+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 25 di 35

Discussione: La preghiera nei momenti più bui

  1. #1
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito La preghiera nei momenti più bui

    Quote:
    Salmo 68 (69)
    Salvami, o Dio, poiché le acque sono giunte fino all’anima.

    Sono affondato in profonda melma, dove non c’è suolo su cui stare.
    Sono entrato in acque fonde,
    E una corrente stessa mi ha travolto.

    Mi sono affaticato a chiamare;
    La mia gola è divenuta rauca.
    I miei occhi son venuti meno mentre aspettavo il mio Dio.

    Quelli che mi odiano senza ragione son divenuti anche più numerosi dei capelli della mia testa.
    Quelli che mi riducono al silenzio, essendo miei nemici senza motivo, son divenuti numerosi.
    Ciò che non avevo preso con rapina quindi restituivo.

    O Dio, tu stesso hai conosciuto la mia stoltezza,
    E la mia propria colpa non ti è stata occultata.

    Oh quelli che sperano in te non provino vergogna per causa mia,
    O Sovrano Signore, Dio (YHV) degli eserciti.
    Oh quelli che ti cercano non siano umiliati per causa mia,
    O Dio d’Israele.

    Poiché a motivo tuo ho sopportato il biasimo,
    L’umiliazione ha coperto la mia faccia.

    Son divenuto un estraneo ai miei fratelli,
    E uno straniero ai figli di mia madre.

    Poiché l’assoluto zelo per la tua casa mi ha divorato,
    E i medesimi biasimi di quelli che ti biasimano son caduti su di me.

    E piangevo col digiuno della mia anima,
    Ma mi divenne [causa] di biasimi.

    Quando feci del sacco la mia veste,
    Divenni per loro un’espressione proverbiale.

    Quelli che sedevano alla porta si occupavano di me,
    E [divenni] il soggetto dei canti dei bevitori di bevanda inebriante.

    Ma in quanto a me, la mia preghiera fu verso di te, o Dio (YHV),
    In un tempo accettevole, o Dio.
    Nell’abbondanza della tua amorevole benignità rispondimi con la verità della salvezza da te.

    Liberami dal fango, affinché non affondi.
    Oh sia io liberato da quelli che mi odiano e dalle acque profonde.

    Oh non mi travolga la corrente delle acque,
    Né mi inghiotta la profondità,
    Né il pozzo chiuda su di me la sua bocca.

    Rispondimi, o Dio (YHV), poiché la tua amorevole benignità è buona.
    Secondo la moltitudine delle tue misericordie volgiti a me,
    E non nascondere la faccia dal tuo servitore.
    Perché sono in grave angustia, rispondimi presto.

    Avvicinati alla mia anima, reclamala;
    A causa dei miei nemici, redimimi.

    Tu stesso hai conosciuto il mio biasimo e la mia vergogna e la mia umiliazione.
    Tutti quelli che mi mostrano ostilità ti sono di fronte.

    Il biasimo stesso ha rotto il mio cuore, e [la ferita] è incurabile.
    E speravo che qualcuno mi mostrasse compassione, ma non c’era nessuno;
    E nei confortatori, ma non trovai nessuno.

    Ma per cibo [mi] diedero una pianta velenosa,
    E per la mia sete cercarono di farmi bere aceto.

    La loro tavola davanti a loro divenga una trappola,
    E ciò che è per il loro benessere un laccio.

    I loro occhi si oscurino così da non vedere;
    E fa che i loro medesimi fianchi vacillino di continuo.

    Versa su di loro la tua denuncia,
    E la tua propria ira ardente li raggiunga.

    Il loro accampamento cinto da mura divenga desolato;
    Nelle loro tende non ci sia abitante.

    Poiché hanno inseguito colui che tu stesso hai colpito,
    E continuano a raccontare i dolori di quelli che tu hai trafitto.

    Dà errore sul loro errore,
    E non entrino nella tua giustizia.

    Siano cancellati dal libro dei viventi,
    E con i giusti non siano scritti.

    Ma io sono afflitto e addolorato.
    La tua propria salvezza, o Dio, mi protegga.

    Certamente loderò il nome di Dio con canto,
    E lo magnificherò con rendimento di grazie.

    Questo sarà per Dio (YHV)anche più piacevole di un toro,
    Di un giovane toro che mostra le corna, che ha l’unghia spartita.

    I mansueti certamente [lo] vedranno; si rallegreranno.
    Voi che cercate Dio, continui a vivere anche il vostro cuore.

    Poiché Dio (YHV)ascolta i poveri,
    E realmente non disprezza i suoi propri prigionieri.

    Il cielo e la terra lo lodino,
    I mari e ogni cosa che si muove in essi.

    Poiché Dio stesso salverà Sion
    Ed edificherà le città di Giuda;
    E certamente vi dimoreranno e ne prenderanno possesso.

    E la progenie dei suoi stessi servitori la erediterà,
    E quelli che amano il suo nome vi risiederanno.

    .


    Così pregava Dio il popolo ebraico in uno dei momenti più cupi della sua storia.
    Così pregano Dio i cristiani nei momenti dove il baratro è vicino.

    Chi di voi ha avuto un rapporto speciale con la preghiera nei momenti più cupi della sua vita, e lo vuole raccontare al forum?

    Michele



    *Ho sostituito il brano con una traduzione più fedele. Deus

  2. #2
    Il Nonno L'avatar di unkle
    Data Registrazione
    19-02-02
    Località
    Vermillion Sands
    Messaggi
    7,009

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Ho avuto momenti bui, lutti, non sono credente ma in quei momenti ho pregato.
    Ma non è servito a nulla, ne a me ne agli altri...
    Era solo una illusione, per chi non ha fede l'esercizio della preghiera è surreale ed ovviamente inutile.


  3. #3
    Shogun Assoluto
    Data Registrazione
    19-03-04
    Messaggi
    34,408

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Da non credente non prego. Ma riconosco che la preghierà può avere una sua utilità, perchè mette il cervello in certe condizioni fisiche di concentrazione e benessere (è dimostrato, peraltro). Gli stessi risultati si possono ottenere con altre tecniche di concentrazione e meditazione. Infatti quando ho tempo voglio provarle, ma non ho mai tempo, o meglio non mi sforzo di trovarlo..

  4. #4
    Lo Zio L'avatar di grizzly.13
    Data Registrazione
    29-01-02
    Località
    Prov. di Vicenza
    Messaggi
    2,609

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Cosa vuol dire "versione più fedele" ?

  5. #5
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di Deus
    Data Registrazione
    12-11-01
    Località
    Asshai delle ombre
    Messaggi
    24,053

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    grizzly.13 ha scritto gio, 23 febbraio 2006 alle 14:23
    Cosa vuol dire "versione più fedele" ?
    più fedele all'originale, con traduzioni più precise e più curate dal punto di vista terminologico e sintattico .Non è difficile, suvvia

  6. #6
    Lo Zio L'avatar di grizzly.13
    Data Registrazione
    29-01-02
    Località
    Prov. di Vicenza
    Messaggi
    2,609

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    E dove l'hai pescata?

  7. #7
    La Borga L'avatar di Thundersword
    Data Registrazione
    08-09-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,328

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Di sera, a letto, generalmente mi assale lo sconforto.
    Pregare mi aiuta e, non so perchè, non ho più paura

    "Il Signore è il mio pastore
    nulla mi manca
    su pascoli erbosi mi fa riposare
    ad acque tranquille mi conduce
    ma se dovessi camminare in una valle oscura
    non temerei alcun male
    perchè Tu sei con me"

    prima che lo dica il caro Deus, è un salmo.
    Ciao Deus

  8. #8
    Emack
    ospite

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Ehi, era una vita che non ti facevi vedere in giro!
    Welcome back!

  9. #9
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di Il becchino
    Data Registrazione
    30-08-04
    Località
    Erba, Un pò più lontano da
    Messaggi
    20,634

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Ma mi spegate una cosa. Uno di quei dubbi che mi assillano da tempo. Com'è che c'è gente che ha bisogno delle preghiere per tirarsi su di morale e altra gente che ci riesce anche senza l'ausilio di rivolgersi alle preghiere??
    Cosa porta una parte dell'umanità a pregare?? Oltre alla convinzione dell'esistenza di un entità superiore?

  10. #10
    Il Nonno L'avatar di Alb83
    Data Registrazione
    23-11-03
    Messaggi
    7,673

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Quote:
    Di sera, a letto, generalmente mi assale lo sconforto.
    Capita anche a me, ho già sentito molte persone che quando sono a letto la notte vengono assaliti da una specie di ansia, soprattutto se si pensa al buco nero della morte..

    Da ateo non mi è mai piaciuta l'idea della preghiera per rincuorarsi, mi sa di bugia.. preferisco aiutarmi da solo, con le mie forze.

  11. #11
    La Borga L'avatar di Thundersword
    Data Registrazione
    08-09-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,328

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Alb83 ha scritto lun, 27 febbraio 2006 alle 13:17
    Quote:
    Di sera, a letto, generalmente mi assale lo sconforto.
    Capita anche a me, ho già sentito molte persone che quando sono a letto la notte vengono assaliti da una specie di ansia, soprattutto se si pensa al buco nero della morte..

    Da ateo non mi è mai piaciuta l'idea della preghiera per rincuorarsi, mi sa di bugia.. preferisco aiutarmi da solo, con le mie forze.
    certo che bisogna aiutarsi con le proprie forze, ma aiuta almeno sperare che Qualcuno abbia a cuore il tuo benessere. Anche solo sperare, e pregare che non ti abbandoni e ti aiuti ad essere forte, non a spianare la strada per te.

  12. #12
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Thundersword ha scritto mer, 01 marzo 2006 alle 10:46
    Alb83 ha scritto lun, 27 febbraio 2006 alle 13:17
    Quote:
    Di sera, a letto, generalmente mi assale lo sconforto.
    Capita anche a me, ho già sentito molte persone che quando sono a letto la notte vengono assaliti da una specie di ansia, soprattutto se si pensa al buco nero della morte..

    Da ateo non mi è mai piaciuta l'idea della preghiera per rincuorarsi, mi sa di bugia.. preferisco aiutarmi da solo, con le mie forze.
    certo che bisogna aiutarsi con le proprie forze, ma aiuta almeno sperare che Qualcuno abbia a cuore il tuo benessere. Anche solo sperare, e pregare che non ti abbandoni e ti aiuti ad essere forte, non a spianare la strada per te.
    Sono d'accordo con te.

    Penso che bisogna sfuggire dall'equivoco secondo il quale la Fede combatta il dolore. Oppure che lo giustifichi, perché il dolore fa parte di "un progetto che non conosciamo".

    La Fede non è un antidoto o una cura. E' una chiave di lettura della realtà. Un cristiano (ma forse è lo stesso per le altre religioni) inquadra la propria lotta non come percorso solitario, ma come relazione. Non si trova mai quindi al centro di una battaglia persa, ma in compagnia di un Dio che vive con lui il dolore.

    In un famoso passo dei Vangeli (vedi Mc 4, 35-41), il celebre brano della Tempesta Sedata, Gesù è svegliato dai suoi apostoli che si trovano in mare aperto, timorosi di morire. Gesù si sveglia e placa il mare ed il vento.
    Ciò che secondo me è speciale in questo brano non è tanto il "miracolo" in sé, quanto il fatto che Gesù sceglie di salire sulla barca con i suoi discepoli, nonostante il mare ed il vento minacciassero tempesta (ve lo immaginate come me?).

    Penso che la vita del cristiano sia qui ben descritta. All'orizzonte il cielo non promette sempre sereno, e la pesca non è sempre piacere. Però in questo viaggio su questo mare burrascoso (metafora dello spendere la propria vita in Cristo) è un'avventura che non si compie mai in solitario.

    Michele

  13. #13
    Lo Zio L'avatar di michy79
    Data Registrazione
    04-02-02
    Località
    Lecco (provincia)
    Messaggi
    2,156

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Il becchino ha scritto lun, 27 febbraio 2006 alle 12:06
    Ma mi spegate una cosa. Uno di quei dubbi che mi assillano da tempo. Com'è che c'è gente che ha bisogno delle preghiere per tirarsi su di morale e altra gente che ci riesce anche senza l'ausilio di rivolgersi alle preghiere??
    Cosa porta una parte dell'umanità a pregare?? Oltre alla convinzione dell'esistenza di un entità superiore?
    Lo stesso motivo per cui le battaglie si possono vincere da soli o con qualcuno al proprio fianco.

    La Fede, per un cristiano, non è un antidoto, una cura, una forza misteriosa su cui contare. La Fede è un rapporto, generato da un incontro (per i cristiani con Gesù), da cui nasce una sequela (la volontà di seguire il suo esempio).

    Non si prega (o non si prega solo) per "tirarsi su il morale", ma per il piacere di passare il proprio tempo con Gesù.

    La scelta, in fin dei conti, non è quella su "come mi conviene vivere", "cosa è meglio fare" in un'ottica economica (valutazione di costi e benefici).
    Piuttosto scegliere di vivere con e per Gesù proviene dalla convinzione che solo una vita spesa per gli altri, secondo il suo esempio, ci doni la Gioia.

    Una convinzione di Fede, appunto (nel senso definito sopra).

  14. #14
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di Il becchino
    Data Registrazione
    30-08-04
    Località
    Erba, Un pò più lontano da
    Messaggi
    20,634

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    michy79 ha scritto mer, 01 marzo 2006 alle 12:31
    Il becchino ha scritto lun, 27 febbraio 2006 alle 12:06
    Ma mi spegate una cosa. Uno di quei dubbi che mi assillano da tempo. Com'è che c'è gente che ha bisogno delle preghiere per tirarsi su di morale e altra gente che ci riesce anche senza l'ausilio di rivolgersi alle preghiere??
    Cosa porta una parte dell'umanità a pregare?? Oltre alla convinzione dell'esistenza di un entità superiore?
    Lo stesso motivo per cui le battaglie si possono vincere da soli o con qualcuno al proprio fianco.

    La Fede, per un cristiano, non è un antidoto, una cura, una forza misteriosa su cui contare. La Fede è un rapporto, generato da un incontro (per i cristiani con Gesù), da cui nasce una sequela (la volontà di seguire il suo esempio).

    Non si prega (o non si prega solo) per "tirarsi su il morale", ma per il piacere di passare il proprio tempo con Gesù.

    La scelta, in fin dei conti, non è quella su "come mi conviene vivere", "cosa è meglio fare" in un'ottica economica (valutazione di costi e benefici).
    Piuttosto scegliere di vivere con e per Gesù proviene dalla convinzione che solo una vita spesa per gli altri, secondo il suo esempio, ci doni la Gioia.

    Una convinzione di Fede, appunto (nel senso definito sopra).

    Ah... ok

  15. #15
    Banned
    Data Registrazione
    08-10-02
    Località
    Firenze
    Messaggi
    5,008

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    unkle ha scritto gio, 23 febbraio 2006 alle 12:31
    Ho avuto momenti bui, lutti, non sono credente ma in quei momenti ho pregato.
    Ma non è servito a nulla, ne a me ne agli altri...
    Era solo una illusione, per chi non ha fede l'esercizio della preghiera è surreale ed ovviamente inutile.
    No, non e' stato inutile se ci pensi bene.
    Se hai sentito il bisogno di pregare, questo e' il punto.
    Non si prega per avere qualcosa, Dio non e' il genio di aladino.
    Questo vuol dire che non sei 'non credente'.


  16. #16
    La Borga L'avatar di Il Nero
    Data Registrazione
    31-12-01
    Messaggi
    12,066

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Scusatemi, la Fede non combatte il dolore ?
    Quote:

    Beati i poveri in spirito,
    perché di essi è il regno dei cieli.
    Beati gli afflitti,
    perché saranno consolati
    .
    Beati i miti,
    perché erediterano la terra.
    Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
    perché saranno saziati.

    Beati i misericordiosi,
    perché troveranno misericordia.
    Beati i puri di cuore,
    perché vedranno Dio.
    Beati gli operatori di pace,
    perché saranno chiamati figli di Dio.
    Beati i perseguitati per causa della giustizia,
    perché di essi è il regno dei cieli.
    Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno
    e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi, per causa mia.

    Rallegratevi ed esultate,
    perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
    Lo stesso concetto di Dio che si fa Uomo e viene a condividere la miseria della condizione umana, è di forte impatto consolatorio.
    Pensare che c'è qualcuno che soffre con te e per te e che questo qualcuno ti compenserà in qualche modo della tua attuale sofferenza ha un effetto lenitivo clamoroso.

    PS: Sono agnostico ...

  17. #17
    La Borga L'avatar di Il Nero
    Data Registrazione
    31-12-01
    Messaggi
    12,066

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    masp ha scritto ven, 03 marzo 2006 alle 11:42
    unkle ha scritto gio, 23 febbraio 2006 alle 12:31
    Ho avuto momenti bui, lutti, non sono credente ma in quei momenti ho pregato.
    Ma non è servito a nulla, ne a me ne agli altri...
    Era solo una illusione, per chi non ha fede l'esercizio della preghiera è surreale ed ovviamente inutile.
    No, non e' stato inutile se ci pensi bene.
    Se hai sentito il bisogno di pregare, questo e' il punto.
    Non si prega per avere qualcosa, Dio non e' il genio di aladino.
    Questo vuol dire che non sei 'non credente'.

    Me la spieghi ? Ha sentito probabilmente il bisogno di pregare per un semplice retaggio dell'educazione che ha ricevuto. Almeno credo.

  18. #18
    Il Nonno L'avatar di Alb83
    Data Registrazione
    23-11-03
    Messaggi
    7,673

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Quote:
    Qualcuno abbia a cuore il tuo benessere. Anche solo sperare, e pregare che non ti abbandoni e ti aiuti ad essere forte
    Qualcuno chi? Perchè sperare? E un po' come dirsi una bugia da soli...

  19. #19
    Banned
    Data Registrazione
    08-10-02
    Località
    Firenze
    Messaggi
    5,008

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Il Nero ha scritto ven, 03 marzo 2006 alle 16:54


    Me la spieghi ?
    Ha sentito probabilmente il bisogno di pregare per un semplice retaggio dell'educazione che ha ricevuto.
    Almeno credo.
    No.

  20. #20
    La Borga L'avatar di Thundersword
    Data Registrazione
    08-09-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,328

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Alb83 ha scritto sab, 04 marzo 2006 alle 10:03
    Quote:
    Qualcuno abbia a cuore il tuo benessere. Anche solo sperare, e pregare che non ti abbandoni e ti aiuti ad essere forte
    Qualcuno chi? Perchè sperare? E un po' come dirsi una bugia da soli...
    Sperare è l'unica cosa che resta, altrimenti si affoga soltanto nel cinismo più assoluto. E a quel punto non varrebbe nemmeno la pena vivere!

  21. #21
    Il Nonno L'avatar di Alb83
    Data Registrazione
    23-11-03
    Messaggi
    7,673

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Thundersword ha scritto sab, 04 marzo 2006 alle 18:32
    Alb83 ha scritto sab, 04 marzo 2006 alle 10:03
    Quote:
    Qualcuno abbia a cuore il tuo benessere. Anche solo sperare, e pregare che non ti abbandoni e ti aiuti ad essere forte
    Qualcuno chi? Perchè sperare? E un po' come dirsi una bugia da soli...
    Sperare è l'unica cosa che resta, altrimenti si affoga soltanto nel cinismo più assoluto. E a quel punto non varrebbe nemmeno la pena vivere!
    Mha.. non sono d'accordo, non sono un credente e non credo di essere cinico, semplicemnte basta essere cosapevoli dei nostri limiti come esseri umani, ma conseguentemente essere anche consci delle nostre forze.

    Perchè deve essere l'unica cosa che resta?

  22. #22
    La Borga L'avatar di Thundersword
    Data Registrazione
    08-09-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,328

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Alb83 ha scritto sab, 04 marzo 2006 alle 19:01
    Thundersword ha scritto sab, 04 marzo 2006 alle 18:32
    Alb83 ha scritto sab, 04 marzo 2006 alle 10:03
    Quote:
    Qualcuno abbia a cuore il tuo benessere. Anche solo sperare, e pregare che non ti abbandoni e ti aiuti ad essere forte
    Qualcuno chi? Perchè sperare? E un po' come dirsi una bugia da soli...
    Sperare è l'unica cosa che resta, altrimenti si affoga soltanto nel cinismo più assoluto. E a quel punto non varrebbe nemmeno la pena vivere!
    Mha.. non sono d'accordo, non sono un credente e non credo di essere cinico, semplicemnte basta essere cosapevoli dei nostri limiti come esseri umani, ma conseguentemente essere anche consci delle nostre forze.

    Perchè deve essere l'unica cosa che resta?
    Trovo che tu abbia ragione quando sostieni che bisogna essere consapevoli sia sei nostri limiti che delle nostre forze, ma è un errore anche credere che possiamo tenere con le nostre sole forze il peso della vita, del mondo, sulle spalle. Presumibilmente è un atto di superbia. Personalmente, ogni volta che ho creduto di non aver bisogno, è succeso qualcosa che mi ha fatto capire quanto sia pazzo pensare di potercela fare da soli contro un mare di dolore e di male. Forse oggi non riesco a spiegarmi!

  23. #23
    Il Nonno L'avatar di Alb83
    Data Registrazione
    23-11-03
    Messaggi
    7,673

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Thundersword ha scritto sab, 04 marzo 2006 alle 19:08
    cut cut cut
    Capisco perfettamente la tua posizione ma secondo me un pizzico di superbia non guasta mai! Spesso è sinonimo di un carattere forte... (non voglio dire che se uno è un superbo\strafottente\rompicitroni e un gran figo e... )

    Io non so che esperienze hai avuto nella tua vita ma io non mi sento assolutamente Atlante, nel senso che non ho nessun mondo da reggere, ho un mondo da vivere!

    Al contrario di come dice te, tutte le volte che ho creduto di farcela da solo, magari anche cavolate, ho sempre avuto una soddisfazione enorme che ha aumentato la mia consapevolezza, sommata a voglia di vivere e sicurezza.. (non credo di essermi spiegato bene.. )

    Questa mia critica probabilmente è anche dovuta al fatto che, per le esperienze che ho avuto e le persone che ho conosciuto, spesso il "rivolgersi a dio" ti trasforma in una persona passiva in balia di un destino da affrontare..

  24. #24
    La Borga L'avatar di Thundersword
    Data Registrazione
    08-09-03
    Località
    Roma
    Messaggi
    11,328

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Alb83 ha scritto sab, 04 marzo 2006 alle 19:41
    Thundersword ha scritto sab, 04 marzo 2006 alle 19:08
    cut cut cut
    Questa mia critica probabilmente è anche dovuta al fatto che, per le esperienze che ho avuto e le persone che ho conosciuto, spesso il "rivolgersi a dio" ti trasforma in una persona passiva in balia di un destino da affrontare..
    Stiamo entrambi parlando di due eccessi: superbia o, al contrario, passività. E in qualsiasi campo gli eccesssi sono negativi: sia credere troppo in se stessi sia adagiarsi troppo in braccio a Dio. Onestamente propendo per un sano equilibrio tra le due cose.

    p.s.: anch' io ho avuto le mie soddisfazioni, soprattutto sul lavoro. E sono sicura che se non avessi fatto il massimo, non sarebbe servito a nulla essere consacrata a sant'Ignazio di Loyola. Non vorrei che mi fraintendessi.

  25. #25
    Il Nonno L'avatar di Ph@ntom
    Data Registrazione
    03-11-01
    Località
    Milano
    Messaggi
    4,534

    Predefinito Re: La preghiera nei momenti più bui

    Alb83 ha scritto sab, 04 marzo 2006 alle 19:41

    Questa mia critica probabilmente è anche dovuta al fatto che, per le esperienze che ho avuto e le persone che ho conosciuto, spesso il "rivolgersi a dio" ti trasforma in una persona passiva in balia di un destino da affrontare..
    La passività è un problema?

+ Rispondi alla Discussione
Pag 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato