+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Jena_Plissken
    ospite

    Predefinito [Help] Informatica/programmazione e grafica...?

    Salve a tutti...premetto che sarà un post abbastanza lungo, quindi fate un bel respiro e armatevi di un pò di pazienza.

    Ho un dubbio, direi un grosso dubbio...dal quale dipenderà il mio futuro.
    Da quando avevo 7-8 anni ho sempre avuto un interesse particolare per la tecnologia...e per l'informatica. Passavo (e passo tuttora) molto tempo davanti al computer per vari interessi (a parte internet e cavolate di questo tipo), ma purtroppo -per diversi motivi comprendenti un pessimo periodo alle superiori e familiari che non hanno mai amato che io stia davanti al pc- solo da qualche anno (diciamo dal 2005-2006) ho iniziato ad ampliare sul serio le mie conoscenze generali-
    In parte quindi, mi ritengo inferiore in conoscenze rispetto a molte altre persone che a momenti alla mia età (20 anni) magari già scrivono programmi o fanno cose di questo tipo.
    Invece io solo da quest'anno ho iniziato ad avvicinarmi alla programmazione, cominciando con Python.
    Come mi trovo finora? Beh, ammetto che programmazione è interessante, ma c'è qualcosa che purtroppo non mi invoglia più di tanto a studiarla (anche se comunque continuo a farlo lo stesso per conto mio).

    Credo che la scelta della facoltà sia sempre un problema, a prescindere che si sappia o meno quello che si vuole fare...e a maggior ragione in questo caso non so cosa voglio fare realmente.
    La strada che finora mi sembrava più sensata è proprio quella della programmazione, o dell' "informatico" in generale. Ma non so quanto programmazione possa effettivamente piacermi, credo che questo rischierei di scoprirlo soltanto col tempo.
    Ho ancora molti dubbi che riguardano specialmente la quantità di matematica in programmazione e nella facoltà di informatica in sè. Sicuramente me la cavo ma non mi sono mai definito un "grande matematico", sia per quanto riguarda l'interesse che per conoscenze.
    Mentre in realtà quello che mi sarebbe piaciuto fare è entrare nel campo del "game dev", specialmente in qualità di grafico più che di programmatore (non mi piace il ruolo troppo specifico che ha questo), anche se le mie conoscenze in quest'ambito e in programmi come Maya, Photoshop, 3dsmax e via dicendo sono praticamente (o quasi) pari a zero.


    Ma veniamo al dunque, la mia ipotesi era questa.
    Come prima scelta opterei per entrare in una facoltà di Informatica (leggasi, non ingegneria informatica), dato che programmazione è solo una parte e che si studiano anche altri aspetti molto interessanti come reti ecc...e in ogni caso se proprio devo prendermi una laurea penso sia l'unica facoltà che potrei andare a fare.
    Dopodiché, come aggiunta, potrei iscrivermi all'AIV nel corso di grafica (che a leggere dal sito sembra molto interessante).

    I pareri che vorrei da voi sono due: sapere da chi ha provato con mano o la conosce, com'è effettivamente questa AIV...e soprattutto sapere se questa scelta può avere un senso e se non è del tutto folle, poiché facoltà di informatica + corso di grafica alla AIV non hanno molte cose in comune, anzi.
    Quello che mi interessa, a prescindere da discorsi "troverò lavoro o no eccetera eccetera" è di fare qualcosa che mi interessi sul serio e che mi invogli a continuare gli studi.
    Ho già 20 anni e non posso permettermi di sbagliare e perdere tempo (già ho perso un anno di mio), ma allo stesso modo non posso scegliere in fretta e furia, anche considerato quanto ancora sono confuso.


    Grazie mille a chiunque voglia rispondermi...spero di essere stato il più chiaro possibile nello scrivere questo post, e che riusciate in qualche modo a schiarirmi un pò le idee
    Ultima modifica di Jena_Plissken; 13-03-13 alle 21:56:02

  2. #2
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di Kraven VanHelsing
    Data Registrazione
    29-04-04
    Messaggi
    15,664

    Predefinito Re: [Help] Informatica/programmazione e grafica...?

    Dove frequenteresti?
    Come fai a dire che ti interessa la grafica ma contemporaneamente che non sai usare i vari programmi summenzionati? Banalmente, come sai che ti piacerebbe?

    Poi ricordo qui dentro una discussione fiume dove si confrontavano informatica e ing. informatica... e insomma di matematica ce n'è a quintali, al di fuori del discorso programmazione. Provo a recuperare il thread. Magari "evoca" qualcuno di quegli utenti

  3. #3
    Jena_Plissken
    ospite

    Predefinito Re: [Help] Informatica/programmazione e grafica...?

    Ciao, grazie della risposta.
    S, in effetti ho dimenticato di precisare. In poche parole, mio fratello studia design, ed è nato tutto mentre guardavo usare programmi di modellazione 3d (perlopiù Rhinoceros e simili) e quando mi fece vedere i suoi lavori...è stato praticamente "amore a prima vista". Ho anche detto che non ho mai usato nessun programma, ma non ho specificato che questo non significa che non mi sia mai informato a riguardo.
    Anche se poi, per tanti motivi, non ho coltivato questo (altro) interesse.
    Quello che intendevo comunque è che dato che mi interesserebbe entrare nel settore di sviluppo dei videogiochi, mi piacerebbe farlo proprio in qualità di "grafico", modellatore e animatore 3d


    Capisco...vedrò di chiedere in giro allora
    Ma, in ogni caso, l'ipotesi che ho fatto, cioè quella di prendere una laurea in informatica e poi fare il corso di grafica alla AIV (come se fosse una specialistica, anche se non lo è) potrebbe essere una scelta appoggiabile...o è una totale follia?
    Ultima modifica di Jena_Plissken; 21-02-13 alle 21:20:08

  4. #4
    Suprema Borga Imperiale L'avatar di Kraven VanHelsing
    Data Registrazione
    29-04-04
    Messaggi
    15,664

    Predefinito Re: [Help] Informatica/programmazione e grafica...?

    Ecco il link alla discussione cui accennavo ieri:
    http://www.***************.it/forum/...er-informatica

  5. #5
    blue_tech
    ospite

    Predefinito Re: [Help] Informatica/programmazione e grafica...?

    Hai provato giusto a far due cosine in Python (che è uno dei linguaggi più semplici che ci siano per iniziare) e non sei nemmeno troppo convinto... per il resto non hai alcuna conoscenza in merito. Informatica non è solo programmazione (anzi...) ma c'è un sacco di teoria da studiare per ogni aspetto e se non hai interesse (perfino python non ti convince) non so quanto possa fare al caso tuo

    la matematica c'è e non è poca, e ahimè c'è anche statistica (che probabilmente è la cosa peggiore )

    Non voglio scoraggiarti ma NON è un corso di laurea "facile"

    Forse grafica è più abbordabile essendo meno teorica e più pratica

  6. #6
    Jena_Plissken
    ospite

    Predefinito Re: [Help] Informatica/programmazione e grafica...?

    Citazione Originariamente Scritto da blue_tech Visualizza Messaggio
    Hai provato giusto a far due cosine in Python (che è uno dei linguaggi più semplici che ci siano per iniziare) e non sei nemmeno troppo convinto... per il resto non hai alcuna conoscenza in merito. Informatica non è solo programmazione (anzi...) ma c'è un sacco di teoria da studiare per ogni aspetto e se non hai interesse (perfino python non ti convince) non so quanto possa fare al caso tuo

    la matematica c'è e non è poca, e ahimè c'è anche statistica (che probabilmente è la cosa peggiore )

    Non voglio scoraggiarti ma NON è un corso di laurea "facile"

    Forse grafica è più abbordabile essendo meno teorica e più pratica
    Beh andiamoci piano però. Non mi prendete per un idiota...dopotutto ho detto io stesso che programmazione è solo una parte di infomatica.
    Io non ho mai detto cosa ho fatto e non ho fatto con Python, non so come hai fatto a capire se mi ci trovo o meno. Che sia semplice rispetto ad altri linguaggi non c'è dubbio (specialmente al C e C++) ed è proprio per questo che sono partito da Python, ma finora si tratta di problemi a capire, anzi, sto anche scrivendo un programma per conto mio che riassuma diverse operazioni matematiche e proponga diverse scelte a schermo su quale operazione effettuare...e considera che finora mi trovo soltanto al capitolo 8/20 del libro, ovvero i cicli. Sicuramente sto avendo i miei dubbi e le mie difficoltà (dopotutto penso succeda a chiunque alle prime armi con qualcosa), ma se fossi uno che non sa per niente di cosa sta parlando (come si legge velatamente nel tuo post) non sarei riuscito neanche a scrivere la prima riga di codice, probabilmente...


    Si vede che non sono stato bravo a spiegare le cose...non è tanto un fatto di competenze, ma di voglia che spesso influisce anche sulla capacità di fare qualcosa. Provo a rispiegare in breve.
    Per quel che riguarda informatica: è sempre stata la mia passione, quindi se si tratta di studiarne tutti gli aspetti ben venga, è una cosa che mi piace e soprattutto VOGLIO fare, perché desidero ampliare le mie conoscenze.
    Ma, siccome volevo entrare nel cosiddetto "game dev" e nonostante la trovi interessante, sento che programmazione non è la mia strada, a questo punto preferirei fare una facoltà di informatica e poi "specializzarmi" in grafica del settore di sviluppo di videogiochi (che è ben diverso da un corso di grafica generico, così come per programmazione)
    Quello che chiedevo era se l'abbinamento poteva avere un senso, o se è meglio sempre seguire una strada sola (cioè o grafica, o programmazione)

    Per quanto riguarda matematica invece, è un altro discorso.
    Come ho detto non sono mai stato un genio o uno particolarmente capace (ma questo è stato in gran parte colpa dell'ambiente scolastico in cui ero)...ma non penso che per affrontare informatica si debba essere Einstein. Ho qualche problema con gli integrali e alcune cose qui e lì, ma per il resto sono sempre stato uno che se è motivato e ci si mette, non ha problemi.
    In ogni caso per quanti esami vogliano esserci di matematica, non credo sia così tanta come ad ingegneria, o alla facoltà di matematica stessa...o no?
    Ultima modifica di Jena_Plissken; 13-03-13 alle 21:38:53

  7. #7
    blue_tech
    ospite

    Predefinito Re: [Help] Informatica/programmazione e grafica...?

    Citazione Originariamente Scritto da Jena_Plissken Visualizza Messaggio
    "per il resto non hai alcuna conoscenza in merito. Informatica non è solo programmazione (anzi...)"
    Beh andiamoci piano però. Non mi prendete per un idiota...dopotutto ho detto io stesso che programmazione è solo una parte di infomatica.

    Poi, io non ho mai detto cosa ho fatto e non ho fatto con Python, quindi non vedo come fai a capire se mi ci trovo o meno. Che sia semplice rispetto ad altri linguaggi non c'è dubbio (specialmente al C e C++) ed è proprio per questo che sono partito da Python, ma finora non ho nessun problema a capire, anzi, sto anche scrivendo un programma per conto mio che riassuma diverse operazioni matematiche e proponga diverse scelte a schermo su quale operazione effettuare...e considera che finora mi trovo soltanto al capitolo 8/20 del libro, ovvero i cicli. Sto avendo i miei dubbi e le mie difficoltà è ovvio (dopotutto penso succeda a chiunque alle prime armi con qualcosa), ma se fossi uno che non sa per niente di cosa sta parlando (come si legge velatamente nel tuo post) non sarei riuscito neanche a scrivere la prima riga di codice, probabilmente...
    Beh io mi sono basato su quello che hai scritto tu:

    Citazione Originariamente Scritto da Jena_Plissken Visualizza Messaggio
    Ho un dubbio, direi un grosso dubbio...dal quale dipenderà il mio futuro.
    Da quando avevo 7-8 anni ho sempre avuto un interesse particolare per la tecnologia...e per l'informatica. Passavo (e passo tuttora) molto tempo davanti al computer per vari interessi (a parte internet e cavolate di questo tipo), ma purtroppo -per diversi motivi comprendenti un pessimo periodo alle superiori e familiari che non hanno mai amato che io stia davanti al pc- solo da qualche anno ho iniziato ad ampliare sul serio le mie conoscenze generali-
    In parte quindi, mi ritengo inferiore in conoscenze rispetto a molte altre persone che a momenti alla mia età (20 anni) magari già scrivono programmi o fanno cose di questo tipo.
    Invece io solo da quest'anno ho iniziato ad avvicinarmi alla programmazione, cominciando con Python.
    Come mi trovo finora? Beh, ammetto che programmazione è interessante, ma c'è qualcosa che purtroppo non mi invoglia più di tanto a studiarla (anche se comunque continuo a farlo lo stesso per conto mio).
    A leggere questo mi sembra che più che smanettare col pc e provare qualche riga di python tu non abbia mai fatto e che ti manchino un sacco di conoscenze. Non è un'offesa, ma mi sembra una constatazione accettabile

    Detto ciò rispondo agli altri punti:

    Citazione Originariamente Scritto da Jena_Plissken Visualizza Messaggio

    Per quel che riguarda informatica: è sempre stata la mia passione, quindi se si tratta di studiarne tutti gli aspetti ben venga, è una cosa che mi piace e soprattutto VOGLIO fare, perché desidero ampliare le mie conoscenze.
    Ma, siccome volevo entrare nel cosiddetto "game dev" e nonostante la trovi interessante, sento che programmazione non è la mia strada, a questo punto preferirei fare una facoltà di informatica e poi "specializzarmi" in grafica del settore di sviluppo di videogiochi (che è ben diverso da un corso di grafica generico, così come per programmazione)
    Quello che chiedevo era se l'abbinamento poteva avere un senso, o se è meglio sempre seguire una strada sola (cioè o grafica, o programmazione)
    come dicevo a me non interessa scoraggiarti, e la laurea in informatica ci può anche stare ma sinceramente la figura del grafico è ben diversa da quella dell'informatico e non so quanto siano utili insieme per quello che vuoi fare tu... cioè se vuoi fare il grafico tantovale che fai il grafico e ti specializzi per bene invece di fare "male" due cose diverse (per male intendo senza specializzarti sul serio in un particolare settore)

    Forse più che una laurea in Informatica, è più adeguata al tuo target una laurea in Comunicazione Digitale (che tra l'altro è anche più leggera se posso permettermi un parere personale) -> http://www.cosp.unimi.it/offerta_didattica/600.htm

    Occhio che potresti scoprire che non hai tutta questa voglia di studiarne tutti gli aspetti dell'informatica, anche perchè a volte, ci sono aspetti dell'informatica che nemmeno io ho voglia di studiare...

    Citazione Originariamente Scritto da Jena_Plissken Visualizza Messaggio
    Per quanto riguarda matematica invece, è un altro discorso.
    Come ho detto non sono mai stato un genio o uno particolarmente capace (ma questo è stato in gran parte dell'ambiente scolastico in cui ero)...ma non penso che per affrontare informatica si debba essere Einstein. Ho qualche problema con gli integrali e alcune cose qui e lì, ma per il resto sono sempre stato uno che se è motivato e ci si mette, non ha problemi.
    In ogni caso per quanti esami vogliano esserci di matematica, non credo sia così tanta come ad ingegneria, o alla facoltà di matematica stessa...o sbaglio?
    Ovviamente Matematica, Fisica ed Ingegneria hanno più matematica di noi informatici (e ci mancherebbe) ma non pensare che da noi sia così poca...

    Da noi gli esami puramente matematici sono 4 (ti metto i programmi di massima in spoiler):

    Matematica del discreto:
    Spoiler:
    Numeri interi: numeri primi, fattorizzazione in primi, numerazione in base n.
    Elementi di conteggio.
    Polinomi a coefficienti reali e operazioni tra polinomi, radici, polinomi irriducibili.
    Matrici e operazioni tra matrici.
    Sistemi lineari di m equazioni in n incognite. Risoluzione con il metodo della riduzione a scalini.
    Determinante di una matrice e sue proprietà. Matrici invertibili. Caratteristica di una matrice. Teorema di Rouché-Capelli.
    Autovalori e autovettori, diagonalizzabilità.
    Relazioni tra insiemi. Relazioni d'ordine. Relazioni di equivalenza. Applicazioni
    Elementi di teoria dei grafi.
    Operazioni in un insieme. Strutture algebriche. Sottostrutture, omomorfismi. Gruppi, anelli, campi, spazi vettoriali.


    Matematica del continuo:
    Spoiler:
    Numeri complessi: rappresentazione algebrica, rappresentazione trigonometrica, operazio-ni tra numeri complessi, radici dell’unità. Teorema fondamentale dell’algebra, decomposi-zione di polinomi.
    Numeri reali, razionali ed interi. Confronto tra razionali ed irrazionali: insiemi numerabile e non numerabili. Massimo e minimo di un sottoinsieme della retta reale, estremo superiore ed estremo inferiore.
    Numeri naturali: principio di induzione, proprietà definitivamente vere.
    Successioni di numeri reali: proprietà e sottosuccessioni.
    Limiti di successioni: nozione di limite, unicità del limite e passaggio alle sottosuccessioni, limitatezza delle successioni convergenti, teorema del confronto. Operazioni sui limiti e casi di indecisione, confronto tra infiniti, criteri del rapporto e della radice, nozione di o piccolo e utilizzo, nozione di asintotico e utilizzo. Regolarità delle successioni monotone, numero di Nepero. Altri simboli di Landau: O grande, Omega grande, Theta grande e loro utilizzo nel confronto tra successioni.
    Funzioni continue: nozione di continuità ed interpretazione grafica, discontinuità. Nozione di limite per funzioni e relazione con la continuità. Continuità e discontinuità delle funzioni elementari: razionali, esponenziali, logaritmi, modulo, gradini, parte intere e frazionarie. Cambio di variabili nei limiti e limite della funzione composta. Teorema degli zeri e Teorema di Weierstrass.
    Calcolo differenziale: nozione di derivata, approssimazione lineare e tangente ad una cur-va. Calcolo della derivata delle funzioni elementari. Punti angolosi e cuspidi. Operazioni con le derivate. Teoremi di Fermat, Rolle, Lagrange e sue applicazioni. Teorema di De l’Hôpital e confronto di infiniti. Formula di Taylor e sue applicazioni. Problemi di ottimizza-zione.
    Calcolo integrale: calcolo delle aree, approssimazione e metodo di esaustione. Integrale di Riemann: definizione di integrale definito, classi di funzioni integrabili, proprietà dell’integra-le definito. Teorema della media integrale e teorema fondamentale del calcolo integrale. Integrali indefiniti e loro calcolo: integrazione per sostituzione, per parti, di razionali fratte. Integrazione generalizzata o impropria: definizione, esempi notevoli.
    Somme finite o sommatorie: shift, inversioni e altre manipolazioni algebriche. Esempi notevoli di sommatorie: potenze di interi e geometriche.
    Nozione di serie: esempi notevoli, serie geometrica e serie telescopiche. Condizione necessaria di convergenza, regolarità, criterio del confronto, convergenza assoluta e convergenza semplice. Stima e stima asintotica della rapidità di divergenza o di convergenza di una serie: confronto, confronto asintotico e confronto integrale. Serie armonica generalizzata.
    Serie di potenze reali e raggio di convergenza. Serie di Taylor e analiticità. Operazioni algebriche con le serie di potenze, derivazione ed integrazione.
    Introduzione alla ricorsione: problemi di conteggio e loro traduzione in equazioni di ricorrenza. Soluzione di equazioni di ricorrenza tramite le funzioni generatrici (ordinarie): manipolazione formale di serie di potenze..


    Fisica Generale:

    Spoiler:
    Unità di misura, sistema internazionale ed equazioni dimensionali. Scalari, vettori, operazioni con i vettori. Cinematica in una e due dimensioni: moto rettilineo uniforme ed uniformemente accelerato, moto circolare, moto armonico. Dinamica: forze e leggi di Newton. Lavoro ed energia cinetica. Forze conservative e conservazione dell'energia meccanica. La forza gravitazionale. Termologia. Calore, lavoro e primo principio della termodinamica. Gas perfetti, equazione di stato e trasformazioni. Secondo principio ed entropia. Elettrostatica: legge di Coulomb, campo elettrico e potenziale. Conduttori ed isolanti. Condensatori. Correnti elettriche stazionarie. Circuiti e leggi di Kirchoff. Campo magnetico (cenni) e forza di Lorentz. Induzione elettromagnetica.


    Calcolo delle probabilità e statistica matematica:
    Spoiler:
    CAPITOLO 1: PROBABILITA’
    PAR. NOME PARAGRAFO PAROLE CHIAVE / CONCETTI PAG.
    1.1 INTRODUZIONE Probabilità classica, probabilità a priori 15
    1.2 CONCETTO DI PROBABILITA’ Punto campionario, spazio campionario 16
    1.2.2 Probabilià classica 16
    1.2.3 Probabilità frequentista 19
    1.3 DEFINIZIONE ASSIOMATICA DI PROBABILITA’ 21
    1.3.1 Modelli di probabilità Punto campionario, spazio campionario 21
    1.3.2 Una parentesi: la teoria degli insiemi Punto o elemento, sottoinsieme, insiemi
    uguali, insieme vuoto, insieme complementare, unione, intersezione, insieme differenza;
    leggi commutative, associative, distributive, leggidi De Morgan; unione e intersezione di
    insiemi 22
    1.3.3 Definizioni di spazio campionario e di eventoSpazio campionario, evento, spazio
    degli eventi; evento elementare, certo ed impossibile; assiomi spazio di probabilità 27
    1.3.4 Definizione di probabilità Definizione di funzione, funzione caratteristica (funzione
    indicatrice del successo), funzione di probabilità con rispettivi assiomi; teorema “del
    piastrellista” : P[A B]= P[A] + P[B]- P[A B]; spazio di probabilità 31
    1.3.5 Spazi campionari finiti Funzione di probabilità uniforme, campione, estrazioni con
    e senza reimmissione; formula binomiale e formula ipergeometrica, numero di
    sottoinsiemi di un insieme di ampiezza M 37
    1.3.6 Probabilità condizionata e indipendenza Definizione di probabilità condizionata,
    assiomi, teorema delle probabilità totali, formula di Bayes; eventi indipendenti 44
    CAPITOLO 2: VARIABILI CASUALI, FUNZIONI DI RIPARTIZIONE E VALORE ATTESO
    PAR. NOME PARAGRAFO PAROLE CHIAVE / CONCETTI PAG.
    2.1 INTRODUZIONE 65
    2.2 VARIABILI CASUALI E FUNZIONE DI RIPARTIZIONE 64
    2.2.1 Introduzione 64
    2.2.2. Definizioni Variabile casuale, funzione di ripartizione (o cumulativa delle
    frequenze), proprietà della funzione di ripartizione 64
    2.3 FUNZIONI DI DENSITA’ 68
    2.3.1 Variabili casuali discrete Variabile casuale discreta, funzione di densità discreta di
    una v.c. discreta, punti di massa; 68
    2.3.2 Variabili casuali continue Definizione di variabile casuale continua, funzione di
    densità di probabilità di una v.c. continua; legametra funzione di densità e funzione di
    ripartizione di una v.c. continua 71
    2.4 VALORI ATTESI E MOMENTI 75
    2.4.1 Media Media (valore atteso) di v.c. discreta e continua, centro di gravità 75
    2.4.2 Varianza Varianza di v.c. discreta e continua, misura di dispersione, deviazione
    standard 77
    2.4.3 Valore atteso di una funzione di una variabile casuale Valore atteso nel discreto e
    nel continuo, proprietà del valore atteso, varianza79
    2.4.4 Disuguaglianza di Tchebyceff Disuguaglianza di Tchebyceff e corollario. Il teorema
    2.5 è noto come disuguaglianza di Markov. 81
    2.4.5 Disuguaglianza di Jensen Definizione di funzione convessa e disuguaglianza di
    Jensen (accennata ad esercitazione) 82
    2.4.6 Momenti e funzione generatrice dei momenti Definizione di momento; funzione
    generatrice dei momenti per il calcolo del valore atteso e della varianza di una v.c. (nel
    discreto e nel continuo);
    il teorema 2.7 ci dice ce conoscendo la f.g. dei momenti è possibile risalire alla
    distribuzione della v.c; definizione di quantile, mediana, moda 83
    CAPITOLO 3: PARTICOLARI FAMIGLIE PARAMETRICHE DI DISTRIBUZIONI
    UNIDIMENSIONALI
    PAR. NOME PARAGRAFO PAROLE CHIAVE / CONCETTI PAG.
    3.1 INTRODUZIONE Famiglie parametriche 95
    3.2 DISTRIBUZIONI DISCRETE 95
    3.2.1 Distribuzione uniforme discreta Densità uniforme discreta 96
    3.2.2 Distribuzione di Bernulli e distribuzione binomiale Densità, valore atteso, varianza
    e f.g. dei momenti di distribuzione bernulliana, esperimento di tipo bernulliano; densità,
    valore atteso e varianza della distribuzione binomiale; legame tra distribuzione
    binomiale e distribuzione bernulliana 97
    3.2.3 Distribuzione ipergeometrica Funzione massa di probabilità di una v.c avente
    distribuzione ipergeometrica, suo valore atteso e varianza; legame tra distribuzione
    ipergeometrica e binomiale 100
    3.2.4 Distribuzione di Poisson Funzione massa di probabilità di una v.c. avente
    distribuzione di Poisson, suo valore atteso, varianza e f.g. dei momenti; esempi di
    situazioni modellabili con tale v.c. 102
    3.2.5 Distribuzione geometrica e binomiale negativaFunzione massa di probabilità di
    una v.c avente distribuzione geometrica, suo valoreatteso, varianza e f.g. dei momenti;
    Il teorema 3.10 descrive la proprietà di “assenza di memoria” di tale v.c. 108
    3.2.6 Altre distribuzioni discrete Si dà cenno della procedura di “troncamento”. Il
    paragrafo la applica alla distribuzione di Poisson.Noi in classe la abbiamo vista applicata
    alla distribuzione geometrica 113
    .dsy:it. - [De Falco] pr... http://www.dsy.it/foru...
    1 di 2 10/10/2012 17:28
    3.3 DISTRIBUZIONI CONTINUE 115
    3.3.1 Distribuzione uniforme o rettangolare Funzione densità di probabilità di una v.c.
    con distribuzione uniforme nell’intervallo [a,b] 115
    3.3.2 Distribuzione normale Funzione densità di probabilità di una v.c. con distribuzione
    normale; variabile casuale standardizzata; valore atteso, varianza e f.g. dei momenti di
    una v.c. normale; richiamo al teorema del limite centrale 117
    3.3.3 Distribuzioni gamma ed esponenziale Funzione di densità di probabilità di una v.c.
    avente distribuzione esponenziale, suo valore atteso, varianza e f.g. dei momenti; cosa
    modella una distribuzione esponenziale e suo legamecon la legge di Poisson; il teorema
    3.18 dimostra la la proprietà di “assenza di memoria” per una v.c. avente legge
    esponenziale 121
    3.4.1 Approssimazioni Approssimazione della binomiale con la poissoniana 129
    3.4.2 Relazione tra esponenziale e poissoniana Il paragrafo evidenzia che ogni successo,
    preso singolarmente, in uno schema di poisson, è una v.c. avente distribuzione
    esponenziale 131
    CAPITOLO 4: DISTRIBUZIONI CONGIUNTE E CONDIZIONATE,INDIPENDENZA
    STOCASTICA E VALORE ATTESO
    PAR. NOME PARAGRAFO PAROLE CHIAVE / CONCETTI PAG.
    4.2.1 Funzione di ripartizione Funzione di ripartizione congiunta di k v.c. (noi l’abbiamo
    vista nel caso k=2) 140
    4.2.3 Funzioni di densità congiunte per v.c. continue Definizione di v.c. continua
    k-dimensionale e sua funzione di densità congiunta 148
    4.4.2 Covarianza e coefficiente di correlazione Definizione di covarianza, cosa misura la
    covarianza, quando la covarianza assumerà valori positivi/negativi, proprietà della
    covarianza 164
    4.4.5 Indipendenza e valore atteso Variabili casuali non correlate; legame tra
    indipendenza di v.c. e non correlazione 170
    CAPITOLO 5: DISTRIBUZIONI DI FUNZIONI DI VARIABILI CASULALI
    PAR. NOME PARAGRAFO PAROLE CHIAVE / CONCETTI PAG.
    5.2.2 SOMMA DI VARIABILI CASUALI Valore atteso di una somma, varianza di una
    somma 187
    CAPITOLO 6: CAPIONAMENTO E DISTRIBUZIONI CAMPIONARIE
    PAR. NOME PARAGRAFO PAROLE CHIAVE / CONCETTI PAG.
    6.1 INTRODUZIONE 227
    6.2 CAMPIONAMENTO 228
    6.2.1 Inferenza induttiva Inferenza (induttiva e deduttiva) 228
    6.2.2 Popolazioni e campioni Campione casuale 230
    6.2.4 Statistiche e momenti campionari Definizione di Statistica;media campionaria;
    varianza campionaria, suo valore atteso e varianza 233
    6.3 MEDIA CAMPIONARIA 238
    6.3.1 Media campionaria e varianza Valore atteso e varianza della media campionaria
    238
    6.3.2 Legge dei grandi numeri Legge debole dei grandi numeri e dimostrazione della
    stessa; esempi di applicazione 240
    6.3.3 Teorema limite centrale Enunciato del teoremadel limite centrale e cenno di
    dimostrazione 241
    CAPITOLO 7: STIMA PUNTUALE DI PARAMETRI
    PAR. NOME PARAGRAFO PAROLE CHIAVE / CONCETTI PAG.
    7.2 METODI DI RICERCA DEGLI STIMATORI Definizione di stimatore 280
    7.3.2 Errore quadratico medio Errore quadratico medio; stimatore non distorto 299
    7.3.3 Consistenza e ban Proprietà di consistenza diuno stimatore 301


    E ti garantisco che non sono esami che passi alla leggera, ma devi darti parecchio da fare, saresti sorpreso vedendo a quanti di noi informatici manca uno di questi esami per laurearsi... (nel mio caso si tratta di statistica ) e pure io non vado male in matematica, anzi son sempre stato piuttosto bravo

    EDIT:

    Ho controllato il nuovo ordinamento e ho scoperto che hanno aggiunto un esame di matematica (o almeno così c'è scritto, non credo sia sbagliato) che è:

    Complementi di matematica:
    Spoiler:
    Lo spazio euclideo ad n dimensioni: rette e piani. Prodotto scalare e norma euclidea: proprietà algebriche e disuguaglianze fondamentali. Rappresentazione parametrica e rappresentazione cartesiana di enti lineari. Matrice di Gram e suo utilizzo nei calcolo vettoriale. Complementi ortogonali, decomposizioni ortogonali e proiezioni ortogonali. Basi ortonormali e procedimento di ortonormalizzazione di Gram-Schmidt. Prodotto vettoriale e prodotto misto nello spazio tridimensionale. Posizione reciproca di enti lineari nello spazio tridimensionale.
    Operatori lineari e multilineari. Operatore trasposto ed operatori simmetrici. Teoria spettrale e segno degli operatori simmetrici.
    Elementi di topologia nello spazio ad n dimensioni: insiemi aperti ed insiemi chiusi. Funzioni continue e costruzione di insiemi aperti/chiusi. Teorema di Weierstrass.
    Curve nel piano e nello spazio. Limiti e derivate per funzioni vettoriali di una variabile reale. Elementi di geometria differenziale delle curve: retta tangente e lunghezza.
    Calcolo differenziale per funzioni reali di più variabili reali. Insiemi di livello e rappresentazione grafica di funzioni. Derivate parziali e direzionali: gradienti, differenziabilità e piani tangenti. Derivate di ordine superiore e formula di Taylor al secondo ordine. Ottimizzazione locale e globale. Funzione convesse e loro proprietà. Estensione del calcolo differenziale a funzioni vettoriali di più variabili reali.
    Volume nello spazio ad n dimensioni ed integrazione. Integrali doppi ed integrali tripli.



    Poi ovviamente ci sono gli esami come logica matematica o altri che usano un linguaggio molto spesso matematico richiedendo quindi uno sforzo in più.

    Se vuoi sapere altro chiedi pure
    Ultima modifica di blue_tech; 23-02-13 alle 18:54:52

  8. #8
    Radox
    ospite

    Predefinito Re: [Help] Informatica/programmazione e grafica...?

    Io sto frequentando Ingegneria Informatica e di matematica, secondo anno, e di matematica ce n'è a quintali, soprattutto il primo anno. Se non ti piace o non sei portato, non fare proprio nessuna scuola ingegneristica, perchè anche negli anni successibi gli esami di matematica sono minori ma più densi

+ Rispondi alla Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato