+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 17 di 17

Discussione: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

  1. #1
    Moderatore gradasso L'avatar di GoKeN_SDS
    Data Registrazione
    29-12-01
    Messaggi
    22,774

    Predefinito Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    Ciao a tutti! è la prima volta che posto qua, quindi siate buoni con me...

    Allora, dal titolo non si capisce molto cmq...
    Sto frequentando l'università e nel frattempo mi piacerebbe fare qualche lavoretto. Siccome un lavoro fisso o part-time non fa al caso mio (ho orari troppo incasinati) pensavo di dare lezioni private (e fin lì tutto ok) oppure di fornire assistenza "informatica", dalle consulenze alla riparazione dei pc.
    Questo mi sarebbe comodo visto che potrei gestire meglio il tempo (i pc posso pure portarli a casa e ripararli di sera o comunque quando ho tempo libero) e oltretutto saprei già chi potrebbe occasionalmente avere bisogno di me, ma vabbè questo non credo vi interessi (fine dell'introduzione ).

    Ora vi chiedo, siccome per assistenza/riparazione dovrei poter rilasciare una fattura, per farlo mi serve la partita iva giusto? Come faccio ad ottenerla e quanto costerebbe?
    Io sono perito informatico, per risultare perito "esercitante" se non sbaglio devo essere iscritto al collegio periti (o almeno un mio ex compagno di scuola s'è iscritto ), cosa che però richiede anche un tirocinio e comunque mi è poco utile visto che conto di diventare ingegnere in qualche anno... mi preclude qualcosa questa storia di non essere iscritto "all'albo dei periti"?

    grazie mille, scusate la confusione ma non ho le idee ben chiare


  2. #2
    Sparring Pippomassonico L'avatar di Ceccazzo
    Data Registrazione
    15-09-01
    Località
    Busto Arsizio
    Messaggi
    18,503

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    mmhh allora la cosa è così: per aprire una partita iva devi andare nel tuo ufficio comunale delle imposte (tanto per intenderci dove si rilascia anche il codice fiscale) e compilare il simpatico modulo. Onestamente non ricordo quanto abbia pagato, ma non molto. La procedura è brevissima, e avrai la tua simpaticissima partiva iva in poco tempo.
    inoltre, se non dico cavolate, se fatturi meno di 5000€ l'anno non paghi nessuna tassa, quindi non dovrai smazzarti il commercialista.

    buona fortuna

  3. #3
    Moderatore gradasso L'avatar di GoKeN_SDS
    Data Registrazione
    29-12-01
    Messaggi
    22,774

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    urca grazie mille!

    vedrò di informarmi in comune


  4. #4
    Sparring in pensione L'avatar di Dragonheart
    Data Registrazione
    10-10-01
    Località
    Romagna Indipendente...
    Messaggi
    6,968

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    No goken il comune non c'entra!

    Quello che ti ha detto cecco è l'agenzia delle entrate della tua città/zona.

    vai lì, cerchi l'ufficio Iva e compili il modulo.

    secondo me non ti conviene aprire una partita iva. Se il tuo committente è uno solo (es un negozio che occasionalmente ti passa dei pc da sistemare o chiede consigli per assemblarne) tu potresti emettere una ricevuta per prestazione occasionale in modo da evitare una serie di obblighi e costi che se non hai un discreto giro non è il caso di mantenere.

    Condizioni per prestazione occasionale:
    1) max 5000 euro per anno
    2) max 30 giorni anno

    oltre tali importi per te scatta l'obbligo previdenziale (iscrizioni inps)

    Se vuoi ti do il mio cell via pm così ti spiego meglio.

  5. #5
    Il Nonno L'avatar di vaitrafra
    Data Registrazione
    23-09-01
    Località
    Scandiano
    Messaggi
    6,024

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    Dragonheart ha scritto ven, 04 novembre 2005 alle 07:27
    No goken il comune non c'entra!

    Quello che ti ha detto cecco è l'agenzia delle entrate della tua città/zona.

    vai lì, cerchi l'ufficio Iva e compili il modulo.

    secondo me non ti conviene aprire una partita iva. Se il tuo committente è uno solo (es un negozio che occasionalmente ti passa dei pc da sistemare o chiede consigli per assemblarne) tu potresti emettere una ricevuta per prestazione occasionale in modo da evitare una serie di obblighi e costi che se non hai un discreto giro non è il caso di mantenere.

    Condizioni per prestazione occasionale:
    1) max 5000 euro per anno
    2) max 30 giorni anno

    oltre tali importi per te scatta l'obbligo previdenziale (iscrizioni inps)

    Se vuoi ti do il mio cell via pm così ti spiego meglio.
    Vah che culo

    Stavo pensando di fare la stessa cosa di GOKEN nei lasso di tempo che intercorrerà tra il mio licenziamento(presento la lettera lunedì) e il prossimo impiego, visto che oggi come oggi i tempi di bonaccia tra un lavoro e l'altro nel settore informatico possono essere molto lunghi.

    Io sono perito info, ho parecchia esperienza e sono pure programmatore. pensavo di partire con una strategia di volantinaggio agguerrita( ) nei negozi della città e della provincia, nelle bacheche, negli uffici sulle cabine telefoniche e sui muri.

    Comunque sia, ho anche io le stesse perplessita di goken, perchè sinceramente di p.Iva e cose del genere non so una mazza....

    se potessi passsare il numero pure a me mi faresti un favorone


    grazie!

  6. #6
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    13-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    Se siete già in due a essere interessati, Dragonheart non potrebbe mettere qualche informazione in più già per scritto?

  7. #7
    Sparring in pensione L'avatar di Dragonheart
    Data Registrazione
    10-10-01
    Località
    Romagna Indipendente...
    Messaggi
    6,968

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    I casi che mi avete prospettato sono molto simili nel senso che entrambe fareste queste attività come "ponte" tra un impiego come dipendente e l'altro.

    Se pensate che intercorra poco tempo tra i 2 lavori la partita iva è sconsigliata specie se chi vi affida i lavori è uno solo (tipo negozio come vi dicevo). In questi casi può bastare una semplice ricevuta per lavoro occasionale rispettando le condizioni che vi ho scritto.

    Discorso partita Iva:

    Aprire la partita Iva non costa nulla, nel senso che basta andare al locale ufficio (agenzia) entrate e compilando l'apposito modulo (mod.AA9 è quello per le ditte individuali) vi viene rilasciata immediatamente.

    Fatto questo bisogna fare le necessarie comunicazioni al Comune e Camera di Commercio (NEI CASI PREVISTI).


    QUANTO MI COSTA MANTENERE LA PARTITA IVA?

    L'apertura della partita iva comporta una serie di obblighi di carattere fiscale - civile che vanno rispettati onde non incappare in sanzioni pesanti.

    Dal punto di vista fiscale c'è l'obbligo:
    1) tenuta contabilità e libri contabili (giornale, inventari)
    2) fatturazione e annotazione nei registri iva
    3) dichiarazioni (Iva annuale, Iva Periodica, Redditi, 770, ...)
    A tutte queste cose sarà ben lieto di provvedere il vostro commercialista (o perchè no) la vostra associazioni/sindacato dietro corrispettivo.

    Civilisticamente c'è l'obbligo di tenuta dei registri contabili, dell conservazione di ogni documento per 10 anni e tante altre piccole cose inerenti che non mi dilungo a scrivere.


    Tenete ben presente una cosa:
    nel momento in cui decidete di aprire una partita iva, il Fisco italiano come strumento di controllo dei vostri ricavi e redditi utilizza 2 software (alternativi tra loro a seconda del tipo della vostra attività), i PARAMETRI o gli STUDI DI SETTORE.

    Per il primo e perl'ultimo anno di attività (per anno si intende da gennaio a dicembre) non siete soggetti a tale tipo di controllo nel senso che allo stato nn frega niente se dichiarate molto, poco o nulla.

    Per non bruciarsi tale "benefit" vi sconsiglio vivamente di aprire la partita iva dopo l'estate in quanto beneficereste solo di pochio mesi della c.d. "pace fiscale".

    Detto questo mi rimetto alle vostre domande per qualsiasi ulteriore chiarimento.

    Spero di avere soddisfatto buona parte dei vostri dubbi; in caso contrario sono qui.

  8. #8
    Il Nonno L'avatar di vaitrafra
    Data Registrazione
    23-09-01
    Località
    Scandiano
    Messaggi
    6,024

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    Quote:
    Per non bruciarsi tale "benefit" vi sconsiglio vivamente di aprire la partita iva dopo l'estate in quanto beneficereste solo di pochio mesi della c.d. "pace fiscale".
    Cioè, scusa ma devo aver capito male, per il primo anno di attività(ammesso che apra la mia p.iva il 1° gennaio) posso fare quello che mi pare e piace? non emettere nessuna fattura, non tenere i registri contabili, non dichiarare assolutamente niente ecc ecc?

  9. #9
    Sparring in pensione L'avatar di Dragonheart
    Data Registrazione
    10-10-01
    Località
    Romagna Indipendente...
    Messaggi
    6,968

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    Aragorn ha scritto mer, 09 novembre 2005 alle 13:39
    Quote:
    Per non bruciarsi tale "benefit" vi sconsiglio vivamente di aprire la partita iva dopo l'estate in quanto beneficereste solo di pochio mesi della c.d. "pace fiscale".
    Cioè, scusa ma devo aver capito male, per il primo anno di attività(ammesso che apra la mia p.iva il 1° gennaio) posso fare quello che mi pare e piace? non emettere nessuna fattura, non tenere i registri contabili, non dichiarare assolutamente niente ecc ecc?
    no no ferma tutto...

    il primo e l'ultimo anno di pace fiscale sono intesi solo dal punto di vista dei ricavi e del reddito da dichiarare, gli obblighi di tenuta registri, fiscali, civili... ci sono tutti!!!!!!


  10. #10
    Moderatore gradasso L'avatar di GoKeN_SDS
    Data Registrazione
    29-12-01
    Messaggi
    22,774

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    grazie delle spiegazioni!

    la partita iva se non costa nulla posso anche aprirla, tanto in futuro penso mi tornerà utile in ogni caso, no? Non ho capito se ha dei contro averla e "non sfruttarla"...
    Quali sono i costi di "mantenimento" della partita iva?

    per il resto io (anzi il mio commercialista) faccio già la dichiarazione dei redditi, mi hanno lasciato in eredità un quarto di appartamento che ora è affittato e quindi quello che prendo lo dichiaro.
    Poi di preciso non parlatemi di moduli e robe varie perchè non so dirvi di preciso...

    In ogni caso, per le prestazioni occasionali dovrei stare sotto i 5.000€ annui di ricevute/fatture emesse o 5.000€ di ricavi totali (quindi tra fatture e affitto)?

    Magari mi informo meglio anche col mio commercialista, ho chiesto prima qua per sapere se la cosa era fattibile e avere un'infarinatura di base, per il mio caso specifico meglio se chiedo altri dettagli a chi conosce la mia situazione economica.

    grazie ancora!

  11. #11
    Sparring in pensione L'avatar di Dragonheart
    Data Registrazione
    10-10-01
    Località
    Romagna Indipendente...
    Messaggi
    6,968

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    5000 di ricevute (no fatture. le fatture le fai solo se hai la partita iva). Il reddito da affitto da appartamento non ha nulla a che vedere con questo è una cosa a sè stante.


    Il fatto che tu apra oggi la partita iva, lavori un pò, poi smetti... è fattibile ma non così semplice perchè come ti ho scritto nel lungo post alla voce MANTENIMENTO PARTITA IVA, lo Stato ha delle pretese nei tuoi confronti.

    Ti invito a rileggere meglio il mio post ed in caso chiedimi esattamente quello che ti interessa

  12. #12
    Davidian
    ospite

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    QUANTO MI COSTA MANTENERE LA PARTITA IVA?

    pago un commercialista appunto per quello

  13. #13
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    13-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    Davidian ha scritto ven, 18 novembre 2005 alle 11:34
    QUANTO MI COSTA MANTENERE LA PARTITA IVA?

    pago un commercialista appunto per quello
    Quindi: quanto costa un commercialista?

  14. #14
    Sparring in pensione L'avatar di Dragonheart
    Data Registrazione
    10-10-01
    Località
    Romagna Indipendente...
    Messaggi
    6,968

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    Ci sono le tariffe professionali per quelli iscritti negli albi (anche se spesso vengono ribassate eprchè eccessivamente alte) altrimenti le associazioni (CNA, Confesercenti, Confartigianato..) praticano tariffe minori anche se ti fanno pagare la tessera ed in parte recuperano la differenza.

    Di solito ci sono 2 modi per conteggiare il costo della contabilità:
    1) un tot ogni riga di stampa del libro giornale (onerosissimo!)
    2) concordando subito un importo a forfait in base al numero di fatture di acquisto e vendita che si conta di emettere (consigliato).

    Per fare un esempio:
    una contabilità semplificata (quella che guarda solo i costi e i ricavi, non la cassa e la banca) con un centinaio di fatture tra acquisti e vendite può costare dai 500 ai 1000 anno.

    Verficate che nel prezzo che vi fanno siano incluse tutte le denunce obbligatorie (comunicazione annuale Iva, dichiarazione Iva annuale, dichiarazione redditi, studi settore, mod. 770, versamento acconti)


  15. #15
    Il Nonno
    Data Registrazione
    11-02-05
    Località
    Torino
    Messaggi
    5,900

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    posto in vece della mia ragazza: ha sentito che per i primi anni (o il primo, o i primi tre...insomma ha sentito...) ci sono delle facilitazioni per la partita I.V.A.
    Ci sono o è solamente la "pace fiuscale" (che non ho esattamente capito cosa sia, puoi spiegare meglio?) di cui parlavi?

  16. #16
    Sparring in pensione L'avatar di Dragonheart
    Data Registrazione
    10-10-01
    Località
    Romagna Indipendente...
    Messaggi
    6,968

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    Thorxas ha scritto mer, 30 novembre 2005 alle 20:10
    posto in vece della mia ragazza: ha sentito che per i primi anni (o il primo, o i primi tre...insomma ha sentito...) ci sono delle facilitazioni per la partita I.V.A.
    Ci sono o è solamente la "pace fiuscale" (che non ho esattamente capito cosa sia, puoi spiegare meglio?) di cui parlavi?

    Esistono alcuni regimi "agevolati" che si chiamano forfettari.

    Permettono di ridurre costi e obblighi contabili ed il reddito viene determinato quale mera differenza tra i costi e i ricavi.

    La scelta per questi regimi si fa al momento dell'apertura della PIva.

    A seconda del tipo di regime forfettario ci sono dei limiti soggettivi (non aver mai svolto quella attività neanche come dipendente) e oggettivi (volume di ricavi) da rispettare.

    Vengono consigliati in presenza di + redditi e per chi inizia una nuova iniziativa produttiva

    Se poi parliamo di una nuova iniziativa di una ragazza informati in camera di commercio se ci sono dei contributi per l'imprenditoria femminile, dovrebbero esserci...

  17. #17
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di StM
    Data Registrazione
    13-11-01
    Messaggi
    16,258

    Predefinito Re: Fornire assistenza con fattura = partita IVA ?

    Salva-topic

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato