel mezzo, senza eccedere né in un senso né nell'altro. Però al giorno d'oggi a quanto pare è così che si fa informazione, urlando ad ogni costo, e così andrà avanti almeno fino a quando i media non cominceranno ad occuparsi (leggi: a prendersela) d'altro.
    Buon ponte (a chi lo fa), ci si rilegge martedì!

  2. #2
    Shogun Assoluto L'avatar di Mithrandir
    Data Registrazione
    28-04-03
    Località
    Reginasirarefà
    Messaggi
    26,019

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    keiser ha scritto sab, 30 ottobre 2004 alle 12:24
    Che fare?
    Ragionare con la propria testa ed educare i figli, non aspettarsi che sia il mondo circostante a farlo per noi (noi generico, non ho figli io )

    p.s.: mithrandir81 claudio

  3. #3

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    Io nn credo possa far male a una persona sana di mente, ovvio che se già sei un teppista e giochi a hooligans nn credo possa fargli bene.
    Io gioco principalmente a eve-online il mattino prima dell'uni (1 ora scarsa) e il pomeriggio (2 orette buone) la sera esco a prendere una cosumanzione con i miei amici in real, faccio il DM a D&D, guardo con loro un film, insomma la sera faccio altro; nn credo possa farmi male oltre a divertirmi conosco delle persone che normalmente senza il pc nn saprei neanche della loro esistenza, bilancio la vita da VG a quella reale senza eccedere troppo ne in una cosa ne nell'altra ci sono pro e contro in entrambe le attività:

    Videogiocando: conosci altra gente ti diverti in momenti della giornata altrimenti vuoti ma esagerando perdi il contatto con la realtà forse.

    Uscendo nella vita realte: ridi e scherzi con persone fisiche esci e magari trombi (^^) ma di contro fumi, magari ti capita di alzare il gomito e in + spendi un casino di soldi (benza ecc).
    La mia regola principe è bilanciare.

  4. #4
    Il Puppies L'avatar di headlong78
    Data Registrazione
    09-09-04
    Località
    Provincia di Brescia
    Messaggi
    765

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    In effetti è vero, l'equilibrio è sempre la soluzione migliore. Purtroppo non tutti ci riescono (molte volte neanche io!) e soprattutto non tutti riescono a valutare e scremare tutte le porcherie ci propongono i media e a trovare un equilibrio tra esse. Io sinceramente per ora mi limito a cercare di discutere della "questione videogioco" cercando un dialogo intelligente con gli altri. Se non riesco perchè l'altra persona ha gli scudi alzati e non vuole fare un ragionamento, lo lascio nella sua melma, tanto comportandosi così è lui che vive male.
    Pensate che l'altro giorno un collega faceva un commento su di una ragazza molto bella (una nostra cliente) e diceva "Pensate che è insieme ad uno sfigato che gioca con quei giochi da tavolo lì e con il pc.. Se fosse con me me la tromberei tutti i giorni, mica giocherei!". A parte che ha avuto tutti contro, visto che tutti gli hanno risposto "che ne sai te di quello che fanno loro in privato", però devo dire che mi sono veramente girate le palle! Gli risposto in primo luogo che anche io gioco con il PC, poi che c'è una marea di gente che gioca con i giochi di ruolo e che probabilmente anche alla ragazza piacciono gli stessi! Ma chi sei tu per criticare gli hobbies degli altri? C'è gente in questo mondo che parla senza sapere di cosa sta parlando, ma non è una novità questo!!

  5. #5
    Il Nonno L'avatar di TeknoDragooN
    Data Registrazione
    27-07-02
    Località
    The longest yard
    Messaggi
    5,645

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    qui però c'è un malinteso di fondo nel terzo articolo. Questo infatti mi pare che affermi che se un bambino gioca SOLO con i VG non ne guadagna molto in termini di crescita: sono parzialmente d'accordo. Esattamente come lasciare il bambino solo davanti alla televisione tutto il giorno, quindi abbastanza errato. Il pupo deve giocare con giochi che sveglino la sua creatività(lego docet, ma anche semplicemente pongo e disegni) ma se dedica una parte del suo tempo al videoludo, questo si integrerebbe perfettamente con il resto, visto che tanto improduttivo il joypad non è(l'autore stesso afferma che comunque si tratta di imparare delle meccaniche in un ambiente con delle regole ben precise). Oltre ovviamente al beneficio di cominciare ad imparare cos'è un computer.

    Tutto questo chiaramente presuppone la presenza di genitori coscienti che capiscano cosa stiano facendo e a che cosa serva e come vada utilizzato quell'elettrodomestico grigio con un monitor e una tastiera. Quindi tra una/due generazioni(forse) e comunque solo nelle famiglie con individui che abbiano sviluppato una solida cultura videoludica.

  6. #6
    Il Puppies L'avatar di headlong78
    Data Registrazione
    09-09-04
    Località
    Provincia di Brescia
    Messaggi
    765

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    ... Intervallo ...

    Amici telespettatori, benvenuti alla tribuna politica! Quest'oggi sono nostri ospiti l'attuale presidente Strush e il suo diretto concorrente Curry. L'argomentazione affrontata oggi è "Il videogioco"!
    Strush, a lei la parola.
    "Amici, il videogioco è il cancro della nostra nazione! Il mio progetto politico è di estirparlo dalle nostre vite quotidiane! Negli ultimi anni del mio governo è stato fatto molto per questo, abbiamo attaccato su più fronti tutte le maggiori Software House e i publisher. Ammetto pubblicamente di non aver trovato videogiochi di lobotomizzazione di massa , però abbiamo trovato le prove che entro 2000 anni sarebbero riusciti ad avere i primi risultati! Il videogioco rinco....sce i nostri ragazzi! E' dimostrato che un videogiocatore medio non ha vita sociale, si droga, puzza, beve, fuma, non dorme, è violento, picchia sua nonna, gli cadono i capelli, scrive intervalli idioti sul forum, può diventare epilettico e infine ha gravi disturbi di natura psicologica e sessuale (ooohhhhhh! ). Salvate i vostri ragazzi, votate Strush!

    Curry, a lei la parola!
    "Genitori, ma vi rendete conto di cosa sta dicendo il mio avversario? Lobotomizzazione di massa? E' risultato dalle ultime ricerche effettuate che il videogioco non può portare a nessun tipo di lobotomizzazione, anzi, sviluppa anche del 30% in più rispetto ad altre forme di intrattenimento le capacità mentali , aiuta a socializzare e a stringere nuove amicizie . Inoltre è dimostrato che in videogiocatori sono le persone più oneste e tranquille di questo mondo, si lavano 5 volte al giorno, non bevono, non fumano, hanno una folta capigliatura e inoltre sono più resistenti alle malattie di natura psicologica e trom...no come Opossum! Se mi voterete appoggerò le software house con aiuti economici e regalerò ad ognuno di voi una bambolina di Guybrush e del pirata LeChuck (boato generale del pubblico)!

    Strush: "Sei un pivello Curry"
    Curry: "E tu sei un idiota"
    Strush: "Ma se non riesci neanche a finire Monkey Island"
    Curry: "E tu che sei bloccato al livello del reattore di Doom3 e non riesci a capire come fare per raffreddare il nucleo, imb..lle"
    Strush: "Ma se quando hai giocato a Half Life ci hai messo sei mesi per capire che l'alieno reagiva ai suoni!"
    Strush: "Zitto te che ti batto sempre a FIFA e pure a PES"
    Curry: "Ma vai a c...re tu che giochi in rete con le patch e ti diverti a cecchinare! E poi cosa vuoi capire tu che leggi giochi per il mio computer"
    Strush: "Sarà bella TGM con un personaggio dei cartoni che scrive gli editoriali, un FORUM dove ci sono sfigati che scrivono intervalli e un tipo chiamato Raffo che pubblica lettere sensa senso e pure scritte al contrario. Ma hai letto l'ultimo numero?"
    Curry: "Non capisci una cornamusa di niente, Il Raffo è un genio, il FORUM è la migliore forma di discussione al mondo e gli editoriali del Silvestro sono forme d'arte!"
    ....

    I nostri due contendenti continuarono così per ore, scatenando la seguente reazione del pubblico



    ... fine intervallo ...

    Il problema è che le cose vanno davvero così ...

  7. #7
    Il Puppies L'avatar di headlong78
    Data Registrazione
    09-09-04
    Località
    Provincia di Brescia
    Messaggi
    765

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    TeknoDragooN ha scritto sab, 30 ottobre 2004 alle 14:43
    Quindi tra una/due generazioni(forse) e comunque solo nelle famiglie con individui che abbiano sviluppato una solida cultura videoludica.
    Non saprei, secondo me sarà sempre così. Non è che da vecchi noi appoggeremo il videogioco e criticheremo le nuove forme di divertimento come fanno ora le vecchie generazioni con noi videogiocatori??

  8. #8
    Il Nonno L'avatar di BesK
    Data Registrazione
    31-12-01
    Località
    Somewhere out in space
    Messaggi
    5,614

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    Mia mamma è succube della TV, nel senso che ciò che dice è vero (tranne quando aprlano del caro prezzi e dei fruttivendoli )

    Io ascolto metal in generale, in questo periodo ascolto molto black metal, e mia mamma manca poco che creda che il mandante delle bestie di satana sia io

    Colpa di Manson mi dice (che manco ascolto)

  9. #9
    Il Nonno L'avatar di TeknoDragooN
    Data Registrazione
    27-07-02
    Località
    The longest yard
    Messaggi
    5,645

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    headlong78 ha scritto sab, 30 ottobre 2004 alle 15:14
    TeknoDragooN ha scritto sab, 30 ottobre 2004 alle 14:43
    Quindi tra una/due generazioni(forse) e comunque solo nelle famiglie con individui che abbiano sviluppato una solida cultura videoludica.
    Non saprei, secondo me sarà sempre così. Non è che da vecchi noi appoggeremo il videogioco e criticheremo le nuove forme di divertimento come fanno ora le vecchie generazioni con noi videogiocatori??
    se riusciremo a mantenere una visione aperta del ludo in generale no. Poi comunque dipende da persona a persona.

  10. #10

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    niente di nuovo sotto il sole.

    da sempre si "gioca a fare informazione": troppo spesso le tirature si alzano seguendo gli scandali del momento e non sono certo io a dovervelo ricordare.

    qualcuno davvero pensa che il proprio erede possa diventare un criminale giocando con il computer? ovviamente no, pero' fa comodo avere un agnello sacrificale da sgozzare sull'altare del menefreghismo.

    in effetti i nostri figli sono l'immagine di quello che abbiamo saputo insegnargli. la colpa (o il merito) è nostro e di nessun altro.

    facciamola finita con queste chiacchiere e lasciamo che di certe vaccate si occupi chi cerca una risposta al proprio fallimento come genitore.

    p.s.: ricordo a tutti che il futuro è nostro e di nessun altro: noi siamo cresciuti a suon di c64 e mazinga, e noi saremo in piedi quando chi detta legge oggi dormirà in ospizio. abbiate pazienza: il tempo è nostro alleato a prescindere dai telegiornali, dai benpensanti e dalle associazioni dei genitori.

    poi arriveranno i figlioletti e ci penseranno loro...

    p.p.s.: buon ponte anche al keiser

  11. #11
    L'Onesto L'avatar di BaRbArO
    Data Registrazione
    16-07-03
    Località
    in hell...
    Messaggi
    1,136

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    E con oggi le ho viste tutte: sto postando dall'Inghilterra e, un paio d'ore fa ho visto uno speciale sui videogiochi, trasmesso sul canale BBC 2 (mica baubaumiciomicio...)...sono rimasto semplicemente allucinato dall'ignoranza di giornalisti e genitori nel campo del videoludo. Ovviamente l'indice, fin dall'inizio, é stato puntato contro i capolavori Rockastar: GTA III, GTA Vice City, Manhunt (un pó meno capolavoro quest'ultimo, ma nn importa). Riporto un paio di assurditá dette durante la mezz'ora di speciale: "In GTA si possono comprare droghe e istituire racket di prostituzione"; (genitore, dopo aver visto Vice City)"Ma che ce l'hanno messa a fare la sessione a piedi? E palese ke é solo violenza..."; "Un uomo ke in america ha ucciso 10 persone con fucile di cecchino, dichiara di essersi esercitato con un videogame. Il gioco in questione é Halo(!!!)..." e cosí via...
    Oltre alle assurditá sparate, sono stati intervistati diversi genitori, a cui era stato appena mostrato vice city: la giornalista, tutta sicura di sé, avvicina il microfono al primo dei genitori e chiede "allora, come ti é sembrato?" e il papá "Bah, nulla di deviante...si vedono cose piú spaventose e terribili nei telegiornali, a mezzogiorno, che non in questo gioco. Sicuramente, ne io ne mio figlio diventeremo criminali per aver giocato a Vice City". La giornalista, ovviamente rimasta intersetta (si aspettava una palese risposta del tipo "Oddio!!"), si sposta da un'altro papá che ripete la stessa identica cosa...!
    A questo punto la giornalista sembra dover ricorrere al piano B, e si rivolge a una coppia 60enne, dall'apparenza "prostestante iper-ultra-uber-praticante" (ci siamo capiti, no...): ovviamente questi due dicono "Siamo rimast veramente scioccati, non sapevamo che contenesse una tale quantitá di violenza quando l'abbiamo comprato per il nostro bambino, di 11 anni..." (maddai, ma se ci sta un bollino grosso come la scatola con scritto "18+"...).
    Senza bisogno di riportare altro, penso che ció che ho scritto si commenti da solo...
    Voglio solo aggiungere che dopo la trasmissione mi sono sentito cosí male...una sensazione di rabbia, mista ada amarezza e compassione (per chi non capisce il valori di questi piccoli capolavori elettronici)...


    Cheers!

  12. #12
    Shogun Assoluto L'avatar di nukemall
    Data Registrazione
    17-07-02
    Località
    Zena
    Messaggi
    25,266

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    Coppia di 60 anni con bambino di 11 ? Mi sa che quello dei videogiochi per questo ragazzo è il problema minore...

  13. #13
    Il Fantasma
    Data Registrazione
    10-03-03
    Località
    Correggio
    Messaggi
    95

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    Mi autoposto:
    "Re: [23/10/2003] GTA in tribunale, questa volta davvero ven, 24 ottobre 2003 11:52

    Premetto di non essere a conoscenza dei fatti, se non per quanto letto nel forum. Bisogna fare i conti con la realtà. Quindi l'omicidio, la giovane età di chi l'ha commesso, la loro dichiarazione di essersi ispirati ad un videogioco violento quale GTA, cui non ho giocato personalmente ma di cui ho letto varie recensioni. Tutto il resto sono chiacchiere, o almeno sono tutte da dimostrare e staremo a vedere. La cosa che mi preoccupa, essendo accanito giocatore di fps, ma allo stesso tempo mi interessa molto è la faccenda degli stimoli, che qualcuno ha sollevato: un film, un libro, una canzone, un fumetto, un quadro, una scultura, ecc.. Potrei andare avanti all'infinito, ma è chiaro che l'imputata è l'espressione artistica umana, un autore si esprime, lancia un messaggio e qualcuno lo riceve. Questo è il punto, da sempre oggetto, fin dall'antichità di discussione: l'autore è libero di esprimere qualsiasi cosa, o deve esserne limitata la libertà (leggi censura) ? La giustificazione "nobile" alla base della censura, è proteggere le menti deboli, facilmente impressionabili, che possono mettere in atto comportamenti emulativi. Ora io mi ricordo episodi di bande di ragazzi che hanno compiuto efferatezze richiamandosi, una volta presi ad "Arancia meccanica", ma non so se all'epoca sia mai stata citata la Major né Kubrik. Quando qualcuno (leggi autore produttore, distributore, rivenditore) mette a disposizione di potenziali fruitori un'opera dell'intelletto dovrebbe assumersi la responsabilità di ciò. Per questo esiste la censura, ma anche il marketing dovrebbe mettere in guardia, per i contenuti dell'opera. Ognuno dovrebbe fare la sua parte: lo stato dovrebbe organizzare una censura corretta, non rincorrere il magistrato di turno che blocca resident evil, gli autori, i produttori, i distributori ed i rivenditori dovrebbero, ognuno per le loro parti assumersi le loro responsabilità, i media dovrebbero trattare l'argomento con la massima conoscenza possibile, senza rincorrere facili mode, consci dell'impatto che hanno su chi li fruisce, la famiglia dovrebbe filtrare tutto ciò che arriva ai figli, consapevolmente impedire l'accesso a tutto ciò che non deve loro arrivare. Per i genitori non è facile, anzi è più semplice disinteressarsene, ma va fatto. In ultima analisi la triste vicenda una sua utilità generale ce l'avrebbe, costringendo chiunque a confrontarsi con sé stesso, con le sue idee, con il ruolo che ricopre. Io da genitore ho tanti dubbi e poche certezze, non so gli altri."
    Cosa aggiungere, se non che concordo sulla tua affermazione "la verità sta nel mezzo", l'importante è non farsi trascinare in crociate in un senso o nell'altro, l'equilibrio, soprattutto degli addetti al mestiere (leggi giornalisti) porterebbe maggiore coscienza per tutti, tenendo lontane situazioni come quella riportata da BaRbArO, dove è evidente che la giornalista è evidentemente schierata contro i videogiochi.

  14. #14

    Predefinito Re: [30/10/2004] Giocare a fare informazione

    Il problema dei media attuali è ben più vasto dell'ambito ristretto dei VG. Per quanto riguarda la TV e la maggior parte dei giornali noto una vera e propria rinuncia a fare informazione, almeno fino all'1 di notte o a pagina 18. La soluzione in questo caso è una sola: utilizzare altri media e soprattutto quando è possibile informazioni di primissima mano: ovvero, leggere pubblicazioni specializzate e, udite, udite, COMPRARE almeno qualche videogioco in modo da formarsi, una volta tanto, una PROPRIA opinione sui fatti.

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato