+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 20 di 20

Discussione: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

  1. #1
    keiser
    ospite

    Predefinito [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Lunedì scorso la RIAA (Recording Industry Association of America) ha avviato 261 cause contro altrettanti cittadini americani che avevano scaricato più di mille canzoni sui propri dischi fissi - quasi contestualmente all'amnistia.
    Finalmente, alcuni musicisti cominciano ad uscire dal silenzio (quelli che possono farlo, immagino) e dicono la loro.
    Bob Weir, dei Grateful's Dead - «stanno proteggendo un sistema arcaico; dovrebbero prestare attenzione ai nuovi modelli».
    David Draiman dei Disturbed - «invece di spendere tutto quel denaro per far causa a dei ragazzini (che sono poi i loro potenziali clienti) dovrebbero investire su come usare efficacemente Internet».
    Chuck D, dei Public Enemy - «cause contro dodicenni le cui madri devono pagare 2.000 dollari per il patteggiamento? Questi sono metodi da Gestapo».
    Moby - «Il file sharing è una realtà; le etichette farebbero bene a capire come incorporarlo nel proprio modello di business; vedere le case discografiche che fanno causa ad una ragazzina di dodici anni è come vedere i guidatori di carovane fare causa ad Henry Ford».
    Più o meno tutti quelli chiamati in causa concordano su tre cose: che il modello iTunes di Apple è vincente (99 centesimi a canzone), e non a caso è stato sviluppato da una ditta che si occupa di tecnologia e non di musica; che i prezzi dei CD sono troppo alti (...); e che non c'è modo di arginare il fenomeno della musica scaricata dalla rete, men che meno a suon di cause legali. «L'industria deve passare dai dati di vendita di Soundscan al numero di download di un brano. È la via del futuro. La puoi sentire arrivare. Smettetela di combatterla, perchè non potete». Buon fine settimana a tutti!

  2. #2
    Sparring in pensione L'avatar di kingbove
    Data Registrazione
    13-10-01
    Località
    Paperopoli
    Messaggi
    11,565

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Finalmente qualcosa di intelligente...
    I musicisti intervenuti hanno dimostrato di non avere solo fuffa e scale di do in testa, ma hanno espresso l'opinione che hanno tutti: che significato ha fare causa a un ragazzino di 12 anni?
    La soluzione non è quella, si dovrebbero impegnare un po' di più...

  3. #3
    Il Nonno L'avatar di Cerbero
    Data Registrazione
    13-05-02
    Località
    Quell'inferno di Roma
    Messaggi
    5,321

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    oh mio dio... ma è suonata la sveglia in america? no perché ultimamente sembrano essere diventati leggermente più intelligenti...

  4. #4
    La Nebbia L'avatar di ikki_83
    Data Registrazione
    12-08-02
    Località
    Taranto/Bari
    Messaggi
    32

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Finalmente si è mosso qualcuno... Sono in pieno accordo con moby, "se non puoi sconfiggere il tuo nemico alleati con lui.." del resto però 1€ a canzone è un prezzo un po' sopra la media del giusto...
    Cmq la mia paura è ke, casomai un giorno i discografici la dovessero spuntare sul p2p, sicuramente vedremo nuovamente i prezzi alle stelle... cm ho detto nl mia opinione all'editoriale di ierim l'occasione fa l'uomo ladro... figuriamoci le case discografiche (che, tra l'altro, hanno già dimostrato come guadagnare troppo dai cd (con tutto il ripsetto x i gusti altrui, 20€ x il cd dei Blue sono troppi!!! )).

  5. #5

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    non è un segreto che ci siano musicisti favorevoli al p2p (il primo nome famoso che mi viene in mente è Portnoy, dei Dream Theater). Forse 1 Euro a brano è un po' alto, ma tutto sommato c'è il vantaggio di poter prendere realmente solo quello che ci aggrada, scartando il resto: questa possibilità deve bilanciare a livello economico il valore teorico di un album, per cui tutto sommato alto o no, è comunque giusto.
    Speriamo si sbrighino a metter su tanti sistemi come iTunes...

  6. #6
    Lo Zio L'avatar di Samuele
    Data Registrazione
    15-09-01
    Località
    San Matteo della Decima
    Messaggi
    1,557

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    A parte che funziona solo col Mac, con iTunes puoi pure masterizzare i brani su cd o farci, comunque, quello che ti pare?

    Ad ogni modo, ci sono musicisti pro p2p ma sono ci sono anche quelli contro, come per esempio i Metallica (il batterista è dannatamente accanito) ed Eminem.

  7. #7
    Il Niubbi L'avatar di byrbo
    Data Registrazione
    25-03-02
    Località
    Treviso
    Messaggi
    257

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    keiser ha scritto sab, 13 settembre 2003 alle 10:21
    Lunedì scorso la http://www.riaa.org][b][color=black] che i prezzi dei CD sono troppo alti
    Visto che questo è stato detto dai musicisti stessi, credo nessuno lo possa contestare!
    Ora aspetto che qualche sviluppatore di software faccia la stessa affermazione!

  8. #8
    Il Puppies L'avatar di Mech
    Data Registrazione
    19-06-03
    Località
    Sesto
    Messaggi
    503

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Sono contento che ci sia qualche musicista che si sia svegliato dal lungo letargo che porta il conto corrente a sei zeri.
    Per quanto rigurda gli altri, bè alcuni di loro farebbero meglio a chiedersi :
    Se non fossi un pluripremiato artista, li spenderei 20€ per la monnezza discografica che ho pubblicato ultimamente?

  9. #9

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    É veramente un bene che finalmente qualche voce cerchi di guardare al fururo del settore, a considerare le opportunitá della rete come una possibilitá nuova da utilizzare nel proprio business.
    Tuttavia penso che il nuovo possibile modello di rapporto produttori-clienti non comporterá la soluzione del problema. I prezzi continueranno ad essere sempre alti e la pirateria non diminuirá. Il problema della distribuzione legale di musica via internet é che comunque devi pagare, cosa che la maggior parte degli scaricatori non vuole fare, neppure ad un prezzo onesto, se puó ottenere le stesse cose pressoché gratis. Mi domando perché tutte quelle persone al mondo che si lamentano del prezzo dei cd non utilizzino internet (e le loro conoscenze informatiche), invece che per scaricarsi illegalmente gli mp3, per acquistare i cd usati, pagando all'incirca la metá (spesso ancora meno) dai diversi siti che permettono questi acquisti.

  10. #10
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    13-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    ikki_83 ha scritto sab, 13 settembre 2003 alle 11:11
    Finalmente si è mosso qualcuno... Sono in pieno accordo con moby, "se non puoi sconfiggere il tuo nemico alleati con lui.." del resto però 1€ a canzone è un prezzo un po' sopra la media del giusto...
    Mah, via... ci sono cd a 15 euro che contengono 10 canzoni... di cui magari te ne interessano 5. Rimettiamo le cose in prospettiva.

    Una cosa che manca, secondo me, è la possibilità di "provare". Chessò, una versione a bassissima qualità delle canzoni - perché ascoltare la radio non basta, lì vanno quasi solo i maggiori successi.

  11. #11
    ospite

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Per me il futuro sarà che la musica diventerà fruibile da internet e i cantanti vivranno dei diritti e dei concerti che terranno.

    diciamo che i proventi dalle vendite materiali dei cd , singoli e quant'altro è destinato a ridursi di molto fino a quasi scomparire.

    Se io ora che sono seduto qui, mi voglio scaricare un album, basta una adsl e nel giro di 1 ora massimo è mio. Volenti o nolenti, di fronte a questa facilità chi può dire di no??

    E' sempre stato il sogno di tutti potersi fare compilation personalizzate e ascoltare una sola canzone di un album magari vecchissimo, senza dover necessariamente comprare tutto l'album.

    Io per prendere hotel california, 5 anni fa , senza internet e senza singolo in vendita poichè la song è molto più vecchia, fui costretto a spendere 18000 lire per un cd di greatest hits.

    Per una canzone 18000 lire?? Dai ragazzi è un furto bello e buono, ora come ora non succederà mai più. ci sono sigle di film, di spot pubblicitari che magari vuoi sentire poche volte, il gusto di sentirle.

    Scaricarle e sentirle per quella settimana, non giustifica il loro prezzo.

    Sono d'accordo nel comprare quello che ti PIACE, ma quello l'ho sempre fatto e il mercato si è sempre retto perchè la gente compra quello che gli piace. Il festivalbar con quell'accozzaglia di cacca che offre merita di essere piratato a go go. Su 40 brani , 38 commercialate e 2 pezzi belli.

    Che incomincino a suonare bella roba che dopo io comprerò. Ho molti cd dei metallica, degli aerosmith, dei queen. Fanno bella musica e ho preso originale.

    Tutto il resto lo provo ed ogni tanto qualcosa compro.

    Ovvio che sono sempre illegale.

  12. #12
    L'Onesto L'avatar di rattilus
    Data Registrazione
    25-11-02
    Località
    Christmas Islands
    Messaggi
    1,192

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Il [email protected] ha scritto dom, 14 settembre 2003 alle 12:35
    Per me il futuro sarà che la musica diventerà fruibile da internet e i cantanti vivranno dei diritti e dei concerti che terranno.

    diciamo che i proventi dalle vendite materiali dei cd , singoli e quant'altro è destinato a ridursi di molto fino a quasi scomparire.

    Se io ora che sono seduto qui, mi voglio scaricare un album, basta una adsl e nel giro di 1 ora massimo è mio. Volenti o nolenti, di fronte a questa facilità chi può dire di no??

    E' sempre stato il sogno di tutti potersi fare compilation personalizzate e ascoltare una sola canzone di un album magari vecchissimo, senza dover necessariamente comprare tutto l'album.

    Io per prendere hotel california, 5 anni fa , senza internet e senza singolo in vendita poichè la song è molto più vecchia, fui costretto a spendere 18000 lire per un cd di greatest hits.

    Per una canzone 18000 lire?? Dai ragazzi è un furto bello e buono, ora come ora non succederà mai più. ci sono sigle di film, di spot pubblicitari che magari vuoi sentire poche volte, il gusto di sentirle.

    Scaricarle e sentirle per quella settimana, non giustifica il loro prezzo.

    Sono d'accordo nel comprare quello che ti PIACE, ma quello l'ho sempre fatto e il mercato si è sempre retto perchè la gente compra quello che gli piace. Il festivalbar con quell'accozzaglia di cacca che offre merita di essere piratato a go go. Su 40 brani , 38 commercialate e 2 pezzi belli.

    Che incomincino a suonare bella roba che dopo io comprerò. Ho molti cd dei metallica, degli aerosmith, dei queen. Fanno bella musica e ho preso originale.

    Tutto il resto lo provo ed ogni tanto qualcosa compro.

    Ovvio che sono sempre illegale.
    Niente da dire. Daccordo.

  13. #13
    Il Puppies L'avatar di cardoso
    Data Registrazione
    24-06-03
    Località
    Milano
    Messaggi
    387

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Oggi ho letto da qualche parte che i Beatles hanno fatto causa a Apple proprio per iTunes, pare che la società dei Beatles si chiami Apple corporation e in tempi lontani avesse raggiunto un accordo con Apple Computer per dividere il marchio.
    Apple computer poteva usare il logo della mela per tutti prodotti che voleva ma che non fossero attinenti al mondo musicale, ma con iTunes, i simpatici scarafaggi sostengono che l'accordo è stato violato.
    Si preannunciano le solite battaglie all'orizzonte

    Scusate se vado leggermente OT ma è rassicurante sapere che tutte le grandi società come sempre mettono il profitto davanti a qualsiasi cosa. Fa capire che per il problema file sharing adotterano sempre e comunque lo stesso principio

  14. #14
    Lo Zio L'avatar di Frostbite
    Data Registrazione
    08-12-02
    Località
    Gardens of Grief
    Messaggi
    3,004

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    nulla da fare

    comunque diciamo le cose come stanno e non facciamo gli ipocriti

    se c'è un modo per avere album interi o songs GRATIS, perchè pagare botte di 20€? è illegale? lo fanno tutti, si dovrebbe arrestare mezzo mondo

  15. #15

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    StM ha scritto sab, 13 settembre 2003 alle 23:35

    Una cosa che manca, secondo me, è la possibilità di "provare". Chessò, una versione a bassissima qualità delle canzoni - perché ascoltare la radio non basta, lì vanno quasi solo i maggiori successi.
    Sono d'accordo, di un album si sentono 2 o 3 canzoni, 4 se va bene. Potrebbero far ascoltare in streaming l'album (in bassa qualità come dici tu), in modo che non sia salvabile, ma comunque valutabile.

  16. #16

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Il [email protected] ha scritto dom, 14 settembre 2003 alle 12:35
    Il festivalbar con quell'accozzaglia di cacca che offre merita di essere piratato a go go. Su 40 brani , 38 commercialate e 2 pezzi belli.
    Che idea strana... se è un'accozzaglia di cacca non è più logico non comprarla e basta? Se invece viene piratato alla grande significa che il desiderio di ascoltarne il contenuto c'è, e questo indica la liceità del prodotto (che non a tutti può piacere, questo è normale).

  17. #17

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Frostbite ha scritto dom, 14 settembre 2003 alle 21:47
    nulla da fare

    comunque diciamo le cose come stanno e non facciamo gli ipocriti

    se c'è un modo per avere album interi o songs GRATIS, perchè pagare botte di 20€? è illegale? lo fanno tutti, si dovrebbe arrestare mezzo mondo
    Allora qualcosa di sbagliato diventa giusto perchè molto diffuso?
    Chi butta a terra cartacce e cicche di sigaretta resta una persona poco educata, anche se lo fanno in tantissimi (almeno qui in Italia).
    Chi scarica musica senza pagarla, nonostante la diffusione del fenomeno, resta uno che si appropria di un bene senza averne il diritto (eh, chi ha detto una parola che comincia per "la" e finisce per "dro"? )

  18. #18
    dygez
    ospite

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Frostbite ha scritto dom, 14 settembre 2003 alle 21:47
    nulla da fare

    comunque diciamo le cose come stanno e non facciamo gli ipocriti

    se c'è un modo per avere album interi o songs GRATIS, perchè pagare botte di 20€? è illegale? lo fanno tutti, si dovrebbe arrestare mezzo mondo
    Bah, invece io credo di usare il P2P in maniera intelligente: innanzitutto posso provare ad ascoltare molta più musica di quanto non facessi prima (e quindi discernere le porcherie dalle cose valide), ma il discorso è: se scarico un album che trovo anche solo carino, e sono sicuro che rientrerà nel mio lettore CD, allora in quel caso supporto il gruppo comprando il CD originale (e poi vuoi mettere avere tutto il package completo? )
    Invece trovo estremamente odioso avere la collezione di cd masterizzati ordinatamente, magari anche dei propri migliori gruppi.

  19. #19

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Secondo me è il sistema con cui vengono pagati gli artisti che è sbagliato.
    p.e. fumettisti, attori, registi, grafici, informatici, e un sacco di altra gente che produce contenuti vengono pagati una volta sola a prestazione. Stop.
    I musicisti sono gli unici che macinano diritti su ogni singola copia di ogni singola canzone che viene diffusa dalla loro etichetta. Perchè non possono essere pagati a prestazione d'opera, allo stesso modo dei musicisti di jingle e colonne sonore??
    La casa discografica potrebbecomprare le canzoni dai cantanti, e a questo punto il prob dei diritti d'autore non sussiste. Rimane solo quello dell'abitudine illegale di scaricare, ma se si riesce a rendere una tendenza progetti come iTunes, la mentalità della gente nei confronti della "musica gratis" potrebbe cambiare.

    :>Nime

    P.S: Anch'io sono una di quelle che scarica solo quando vuole UNA canzone che sta in un CD da 14, oppure per "testare" nuovi gruppi. Rimane il fatto che se un CD mi piace lo compro appena posso, e che un CD può esser bello quanto vuole ma se costa troppo lo lascio sullo scaffale.

  20. #20
    Banned L'avatar di Jolly Roger
    Data Registrazione
    26-09-02
    Località
    WasteLands (SA)
    Messaggi
    8,592

    Predefinito Re: [13/09/2003] I musicisti contro la RIAA

    Nime ha scritto ven, 19 settembre 2003 alle 18:10


    P.S: Anch'io sono una di quelle che scarica solo quando vuole UNA canzone che sta in un CD da 14, oppure per "testare" nuovi gruppi. Rimane il fatto che se un CD mi piace lo compro appena posso, e che un CD può esser bello quanto vuole ma se costa troppo lo lascio sullo scaffale.
    COme non essere d'accordo?
    Comunque,persone come Chuck D e Moby queste cose le stanno dicendo da anni;inoltre credo che le case discografiche abbiano totalmente sbagliato approccio col p2p(che poteva essere trasformato in un mezzo pubblicitario vantaggiosissimo).
    Ah già,ma poi rischiavano di fare un progetto a lungo termine!

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato