+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 17 di 17

Discussione: Moravia - L'indifferente

  1. #1
    Il Puppies L'avatar di Lux10
    Data Registrazione
    14-06-02
    Località
    Biella
    Messaggi
    366

    Predefinito Moravia - L'indifferente

    Ho letto da poco "Gli indifferenti", parte di una collana "I classici di Repubblica" di cui pian piano smaltisco gli acquisti settimanali di qualche anno fa.

    Volevo sapere se circola qualche amante dell'autore in loco.
    Non nascondo che ho fatto una certa fatica a finirlo, proprio per la pesante patina di squallore di cui l'autore ricopre i personaggi dall'inizio alla fine.
    Indifferenti di nome e di fatto. Insomma, dall'inizio del libro viene voglia di scuoterli con forza e urlar loro di svegliarsi e decidersi ad agire con un minimo di convinzione.
    Probabilmente lo scopo dell'autore era questo, ma quanto ha giovato alla piacevolezza della lettura?

    Inoltre leggendo continuavo a chiedermi: ma come ha fatto una donna sensibile come Elsa Morante a sposare un simile rompiscatole?

    Ecco, se posso, consiglio "La storia" di Elsa Morante. Forse il libro più intenso che abbia mai letto.

  2. #2

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    mah, io non mi definisco proprio un amante di moravia anche se per motivi di studio ho dovuto leggere ed approfondire molto proprio "gli indifferenti" ed "agostino". belli entrambi, anche se diversi sotto molti aspetti. la forza di moravia sta proprio nel saper raccontare con obiettività il mondo borghese del tempo (che poi è in parte anche quello nostro) dall'interno di quello stesso mondo. insomma mette a nudo la decadenza della sua vita, della sua società e quindi di se stesso. è ovvio quindi che i personaggi degli indifferenti si portino sino alla fine questo bagaglio di incapacità, codardia e indifferenza, proprio perchè moravia non sapeva e non poteva riscattarli.

    della sua vita privata invece so molto poco, salvo la formazione giovanile. certo però che in effetti ha qualche punto oscuro, quasi imbarazzante, che sarei curioso di conoscere meglio...

  3. #3
    Veterano del Backstage L'avatar di Karat45
    Data Registrazione
    15-09-01
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,594

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    Elf ha scritto ven, 15 aprile 2005 alle 12:10
    ho cancellato il post su richiesta di Elf.
    possiamo evitarli post del genere? grazie

  4. #4
    La Nebbia
    Data Registrazione
    03-11-01
    Messaggi
    149

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    Lux10 ha scritto mar, 12 aprile 2005 alle 10:55
    Ho letto da poco "Gli indifferenti", parte di una collana "I classici di Repubblica" di cui pian piano smaltisco gli acquisti settimanali di qualche anno fa.

    Volevo sapere se circola qualche amante dell'autore in loco.
    Non nascondo che ho fatto una certa fatica a finirlo, proprio per la pesante patina di squallore di cui l'autore ricopre i personaggi dall'inizio alla fine.
    Indifferenti di nome e di fatto. Insomma, dall'inizio del libro viene voglia di scuoterli con forza e urlar loro di svegliarsi e decidersi ad agire con un minimo di convinzione.
    Probabilmente lo scopo dell'autore era questo, ma quanto ha giovato alla piacevolezza della lettura?
    non sono mai riuscito a finirlo

    Lux10 ha scritto mar, 12 aprile 2005 alle 10:55

    Ecco, se posso, consiglio "La storia" di Elsa Morante. Forse il libro più intenso che abbia mai letto.
    lo stanno leggendo "ad alta voce" su radio3.

  5. #5
    Il Puppies L'avatar di Lux10
    Data Registrazione
    14-06-02
    Località
    Biella
    Messaggi
    366

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    Luca`Dj6 ha scritto gio, 14 aprile 2005 alle 17:44
    belli entrambi, anche se diversi sotto molti aspetti.
    Belli.. da leggere? Sicuro di aver trovato piacevole la lettura? Personalmente aggiungo Moravia nella mia "lista" sotto a Virginia Woolf: sicuramente avevano tecnica, un messaggio etc etc. Ma "belli" proprio no.
    Non ce la faccio.
    Mi piacerebbe davvero capire cosa ti è piaciuto..
    Piacere esclusivamente intellettuale? (della serie.. ho letto un altro classico e mi sento più completo? Su questo concorderei)
    O piacere.. della serie "Se qualcuno mi faceva sparire il libro gli sparavo un colpo"?
    Sono curiosa.
    Quote:
    la forza di moravia sta proprio nel saper raccontare con obiettività il mondo borghese del tempo (che poi è in parte anche quello nostro) dall'interno di quello stesso mondo. insomma mette a nudo la decadenza della sua vita, della sua società e quindi di se stesso. è ovvio quindi che i personaggi degli indifferenti si portino sino alla fine questo bagaglio di incapacità, codardia e indifferenza, proprio perchè moravia non sapeva e non poteva riscattarli.
    Quello che fa rabbia è la prigionia dei personaggi all'interno di una classe comunque privilegiata, e la più assoluta inattività concreta nonostante i propositi bellicosi.
    Mi riferisco soprattutto al personaggio di Michele e alle sue discussioni mentali: insomma, nessuno lo obbligava nemmeno a porsi il problema se farsi o meno l'amante/ decidersi a lavorare/ sfidare Leo, eppure lui azzarda goffamente qualche passo e si tira indietro prima ancora di batter ciglio.(o meglio, dopo aver tirato per sbaglio un portacenere addosso alla madre..ma si può? ) Veramente irritante.

    Quote:
    della sua vita privata invece so molto poco, salvo la formazione giovanile. certo però che in effetti ha qualche punto oscuro, quasi imbarazzante, che sarei curioso di conoscere meglio...
    Uh.. davvero non saprei. Effettivamente neanch'io so molto di Moravia come persona (matrimonio a parte), ma preferisco leggere i libri di un autore e carpire qualcosa di loro dai romanzi prima che dalle biografie.

  6. #6
    Il Puppies L'avatar di Lux10
    Data Registrazione
    14-06-02
    Località
    Biella
    Messaggi
    366

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    Elf ha scritto ven, 15 aprile 2005 alle 12:10
    ah, Moravia, qual scrittore fu più creativo e ispirato di lui da fattori che gentilmente questo scoiattolo ci illustra?


    credo sarebbe stato un ottimo manovale, il migliore sulla piazza.
    Dai.. puoi esser più profondo di così
    Senza contare che hai tirato fuori una scemenza colossale: sotto gli effetti di diverse sostanze innumerevoli artisti hanno composto capolavori.
    Non condivido il mezzo ma tant'è.. artisti!

    Non so se Moravia facesse uso di tali espedienti, ma di sicuro non contesto la sua tecnica narrativa: è abilissimo.
    Solo che ciò che descrive è estenuante, almeno per me.
    Hai letto qualcosa?
    Mia madre dice che secondo lei solo "La ciociara" merita.

  7. #7

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    Quote:
    Belli.. da leggere? Sicuro di aver trovato piacevole la lettura? Personalmente aggiungo Moravia nella mia "lista" sotto a Virginia Woolf: sicuramente avevano tecnica, un messaggio etc etc. Ma "belli" proprio no.
    Non ce la faccio.
    Mi piacerebbe davvero capire cosa ti è piaciuto..
    Piacere esclusivamente intellettuale? (della serie.. ho letto un altro classico e mi sento più completo? Su questo concorderei)
    O piacere.. della serie "Se qualcuno mi faceva sparire il libro gli sparavo un colpo"?
    Sono curiosa.
    beh, allora non so cosa intendi tu per bello. per me un libro è bello quando è interessante, quando ti fa pensare, ragionare su qualcosa che va al di là del testo. certo non posso dire che sia il mio autore preferito, e probabilmente l'apprezzo di più proprio perchè è un grande autore italiano e la sua conoscenza ci rende intellettualmente più completi; però qualcosa mi ha spinto anche a comprare 'la noia' e a metterlo in 'lista di attesa': lo leggerò tra un po'.
    cosa mi è piaciuto? sarà stato lo stile asciutto ma curato, la profonda e interessante analisi psicologica dei personaggi, la trama forse banale ma molto reale e vicina a quella che è la realtà sociale del nostro tempo. poi forse ha contribuito una sorta di empatia nei confronti dei personaggi... li sentivo molto vicini a me stesso, e quasi ho sperato in un loro riscatto finale.

    Quote:
    Quello che fa rabbia è la prigionia dei personaggi all'interno di una classe comunque privilegiata, e la più assoluta inattività concreta nonostante i propositi bellicosi.
    Mi riferisco soprattutto al personaggio di Michele e alle sue discussioni mentali: insomma, nessuno lo obbligava nemmeno a porsi il problema se farsi o meno l'amante/ decidersi a lavorare/ sfidare Leo, eppure lui azzarda goffamente qualche passo e si tira indietro prima ancora di batter ciglio.(o meglio, dopo aver tirato per sbaglio un portacenere addosso alla madre..ma si può? ) Veramente irritante.
    perchè irritante? il nucleo del libro è proprio quello: il contrasto interiore ed esteriore dei due personaggi "indifferenti". entrambi non si sentono aderenti alla vita falsa che fanno, ma proprio perchè succubi di una società del genere non riescono ad andar oltre i loro pensieri bellicosi. michele non riuscirà ad uccidere leo (e quindi a dare finalmente voce a quello che solo lui riesce a vedere e a capire - e cioè lo squallore del mondo borghese del tempo) e carla invece cederà alle sue proposte, adeguandosi agli usi e alle convenzioni della sua società.
    è una trama durissima e deprimente, ma non poteva essere altrimenti. meglio un libro che suscita anche senzazioni negative piuttosto che un libro che ti lascia completamente indifferente...

    Quote:
    Uh.. davvero non saprei. Effettivamente neanch'io so molto di Moravia come persona (matrimonio a parte), ma preferisco leggere i libri di un autore e carpire qualcosa di loro dai romanzi prima che dalle biografie.
    normale, anch'io non sono quasi mai interessato alle biografie degli autori.
    però la relazione con eva robin's e la mancata assegnazione del premio nobel per motivi soprattutto morali sono elementi senza dubbio curiosi se rapportati ad un grande personaggio come moravia...

  8. #8
    Il Puppies L'avatar di Lux10
    Data Registrazione
    14-06-02
    Località
    Biella
    Messaggi
    366

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    Bellissima risposta
    Non ho molto da replicare ma non ho tempo per farlo ora, ripasso in seguito.

  9. #9

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    ehi, però non pensare di svignartela!
    per scrivere tutta quella roba c'ho messo un bel po' di tempo e di fatica, tra l'altro dopo tre ore di viaggio in macchina (ero appena arrivato a casa) e durante una chiacchierata consolatoria con un amico via icq!
    insomma, una risposta la pretendo

  10. #10
    Veterano del Backstage L'avatar di Karat45
    Data Registrazione
    15-09-01
    Località
    Roma
    Messaggi
    13,594

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    bel topic, mi piace.... quasi quasi lo toppo per mostrare come si conduce una discussione seria

  11. #11

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    beh, sarebbe anche migliore se anche altri intervenissero... non credo che questo libro e autore li abbiamo letti in 2.

  12. #12
    Il Puppies L'avatar di Lux10
    Data Registrazione
    14-06-02
    Località
    Biella
    Messaggi
    366

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    Luca`Dj6 ha scritto dom, 17 aprile 2005 alle 22:31

    beh, allora non so cosa intendi tu per bello. per me un libro è bello quando è interessante, quando ti fa pensare, ragionare su qualcosa che va al di là del testo. certo non posso dire che sia il mio autore preferito, e probabilmente l'apprezzo di più proprio perchè è un grande autore italiano e la sua conoscenza ci rende intellettualmente più completi; però qualcosa mi ha spinto anche a comprare 'la noia' e a metterlo in 'lista di attesa': lo leggerò tra un po'.
    cosa mi è piaciuto? sarà stato lo stile asciutto ma curato, la profonda e interessante analisi psicologica dei personaggi, la trama forse banale ma molto reale e vicina a quella che è la realtà sociale del nostro tempo. poi forse ha contribuito una sorta di empatia nei confronti dei personaggi... li sentivo molto vicini a me stesso, e quasi ho sperato in un loro riscatto finale.
    Cercherò di spiegarti perchè probabilmente non leggerò altri libri di Moravia.
    Il libro mi ha dato certamente quella "soddisfazione intellettuale" che tutti i classici danno: hanno sempre qualcosa da dirci, indipendentemente dall'epoca in cui vengono letti. Inoltre ho sviluppato una mia opinione sul suo stile, che tu hai descritto molto bene, anche se non concordo sull'analisi dei personaggi: tanto per farti un esempio di quella che secondo me è un'analisi psicologica perfetta, ti cito "Delitto e Castigo"(altro consiglio di lettura).
    Il tormento di Raskolnikov (ehm..non vorrei sbagliare la grafia) è giustificato dal peso del delitto che ha commesso e che, a conti fatti, non lo ha portato a nulla.
    Il "tormento" di Michele è invece come il dibattersi di un pesce in una rete, che in questo caso ha le maglie larghe abbastanza da liberarsi (mi sarebbe piaciuto sapere se alla fin fine la casa è stata venduta all'asta sventando l'inganno di Leo).. eppure lui è inattivo, o meglio agisce pochissimo e goffamente, inframezzando le parole ad infinite paranoie mentali che non portano ad alcunchè. Come dici tu, vede e capisce lo squallore del mondo borghese, eppure rimane indifferente ad esso come se non avesse altra scelta: la negazione di ogni eroismo.

    Per "bello" però io intendo un libro che sappia sucitare altro tipo di emozioni: coinvolgimento, voglia di divorarlo, entusiasmo per la trama..
    Probabilmente non potevo aspettarmi altro da un libro sull'indifferenza se non una mia reazione infastidita dal mondo in esso descritto. Non mi ricordo dove, ma avevo letto un bellissimo racconto in cui un personaggio tornava a perseguitare il suo autore perchè non gli aveva concesso nessuna qualità positiva..
    Direi che Moravia non è stato benevolo con i suoi personaggi: gli unici a sapere quel che fanno e vogliono sono la madre(orribile veramente), Lisa e Leo, vero protagonista della storia.

    Quote:

    è una trama durissima e deprimente, ma non poteva essere altrimenti. meglio un libro che suscita anche senzazioni negative piuttosto che un libro che ti lascia completamente indifferente...
    E qui ti do ragione.
    Alla ricerca di letture più piacevoli..

  13. #13

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    secondo me sbagli il modo di porti nei confronti dei personaggi e dell'autore. sembri quasi vedere in moravia un sadico aristocratico che vuol dare un giudizio dall'alto sulla società borghese. invece, il giudizio (che in realtà è una denuncia anche inconsapevole) che proviene dalle viscere di quello stesso mondo: moravia appartiene a quella squallida borghesia, ed è dalla parte proprio di quei protagonisti che maltratta tanto, ma che segue e compatisce quasi con impotenza, proprio perchè non è più possibile alcun eroismo. non può far nulla contro la paralisi della volontà del primo '900, se non rappresentare e dare una testimonianza. non a caso gli unici personaggi attivi e non indifferenti del romanzo sono quelli che rappresentano la faccia peggiore della borghesia, quella i cui unici valori da seguire sono i rituali e la dimensione del denaro (la madre) e del sesso (leo).

    detto questo, so bene che non riuscirò a farti apprezzare ulteriormente moravia, ma almeno posso dire di averci provato se un giorno vorrai fare un ultimo sforzo, prova a leggere 'agostino': è molto più breve degli indifferenti (e forse anche un po' meno 'pesante'), e quindi dovresti finire di leggerlo prima di infastidirti

  14. #14
    Il Puppies L'avatar di Lux10
    Data Registrazione
    14-06-02
    Località
    Biella
    Messaggi
    366

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    Apprezzo il consiglio.
    Prima di un ulteriore Moravia però voglio dedicarmi ad altri componenti della Collana di classici che avevo acquistato e letto al 60%.. mi piacerebbe passare a Jorge Amado, esami permettendo!

    Tralaltro, a Biella c'è un locale veramente carino: una libreria aperta di notte in una casa antica, con bar/ristorante annesso. Se compri un libro hai sconti sulla consumazione.. veramente deliziosa se passate da qui!

  15. #15
    L'Onesto L'avatar di metadone81
    Data Registrazione
    18-10-03
    Località
    Canile municipale
    Messaggi
    1,200

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    agostino meno pesante ?

  16. #16

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    boh, io l'ho letto in un pomeriggio. di solito con i mattoni ci metto di più...

  17. #17
    Shogun Assoluto L'avatar di Mr Yod
    Data Registrazione
    07-10-03
    Località
    Atlantide
    Messaggi
    33,991

    Predefinito Re: Moravia - L'indifferente

    salvataggio apocafud

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato