Risultati da 1 a 20 di 20

Discussione: rumore degli elicotteri militari

  1. #1
    Shogun Assoluto L'avatar di Scott
    Data Registrazione
    05-01-03
    Località
    Poccnr
    Messaggi
    55,352

    Predefinito rumore degli elicotteri militari

    quando sta per arrivare un elicottero militare (da combattimento o da trasporto) si sente il rumore quando è ancora lontano; poi subito dopo esserti passato sulla testa, tale rumore si attenua per poi scomparire dopo pochi secondi.
    come mai?

    non è una questione di vento, perchè è un fenomeno che ho notato tantissime volte

    p.s:
    ho sottolineato "militari" perchè mi sembra che gli elicotteri civili invece non facciano questo effetto

  2. #2
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    20-11-03
    Messaggi
    26,416

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    Normale effetto Doppler? magari per le determinate frequenze di quel rumore avviene così

  3. #3
    Shogun Assoluto L'avatar di Scott
    Data Registrazione
    05-01-03
    Località
    Poccnr
    Messaggi
    55,352

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    siriochan ha scritto dom, 04 settembre 2005 alle 22:05
    Normale effetto Doppler? magari per le determinate frequenze di quel rumore avviene così
    non mi intendo tanto di acustica, ma l'effetto Doppler dovrebbe riguardare le frequenze del rumore (che in effetti cambia se l'elicottero è in avvicinamento o in allontanamento)... ma qua sto parlando proprio di distanza a cui si può udire il rumore (poi magari centrano sempre le frequenze, non so)

    il rumore in avvicinamento lo senti per un lasso di tempo che è almeno 4-5 volte più lungo di quello in allontanamento...


  4. #4
    Il Puppies L'avatar di BakIV
    Data Registrazione
    22-02-03
    Località
    Ziano Piacentino
    Messaggi
    669

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    In realtà non è tanto il fatto di essere militare che rende certi elicotteri piuttosto rumorosi, quanto la loro massa...

    L'elicottero deve la sua forza di sostentamento (uso termini impropri per essere più comprensibile), alla portanza generata dal suo (talvolta suoi) rotore principale.

    Questo è dotato di caratteristiche ben determinate in base alle dimensioni ed al peso del velivolo (rotodina?). Per quanto riguarda le dimensioni del rotore, è dato sapere che la dimensione ottimale è quella che consente di ottenere la giusta portanza col minimo diametro, mantenendo la periferia del rotore a velocità nettamente subsoniche (per motivi che poi vedremo).

    Gli altri fattori che determinano la rumorosità del rotore sono, in ordine d'importanza: il profilo delle pale, l'incidenza che esse assumono durante il volo (lo stesso rotore è più rumoroso in hovering che non in crocera), il numero delle pale, la distanza dal suolo.

    Ho premesso che la velocità periferica deve essere nettamente subsonica per motivi strutturali. Un rotore di soli 12 metri, che ruota a soli 200 giri al minuto, ha una velocità periferica di quasi 500 km/h (452,600: 12*pi*200*60). Questo valore indicativo (può essere più alto) deve essere ragionevolmente contenuto in funzione della velocità del velivolo. Se ipotizziamo una velocità d'avanzamento tale da rendere la velocità periferica della pala avanzante vicina a quella del suono (regime transonico), mettiamo a serio repentaglio la solidità della pala stessa.

    Da questo ricaviamo che il rotore deve essere tanto più grosso e lento qunto maggiore sarà la massa dell'elicottero.

    Per le sue caratteristiche di alti consumi e costi specifici, l'elicottero è stato bocciato come mezzo commerciale, salvo i casi in cui le sue caretteristiche di decollo ed atterraggio verticali non siano indispensabili. Questo vale a maggior ragione per gli elicotteri di grosse dimensioni e peso.

    E' dunque ovvio, alla luce di quanto sopra, che un elicottero militare (che spesso è strutturalmente più robusto dell'equivalente civile), sia spesso più rumoroso.

    Ed a maggior ragione sono più rumorosi elicotteri di grossa taglia che si spostano a bassa velocità. In questo caso, la forza di sostentamento dipende in maniera diretta dall'incideza delle pale che frustano violentemente l'aria.

    Tipico esempio, gli elicotteri dei carabinieri che sorvegliano i campi 'sportivi' prima di un evento calcistico... In questo caso, il più delle volte, abbiamo tutti i fattori per ottenere una grande rumorosità... Le dimensioni del rotore (dalle mie parti l'arma dispone solo AB-412 e di A-109) non proprio da 'utilitaria', l'incidenza delle pale (volo a bassa velocità) e quota (spesso ideale per fenomeni di rimbombo).

    Questo per qunto concerne il rumore di un elicottero in transito.

    Per il punto relativo alla variazione di rumore: l'effetto Doppler rende più acuto un suono in avvicinamento e più grave in allontanamento. Non influisce sulla sua variazione di volume. Tuttavia, se in allontanamento l'elicottero aumetasse la sua velocità, il rumore crollerebbe rapidamente verso valori modesti.

    Comunque, non è detto che gli elicotteri militari siano sempre i più rumorosi. Ho visto transitare un Aerospatiale Dauphine, usato come executive, che col solo fan di coda è decisamente più rumoroso di qualsiasi altro elicottero militare...

  5. #5
    Il Nonno L'avatar di vaitrafra
    Data Registrazione
    23-09-01
    Località
    Scandiano
    Messaggi
    6,024

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    BakIV ha scritto lun, 05 settembre 2005 alle 03:32
    In realtà non è tanto il fatto di essere militare che rende certi elicotteri piuttosto rumorosi, quanto la loro massa...

    L'elicottero deve la sua forza di sostentamento (uso termini impropri per essere più comprensibile), alla portanza generata dal suo (talvolta suoi) rotore principale.

    Questo è dotato di caratteristiche ben determinate in base alle dimensioni ed al peso del velivolo (rotodina?). Per quanto riguarda le dimensioni del rotore, è dato sapere che la dimensione ottimale è quella che consente di ottenere la giusta portanza col minimo diametro, mantenendo la periferia del rotore a velocità nettamente subsoniche (per motivi che poi vedremo).

    Gli altri fattori che determinano la rumorosità del rotore sono, in ordine d'importanza: il profilo delle pale, l'incidenza che esse assumono durante il volo (lo stesso rotore è più rumoroso in hovering che non in crocera), il numero delle pale, la distanza dal suolo.

    Ho premesso che la velocità periferica deve essere nettamente subsonica per motivi strutturali. Un rotore di soli 12 metri, che ruota a soli 200 giri al minuto, ha una velocità periferica di quasi 500 km/h (452,600: 12*pi*200*60). Questo valore indicativo (può essere più alto) deve essere ragionevolmente contenuto in funzione della velocità del velivolo. Se ipotizziamo una velocità d'avanzamento tale da rendere la velocità periferica della pala avanzante vicina a quella del suono (regime transonico), mettiamo a serio repentaglio la solidità della pala stessa.

    Da questo ricaviamo che il rotore deve essere tanto più grosso e lento qunto maggiore sarà la massa dell'elicottero.

    Per le sue caratteristiche di alti consumi e costi specifici, l'elicottero è stato bocciato come mezzo commerciale, salvo i casi in cui le sue caretteristiche di decollo ed atterraggio verticali non siano indispensabili. Questo vale a maggior ragione per gli elicotteri di grosse dimensioni e peso.

    E' dunque ovvio, alla luce di quanto sopra, che un elicottero militare (che spesso è strutturalmente più robusto dell'equivalente civile), sia spesso più rumoroso.

    Ed a maggior ragione sono più rumorosi elicotteri di grossa taglia che si spostano a bassa velocità. In questo caso, la forza di sostentamento dipende in maniera diretta dall'incideza delle pale che frustano violentemente l'aria.

    Tipico esempio, gli elicotteri dei carabinieri che sorvegliano i campi 'sportivi' prima di un evento calcistico... In questo caso, il più delle volte, abbiamo tutti i fattori per ottenere una grande rumorosità... Le dimensioni del rotore (dalle mie parti l'arma dispone solo AB-412 e di A-109) non proprio da 'utilitaria', l'incidenza delle pale (volo a bassa velocità) e quota (spesso ideale per fenomeni di rimbombo).

    Questo per qunto concerne il rumore di un elicottero in transito.

    Per il punto relativo alla variazione di rumore: l'effetto Doppler rende più acuto un suono in avvicinamento e più grave in allontanamento. Non influisce sulla sua variazione di volume. Tuttavia, se in allontanamento l'elicottero aumetasse la sua velocità, il rumore crollerebbe rapidamente verso valori modesti.

    Comunque, non è detto che gli elicotteri militari siano sempre i più rumorosi. Ho visto transitare un Aerospatiale Dauphine, usato come executive, che col solo fan di coda è decisamente più rumoroso di qualsiasi altro elicottero militare...


    io invece ho sempre notato l'effetto opposto.

    Ovvero che ti accorgi che c'è un'elicottero nei paraggi solo quando ce l'hai sopra alla testa. Mi sono sempre detto che è dovuto al fatto che l'area di emissione sonora è il cono che sta sulla perpendicolare al terreno... ma magari sbaglio...

  6. #6
    Shogun Assoluto L'avatar di Scott
    Data Registrazione
    05-01-03
    Località
    Poccnr
    Messaggi
    55,352

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    BakIV ha scritto lun, 05 settembre 2005 alle 03:32
    In realtà non è tanto il fatto di essere militare che rende certi elicotteri piuttosto rumorosi, quanto la loro massa...

    L'elicottero deve la sua forza di sostentamento (uso termini impropri per essere più comprensibile), alla portanza generata dal suo (talvolta suoi) rotore principale.

    Questo è dotato di caratteristiche ben determinate in base alle dimensioni ed al peso del velivolo (rotodina?). Per quanto riguarda le dimensioni del rotore, è dato sapere che la dimensione ottimale è quella che consente di ottenere la giusta portanza col minimo diametro, mantenendo la periferia del rotore a velocità nettamente subsoniche (per motivi che poi vedremo).

    Gli altri fattori che determinano la rumorosità del rotore sono, in ordine d'importanza: il profilo delle pale, l'incidenza che esse assumono durante il volo (lo stesso rotore è più rumoroso in hovering che non in crocera), il numero delle pale, la distanza dal suolo.

    Ho premesso che la velocità periferica deve essere nettamente subsonica per motivi strutturali. Un rotore di soli 12 metri, che ruota a soli 200 giri al minuto, ha una velocità periferica di quasi 500 km/h (452,600: 12*pi*200*60). Questo valore indicativo (può essere più alto) deve essere ragionevolmente contenuto in funzione della velocità del velivolo. Se ipotizziamo una velocità d'avanzamento tale da rendere la velocità periferica della pala avanzante vicina a quella del suono (regime transonico), mettiamo a serio repentaglio la solidità della pala stessa.

    Da questo ricaviamo che il rotore deve essere tanto più grosso e lento qunto maggiore sarà la massa dell'elicottero.

    Per le sue caratteristiche di alti consumi e costi specifici, l'elicottero è stato bocciato come mezzo commerciale, salvo i casi in cui le sue caretteristiche di decollo ed atterraggio verticali non siano indispensabili. Questo vale a maggior ragione per gli elicotteri di grosse dimensioni e peso.

    E' dunque ovvio, alla luce di quanto sopra, che un elicottero militare (che spesso è strutturalmente più robusto dell'equivalente civile), sia spesso più rumoroso.

    Ed a maggior ragione sono più rumorosi elicotteri di grossa taglia che si spostano a bassa velocità. In questo caso, la forza di sostentamento dipende in maniera diretta dall'incideza delle pale che frustano violentemente l'aria.

    Tipico esempio, gli elicotteri dei carabinieri che sorvegliano i campi 'sportivi' prima di un evento calcistico... In questo caso, il più delle volte, abbiamo tutti i fattori per ottenere una grande rumorosità... Le dimensioni del rotore (dalle mie parti l'arma dispone solo AB-412 e di A-109) non proprio da 'utilitaria', l'incidenza delle pale (volo a bassa velocità) e quota (spesso ideale per fenomeni di rimbombo).

    Questo per qunto concerne il rumore di un elicottero in transito.

    Per il punto relativo alla variazione di rumore: l'effetto Doppler rende più acuto un suono in avvicinamento e più grave in allontanamento. Non influisce sulla sua variazione di volume. Tuttavia, se in allontanamento l'elicottero aumetasse la sua velocità, il rumore crollerebbe rapidamente verso valori modesti.

    Comunque, non è detto che gli elicotteri militari siano sempre i più rumorosi. Ho visto transitare un Aerospatiale Dauphine, usato come executive, che col solo fan di coda è decisamente più rumoroso di qualsiasi altro elicottero militare...
    ti ringrazio per l'ottima spiegazione
    però questo non spiega perchè in avvicinamento il rumore si sente a km di distanza, mentre in allontanamento svanisce quasi subito (che era poi la domanda che avevo posto)

  7. #7
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    Il rumore è dovuto in massima parte a quanto spiegato da Bak. Ma il rumore in sè non è provocato dall'effetto doppler ma dalla cavitazione dei rotori.

    L'effetto di cavitazione si ha quando la penetrazione dell'aria da parte della pala è talmente veloce che questa passando si lascia alle spalle una "bolla" di vuoto, che quando l'aria riesce a "riempire" lo fa con un moto molto rapido, creando uno "schiocco" che è poi il rumore che si sente. Generalmente gli elicotteri militari non fanno più rumore di quelli civili perchè l'occultamento "acustico" è molto più curato. Ma come diceva Bak sono solitamente molto più pesanti, col risultato che i rotori devono lavorare molto in condizioni di stress, le quali creano questo effetto di cavitazione che produce il rumore.

    E' per questo che si pone grande cura nella parte terminale dei rotori. Sia per evitare le velocità troppo elevate, come giustamente Bak ha puntualizzato, sia per evitare cavitazioni troppo "rumorose".

    Lo stesso principio si applica alle eliche dei sottomarini e delle navi, per evitare rumore (e quindi possibilità di essere rilevati via sonar) si tende a renderle quanto più efficienti alle basse velocità, con la conseguenza di ottenere minori sollecitazioni aeroelastiche e più spinta. E' ovviamente più facile perchè i regimi di rotazione sono minori e l'acqua è un fluido più denso.

    Comunque la combinazione di "cavitazione" e effetto doppler produce il rumore che si sente. Cambiando il passo delle eliche cambia, perchè cambiando l'inclinazione dei rotori, si hanno turbolenze aerodinamiche diverse.

  8. #8
    Il Nonno L'avatar di lory
    Data Registrazione
    13-09-02
    Messaggi
    7,188

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    AJ!!!!!!

    bentornato tra noi


    e complimenti a te e Bak per l'ottima spiegazione.

  9. #9
    Shogun Assoluto L'avatar di Scott
    Data Registrazione
    05-01-03
    Località
    Poccnr
    Messaggi
    55,352

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    Automatic Jack ha scritto lun, 05 settembre 2005 alle 18:12
    Il rumore è dovuto in massima parte a quanto spiegato da Bak. Ma il rumore in sè non è provocato dall'effetto doppler ma dalla cavitazione dei rotori.

    L'effetto di cavitazione si ha quando la penetrazione dell'aria da parte della pala è talmente veloce che questa passando si lascia alle spalle una "bolla" di vuoto, che quando l'aria riesce a "riempire" lo fa con un moto molto rapido, creando uno "schiocco" che è poi il rumore che si sente. Generalmente gli elicotteri militari non fanno più rumore di quelli civili perchè l'occultamento "acustico" è molto più curato. Ma come diceva Bak sono solitamente molto più pesanti, col risultato che i rotori devono lavorare molto in condizioni di stress, le quali creano questo effetto di cavitazione che produce il rumore.

    E' per questo che si pone grande cura nella parte terminale dei rotori. Sia per evitare le velocità troppo elevate, come giustamente Bak ha puntualizzato, sia per evitare cavitazioni troppo "rumorose".

    Lo stesso principio si applica alle eliche dei sottomarini e delle navi, per evitare rumore (e quindi possibilità di essere rilevati via sonar) si tende a renderle quanto più efficienti alle basse velocità, con la conseguenza di ottenere minori sollecitazioni aeroelastiche e più spinta. E' ovviamente più facile perchè i regimi di rotazione sono minori e l'acqua è un fluido più denso.

    Comunque la combinazione di "cavitazione" e effetto doppler produce il rumore che si sente. Cambiando il passo delle eliche cambia, perchè cambiando l'inclinazione dei rotori, si hanno turbolenze aerodinamiche diverse.
    bentornato
    ringrazio anche te per l'ottima spiegazione, ma non mi sembra una risposta alla mia domanda

    non penso che gli elicotteristi cambino il passo dell'elica nello stesso momento in cui mi passano sopra alla testa

  10. #10
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    20-11-03
    Messaggi
    26,416

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    MMMhh d'accordo la cavitazione, i numeri di Reynolds e compagnia cantante, ma il fenomeno del suono che scompare ancora non è stato spiegato però azzardo un'abbozzo di spiegazione, residuo dell'esame di acustica: è possibile che sotto certe angolazioni ci sia interferenza distruttiva fra i due rotori, quello sulla coda e quello che dà portanza? mi ricordo qualche esercizio in cui date due sorgenti sonore o comunque di onde ci veniva chiesto di determinare la distanza alla quale vi era assenza di suono, dato che le differenti armoniche delle sorgenti, sovrapponendosi, si annullavano però ciò avveniva solo in certi punti: se le sorgenti poi si spostano, il suono dovrebbe udirsi di nuovo, oppure può essere che quando cessa l'interferenza distruttiva il fronte d'onda del suono udibile si sia già allontanato e quindi non ci sia più niente da sentire i battimenti poi non dovrebbero centrare nulla, credo

  11. #11
    Il Puppies L'avatar di BakIV
    Data Registrazione
    22-02-03
    Località
    Ziano Piacentino
    Messaggi
    669

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    [quote title=Scott ha scritto lun, 05 settembre 2005 alle 17:38
    ti ringrazio per l'ottima spiegazione
    però questo non spiega perchè in avvicinamento il rumore si sente a km di distanza, mentre in allontanamento svanisce quasi subito (che era poi la domanda che avevo posto) [/quote]

    In effetti, mi sono perso leggermente...

    Sul fenomeno del 'rumore che scompare'(detto così sembra il nome di un gioco di prestigio ), in effetti, non saprei che dire... qualcosa di simile l'ho notato soltanto guardando dalla finestra, quindi il fenomeno sarebbe spiegabile (nel mio caso) dalla presenza di ostacoli che riflettono il suono (si può dire?) attorno al punto d'ascolto.

    Di acustica so davvero poco, ma chiedo: due suoni, per annullarsi vicendevolmente, non dovrebbero essere di uguale frequenza ed in controfase (lavorano così le cuffie a sopressione dinamica del rumore)? Se così fosse escluderei questa causa: il rotore anticoppia dell'elicottero ha di norma dimensioni pari a circa 1/7 di quelle del rotore principale e ruota a velocità più alta. Il suo rumore è molto diverso da quello del rotore principale. Ripeto, di questo argomento non so quasi nulla e se ho detto qualche eresia vi prego di essere magnanimi

  12. #12
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari


    Io qualcosa so, mi corregga chi ne sa più di me.

    Quando la fonte del rumore "ti viene addosso" in pratica il rumore prodotto viagga con una velocità pari alla velocità del suono + una componente di velocità acquisita dalla sorgente. Essendo l'aria un fluido comprimibile questa componente non è pari alla velocità del mezzo (come sarebbe in acqua), ma è comunque velocità in più. Questo consente alle vibrazioni dell'aria, che poi trasportano il rumore, di andare più lontano, poichè il fronte d'onda generato dall'elicottero è più "veloce" essendo stato "compresso" nella direzione del moto del velivolo.

    Quando invece l'elicottero si allontana, il rumore che si sente è minore perchè la fonte del rumore si muove in direzione opposta al suono prodotto ( inteso come una sorgente omnidirezionale con al centro l'elicottero), che quindi viene privato sia della compressione dell'aria che genera l'onda sonora, sia di una componente di velocità che è quella dell'elicottero in allontanamento. Per cui il rumore risultante è più "debole" e si sposta a una velocità minore. E quindi va meno lontano e si dispede prima.

    Riguardo all'effetto doppler è da ricordare che è un "effetto percettivo", cioè una variazione che viene avvertita solo dall'osservatore, non è un qualcosa che è proprio del fenomeno osservato. Il rumore è sempre uguale, solo che spostandosi la sorgente, noi lo percepiamo con una variazione di fase coerente con lo spostamento, e quindi lo sentiamo con una determinata distorsione.

  13. #13
    Shogun Assoluto L'avatar di Scott
    Data Registrazione
    05-01-03
    Località
    Poccnr
    Messaggi
    55,352

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari


    questa cosa l'ho notata soprattutto quando sono al mare, che infatti è una zona molto frequentata da velivoli militari.
    quando sono sul balcone o in spiaggia, con la visuale sgombra, vedi gli elicotteri che arrivano dalla tua sinistra (o destra) e si muovono in linea retta fino alla parte opposta.
    cosa che invece è molto difficile notare quando sei in città, coi rumori che vengono riflessi dagli edifici, la visuale occupata dai medesimi e gli elicotteri che spesso si muovono secondo traiettorie varie.
    [/parentesi]

    un'altra cosa che volevo aggiungere è che dall'avvicinamento all'allontanamento cambia anche il tipo di rumore.
    quando l'elicottero sta arrivando si sente un suono "ciclico", una specie di clomp-clomp-clomp, mentre quando si allontana il rumore diventa più "continuo", come un wrooooooooooooooooom.
    allora potrebbe essere che nel primo caso il rumore è dato prevalentemente dalle pale, mentre nel secondo dallo scarico del motore? e se fosse così, potrebbe essere in relazione con la "durata" di tali rumori?

  14. #14
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    Il rumore che percepisci è diverso per via dell'effetto doppler.

    In pratica, l'osservatore fisso percepisce l'onda sonora prodotta da una sorgente mobile con una variazione nella fase del segnale, prodotta dalla velocità.

    La stessa cosa delle sirene dell'ambulanza, hai presente?

    A questo si somma il fatto che il rumore non è continuo e che ce n'é più di uno: c'è la cavitazione delle pale del rotore (diseguale sul bordo del disco del rotore per via dell'avanzamento) il rumore prodotto dal flusso d'aria del rotore anticoppia (la "ventola" in verticale sul trave di coda) e il rumore del motore.

    Se si tratta, come nella stragrande maggioranza dei casi di motori a turbina il flusso allo scarico spesso viene orientato verso il rotore principale, provocando quindi anche turbolenze che generano rumore. Negli elicotteri militari si tende a piazzare gli ugelli perpendicolari al senso del flusso del rotore principale per diminuire le turbolenze. Negli elicotteri da combattimento inoltre, essendoci anche filtri anti IR sugli ugelli e antipolveri sulle aspirazioni, il "rumore" del motore è ulteriormente attutito.

  15. #15
    Shogun Assoluto L'avatar di Scott
    Data Registrazione
    05-01-03
    Località
    Poccnr
    Messaggi
    55,352

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    Automatic Jack ha scritto mar, 06 settembre 2005 alle 10:18
    Il rumore che percepisci è diverso per via dell'effetto doppler.

    In pratica, l'osservatore fisso percepisce l'onda sonora prodotta da una sorgente mobile con una variazione nella fase del segnale, prodotta dalla velocità.

    La stessa cosa delle sirene dell'ambulanza, hai presente?

    A questo si somma il fatto che il rumore non è continuo e che ce n'é più di uno: c'è la cavitazione delle pale del rotore (diseguale sul bordo del disco del rotore per via dell'avanzamento) il rumore prodotto dal flusso d'aria del rotore anticoppia (la "ventola" in verticale sul trave di coda) e il rumore del motore.

    Se si tratta, come nella stragrande maggioranza dei casi di motori a turbina il flusso allo scarico spesso viene orientato verso il rotore principale, provocando quindi anche turbolenze che generano rumore. Negli elicotteri militari si tende a piazzare gli ugelli perpendicolari al senso del flusso del rotore principale per diminuire le turbolenze. Negli elicotteri da combattimento inoltre, essendoci anche filtri anti IR sugli ugelli e antipolveri sulle aspirazioni, il "rumore" del motore è ulteriormente attutito.
    si si, conosco l'effetto Doppler.
    volevo solo sottolineare che non solo cambia la frequenza, ma anche il tipo stesso di rumore.

  16. #16
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    20-11-03
    Messaggi
    26,416

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    secondo me il fenomeno è assai complesso, essendoci varie sorgenti di rumori diversi che si muovono rispetto all'osservatore fisso io ipotizzo che queste sorgenti, variando la distanza rispetto all'osservatore ma soprattutto variando i diversi angoli relativi sotto cui i loro suoni giungono all'orecchio di Scott, diano luogo a combinazioni non lineari di suono (date dal sovrapporsi dei vari rumori), che sono variabili col tempo e la posizione però più di così non saprei diciamo che lo postuliamo, così lascio a voi l'onere di smentirmi

  17. #17
    Il Nonno L'avatar di Zerg010
    Data Registrazione
    12-03-04
    Località
    Napoli
    Messaggi
    5,770

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    scoperto nulla ?

  18. #18
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    Zerg, al prossimo ti segnalo per spam

  19. #19
    Lo Zio L'avatar di Il Somaro
    Data Registrazione
    12-03-03
    Località
    Internet
    Messaggi
    1,732

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    Sono d'accordo con siriochan, anche secondo me il rotore posteriore annulla parte delle onde generate dal rotore principale: questo effetto avrebbe maggior importanza nel senso contrario a quello di volo.

  20. #20
    Automatic Jack
    ospite

    Predefinito Re: rumore degli elicotteri militari

    Il Somaro ha scritto mer, 06 settembre 2006 alle 22:58
    Sono d'accordo con siriochan, anche secondo me il rotore posteriore annulla parte delle onde generate dal rotore principale: questo effetto avrebbe maggior importanza nel senso contrario a quello di volo.
    Alcuni elicotteri militari poi, forse non l'ho detto, hanno il rotore a X e non a +. angoli diversi tra le pale aiutano a generare interferenze distruttive tra le onde sonore generate

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato